Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Migliore mirrorless: i modelli su cui puntare

Migliore mirrorless: i modelli su cui puntare

di Antonino Clemente
Specialist Fotocamere Mirrorless
aggiornato il 5 giugno 2019
5694 utenti hanno trovato utile questa guida
5694 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Migliore mirrorless è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Giugno 2019.

Negli ultimi anni le fotocamere mirrorless hanno riscosso un successo straordinario, spingendo tutte le aziende del settore ad investire in questo mercato in rapida crescita. Le mirrorless sono state presentate come la soluzione ai problemi di altre categorie di macchine fotografiche, diventando un’ottima opzione sia per fotografi principianti, sia per professionisti navigati che devono scegliere il proprio strumento di lavoro. In questa guida, vogliamo proporvi una selezione della migliore mirrorless attualmente in commercio per ogni fascia di mercato.

Migliore mirrorless: quale comprare

La caratteristica principale che contraddistingue le fotocamere mirrorless è l’assenza del sistema di specchi tipico delle reflex. Infatti, nelle reflex sia analogiche che digitali, le immagini inquadrate dall’obiettivo vengono trasferite direttamente al mirino attraverso un pentaprisma (o pentaspecchio nelle fotocamere di fascia economica). Nelle mirrorless invece il mirino è digitale, soluzione che comporta diversi benefici. Come prima cosa, le dimensioni delle macchine sono sensibilmente minori, così come il loro peso. Inoltre, non essendoci uno specchio in movimento gli scatti possono essere estremamente silenziosi. Altro vantaggio di questo sistema è il fatto che il mirino elettronico mostra in tempo reale gli effetti che le modifiche alle impostazioni determinano sull’immagine finale, ancor prima di premere il pulsante di scatto.

Tutte queste caratteristiche, affiancate a prestazioni e qualità d’immagine da reflex, hanno fatto convertire moltissimi fotografi, sia amatori che professionisti, al nuovo sistema. Ma una volta che ci siamo decisi a fare il passaggio a questa categoria di prodotto, come scegliere la migliore mirrorless per le proprie esigenze?

L’elemento principale da considerare per la scelta della migliore mirrorless è il tipo e la qualità del sensore. La maggior parte dei modelli monta dei sensori 4/3 e APS-C, che garantiscono dei corpi dalle dimensioni decisamente contenute. Negli ultimi anni però le case produttrici hanno iniziato a sviluppare anche delle macchine top di gamma con sensori Full Frame, proprio per venire incontro al nutrito gruppo di appassionati e professionisti che sono pronti a cambiare la propria attrezzatura fotografica. In linea generale la dimensione del sensore influenza la qualità delle immagini catturate, ma non è sempre così. Dei sensori di qualità producono delle immagini dettagliate, con una buona resa dei colori e un range dinamico soddisfacente. 

Altre caratteristiche che possono aiutarci a distinguere la migliore mirrorless per le nostre necessità sono la velocità e l’affidabilità del sistema di autofocus, le capacità video, la velocità di scatto e la qualità del mirino elettronico integrato nella fotocamera. L’importanza di un buon sistema di autofocus è data dalla possibilità di ottenere degli scatti sempre definiti e nitidi anche quando il soggetto è in movimento: generalmente è di due tipi, a contrasto o a fase, con la seconda tipologia decisamente più performante e rapida. Fanno storia a sé le tecnologie proprietarie come il sistema di AF Dual Pixel sviluppato da Canon per le sue macchine fotografiche. Da tenere in conto anche il numero di punti di autofocus supportati: maggiore è la quantità, più precisa sarà la messa a fuoco.

Per quanto riguarda i video, bisogna considerare la risoluzione massima alla quale i filmati possono essere girati. Ormai tutti i produttori hanno inserito la registrazione a 1080p, con un minino di 30fps. Alcuni modelli invece arrivano fino al 4K, apprezzato per chi ha bisogno di registrare filmati semi-professionali. Infine, se desiderate registrare dei bei video in slow motion, alcune fotocamere supportano i video a 120 fps, fantastico per ottenere video fluidi da rallentare in post-produzione.

Un altro elemento da considerare per la scelta della migliore mirrorless è la velocità di scatto: le fotocamere capaci di scattare raffiche di foto da almeno 10 fps sono più indicate per la fotografia sportiva o naturalistica, in quanto permettono di non perdere nessun movimento del soggetto inquadrato. Infine, una buona fotocamera mirrorless deve essere dotata di un mirino elettronico di qualità. Se ormai la tecnologia dei mirini ha fatto dei passi da gigante, alcuni modelli possono ancora soffrire di problemi che rendono fastidioso il loro utilizzo. Invece un buon mirino deve essere molto definito, luminoso, e senza scatti. 

