Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Guida alla scelta: migliore bridge

Guida alla scelta: migliore bridge

di Antonino Clemente
Specialist Fotocamera bridge
aggiornato il 16 luglio 2019
6930 utenti hanno trovato utile questa guida
6930 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Migliore bridge è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Agosto 2019.

Migliore bridge: le offerte del Prime Day 2019

Nikon Coolpix P900

Una fotocamera bridge con un buon rapporto qualità/prezzo è in sconto durante questo Prime Day 2019, si tratta della Nikon Coolpix P900. Modello che fino a qualche mese fa era considerato il top di gamma della categoria dell’azienda giapponese, la P900 monta un sensore da 16 megapixel che offre buone prestazioni e uno zoom ottico 83x per una versatilità unica. Ovviamente non manca il WiFi e un mirino elettronico. Durante l’evento è possibile acquistarla a 489€ al posto di 599€.

Puoi acquistare Nikon Coolpix P900 su Amazon.

Nikon Coolpix P900
Prezzo consigliato: € 640Prezzo: € 572

Sony DSC-RX10 Mark III

Se state cercando una bridge che offra ottime prestazioni e uno zoom molto esteso, la Sony DSC-RX10 Mark III è da acquistare durante questo Prime Day. Integra un sensore da 1″ con 20,2 megapixel e una lente superzoom che arriva ad una distanza focale equivalente pari a 600mm. Si tratta di un obiettivo molto luminoso, quindi è possibile scattare ottime foto anche quando la luce è poca. Solitamente viene venduta 1.273€, però per questo Prime Day è in offerta a 999€.

Puoi acquistare Sony DSC-RX10 Mark III su Amazon.

Sony DSC-RX10 Mark III
Prezzo consigliato: € 1245.38Prezzo: € 1225

Rispondere alla domanda “quale tipo di fotocamera dovrei scegliere?” è sempre estremamente complicato. Infatti, ogni categoria ha i propri vantaggi e svantaggi da prendere in considerazione all’ora di prendere una decisione. Le fotocamere bridge rappresentano un’ottima opzione per i fotografi di animali e natura, o di eventi sportivi, in quanto offrono delle caratteristiche particolari che tornano utili in questi scenari. Andiamo a scoprire i migliori modelli nella nostra guida alla scelta della migliore bridge tra i prodotti attualmente disponibili sul mercato.

 

Migliore bridge: quale comprare

Quando sono state introdotte nel mercato della fotografia, le fotocamere bridge avevano il compito di occupare un settore a metà strada tra le reflex, costose e dalle dimensioni importanti, e le piccole ma poco performanti compatte. Il loro nome (bridge significa ponte in inglese) indica chiaramente il loro ruolo originario. Adesso si sono ritagliate uno spazio importante tra gli appassionati di fotografia naturalistica e sportiva, che hanno bisogno di prestazioni zoom elevate pur mantenendo un kit leggero e facilmente trasportabile e manovrabile.

Inoltre, solitamente le fotocamere bridge hanno un design simile a quello delle fotocamere reflex digitali, mantenendo però delle dimensioni ed un peso decisamente minori. Quindi, acquistando una macchina bridge è possibile avere la stessa ergonomia di una reflex, accompagnata ad una portabilità e maneggevolezza superiori. Ma come scegliere la migliore bridge per le proprie esigenze? Bisogna valutare diversi fattori, che ci permettono di differenziare i vari modelli. 

 

Qualità del sensore

Il primo criterio da prendere in considerazione per la scelta della migliore bridge per le proprie esigenze è il sensore. Le fotocamere bridge riescono a mantenere delle dimensioni contenute grazie all’adozione di sensori piccoli, da 1” o da 1/2,3”, con elevati fattori di crop rispetto al formato Full Frame (il quale corrisponde alle dimensioni della pellicola fotografica classica 35 mm). In passato per avere una buona definizione dell’immagine si doveva puntare esclusivamente su sensori Full Frame e APS-C, mentre adesso grazie agli sviluppi tecnologici anche sensori dalle dimensioni ridotte possono tirar fuori degli ottimi risultati. Se volete puntare su una maggior quantità di dettagli, è meglio scegliere fotocamere che montato un sensore da 1″, leggermente più grande rispetto a quelli da 1/2.3″.

Bisogna considerare anche il numero di megapixel su cui il sensore può contare. Maggiore il numero, più grandi e con più dettagli saranno le foto ottenute. Importanti anche le prestazioni in termini di sensibilità ISO, ovvero quel valore che indica la quantità di luce che il sensore è in grado di assorbire. Se vi capita di scattare o registrare video in condizioni di scarsa luminosità, dovrete scegliere dei modelli che supportano degli alti valori di sensibilità ISO, da 3200 in su. Allo stesso tempo, più in alto ci si spinge con i valori ISO più probabile sarà la comparsa del rumore digitale, una grana che può rovinare i dettagli nelle vostre immagini. Per ottenere dei risultati migliori con poca luce, scattando a livelli ISO elevati, dovreste puntare su sensori da 1″, che si comportano meglio in questo ambito rispetto a sensori di dimensioni inferiori. 

Zoom

Il secondo elemento da valutare sono le capacità zoom. le fotocamere bridge montano degli obiettivi fissi capaci di lunghezze focali a dir poco straordinarie, soprattutto considerate le loro misure: grazie all’adozione di sensori dalle dimensioni ridotte, le fotocamere bridge riescono ad avere delle possibilità di zoom estreme nonostante degli obiettivi integrati molto più piccoli rispetto ai corrispettivi per reflex o mirrorless.

