Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Migliore reflex entry level: guida all'acquisto

Migliore reflex entry level: guida all'acquisto

di Riccardo Delli Paoli
Specialist Reflex
aggiornato il 10 maggio 2019
7404 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

 

Inoltre, impazza su Amazon la nuova campagna HP Days: alla seguente pagina trovate una serie di prodotti davvero non indifferente con sconti che oscillano tutti intorno al 20% rispetto al prezzo di listino. Davvero niente male per anticipare il back-to-school, non vi pare? Inoltre continua l’iniziativa della Huawei Week sul segmento mobile: tantissimi dispositivi Huawei in offerta ad un prezzo decisamente interessante direttamente presso la seguente sezione Amazon.

N.B. La guida Migliore Reflex Entry Level è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

Se volete avvicinarvi per la prima volta al mondo della fotografia senza spendere un capitale, dovreste sicuramente prendere in considerazione le fotocamere reflex. Grazie al loro design classico e ad un’ottima qualità delle immagini, questa categoria di macchina fotografica è assolutamente indicata per chi desidera un prodotto performante ad un prezzo contenuto. In questa guida andremo a scoprire quali sono i migliori modelli di reflex entry level disponibili sul mercato. 

Migliore reflex entry level: quale comprare

Se sentendo il nome reflex pensate di trovarvi davanti ad uno strumento costosissimo e complicato da usare, dedicato esclusivamente ai fotografi professionisti, state sbagliando. Infatti, esistono sul mercato molte reflex perfette per chi non vuole spendere un capitale per la propria fotocamera. Tutte includono delle modalità di scatto automatiche, che in base alla scena che si vuole immortalare, impostano la macchina fotografica nel modo giusto. In questo modo, anche se non avete esperienza in questo campo, potrete ottenere degli ottimi scatti nella maggior parte delle situazioni.

Ma quali sono gli elementi da considerare per scegliere la migliore reflex entry level per le proprie esigenze? Partiamo dalla qualità costruttiva e dalla robustezza della fotocamera. Quando si tratta di prodotti economici alcuni produttori tendono a risparmiare nei materiali o nella costruzione dei prodotti, con risultati a volte poco piacevoli. Una buona fotocamera reflex entry level deve trasmettere solidità, anche se fatta di plastica.

Oltre ad essere ben costruita, una fotocamera reflex entry level deve essere in grado di produrre delle buone immagini. Quello che cerchiamo in questo caso è un discreto livello di dettaglio e una riproduzione dei colori abbastanza fedele alla realtà. Per fare queste valutazioni è necessario testare sul campo la macchina fotografica, in quanto non è possibile capire se un sensore è performante semplicemente leggendo le sue caratteristiche tecniche. Neanche il numero di megapixel supportati è una buona indicazione della qualità effettiva delle foto che possono essere catturate.

Il terzo criterio è relativo all’ottimizzazione del sistema di autofocus, fondamentale per avere delle immagini sempre nitide. Solitamente nelle fotocamere reflex è possibile mettere a fuoco manualmente, ma se non avete esperienza con questa tecnica è necessario poter fare affidamento sull’autofocus. Gli autofocus possono essere a rilevamento di contrasto, o a rilevamento di fase. La seconda tecnologia è più performante della prima, e assicura una maggiore precisione. Poi esistono delle tecnologie proprietarie sviluppate da alcune aziende, come l’AF Dual Pixel di Canon. Bisogna verificare anche il numero di punti di autofocus a disposizione: più alto il numero, più preciso sarà la messa a fuoco.

Infine, ci concentriamo sulle capacità nel settore video. Si tratta di una caratteristica sempre più importante per chi acquista una fotocamera reflex. Tutte le reflex entry level possono registrare filmati ad una risoluzione di 1080p, quindi in Full HD, ma la qualità delle immagini può variare in maniera considerevole tra un prodotto e l’altro. Un buon video deve essere fluido, avere delle immagini dettagliate e dei colori fedeli alla realtà.

In questa guida vogliamo presentarvi i migliori modelli di reflex entry level, ordinati in base al loro prezzo.