In questa guida affronteremo i modelli che secondo noi offrono il miglior rapporto prezzo/prestazioni. La divisione in fasce si questa guida alla migliore mirroless sarà strutturata in questo modo: fascia bassa, fascia media, fascia alta, e fascia pro. Partiamo dalla fascia bassa, che raccoglie le fotocamere perfette per chi si avvicina per la prima volta al mondo della fotografia, o vuole fare un’upgrade rispetto alla fotocamera del proprio smartphone. Hanno dimensioni e peso contenuti, e quasi sempre vengono vendute insieme ad un obiettivo standard.

Le fotocamere di fascia media sono perfette sia per i fotografi con una certa esperienza che vogliono migliorare la qualità delle proprie foto, sia per i principianti che desiderano iniziare con uno strumento performante ma sempre ad un prezzo contenuto. I modelli presenti nella fascia alta di questa guida alla migliore mirrorless sono fotocamere avanzate, sia dal punto di vista fotografico che video. Sono consigliate a chi non cambia macchina fotografica ogni uno/due anni, ma vuole crearsi un ecosistema di obiettivi ed accessori, o anche ai professionisti che hanno bisogno di un secondo corpo macchina. Infine, nella fascia Pro troviamo le top di gamma delle varie case produttrici, quelle che integrano tutti gli ultimi ritrovati tecnologici sviluppati dalle aziende. Hanno dei prezzi proibitivi per i comuni appassionati, ma sono le macchine scelte dai professionisti sia nel settore foto che per quanto riguarda i video. Partiamo quindi alla scoperta delle nostre scelte della migliore mirrorless per fascia di mercato tra quelle attualmente disponibili all’acquisto. 

Migliore mirrorless: fascia bassa

Canon EOS M100

In questa guida alla migliore mirroless non può mancare una delle fotocamere più economiche nel mercato attuale, la Canon EOS M100. Nonostante il prezzo contenuto, è un’opzione in grado di restituire buoni risultati a chi si sta affacciando per la prima volta la mondo della fotografia e cerca qualcosa di compatto da utilizzare in qualsiasi contesto. Le dimensioni sono estremamente ridotte, ma riesce comunque a montare un buon sensore APS-C da 24 megapixel

Presente anche il processore d’immagine DIGIC 7, usato in molte top di gamma Canon. Il display è inclinabile fino a 180 gradi, comodo per vlog e selfie, e non mancano le modalità per le scene automatiche che permettono anche ai principianti di scattare buone foto. Può registrare video fino ad una risoluzione di 1080p/60 fps, e delle raffiche di foto da 6 fps (senza autofocus). Tramite l’app Canon Camera Connect, la fotocamera può collegarsi ai propri dispositivi sfruttando WiFi e Bluetooth, in modo da condividere velocemente immagini e video. In definitiva, si tratta di un’ottima opzione per chi vuole avvicinarsi al mondo della fotografia, senza però investire delle grosse somme.

Puoi acquistare Canon EOS M100 su Amazon o se preferisci su eBay

Panasonic Lumix DMC-GX80

Passiamo adesso alla piccolina di casa Panasonic, la migliore mirrorless economica per gli amanti dei video. Infatti, è l’unico prodotto in questa parte della guida capace di registrare filmati fino ad una risoluzione 4K a 30 fotogrammi per secondo. A questo si accompagna la tecnologia DFD, un’esclusiva di Panasonic per tenere a fuoco soggetti in movimento, funzione estremamente utile per i video ma anche per le fotografie di soggetti in movimento.

Come da tradizione Panasonic, monta un sensore in formato micro 4/3, quindi con un fattore di crop del 2x. Se tempo fa questa caratteristica poteva essere considerata una debolezza, ormai i sensori 4/3 hanno raggiunto una qualità paragonabile a molti ASP-C, e questo da 16 megapixel non è da meno. La GX80 è capace di scattare raffiche di foto da 10 fps per 13 immagini in formato RAW usando l’autofocus. Lato design, questa fotocamera mantiene delle dimensioni compatte in delle moderne e ottimi materiali. Rispetto alla Canon M100 ha anche il plus di un buon mirino elettronico, e di un sistema di stabilizzazione a 5 assi integrato nel sensore. Comodo anche il display touch screen, inclinabile ma non ribaltabile a 180°. Per tutte queste caratteristiche Panasonic GX80 è la migliore mirrorless di fascia economica per la registrazione dei video. 

Puoi acquistare Panasonic Lumix DMC-GX80 su Amazon o se preferisci su eBay

Sony alpha a6000

L’a6000 di Sony è una delle fotocamere mirrorless e non più vendute degli ultimi anni, grazie ad un rapporto qualità-prezzo difficilmente superabile. Il punto di forza principale di questa macchina fotografica è il suo sistema di autofocus ibrido, formato da 179 punti a rilevamento di fase che coprono il 92% dell’immagine, e 25 punti AF a rilevamento di contrasto. Il sensore è un ASP-C da 24,3 megapixel che garantisce di scattare raffiche di foto fino a 11fps, rendendola una buona opzione economica anche per chi si avvicina alla fotografia sportiva.

