Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Come assemblare un PC: scelta e montaggio della scheda madre

Come assemblare un PC: scelta e montaggio della scheda madre

di Claudio Carelli
Specialist Assemblare PC
aggiornato il 22 ottobre 2018
3931 utenti hanno trovato utile questa guida
3931 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Migliore scheda madre è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Ottobre 2019.

Questa guida all’acquisto è tutta dedicata alla migliore scheda madre, l’elemento che fa da ponte a tutta la componentistica PC e permette di far funzionare il tutto armoniosamente. Grazie a questa caratteristica definisce le potenzialità della configurazione, estendo o limitando le capacità hardware e software del sistema. Da sola però non è in grado di dare un impatto rilevante alle prestazioni del PC. Proprio per questo motivo è bene scegliere prima di tutto il miglior processore che avrà un ruolo cruciale all’interno della build. Tuttavia non bisogna sottovalutare i criteri per l’acquisto della migliore scheda madre, facendo attenzione in particolare alla compatibilità.

State assemblando un PC da zero? Potete prendere ispirazione dalla nostra personale scelta di build complete PC gaming, il giusto equilibrio e la massima compatibilità dei componenti.

Migliore scheda madre quale comprare

Le schede madri (anche dette motherboard o abbreviate mobo) sono concepite principalmente da quattro grandi competitor: ASUS, MSI, Gigabyte ed ASRock. Altri brand si dedicano a questo settore, ma svolgono un ruolo marginale che possiamo perciò considerare di nicchia. Data la natura della scheda madre, è uno dei componenti più difficili da interpretare con una mole infinita di proposte e caratteristiche tecniche. Vediamo perciò di fare chiarezza su questi aspetti.

Partiamo dalle porte situate sul retro del PC:

  • USB 2.0: le classiche porte di colore bianco che trovate dappertutto. Possono arrivare ad una velocità di circa 40 MB/s.
  • USB 3.1 Gen 1: precedentemente note come USB 3.0 sono state ufficialmente rinominate con questa nuova sigla. Sono caratterizzate dal tipico colore blu ed arrivano a velocità di circa 400 MB/s.
  • USB 3.1 Gen 2: anch’esse rinominate dal precedente USB 3.1 e sono l’ultimissimo standard USB. Si distinguono solitamente per l’utilizzo di un colore caratteristico che varia in base al produttore, arrivano ad una velocità di circa 900 MB/s.
  • USB Type-C: un nuovo formato di USB piuttosto popolare nel settore smartphone. Rappresenta puramente la forma del connettore e può adottare uno qualsiasi dei standard sopracitati.
  • Uscite video: connettori come il popolare HDMI oppure il DisplayPort, entrambi in grado di trasferire sia audio che video. Mentre DVI e VGA possiamo considerarli formati superati, anche se ancora utilizzati. Le uscite video sulla scheda madre funzionano esclusivamente attraverso la grafica integrata del processore installato.
  • Porta Ethernet: per la connettività di rete, tipicamente utilizzata per connettersi ad internet.
  • Jack audio: per la trasmissione del segnale audio, i più utilizzati sono il jack verde per le casse ed il jack rosa per il microfono. Le schede madri moderne sono tipicamente provviste di un set di jack per impianti surround, tutti regolati dal chip audio integrato.

Vediamo ora le caratteristiche presenti sul corpo della motherboard:

  • RAM: gli slot per la RAM presenti, tipicamente due o quattro. Possono accogliere una sola ed unica tipologia di memoria, ad esempio le più recenti RAM DDR4. Sempre sul nostro portale trovate la guida all’acquisto dedicata alla RAM.
  • SATA: le secolari porte riservate ai dispositivi di storage, possono accogliere sia HDD che SSD. Per maggiori informazioni potete consultare la nostra guida all’acquisto dedicata agli hard disk.
  • PCIe: dei generici slot di espansione in grado di accogliere schede di rete, schede audio o aggiungere porte USB, ma principalmente utilizzate per la scheda grafica dedicata, di cui trovate la nostra guida alla migliore scheda video.
  • M.2: un recente formato progettato allo scopo di soddisfare i requisiti delle ultimissime tecnologie di SSD. Per una panoramica completa vi rimandiamo alla nostra guida all’acquisto per il miglior SSD.

