Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Una questione di memoria: la scelta della migliore scheda SD

Una questione di memoria: la scelta della migliore scheda SD

di Riccardo Delli Paoli
Specialist Accessori fotografia
aggiornato il 29 novembre 2018
7680 utenti hanno trovato utile questa guida
7680 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Scheda SD è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Dicembre 2018.

Comprare una scheda SD è uno di quei argomenti in fotografia che spesso tendono ad essere poco accennati, malgrado la loro importanza sia tutt’altro che di secondo piano.

Ebbene si,  la scelta della scheda di memoria (o, per usare un inglesismo, memory card) su cui registrare e salvare i nostri scatti è un aspetto a volte sottovalutato. Appare sin da subito evidente, invece, l’importanza che tale scelta ricopre: cosa vi è di più fondamentale del supporto in cui verranno immagazzinate le nostre foto? È chiaro che ciò di cui si necessita è di uno strumento affidabile, di buona capienza e, sopratutto, in grado di garantire adeguata protezione al nostro lavoro.

È per questo che qualsiasi sia la macchina fotografica che possediate, una Canon, una Nikon, una Sony o quant’altro, il problema è sempre lo stesso: quale scheda SD comprare? qual è la migliore scheda SD per le nostre esigenze? Scopo di questo articolo, pertanto, è quello di tracciare una guida all’acquisto delle schede di memoria in ambito fotografico, più in dettaglio trattando la categoria delle schede SD e cercando di illustrare brevemente quali parametri valutare per operare una scelta ben ponderata e non dettata dal caso. Ed adesso, quindi, le migliori SD presenti sul mercato.

Un universo caotico di sigle

Di schede SD sugli scaffali ve ne sono tante, tante quante le sigle e i numeretti presenti sulla loro faccia frontale. Ma cosa significano? Procediamo con calma. Come dicevamo ad ogni SD sono associate alcune sigle. Queste sono utili a tracciare le caratteristiche principali della scheda di memoria ed a capire quale sia l’ambito di utilizzo a cui meglio si presta.

Solitamente esistono tre tipologie di schede di memoria, contraddistinte dalla sigla SD, SDHC e SDXC. Questi acronimi altro non servono che a suggerire la capienza: SD indica le schede di capacità compresa tra 128 MB e 2 GB con formato predefinito FAT16 (attualmente tali schede risultano però sorpassate); SDHC indica le SD High Capacity con memoria di capacità dai 4 GB ai 32 GB e formato FAT32; infine SDXC indica le SD eXtended Capacity contraddistinte da una capienza che spazia dai 64 GB fino a raggiungere i 2 TB (1TB = 1000GB) e presentano formato exFAT, attualmente poco utilizzato in ambito fotografico tra i vari modelli di reflex, mirrorless e compatte.

La seconda sigla che viene riportata è la Classe (o Class). La Classe è un parametro che indica la velocità minima garantita di trasferimento dei dati e, ovviamente, maggiore sarà la velocità minima migliori saranno le performance generali della nostra SD. Attualmente in commercio esistono quattro classi: 2, 4, 6 e 10. La Classe 2 indica una velocità di trasferimento di almeno 2 MB/s, la Classe 4 di almeno 4 MB/s, la Classe 6 di 6 MB/s e la 10, ma sono sicuro lo avrete già intuito, indica una velocità minima di 10 megabyte al secondo.

Oltre a queste, troviamo le recenti UHS Speed Class 1 (U1 sulle schede), velocità di scrittura e lettura costante di 10 MB/s, ed UHS Speed Class 3 (U3 sulle schede), velocità di scrittura e lettura costante di 30 MB/s. Ovviamente quest’ultime sono le più idonee e da tenere in considerazione, poiché per raffiche ad alta risoluzione, video oltre al Full HD e portate simili di dati, è necessario avere uno standard “Ultra” – questo è il termine associato. Degno di nota è oltretutto la tipologia di bus usato dalle memorie SD: spesso vi capiterà di leggere UHS-I e UHS-II, da non confondere però con le classi che abbiamo indicato poc’anzi.

Tra le più recenti implementazioni troviamo inoltre la nuova classe “V” dedicata completamente ai video e che classifica direttamente le velocità ottenibili con questo tipo di sigle. Troverete quindi sulle schede le classi “V30” “V60” e “V90” che corrispondono rispettivamente a 30 mb/s, 60 mb/s e 90 mb/s. Con le V30 potrete tranquillamente girare video in 4K senza alcun tipo di problema, mentre con le 60 e 90 potrete addirittura arrivare all’8K, formato ancora un po’ “futuristico” ma che già viene appunto supportato.

Capacità: meglio non esagerare

Solitamente ciò che guida alla scelta della migliore SD è essenzialmente la sua capacità. Si è portati a pensare che maggiore è la capacità di una scheda, maggiore è la sua convenienza. È un ragionamento che ha un fondamento reale, ma si tratta più di un retaggio derivante dal mondo della tecnologia (smartphone, tablet) che di un principio valido in fotografia. Infatti, se è pur vero che il progresso tecnologico sforna sensori sempre più densi di pixel e con file conseguentemente di peso via via maggiore, è anche vero che è bene non esagerare con i GB.