Il design si discosta dalle fotocamere tradizionali, presentando delle linee molto moderne, ed un’ottima ergonomia. Possiede infatti il grip più esteso, e quindi più comodo da utilizzare in questo gruppo. È una fotocamera leggera, ma il corpo in plastica trasmette una sensazione di fragilità con cui dovrete fare i conti. Anche i video in 1080p/60fps sono buoni. Nonostante sia una fotocamera del 2014, la sony a6000 è ancora una delle migliori opzioni in questa fascia di prezzo, sia per principianti che per fotografi appassionati.

Sony a6000: la nostra prova

La prima cosa che si nota provando la Sony a6000 sono le sue dimensioni ridottissime ed un peso piuma che la rendono un’ottima opzione da portare sempre con sé. Durante i miei test, è stato un piacere andare in giro scattando con questa fotocamera.   

La qualità delle immagini è buona, non eccezionale. L’obiettivo zoom kit 16-50mm con cui l’ho provata è molto versatile, ma perde alcuni dettagli. I JPG prodotti dal sensore di questa fotocamera hanno dei colori molto saturi, soprattutto nei blu. Può piacere o no, ma in ogni caso è possibile settare facilmente le impostazioni di scatto per ottenere i risultati preferiti. Buone le prestazioni con poca luce. 

Ottimo anche il sistema di messa a fuoco automatica, come da tradizione Sony. È veramente fulmineo, sia in ambito foto che durante la registrazione video. Individua sempre senza problemi il soggetto che si vuole inquadrare, permettendo una fantastica esperienza di scatto. Molto Preciso anche durante le raffiche di foto di soggetti in movimento.  

Passiamo ai video, un altro punto forte di questa fotocamera mirrorless. Nonostante sia un prodotto di fascia bassa, riesce a produrre dei buonissimi filmati in 1080p/60 fps, fluidi e dettagliati. Anche il range dinamico si comporta bene. Manca la stabilizzazione del sensore, ma in questo caso la tecnologia Optical Steady Shot integrata nell’obiettivo è sufficiente per eliminare gran parte del mosso.  

Le raffiche di foto sono solo da 11fps, che possono rivelarsi pochi in alcune occasioni, ma i risultati sono soddisfacenti. Il mirino elettronico è probabilmente il suo punto debole: è piccolo, poco definito, e scatta abbastanza, facendoci notare che stiamo utilizzando una macchina con qualche anno sulle spalle. In definitiva, si tratta di una buona mirrorless di fascia bassa, soprattutto per quanto riguarda il compartimento video ed il performante sistema di autofocus. 

Puoi acquistare Sony a6000 su Amazon o se preferisci su eBay

Sony a6000
Prezzo consigliato: € 900Prezzo: € 499

Fujifilm X-T100

La X-T100 l’ultima arrivata tra le entry level di Fujifilm, e si appresta già a diventare la migliore mirrorless del produttore giapponese per questa fascia di prezzo. Questa fotocamera è dotata di un design davvero curato, con evidenti richiami alla tradizione. È un piacere da tenere in mano, grazie alla scelta di ottimi materiali costruttivi, come l’alluminio della parte superiore della macchina. Il sensore è il Bayer CMOS APS-C 24 megapixel di Fujifilm, che produce foto dettagliate nella maggior parte degli scenari.

Il punto di forza è il software, sempre facile da usare, con alcune funzioni interessanti come la possibilità di scattare utilizzando degli ottimi preset di colori che simulano le caratteristiche di diversi tipi di pellicola fotografica. Questa fotocamera è capace di registrare video in risoluzione massima di 1080p/60 fps, e scattare raffiche di foto da 6 fps. La X-T100 è da considerare la migliore mirrorless Fujifilm per questa fascia di prezzo: è la fotocamera adatta a tutti quelli che tengono al design, e vogliono fare un salto qualitativo rispetto al proprio smartphone per quanto riguarda la condivisione di foto nei social network. 

Fujifilm X-T100: la nostra prova

La Fujifilm X-T100 è la mirrorless adatta ai fotografi principianti o appassionati alla ricerca di una buona qualità d’immagine ad un prezzo contenuto. Il sensore di tipo Bayer non raggiunge il livello degli X-Trans integrati nelle mirrorless Fuji di fascia superiore, ma i risultati sono comunque ottimi, soprattutto in termini di dettagli. Soddisfacente anche il range dinamico supportato, che riesce a registrare bene sia le aree più buie che quelle più luminose dell’immagine.  

Sulla carta, il sistema di autofocus di cui è dotata è uno dei migliori in questa fascia di mercato. Anche sul campo, l’AF a rilevamento di fase con 91 punti si comporta bene. Con qualche eccezione in condizioni particolari, magari quando si prova a cambiare soggetto rapidamente o la luce non è ottima. In questi (pochi) casi la messa a fuoco perde un po’ di reattività, obbligandoci a riprovare più di una volta a mettere a fuoco.  