Infine il BIOS terrà traccia di tutte queste specifiche dando la possibilità, se necessario, di regolare numerosi parametri. Qui potremo infatti calibrare la velocità delle ventole, i dispositivi di boot, l’overclock e tanto altro. Ma non spaventatevi, non è qualcosa con cui dovrete necessariamente aver a che fare. Di fatto, confrontandoci con la realtà dei prodotti, qualsiasi scheda madre possiede dei requisiti più che sufficienti per una normale configurazione.

Andando invece oltre l’aspetto tecnico, anche il design potrebbe essere un fattore da valutare, favorendo un look più vivace oppure più neutrale. Sta comunque a voi decidere qual è la migliore scheda madre per le vostre esigenze.

Fatta questa premessa, come sono suddivise le varie proposte di schede madri? Quali sono le differenze effettive? Prima di tutto tracciamo una linea fra le schede madri Intel e le schede madri AMD. È di fondamentale importanza capire che una scheda madre è compatibile esclusivamente con un processore dello stesso brand. In nessun caso sarà possibile far funzionare un processore Intel, ad esempio, con una scheda madre AMD. Questa compatibilità è definita dal socket, lo slot fisico che deve corrispondere al socket indicato sulla CPU. Nessuna preoccupazione, le nostre guide seguono costantemente le ultime novità, assicurando la compatibilità dei componenti consigliati. Il resto della componentistica PC può invece essere utilizzata da entrambi i brand, tranne qualche rarissima eccezione.

Dopodiché è il chipset a giocare un ruolo fondamentale, il bus di comunicazione definito da Intel ed AMD. Sono i due colossi delle CPU a delineare i limiti e l’espandibilità nelle specifiche della scheda madre, lasciando comunque la possibilità ai produttori di personalizzare alcuni aspetti. Vediamo cosa significa in pratica tutto ciò analizzando le ultimissime proposte sul mercato.

  • Le motherboard Intel di ottava generazione utilizzano il socket LGA1151 e si suddividono nei chipset Z370, H370, B360 e H310.
  • Le motherboard AMD utilizzano una strategia simile, usano il socket AM4 e si segmentano chipset X470, X370, B350 e A320.

Un’altra caratteristica importante è il form factor, ovvero le dimensioni che la scheda madre può avere. Diverse dimensioni chiaramente impongono limiti differenti: una mobo grande richiederà un case più grande, mentre una più piccola limiterà il numero di slot presenti. Gli standard di nostro interesse sono quelli largamente approvati dall’industria dell’hardware: EATX, ATX, micro-ATX e mini-ITX.

Andiamo finalmente al sodo con la nostra personale selezione di migliore scheda madre, organizzate per fascia di prezzo.

Fascia bassa: sotto i 70€

Volete mantenere bassi i costi ed ottenere una solida configurazione? Queste schede madri faranno da ottima base al resto dei componenti, mantenendo comunque capacità di espansione soddisfacenti. L’ideale sarebbe quello di utilizzare la grafica integrata del processore, evitando quindi di spendere cifre importanti su una scheda video dedicata. La nostra selezione è perciò orientata proprio a questo scopo, qual è la miglior scheda madre a favorire questo approccio?

Gigabyte AB350M-DS3H (Scheda madre AMD)

Questa scheda madre in formato micro-ATX supporta processori con Socket AM4 e può accogliere fino a 64 GB di memoria nei quattro slot RAM DDR4. È dotata di due slot PCIe x16 ed uno PCIe x1, oltre a quattro porte SATA ed uno slot M.2 per lo storage. Sul retro troviamo quattro porte USB 3.1 Gen 1 e quattro USB 2.0. Presenta inoltre la possibilità di overclock di CPU e RAM.