Il perché di tale consiglio? A volte un esempio vale più di mille parole: immaginate di eseguire un servizio fotografico, in questo contesto è normale eseguire centinaia e centinaia di scatti, ed è pertanto plausibile pensare che ciò di cui il fotografo necessita è di una scheda di memoria di adeguata capacità: la più alta possibile, in sintesi, in modo tale da racchiudere tutta la sessione di scatto in un unico supporto prima di importare il lavoro sul computer. Ma, poiché i problemi sono sempre in agguato, cosa accadrebbe nel caso in cui la nostra scheda di memoria ci abbandonasse o se persino qualcuno rubasse la nostra fotocamera? Semplice, avremmo perso tutto il lavoro.

È questo il motivo per cui i fotografi più avveduti sono soliti avere diversi “set” di memory card al proprio seguito. È quindi meglio prediligere più schede con tagli in grado di garantire una capienza di circa 200/250 scatti, piuttosto che una unica SD in grado di raccoglierne migliaia, col rischio di perderli tutti.

16 GB

Attualmente tale taglio per la migliore scheda sd potrebbe risultare un poco stretto, sopratutto se si desidera registrare video in Full HD o 4K e se si dispone di una reflex moderna con sensore particolarmente denso di pixel. Ad ogni modo, qualora disponiate di una macchina meno recente, il taglio da 16 GB è quello che nel vostro caso potrebbe assicurare un miglior rapporto qualità prezzo.

SanDisk Extreme SDHC 16 GB

Una scelta alternativa, ma che rappresenta comunque uno standard assoluto di qualità, è la Sandisk Extreme. Tale scheda offre velocità di lettura fino a 90 MB/s e in scrittura fino a 60 MB/s, quindi davvero niente male. La classe di appartenenza è di velocità Classe 10 U3 ed è idonea sia per effettuare scatti continui sia per girare brevi video, a causa della sua limitata capienza, in formato 4K ULTRA HD. Inoltre è impermeabile e resistente agli urti, nonché ai raggi X.

 

Puoi acquistare SanDisk Extreme SDHC 16 GB su Amazon o se preferisci su eBay

Toshiba Exceria 10 U1 SDHC

Toshiba con la serie Exceria ha dimostrato di saperci fare notevolmente in ambito di memorie d’archiviazione, sia per quanto concerne le SD, sia per quanto concerne le CF. Con questa Toshiba Exceria di classe 10 U1 potrete avere una SDHC economica e sufficientemente prestante per la maggior parte delle attività “amatoriali” di un fotografo che non necessita grande spazio di archiviazione.

Puoi acquistare Toshiba Exceria 10 U1 SDHC su Amazon o se preferisci su eBay

Lexar Professional SDHC 633X 16 GB

Nonostante, purtroppo, Lexar non esista più, è ancora possibile trovare su Amazon qualche modello disponibile all’acquisto (cosa che vi consigliamo di fare piuttosto velocemente, previa totale indisponibilità). La linea Professional assicura una velocità di lettura di 95 MB/s e di 45 MB/s in scrittura, permettendo anche di effettuare scatti a raffica senza alcun calo di prestazioni.

La Lexar Professional SDHC Professional UHS-I 633x, appartiene alla Classe 10 U1 , una scelta decisamente economica e, sopratutto, di qualità!

Puoi acquistare Lexar Professional SDHC 633X 16 GB su Amazon o se preferisci su eBay

32 GB

Più idoneo alle attuali esigenze di spazio delle moderne reflex è il taglio da 32 GB. Esso, infatti, garantisce sia una buona capacità per scattare senza troppe preoccupazioni con la vostra migliore scheda sd, sia di essere particolarmente economico permettendo quindi al fotografo di comprare più schede al fine di evitare di accumulare troppe foto in una unica scheda col rischio di perderle a causa di qualche imprevisto.

SanDisk Extreme PRO 32 GB

Le fotocamere professionali e le videocamere ad alta risoluzione meritano la potenza, le prestazioni, la capacità e l’affidabilità degna della migliore scheda SD. Ecco perché secondo noi SanDisk è una scelta quasi obbligatoria per almeno una memoria nella borsa di un fotografo amatore o professionista. Questa SanDisk Extreme Pro 32 GB è una scheda SDHC Classe 10 U3 con velocità di lettura a 95 MB/s che permette di registrare video in 4K.
La scheda comprende inoltre il software di recupero dati RescuePRO Deluxe scaricabile gratuitamente. Questo software consente di recuperare con ottima facilità file archiviati e successivamente eliminati (download necessario).

 

Puoi acquistare SanDisk Extreme PRO 32 GB su Amazon o se preferisci su eBay

Toshiba Exceria SDHC 32 GB

Una valida alternativa ai prodotti blasonati e ben conosciuti è sicuramente la serie Exceria di Toshiba, che, nel corso degli anni, ha dimostrato solidità ed affidabilità per prodotti di questo tipo, caratteristica importante per ogni fotografo. Questa Toshiba Exceria è una SDHC da 32 GB con Classe 10 U3 che vi permetterà di scattare veloci raffiche e registrare video in 4K.