I video non sono eccezionali. Supporta il 4K, ma a soli 15 fps, davvero poco per ottenere dei risultati piacevoli. I file a 1080p/60 fps invece sono buoni. Comoda la possibilità di ribaltare completamente a 180° il display LCD da 3”, una funzione che risulta comoda per registrare VLOG e scattare selfie.  

Le raffiche di foto a 6 fps non la rendono la migliore opzione per la fotografia sportiva, ma non ha nessun problema di buffering quindi è possibile registrare tutte le immagini necessarie senza blocchi. Non mi è piaciuto il mirino: è luminoso, ma poco definito, e soprattutto presenta qualche problema di lag e frame rate basso. 

La Fujifilm X-T100 è una delle migliore mirrorless nella fascia bassa del mercato, principalmente per la qualità fotografica. La costruzione ed il design sono al top, ma soffre in alcuni punti come il mirino elettronico. 

Puoi acquistare Fujifilm X-T100 su Amazon su eBay o su ePrice

Fujifilm X-T100
Prezzo consigliato: € 619.99Prezzo: € 489

Migliore mirrorless fascia media

Canon EOS M50

La EOS M50 è l’ultima mirrorless con sensore ASP-C presentata da Canon, prima di concentrare i propri sforzi sul settore full frame con EOS R e EOS RP. Questa macchina offre caratteristiche di alto livello ad un prezzo contenuto, e soprattutto in dimensioni davvero ridotte. Infatti, il peso è di 390 gr., mentre misura solamente 116 x 88 x 58 mm. Il vero punto di forza è la presenza dell’ultimo processore d’immagine presentato dalla casa giapponese, il DIGIC 8, lo stesso inserito nelle top di gamma. Questo permette di ottenere immagini dettagliate con un buon range dinamico, e soprattutto un autofocus nettamente migliore rispetto ai modelli precedenti. Completa il tutto la possibilità di registrare video in risoluzione 4K/25 fps o 1080p/60 fps, mentre scendendo a 720p si possono raggiungere i 120 fps,ottimo per gli slow motion. Disponibili anche le raffiche di foto da 7,4 fps con autofocus continuo.

È quindi la fotocamera da comprare se si cerca un’esperienza completa che possa dare soddisfazioni sia in ambito foto che in ambito video, sempre tenendo un occhio al budget. È la migliore mirrorless offerta da Canon per questa fascia di mercato. Bisogna tenere conto però che l’offerta di obbiettivi dedicati per le mirrorless di casa Canon non è ancora molto estesa. Ovviamente, tramite un adattatore è possibile sfruttare le lenti disegnate per DSLR, ma in questo modo il vantaggio dato dalle dimensioni del corpo viene a mancare. 

Canon EOS M50: la nostra prova

La Canon EOS M50 si è rivelata una buona fotocamera per principianti, e anche per appassionati che vogliono migliorare il livello delle proprie foto rispetto ad uno smartphone o una macchina compatta. La qualità fotografica è alta: le immagini prodotte dal sensore hanno un’ottima risoluzione e si comportano bene anche in situazioni di range dinamico difficili.  

L’esperienza di scatto potrebbe essere migliorata. Manca infatti una seconda ghiera personalizzabile, quindi cambiare le impostazioni su questa fotocamera non è proprio immediato. Se siete appassionati di fotografia urbana e vi capita di cambiare l’apertura del diaframma spesso nella stessa sessione, forse la EOS M50 non fa al caso vostro. 

Il sistema di messa a fuoco Dual Pixel, che Canon è riuscita a migliorare negli anni, dimostra tutta la sua efficacia in questa M50. I 99 punti AF sono sufficienti per garantire dei risultati precisi e soprattutto rapidi. Presente anche un buon sistema di tracking degli occhi 

La registrazione è possibile fino alla risoluzione 4K, ma con alcune limitazioni. Intanto i fps disponibili con questo formato sono 24, e viene applicato un crop sul sensore dell’1.7x. Si può però scendere a 1080p per ottenere i 60 fps ed evitare il crop; in questo caso i video sono molto buoni, paragonabili anche ad altre opzioni di fascia superiore. 

Le raffiche di foto posso arrivare ad un massimo di 10fps, abbastanza per togliersi qualche soddisfazione anche con la fotografia di soggetti in rapido movimento. Discreto il mirino elettronico con tecnologia OLED. Non è tra i migliori mai provati, ma si comporta abbastanza bene.  

La Canon M50 è una buona fotocamera a tutto tondo, che grazie alla sua leggerezza ed al display completamente ribaltabile può essere considerata una buona opzione per i vlog e per youtube (limitandosi a registrare in 1080p però).  