La scelta ricade sulla modesta Gigabyte con chipset B350, che si distingue dalla massa per un solo ed importante particolare. Questa scheda madre ci assicura infatti la compatibilità immediata con AMD Ryzen Vega, dei validissimi processori con una robusta grafica integrata comparabile alle prestazioni della Nvidia GeForce GT 1030, una scheda video dedicata. Insomma, un vero e proprio affare se consideriamo il rapporto prezzo / performance complessivo, ma che generalmente sconsigliamo visto che le schede madri della serie 300 richiedono un seccante aggiornamento del BIOS. Non è questo il caso con la Gigabyte AB350M-DS3H, che ci permette di godere fin da subito delle ultimissime tecnologie targate AMD Ryzen ed AMD Radeon Vega attraverso la porta HDMI oppure DVI della motherboard. La migliore scheda madre valutando prestazioni, budget e semplicità, accompagnata preferibilmente da AMD Ryzen 3 2200G o AMD Ryzen 5 2400G.

Puoi acquistare Gigabyte AB350M-DS3H su Amazon o se preferisci su eBay

Gigabyte H310M H (Scheda madre Intel)

Questa scheda madre in formato micro-ATX supporta processori con Socket LGA1151 e può accogliere fino a 32 GB di memoria nei due slot RAM DDR4. È dotata di uno slot PCIe x16 e due PCIe x1, oltre a quattro porte SATA per lo storage. Sul retro troviamo due porte USB 3.1 Gen 1 e quattro USB 2.0.

Una essenziale ma soddisfacente scheda madre che fa da ponte di ingresso all’ultimissima piattaforma Intel Coffee Lake. Potrete infatti accoppiarla con qualsiasi processore Intel di ottava generazione, anche se vi consigliamo una CPU sulla stessa fascia, come l’economico Intel Celeron G4900. Avrete comunque la possibilità di sostituire la CPU in un secondo momento, garantendo la longevità della configurazione. Al momento, però, potete limitarvi ad utilizzare la porta HDMI integrata e godere della migliore scheda madre e processore per rapporto prezzo / performance.

Puoi acquistare Gigabyte H310M H su Amazon o se preferisci su eBay

Fascia media: sotto i 100€

Qui troviamo invece una proposta di schede madri adatte a qualsiasi contesto. I prodotti più consigliati e venduti si trovano su questa fascia, trattandosi del giusto compromesso fra caratteristiche tecniche, design e prezzo. Potrete abbinare a queste motherboard qualsiasi processore della rispettiva serie, ma vi guideremo comunque al perfetto equilibrio dell’intera configurazione. Ecco quindi la migliore scheda madre Intel ed AMD su questa fascia di prezzo.

MSI B350M Mortar (Scheda madre AMD)

Questa scheda madre in formato micro-ATX supporta processori con Socket AM4 e può accogliere fino a 64 GB di memoria nei quattro slot RAM DDR4. È dotata di due slot PCIe x16 e due PCIe x1, oltre a quattro porte SATA ed uno slot M.2 per lo storage. Sul retro troviamo quattro porte USB 3.1 Gen 1 (di cui una USB Type-C) e due USB 2.0. Presenta inoltre la possibilità di overclock di CPU e RAM.

Una solida scheda madre targata MSI che unisce insieme funzionalità e look. Oltre alle soddisfacenti specifiche tecniche, troviamo infatti un design accattivante e consistente. La base di colore nero è contrastata dai molteplici tratti rossi che ne mettono in rilievo l’aspetto: gli ambient LED ad ogni spigolo della scheda, l’evidente LED nei pressi del chip audio ed, infine, le porte USB di colore rosso. Perfetta per chi vuole un prodotto valido ed un look moderno.