 

Puoi acquistare Toshiba Exceria SDHC 32 GB su Amazon o se preferisci su eBay

SanDisk SD Extreme Pro 280 MB/s 32 GB

Assicuratevi soltanto che la vostra fotocamera risulti compatibile con lo standard UHS-II. Sì, il prezzo è un po’ folle, ma vi assicuriamo che è davvero incredibile nelle performance. Che sia questa la migliore scheda sd con la più alta velocità in assoluto?

Puoi acquistare SanDisk SD Extreme Pro 280 MB/s 32 GB su eBay.

64 GB

Ancora più idoneo alle attuali esigenze di spazio delle moderne reflex è il taglio da 64 GB. Esso, infatti, garantisce sia una buona capacità per scattare senza troppe preoccupazioni con la vostra migliore scheda sd, sia di essere particolarmente economico permettendo quindi al fotografo di comprare più schede al fine di evitare di accumulare troppe foto in una unica scheda col rischio di perderle a causa di qualche imprevisto.

Lexar SDXC 633x Professional 64 GB

Per ciò che concerne il taglio da 64 GB, una delle scelte migliori ricade sulla linea Lexar Professional (comprandola finché potete, ovviamente). Lexar SDXC 633x Professional è una SD caratterizzata da performance rapide di Classe 10 U3 in grado di garantire una velocità di lettura fino a 95 MB/s (633x). Tale scheda risulta idonea sia per scatti in modalità continua, sia per la registrazione di video a lunga durata in formato Full HD 1080p e 4K.

 

Puoi acquistare Lexar SDXC 633x Professional 64 GB su Amazon.

Lexar SDXC 633x Professional 64 GB
Prezzo consigliato: € 34.06Prezzo: € 31.98

SanDisk Extreme PRO 64 GB

SanDisk non può mai mancare nella nostra classifica e nemmeno nella borsa di un fotografo. Questo taglio da 64 GB è sicuramente il miglior compromesso qualità / prezzo del segmento e permette agli utenti di avere sia una sufficiente quantità di spazio sia una velocità più che buona per effettuare tutte le operazioni del caso. SanDisk Extreme PRO 64 GB è una scheda di memoria SDXC classe 10 U3 e classe V3 (fino a 30 Mb/s per i video, come spiegato ad inizio articolo) con velocità di lettura fino a 95 Mb/s.

 

Puoi acquistare SanDisk Extreme PRO 64 GB su Amazon o se preferisci su eBay

128 GB

Per gli amanti dei grandi spazi, non possiamo non citare alcune SD da 128 GB. Tali SD sono consigliate, più che per il fotografo, per coloro che amano registrare con la propria reflex video in Full HD e 4K. La scelta migliore in tal senso cade, in entrambi i casi, su Lexar.

Toshiba Exceria SDXC 128 GB

Nuovo taglio di GB, altro modello di Toshiba Exceria. Insomma, come avrete potuto capire dalla selezione precedente, la serie Exceria di Toshiba costituisce garanzia di solidità e prestazioni elevati ad un prezzo più che onesto. In ordine di prezzo, questo modello risulta il più economico tra i brand “affidabili” e che nel corso degli anni si sono dimostrati impeccabili in questo settore. Questo modello è una SDXC, cioè “SD eXtreme Capacity“, che vi permetterà quindi di archiviare una grande mole di dati. Si tratta di una Exceria di classe 10 U3 con velocità in lettura fino a 90 MB/s che sicuramente non deluderà le vostre aspettative.

 

Puoi acquistare Toshiba Exceria SDXC 128 GB su Amazon o se preferisci su eBay

256 GB

Un’archiviazione da 256 GB è diventata ormai necessaria soprattutto per moltissimi videomaker con grandi esigenze di registrare clip ad altissima risoluzione, diversamente è possibile che una quantità del genere di spazio di archiviazione non lo finirete mai se fate solo foto (anche se avete Nikon D850 o Canon EOS 5DsR). Ad ogni modo, non sono ancora moltissimi i produttori che fanno e vendono questo taglio ad un prezzo accettabile, motivo per cui ci sentiamo di darvi una scelta ristretta sempre nel rispetto del rapporto qualità-prezzo.

Lexar Professional 633x SDXC

Lexar, ancora presente su Amazon sebbene non più esistente sul mercato, offre (o forse è meglio dire “offriva) questo modello della serie Professional con una velocità di lettura fino a 95/mb, classe 10 U3 con tecnologia UHS-1 in grado di permettere senza problemi la registrazione di video in 4K e lo scatto a raffica veloce con la vostra fotocamera.

 

Puoi acquistare Lexar Professional 633x SDXC su Amazon o se preferisci su eBay

7680 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Riccardo Delli Paoli tramite i commenti.