Puoi acquistare Canon EOS M50 su Amazon o se preferisci su eBay

Canon EOS M50
Prezzo consigliato: € 731.99Prezzo: € 583.82

Olympus E-M10 Mark III

Eccoci arrivati alla Olympus E-M10 Mark III, una mirrorless dal design classico che utilizza un sistema di stabilizzazione a cinque assi per scattare foto prive di mosso. Questa caratteristica la eleva a campione di foto in notturna per questa fascia di prezzo, in quanto i benefici della stabilizzazione del sensore integrato nel corpo si percepiscono notevolmente in condizioni di scarsa luminosità. Possiede un sensore in formato 4/3 da 16,1 megapixel, ed un rapido sistema di autofocus a contrasto da 121 punti. Grazie ad un velocissimo tempo di posa massimo da 1/16000, ed alla possibilità di scattare raffiche di foto da 4.8 fps con autofocus, permette di immortalare soggetti in movimento senza problemi. Può anche registrare video in risoluzione 4K a 30 fps. È una fotocamera estremamente portabile e leggera, comodissima da portare in viaggio.

La E-M10 Mark III è la fotocamera adatta per gli amanti del design tradizionale tipico delle reflex analogiche che vogliono sfruttare la stabilizzazione del sensore per foto in condizioni difficili, sia per quanto riguarda le foto con poca illuminazione. È la migliore mirrorless con sensore 4/3 in questa sezione di mercato, ed è ottima per girare video tenendo la macchina in mano senza utilizzare supporti ulteriori come gimbal. 

Puoi acquistare Olympus OM-D E-M10 Mark III su Amazon o se preferisci su eBay

Fujifilm X-T20

La Fujifilm X-T20 è una delle fotocamere del produttore giapponese più amate, grazie al fantastico rapporto qualità-prezzo. Infatti, condivide molte funzioni e caratteristiche con la serie di fascia altissima di Fuji, X-T2 e X-T3, ma lo fa ad un prezzo e ad un ingombro sensibilmente minori. La costruzione in magnesio con stile retrò è veramente ottima, e sono presenti tante ghiere per la selezione delle varie impostazioni. All’interno della fotocamera troviamo un sensore X-Trans CMOS III da 24.3 megapixel privo di filtro passa basso per aumentare la qualità dello scatto, ed un processore X-Processor Pro che garantisce una raffica di scatto dino a 8fps. Presente anche un mirino EVF da 2.36 milioni di pixel, e la compatibilità con la grande scelta di ottiche della serie Fujinon XF.

Ci sono alcuni compromessi da accettare, come il jack audio da 2,5 mm invece dello standard a 3,5 mm, e il grip non è tra i più comodi per chi ha delle mani medio-grandi. Inoltre la registrazione in 4K è limitata a 10 minuti; 15 se si scende a 1080p. Ma tutto sommato è una delle migliore mirrorless per chi cerca una buona macchina per fare foto, meno per i video.

Fujifilm X-T20: la nostra prova

Reattività: è questa la prima parola che mi viene in mente provando la Fujifilm X-T20. Dall’accensione, allo scatto, alla navigazione dei menù, tutto scorre con rapidità e senza impuntamenti utilizzando questa fotocamera mirrorless. La qualità delle immagini dei sensori X-Trans di Fuji ha ormai raggiunto dei livelli altissimi, e questa X-T20 non è da meno. Foto sempre dettagliate, e colori riprodotti con uno stile che strizza l’occhio agli effetti della pellicola analogica. 

Il sistema di autofocus è istantaneo, riesce a riconoscere immediatamente il soggetto inquadrato senza problemi. Molto personalizzabile, non avrete difficoltà nel trovare la modalità più adatta al vostro genere fotografico preferito. 

Ottimi anche i video in 4K/30 fps: dettagliati e fluidi, anche se l’assenza della stabilizzazione integrata si fa sentire. Inoltre, i video in 4K sono limitati a 10 minuti, che diventano 15 se si scende al 1080p a 60 fps.  

Velocità di scatto molto buona, anche se non straordinaria. Si può arrivare a 14 fps utilizzando l’otturatore elettronico, mentre si ferma a 8 con quello meccanico. Non soffre di problemi di buffering: riesce infatti a gestire fino a oltre 20 file RAW consecutivi, più che sufficiente.  

Il mirino elettronico è ottimo, senza dubbio uno dei migliori in questa fascia di prezzo. È luminoso e definito, e ha un refresh rate altissimo che non affatica per niente l’occhio del fotografo.  

Potreste chiedere: che senso ha questa fotocamera adesso che Fuji ha messo in commercio la versione aggiornata, X-T30. Grazie ad un prezzo ormai decisamente più accessibile, la X-T20 rappresenta una fantastica opzione nella fascia media del mercato. È adatta sia a fotografi principianti che appassionati avanzati che desiderano una mirrorless dall’ottima qualità d’immagine in un corpo ben costruito dalle dimensioni contenute. Meno indicata invece per chi cerca una macchina da dedicare principalmente alla registrazione di video. 

Puoi acquistare Fujifilm X-T20 su eBay.