Puoi acquistare MSI B350M Mortar su Amazon o se preferisci su eBay

Gigabyte B360M D3H (Scheda madre Intel)

Questa scheda madre in formato micro-ATX supporta processori con Socket LGA1151 e può accogliere fino a 64 GB di memoria nei quattro slot RAM DDR4. È dotata di uno slot PCI, due slot PCIe x16 ed uno PCIe x1, oltre a sei porte SATA ed uno slot M.2 per lo storage. Sul retro troviamo una porta USB 3.1 Gen 2, tre porte USB 3.1 Gen 1 (di cui una USB Type-C) e due USB 2.0.

Una più capace scheda madre rispetto alla precedente fascia, grazie al pacchetto completo di specifiche tecniche al passo coi tempi. I quattro slot per la RAM, la USB Type-C, lo slot M.2, sono tutte caratteristiche che rendono questa motherboard una più valida scelta. L’ideale per qualsiasi CPU Intel di ottava generazione, eccetto i modelli sbloccati K che il chipset B360 non riesce a sfruttare a pieno. La incoroniamo perciò migliore scheda madre di fascia media.

Puoi acquistare Gigabyte B360M D3H su Amazon o se preferisci su eBay

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Fascia alta: sotto i 200€

Se volete puntare in alto, questa fascia si distingue per i design singolari e l’espandibilità migliorata. Rivolte a chi vuole ottenere il massimo dai propri componenti o tenersi pronto a sostanziosi upgrade futuri. Dei prodotti predisposti alle esigenze di oggi e domani, affiancati da un look niente male. Ecco la nostra selezione di migliore scheda madre su questa fascia di prezzo.

ASRock X370 Killer SLI (Scheda madre AMD)

Questa scheda madre in formato ATX supporta processori con Socket AM4 e può accogliere fino a 64 GB di memoria nei quattro slot RAM DDR4. È dotata di due slot PCIe x16 e quattro PCIe x1, oltre a sei porte SATA e due slot M.2 per lo storage. Sul retro troviamo otto porte USB 3.1 Gen 1 (di cui una USB Type-C). Presenta inoltre la possibilità di overclock di CPU e RAM.

Un prodotto più definitivo che viene incontro alle necessità degli utenti più esigenti. Le differenze sono evidenti fin da subito, questa scheda madre gode del pacchetto completo di specifiche tecniche. Ecco infatti che il numero di porte e slot aumenta sostanziosamente, portando con sé una elegante cover degli I/O e dei corposi dissipatori. Un ottimo compromesso considerando il costo, che riconosciamo come migliore scheda madre su questa fascia di prezzo.

Puoi acquistare ASRock X370 Killer SLI su Amazon o se preferisci su eBay

MSI Z370 PC PRO (Scheda madre Intel)

Questa scheda madre in formato ATX supporta processori con Socket LGA1151 e può accogliere fino a 64 GB di memoria nei quattro slot RAM DDR4. È dotata di uno slot PCI, due slot PCIe x16 e tre PCIe x1, oltre a sei porte SATA e due slot M.2 per lo storage. Sul retro troviamo due porte USB 3.1 Gen 2 (di cui una USB Type-C), quattro porte USB 3.1 Gen 1 e due USB 2.0. Presenta inoltre la possibilità di overclock di CPU e RAM.

Ecco finalmente l’entrata in scena del chipset Z370 di Intel. Qui troviamo numerosi slot e porte a disposizione, ma è quello che si cela sotto la scocca a fare davvero la differenza. Con questa scheda madre ci è finalmente permesso l’overclock di CPU e RAM, potendo usufruire delle ultimissime tecnologie dell’industria hardware. Il primo vero passo verso una configurazione più prestante e versatile. Preferibilmente accompagnata da un processore Intel Coffee Lake sbloccato e da memorie con frequenze superiori a 2666 MHz.