Canon EOS 1300D

Questa fotocamera rientra sicuramente tra le nostre preferite, come visto nella recensione di Canon EOS 1300D che abbiamo avuto modo di realizzare. Fin dal momento della sua presentazione, eravamo rimasti molto colpiti per le caratteristiche interne e l’ottimo rapporto qualità/prezzo di questa reflex entry level. Evoluzione della storica 1200D, Canon EOS 1300D integra un sensore CMOS da 18,7 megapixel e un processore Digic 4+ sufficientemente rapido da garantire fino 3 fps come raffica e buone prestazioni per quanto concerne la sensibilità ISO estendibile fino a 12800. Registra video in Full HD a 1080p, integra un display TFT da 3″ con circa 920.000 punti di definizione, pesa 485 grammi ed integra un chip WiFi che permette di scambiare rapidamente foto e filmati con smartphone e tablet. Nella nostra prova l’abbiamo promossa soprattutto per il prezzo molto contenuto, che la rende perfetta per un primo acquisto di chi si sta avvicinando alla fotografia digitale.

Questa fotocamera è perfetta per chi vuole iniziare con la sua prima reflex ma non ha un grande budget a disposizione da investire. La lente in kit, il 18-55mm, è adatto per la maggior parte delle foto che potreste scattare da amatori, sia in vacanza che non. A 18 mm infatti riuscirete a ritrarre qualcosa di fotografia paesaggistica, a 55mm invece potrete spingervi in qualche esempio di fotografia ritrattistica o, perché no, se la situazione lo permette anche di fotografia macro. Si tratta sicuramente della migliore reflex entry level per quanto concerne qualità/prezzo.

Puoi acquistare il prodotto su eBay.

Canon EOS 1300D Spiegelreflex Gehäuse - NEU
Prezzo: € 499

Nikon D3400

Sempre parlando di evoluzioni importanti, Nikon D3400 ha fatto capolino nell’agosto del 2016 ed è la diretta sostituta di Nikon D3300, una fotocamera reflex entry level che ha sicuramente fatto la storia per quanto concerne le persone che iniziavano ad interessarsi alla fotografia e cercavano un buon prodotto facile da usare. Nikon D3400 mantiene alcune grandi funzioni del modello precedente e ne migliora altre, come ad esempio per quanto concerne l’autofocus, ora compatibile con più obiettivi e con un maggior numero di punti. La miglioria importante di questo modello, nonché una delle caratteristiche principali, è sicuramente la batteria con autonomia da ben 1200 scatti, un record per quanto riguarda il mercato delle reflex (o comunque della maggior parte dei modelli attualmente in commercio). Nikon D3400 integra un sensore CMOS DX da 24,2 megapixel, un processore d’immagine EXPEED 4 e, novità di questo modello, un chip Bluetooth low energy (BLE) che, grazie alla tecnologia SnapSeed di Nikon, vi permetterà di scattare una foto e ritrovarla immediatamente su smartphone o tablet, caratteristica comoda ma che però è limitata ad immagini di qualità ridotta. Senza chip WiFi non è infatti possibile trasferire filmati o foto a risoluzione originale, limite che ai più pretenziosi potrebbe far storcere il naso. Nonostante tutto però rimane un buon prodotto, ergonomico, leggero e prestante, sicuramente un degno sostituto di Nikon D3300.

Nikon D3400 è perfetta per chi cerca un filo in più di qualità d’immagine rispetto alla “base” della concorrenza e soprattutto chi sposa la presenza del Bluetooth con SnapBridge per avere la connessione continua con lo smartphone. Badate bene a questa esigenza però: non avrete alcun tipo di WiFi, quindi per trasferire le immagini a risoluzione piena dovrete servirvi di un computer (poco male, finora abbiamo tutti fatto così e siamo ancora vivi). Si tratta sicuramente della migliore reflex entry level per quanto concerne l’alta qualità del sensore.

Puoi acquistare il prodotto su eBay.