Migliore mirrorless: fascia alta

Olympus E-M5 Mark II

Continuiamo con un’altra fotocamera prodotta da Olympus, la OM-D E-M5 Mark II. Questa fotocamera ha nel sistema di stabilizzazione dell’immagine il suo punto di forza. Infatti, il sistema VCM a cinque assi integrato nel sensore è tra i più performanti del settore, e permette di compensare ogni micro-oscillazione anche quando siamo costretti a fotografare con tempi di scatto alti. È quindi di grandissimo aiuto per le foto a mano libera in situazioni di scarsa illuminazione. Questa fotocamera è mossa da un sensore 4/3 da 16 megapixel, nitido ma piccolo abbastanza da rendere davvero compatta questa macchina, e capace di registrare video in 1080p/60 fps, così come raffiche di foto da 10 fps. Tra i plus la tropicalizzazione del corpo, che la rende resistente a polvere, umidità e freddo.

Il display LCD da 3 pollici è completamente articolabile in tutte le direzioni. Simpatica la funzione 40m High Res Shot, che permette di catturare fino a 8 scatti in sequenza per poi unirli in un unico file da 40 megapixel. L’assortimento di obiettivi in 4/3 di Olympus è ormai completissimo, dato che l’azienda si concentra da anni su questo formato. La E-M5 Mark II è la migliore mirrorless prodotta da Olympus in questa fascia di prezzo: è una fotocamera solida e ben costruita, utilizzabile anche nelle condizioni ambientali più estreme, e che fa affidamento su un’ottima stabilizzazione del sensore per foto nitide e video fluidi.

Puoi acquistare Olympus OM-D E-M5 Mark II su Amazon su eBay o su ePrice

Fujifilm X-T30

Se cercate un’ottima qualità d’immagine, leggerezza, e un bel design, la Fujifilm X-T30 è l’opzione che fa per voi. Ad un incredibile peso di soli 383 gr. (senza obiettivo) che la rendono la macchina meno pesante in questa fascia, la X-T30 accompagna delle specifiche molto simili all’ammiraglia di casa Fuji X-T3. Il sensore è lo stesso, il fantastico APS-C X-Trans BSI CMOS 4 da 26,1 megapixel, che si comporta benissimo in termini di range dinamico estremo.

Il punto di forza di questa fotocamera è la sua portabilità: con un peso così ridotto, è un piacere da portare in giro, soprattutto in viaggio. Il display è touch screen e può essere inclinato sull’asse verticale, ma non è possibile ribaltarlo completamente a 180° per usarlo in modalità selfie/vlog. Può scattare foto fino a raffiche di 20 fps, per un massimo di 35 file RAW consecutivi, e può registrare video in risoluzione 4K/30 fps. Fa parte di una delle serie più amate del catalogo Fujifilm, per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. Infatti, nonostante sia uscita da poco tempo può essere acquistata intorno ai 1000 euro, un costo decisamente contenuto rispetto alle capacità di questa fotocamera. 

Fujifilm X-T30: la nostra prova

La Fujifilm X-T30 riesce ad integrare molte delle funzioni presenti nella top di gamma del produttore giapponese, la X-T3, in un corpo dalle dimensioni decisamente più ridotte. Nelle mie prove la qualità dell’immagine si è dimostrata davvero alta, con ottimi dettagli e colori fedeli alla realtà. L’ho testata sia con l’obiettivo zoom 18-55mm, sia con il 35mmF2, ed entrambi si sono comportanti molto bene. Divertenti anche i vari filtri fotografici che simulano le caratteristiche delle pellicole analogiche.  

Il sistema di autofocus si è rilevato molto rapido e preciso nella maggior parte delle occasioni, anche durante le raffiche di foto a soggetti in movimento. Fa un po’ di fatica quando ci si trova in condizioni di scarsa luminosità, ma niente di preoccupante.  

Nonostante non sia presente la stabilizzazione del sensore, i video sia in 4K/30fps che in 1080p/60 fps vengono molto bene, con un gran numero di dettagli ed un buon range dinamico. Bisogna segnalare che la durata di registrazione è limitata. Infatti, alla risoluzione 4K è possibile filmare fino ad un massimo di 10 minuti, che diventano 15 se si scende a 1080p. 

Anche le raffiche di foto sono molto soddisfacenti, sia quando si scatta a 20 fps, sia a 30 fps con un fattore di crop dell’1.25x. In entrambi i casi l’AF da una grossa mano, in quanto riesce a mantenere nitido il soggetto fotografato in tutti i frame.  

Infine il mirino, che pur non raggiungendo la risoluzione straordinaria della sorella maggiore X-T3, è davvero dettagliato e luminoso, con un lag impercettibile. Piccola e leggera, è una fotocamera davvero piacevole da utilizzare. L’ergonomia potrebbe essere migliorata con un grip più esteso, soprattutto per chi ha delle mani grandi, ma in quanto a prestazioni e qualità d’immagine non si può chiedere molto di più. 