Puoi acquistare MSI Z370 PC PRO su Amazon o se preferisci su eBay

ASUS Prime X470 Pro (Scheda madre AMD)

Questa scheda madre in formato ATX supporta processori con Socket AM4 e può accogliere fino a 64 GB di memoria nei quattro slot RAM DDR4. È dotata di tre slot PCIe x16 e tre PCIe x1, oltre a sei porte SATA e due slot M.2 per lo storage. Sul retro troviamo due porte USB 3.1 Gen 2 e sei porte USB 3.1 Gen 1 (di cui una USB Type-C). Presenta inoltre la possibilità di overclock di CPU e RAM.

Una scheda madre dalle caratteristiche tecniche rifinite affiancata da un look singolare. Raggiunto il limite di slot e porte del chipset, sono i piccoli ma significanti dettagli a definire le differenze tra i prodotti di fascia alta. Si fanno perciò strada il chip audio migliorato, il raffreddamento passivo di un dispositivo M.2, ma anche la possibilità di utilizzare USB 3.1 Gen 2 frontali. Complessivamente una validissima scheda dal design neutrale ed elegante. Per una configurazione ottimale di abbinarla ad un processore AMD Ryzen di seconda generazione.

Puoi acquistare ASUS Prime X470 Pro su Amazon o se preferisci su eBay

ASUS Prime Z370-A (Scheda madre Intel)

Questa scheda madre in formato ATX supporta processori con Socket LGA1151 e può accogliere fino a 64 GB di memoria nei quattro slot RAM DDR4. È dotata di tre slot PCIe x16 e quattro PCIe x1, oltre a sei porte SATA e due slot M.2 per lo storage. Sul retro troviamo due porte USB 3.1 Gen 2 (di cui una USB Type-C), due porte USB 3.1 Gen 1 e due USB 2.0. Presenta inoltre la possibilità di overclock di CPU e RAM.

Una più accattivante scheda madre che si distingue per alcune particolarità. I limiti del chipset cominciano a farsi sentire, ma ecco che piccoli accorgimenti riescono a caratterizzare la motherboard. A bordo troviamo il raffreddamento passivo di uno slot M.2, il chip audio migliorato e dei comodi tasti per una più semplice risoluzione dei problemi. Il tutto accompagnato da una leggera ed elegante illuminazione RGB, una scheda madre dal giusto mix di design e funzionalità. Anche qui consigliamo vivamente un processore Intel Coffee Lake sbloccato e RAM ad alte frequenze.

Puoi acquistare ASUS Prime Z370-A su Amazon o se preferisci su eBay

Il montaggio

Il montaggio della scheda madre è apparentemente semplice: basterà allineare la scheda ai fori predisposti all’interno del case e procedere nell’avvitare tutte le viti necessarie. Per semplicità, però, è bene installare CPU e RAM a priori (ed anche un eventuale SSD M.2) evitando di operare all’interno degli stretti spazi del case. Il nostro consiglio è quello di poggiare la scheda madre sopra la sua scatola originale ed utilizzarla come superficie di lavoro.

Una volta installata la componentistica sopraelencata osservate lo spazio interno del case e pianificate il montaggio della scheda madre. Prima di tutto è necessario montare il backplate, una piccola placca metallica di forma rettangolare i cui fori corrispondono alle entrate/uscite poste sul retro della motherboard. Occorrerà installarla nel suo spazio apposito sul retro del case, inserendola dall’interno verso l’esterno e facendo attenzione che i fori corrispondano perfettamente alle porte sulla scheda madre. È in assoluto il passaggio più dimenticato nell’assemblaggio di un PC, anche perché il backplate non può essere installato una volta montata la scheda madre. Detto questo, la sua funzione non è vitale al funzionamento del computer, occupandosi semplicemente di proteggere l’interno del case da corpi esterni.

Il prossimo passo è l’installazione effettiva della scheda madre. Allineatela al backplate appena montato e ai vari fori predisposti sul case, dopodiché inserite le viti in ogni fessura. Assicuratevi che la scheda sia ben salda, senza però utilizzare forza eccessiva durante il montaggio. Ecco fatto, la scheda madre è installata!

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

3931 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.