Autentico Nikon D3400 Digital SLR Camera + AF-P 18-55mm f/3.5-5.6G VR Lens
Prezzo: € 409

Canon EOS 200D

Canon EOS 200D è una delle ultime arrivate a listino Canon ed è stata presentata davvero senza preavviso in una livrea quasi completamente nuova. Si tratta di una reflex entry level dedicata ad un target di social addicted e di fotografi da smartphone desiderosi di evolversi con qualcosa di decisamente superiore. Integra un sensore CMOS APS-C da 24.2 megapixel, un processore d’immagine DIGIC 7 (lo stesso contenuto all’interno delle top di gamma della casa giapponese), un sistema di messa a fuoco Dual Pixel CMOS AF da 9 punti e prestazioni ISO fino a 25600 in foto e 12800 in video. È presente inoltre una modalità che permette di registrare filmati HDR (in cui vengono effettivamente catturati due frame ad esposizione variabile) e una modalità Time Lapse con intervallometro. Presente anche il nuovo menù facilitato di Canon  e un display orientabile touch con modalità selfie e possibilità di scattare una foto toccando con il dito.

Canon EOS 200D è la “marcia in più” del produttore giapponese che va a migliorare alcuni difetti riscontrati su EOS 100D e ad aggiungere alcune caratteristiche richieste a gran voce dagli utenti. È buona per la presenza di un intervallometro integrato per i Time Lapse e riesce a scattare immagini con un’ottima risoluzione che senz’altro vi soddisferà. Il processore DIGIC 7 riesce a gestire bene il rumore nella maggior parte dei casi. Questo modello potrebbe essere un’idea d’acquisto qualora abbiate già una 100D e volete fare il passaggio oppure possedete una 1200D o inferiore. Si tratta sicuramente della migliore reflex entry level per quanto concerne l’alta qualità del sensore e la connettività.

Puoi acquistare il prodotto su Amazon o se preferisci su eBay

Nikon D5600

Nikon D5600 è la reflex entry level evoluzione di D5500, storico modello entry level del produttore giapponese. Abbiamo avuto la possibilità di provare e recensire Nikon D5600, e l’abbiamo definita la reflex per partire con il piede giusto. Integra un sensore APS-C DX da 24,2 Megapixel, un processore d’immagine EXPEED 4 che permette scatti fino a 5 fps, offre una sensibilità ISO da 100 a 25600 e 39 punti di messa a fuoco. Fino qui niente di così tanto nuovo rispetto a prima, ciò che realmente è stato migliorato sono le feature aggiuntive dedicate a SnapBridge  per condividere in modo semplice e rapido le immagini. Troviamo infatti su Nikon D5600 tecnologia SnapBridge di Nikon, una funzione che permette di trasferire le immagini velocemente tramite una connessione stabile generata dall’utilizzo del chip Bluetooth. Presente anche il chip WiFi che, a differenza della tecnologia SnapBridge, permette il trasferimento anche di filmati e immagini a risoluzione piena.

Nikon D5600 è un vero concentrato di qualità d’immagine e ottime caratteristiche tecniche. Sicuramente, per questa fascia di prezzo, sbaraglia la concorrenza per quanto concerne raffica di scatto e punti di messa a fuoco. A differenza della sorella minore, Nikon D3400, qui avrete sia WiFi che Bluetooth, quindi potrete sbizzarrirvi in vari modi per la condivisione delle immagini. È un ottimo modello per chi vuole passare a qualcosa di più prestante e magari, nel corso degli anni precedenti, ha posseduto (o possiede ancora) una Nikon D3200, Nikon D3300 oppure Nikon D5500. A questo prezzo, Nikon D5600 è la migliore reflex entry level ?