Puoi acquistare Fujifilm X-T30 su Amazon o se preferisci su eBay

Sony alpha a6500

In questa guida alla migliore mirrorless non poteva mancare la Sony a6500, l’opzione di fascia alta nella categoria ASP-C dell’offerta del produttore giapponese. Mantiene lo stesso design delle versioni precedenti, ma migliora l’ergonomia offrendo un grip più esteso e comodo. La qualità costruttiva è ottima e può essere paragonata ai modelli top di gamma della serie a7. Grazie alla sua maneggevolezza, è scelta da molti videomaker professionisti come secondo corpo macchina, in quanto riesce comunque a garantire dei livelli qualitativi altissimi. Il sensore da 24,2 megapixel è capace di registrare filmati fino ad una risoluzione massima di 4K/30 fps, e delle raffiche di foto da 11 fps con un assenza di buffer fino a 300 foto consecutive: quindi sarete sempre certi di poter seguire dei soggetti in movimento senza preoccupazioni.

La Sony a65000 è da considerare come la migliore mirrorless per i video in questa fascia di prezzo. Strepitoso l’autofocus continuo, grazie anche alla tecnologia di tracking degli occhi che Sony ha imparato a controllare alla perfezione. Un punto debole è l’autonomia: infatti, per mantenere le dimensioni del corpo così ridotte, Sony ha dovuto inserire le poco capienti batterie NP-FW50, che fanno veramente fatica quando si inizia a registrare ad alte risoluzioni. Non manca invece la stabilizzazione meccanica del sensore a cinque assi, che dà una grande mano quando si usa la macchina a mano libera, sia per foto con scarsa luminosità, sia per i video. 

Puoi acquistare Sony a6500 su Amazon o se preferisci su eBay

Sony a6500
Prezzo consigliato: € 1700Prezzo: € 1049

Migliore mirrorless: fascia pro

Fujifilm X-T3

Se pensate che una fotocamera mirrorless di fascia altissima debba necessariamente montare un sensore Full Frame, questa fotocamera vi sorprenderà. Infatti, Fujifilm ha deciso di concentrare tutti i suoi sforzi sulla tecnologia ASP-C, e questa X-T3 è la massima espressione del lavoro degli ultimi anni. Si tratta dell’ammiraglia della casa giapponese per quanto riguarda il settore foto, contraddistinta da un design classico ed una qualità costruttiva al top. La disposizione delle ghiere funzione è comodissima, e il mirino digitale integrato con tecnologia OLED da 3.690.000 pixel è uno dei migliori sul mercato. Il sensore da 26.1 megapixel può registrare filmati fino ad una risoluzione massima di 4K/60 fps.

Le raffiche di foto sono da 11 fps se si utilizza l’otturatore meccanico, 20 con quello elettronico, mentre si può arrivare addirittura a 30 fps utilizzando un ritaglio dell’1,25x. I 425 punti dell’autofocus a rilevamento di fase sono selezionabili attraverso il joystick posto sulla parte parte posteriore. La X-T3 è stata presentata a pochi mesi di distanza dalla X-H1, che possiede la stabilizzazione integrata nel sensore. Se non siete interessati a questa caratteristica, e volete un corpo macchina leggero capace di ottime foto, la Fujifilm X-T3 può essere considerata come la migliore mirrorless del produttore giapponese per le vostre esigenze.  

Puoi acquistare Fujifilm X-T3 su Amazon o se preferisci su eBay

Fujifilm X-T3
Prezzo consigliato: € 1529.99Prezzo: € 1392

Panasonic Lumix DMC-GH5

Le fotocamere che abbiamo trattato in questa fascia fino ad ora sono state tutte progettate principalmente per il comparto foto, e anche se alcune possono registrare degli ottimi video non è quella la loro specializzazione. Con la Panasonic GH5 bisogna fare un discorso completamente opposto: infatti, questa serie è sempre stata indirizzata ai videomaker, fino a diventare un punto di riferimento del settore.

Questo grazie ai suoi punti di forza, come il sistema di stabilizzazione e la resa dei video in slow motion. Infatti, questa macchina può girare sia in 4K/60 fps, che in 1080p a 120 fps. Ma i file in 1080p generati hanno davvero un’ottima qualità, paragonabile al 4K registrabile da altri prodotti. Mentre la stabilizzazione a cinque assi è doppia, e agisce sia sul sensore che sull’obiettivo, qualsiasi esso sia. Questo permette di ottenere delle riprese assolutamente fluide anche senza l’utilizzo di supporti esterni come gimbal, aumentando la comodità e facilità d’uso in molte occasioni. Inoltre può registrare a 10 bit internamente, ottima feature per i file ad uso professionale. Il sensore in formato 4/3 da 20,3 megapixel è capace di scattare raffiche da 9 fps. All’interno di questa guida alla migliore mirrorless, la Panasonic GH5 è la migliore mirrorless per chi vuole concentrarsi sulla registrazione di video senza passare a videocamere dedicate, che comportano ingombri e costi decisamente maggiori.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DMC-GH5 su Amazon o se preferisci su eBay

Canon EOS R

Si è fatta attendere, ma nel corso del 2018 Canon ha finalmente presentato al pubblico la proposta mirrorless dedicata principalmente ai professionisti. La EOS R ha tutto ciò che un fotografo può desiderare: un sensore full frame da 30,3 megapixel, il nuovo processore d’immagine Digic 8, ed un sistema di autofocus solido. Non è la fotocamera più leggera del gruppo, ma sicuramente un grande passo in avanti rispetto alle reflex top di gamma Canon.

In occasione dell’uscita della EOS R, Canon ha presentato anche una linea di obiettivi dedicati di fascia alta, tutti con caratteristiche professionali. Inoltre, tramite dei semplici adattatori, la EOS R è compatibile con tutte le lenti della serie EF. Alcune note negative sono la presenza di un solo slot di memoria, con tecnologia UHS-II, e alcune scelte innovative come la piccola area touch scorrevole posta sopra il display posteriore: è totalmente personalizzabile, ma non del tutto intuitiva da utilizzare sul campo. Può registrare video in formato 4K a 30 fps, e può scattare raffiche da 5 frame per secondo. Se siete dei fotografi Canon di lunga data, siete abituati alla resa colori dei sensori Canon, e possedete un parco ottiche della casa giapponese ben sviluppato, non pensateci troppo: la EOS R vi avvicinerà al futuro della fotografia pur facendovi sentire a casa. 

Puoi acquistare Canon EOS R su Amazon o se preferisci su eBay

Canon EOS R
Prezzo consigliato: € Prezzo: € 2259.33

Sony A9

Le proposte di fascia altissima di Sony sono veramente tante, cosa che non deve stupire visto che il produttore giapponese è stato uno dei primi ad investire in questo settore, diventando il punto di riferimento per molti professionisti. 

Ma in questa guida vogliamo inserire la Sony a9, la migliore mirrorless in assoluto per chi si occupa di fotografia sportiva. Infatti, montando un sensore full frame da 24,2 megapixel ed il processore d’immagini Bionz X per una rapida elaborazione degli scatti, le prestazioni offerte da questa macchina sono straordinarie e irraggiungibili al momento dalle altre compagnie, considerato soprattutto le sue dimensioni. Riesce a scattare 20 fotogrammi al secondo in scatto continuo con tracking AF/AE, e la velocità massima dell’otturatore elettronico è di 1/32000 di secondo. I video possono essere registrati ad una risoluzione massima di 4K/30 fps, ed il sistema di autofocus ha ben 693 punti a rilevamento di fase, e garantisce una precisione estrema. Il prezzo al quale viene proposta è sicuramente elevato, ma per chi ha bisogno di una macchina affidabile per la fotografia sportiva, questa Sony a9 ha veramente poche rivali. 

Puoi acquistare Sony a9 su Amazon o se preferisci su eBay

Sony a9
Prezzo consigliato: € 4502.72Prezzo: € 3499

Nikon Z7

È la risposta della Nikon alla EOS R della Canon, con la quale condivide molte caratteristiche, e rappresenta il debutto della compagnia in questa categoria di prodotto. È probabilmente la mirrorless full frame con la migliore ergonomia, grazie al grip profondo e comodo da impugnare. Ha un sensore da 45,7 megapixel, il migliore della classe. Così come al top sono il viewfinder e lo schermo LCD. L’autofocus, sia per quanto riguarda foto che video, è preciso e veloce, e può registrare video fino ad una risoluzione massima di 4K/30 fps. Nikon ha presentato contemporaneamente anche la Z6, versione leggermente più economica e rivolta a chi ha bisogno di una macchina più dinamica, grazie ad una raffica più alta (12 fps contro 9 fps) ed un sensore da 24 megapixel.

La Nikon Z7 è la migliore mirrorless da prendere in considerazione se volete (e potete) sfruttare al meglio il fantastico sensore da 45,7 megapixel con ritratti o lavori in studio. Attualmente le lenti dedicate non sono molte, e ci sarà da aspettare per vedere altre ottiche avanzate, anche se tramite un adattatore è possibile accompagnarla a tutti gli obiettivi top di gamma per DSLR Nikon. Da tenere in conto anche che con questa fotocamera è possibile utilizzare solo una scheda di memoria, e nel formato XQD. Ma se queste limitazioni non vi creano problemi, con la Nikon Z7 avrete una fotocamera al top della tecnologia e della qualità d’immagine attualmente sul mercato.

Puoi acquistare Nikon Z7 su Amazon o se preferisci su eBay

Nikon Z7
Prezzo consigliato: € 3318Prezzo: € 3318

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

5694 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Antonino Clemente tramite i commenti.