Puoi acquistare il prodotto su Amazon o se preferisci su eBay

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io mi chiamo Antonino e sono lo Specialist delle fotocamere reflex all’interno di Ridble. Fin da piccolo sono sempre stato appassionato al mondo della fotografia, e dopo aver ricevuto in regalo la mia prima reflex me ne sono innamorato. Negli anni la mia passione per le reflex mi ha portato a studiare e provare tantissimi modelli diversi, diventando un esperto in materia. Nonostante esistano opzioni più leggere e compatte, non rinuncerei mai a portare in giro la mia reflex dovunque vado. Mi informo quotidianamente sugli ultimi modelli, ed in questo modo posso tenere sempre aggiornate le guide all’acquisto riguardanti questa categoria di prodotto con i prodotti più adatti. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Tutti i prodotti presenti all’interno delle guide all’acquisto di fotocamere reflex, compresa questa guida alla migliore reflex entry level, vengono selezionati attraverso il metodo Ridble, un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo. Le fasi di cui si compone il nostro metodo sono 4: ufficialità, eleggibilità, prova e selezione.

Partiamo dal primo. Rumors, indiscrezioni e “voci di corridoio” riguardo i prodotti non trovano posto nel nostro modus operandi, ma iniziamo a seguire i prodotti solo quando vengono presentati ufficialmente. Veniamo a conoscenza delle nuove reflex entry level attraverso i comunicati stampa, la partecipazione ad eventi, e molto altro. 

Che un prodotto sia stato presentato ufficialmente non è però sufficiente. Prendiamo in considerazione soltanto i modelli che soddisfano un determinato requisito: l’eleggibilità. Infatti, per essere eleggibile a far parte di una nostra guida all’acquisto, una fotocamera reflex deve essere effettivamente disponibile all’acquisto in Italia, online o negli store fisici.

Superati i primi due requisiti, il prodotto passa alla terza fase, quella di prova. In questa fase, le fotocamere reflex entry level vengono testate personalmente in modo da poter esprimere un giudizio diretto e verificarne i punti di forza e di debolezza. Realizziamo una serie di test tecnici precisi che possano fornirci dei risultati chiari sui prodotti provati.

L’ultima fase è quella della selezione. I prodotti che ottengono un giudizio positivo dopo la prova, vengono inseriti nelle guide all’acquisto. Ma non finisce qui: infatti, almeno una volta al mese le guide vengono aggiornate, mettendo in discussione ogni prodotto e valutandone il prezzo corrente. Così lo specialist può verificare se il prodotto merita di rimanere nella guida, e se è il caso di inserire altri modelli testati in quel lasso di tempo.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Per avere le idee chiare su un determinato prodotto, e valutare se inserirlo nella guida alle migliori reflex entry level, realizzo dei test tecnici diretti utilizzando in prima persona la fotocamera. 

Inizio i test con un’analisi della qualità costruttiva e robustezza della macchina. Attraverso delle leggere pressioni in vari punti della fotocamera, controllo che non siano presenti scricchiolii o altri segni di scarsa qualità nell’assemblaggio. Inoltre, provo più volte tutti i tasti e ghiere presenti, al fine di notare se sono ben fissati e trasmettono le giuste sensazioni di solidità e affidabilità.

Successivamente, testo la qualità dell’immagine. Tenendo la fotocamera in mano scatto la foto di un paesaggio e un ritratto dopo aver impostando la modalità automatica. Una volta ottenute le immagini, le analizzo per capire se il sensore è capace di catturare abbastanza dettagli e un range dinamico soddisfacente.

Il terzo test riguarda il sistema di autofocus: tengo la fotocamera a mano libera, e sposto l’inquadratura dal primo piano allo sfondo cercando di mettere a fuoco. In questo modo verifico che l’AF sia rapido e affidabile, e non rappresenti un problema per l’esperienza di scatto. Inoltre, verifico le prestazioni della messa a fuoco di soggetti in movimento, scattando delle raffiche di immagini e controllando che tutti gli scatti siano sufficientemente nitidi.

Infine, faccio una prova di registrazione video. Attraverso dei brevi video dalla durata di 1 o 2 minuti, tenendo la fotocamera in mano, provo a controllare la fluidità, l’assenza di scatti e la qualità dei colori all’interno del filmato. Ripeto questa prova sia all’interno che all’aperto, per avere un riscontro anche con diverse condizioni di luce. L’ultimo test che realizzo è mirato ad evidenziare l’eventuale presenza di surriscaldamento, registrando video lunghi di oltre 10 minuti.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

7404 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Riccardo Delli Paoli tramite i commenti.