Per scegliere la bridge più adatta alle proprie esigenze, bisogna considerare intanto la lunghezza focale minima e massima raggiungibile dagli obiettivi integrati: le lunghezze focali vicine ai 20 mm sono indicate per foto grandangolari di paesaggi, gruppi di persone, ecc. Invece, le lunghezze superiori a 300 mm sono scelte per le foto dalla lunga distanza, ritratti, o immagini di piccoli dettagli. Alcuni modelli raggiungono l’incredibile cifra di 3000 mm (equivalente in formato full frame), sufficiente per fotografare anche la luna. È importante anche la qualità delle lenti montate: le fotocamere bridge presenti in questa guida appartengono a produttori affidabili, e hanno dei buoni sistemi ottici per ottenere risultati dettagliati e nitidi nella maggior parte delle situazioni. 

Velocità di scatto

Il terzo elemento di scelta riguarda la velocità di scatto, un elemento fondamentale per chi si occupa di fotografia sportiva o naturalistica. Fotocamere capaci di raffiche di immagini più alte sono più indicate per quelle situazioni in cui bisogna immortalare un movimento rapido senza rischio di perdere la scena inquadrata. La velocità di scatto di una fotocamera si misura in frame per secondo, ovvero quante immagini il sensore riesce a registrare in un secondo. Se fotografate abitualmente soggetti in rapido movimento, dovreste valutare prodotti capaci di raffiche da almeno 10 fps, una caratteristica che si trova più comunemente in macchine fotografiche di fascia alta. 

Video

Il quarto criterio da considerare è la qualità dei video. Oltre alla risoluzione 720p, ormai tutti i modelli di bridge offrono la possibilità di registrare in Full HD (1920 x 1080 pixel). Alcuni modelli invece supportano la registrazione in 4K (misura il doppio del Full HD, 3840 x 2160 pixel), che permette di ottenere dei risultati più dettagliati e piacevoli da riprodurre su display ad alta risoluzione. La risoluzione in 4K è generalmente integrata in prodotti dal prezzo maggiore, quindi se desiderate avere questa caratteristica dovrete valutare i modelli presenti nella fascia media e alta del mercato. 

La risoluzione massima non è l’unico elemento da considerare. Bisogna valutare anche le capacità della macchina in termini di frame rate, ovvero di frame per secondo che è possibile catturare. 30 fps è ormai lo standard, ma la registrazione a 60 fps genera dei file decisamente più fluidi. Se invece avete intenzione di filmare video in slow motion al rallentatore dovrete puntare su modelli che supportano almeno 120 fps.  

 

In questa guida alla migliore bridge, vi proponiamo i modelli che secondo noi possiedono il miglior rapporto costo/qualità, suddivisi in tre categorie di prezzo differenti: fascia bassa, media e alta. Nella fascia bassa abbiamo delle opzioni che variano dai 100 ai 250 euro, e offrono delle prestazioni buone per chi vuole iniziare ad affacciarsi al mondo della fotografia, seppur con qualche compromesso. Nella fascia media, che va da 250 a 500 euro troviamo delle opzioni avanzate che permettono dei buoni risultati nella maggior parte delle situazioni, anche per quanto riguarda il lato video. Infine, nella fascia alta troviamo le top di gamma dei vari brand, destinate a chi desidera dedicarsi in modo serio alla fotografia naturalistica o sportiva pur mantenendo allo stesso tempo un kit abbastanza leggero e maneggevole. Partiamo quindi alla scoperta delle nostre scelte riguardo la migliore bridge sul mercato

Migliore bridge: fascia bassa

Nikon Coolpix B500

Iniziamo questa guida alla ricerca della migliore bridge con la Nikon Coolpix B500, la più economica della serie bridge del produttore giapponese. Ha già qualche anno sulle spalle, ma è ancora una buonissima opzione per chi vuole avvicinarsi al mondo della fotografia senza spendere tanto. È dotata di un sensore da 1/2,3 di pollice, ed è equipaggiata con un obiettivo super zoom ottico Nikkor fino a 40x con una lunghezza focale di 4.0-144.0 mm (equivalente ad un 23-810mm). Include varie possibilità di controllo manuale ed una ghiera dei programmi completa con tutte le impostazioni di una reflex.

È una buona opzione per la fotografia macro di piante e fiori ad esempio, in quanto riesce a mettere a fuoco da distanza ravvicinata con un buon sfocato sullo sfondo. Può registrare video a 1080p/30 fps e raffiche di foto da 7 fps. Particolari i colori nella quale viene proposta: oltre al classico nero, è disponibile anche in un rosso metallico e viola, per chi desidera una fotocamera dal look meno convenzionale. La Nikon Coolpix B500 è una fotocamera adatta a chi vuole iniziare, senza tante pretese e ad un prezzo di mercato basso. 

Puoi acquistare Nikon Coolpix B500 su Amazon o se preferisci su eBay

Canon PowerShot SX540 HS

Proseguiamo con la PowerShot SX540HS, la proposta di fascia bassa di Canon. Integra un sensore CMOS, che pur essendo in formato 1/2,3” da 20,3 megapixel, è abbastanza performante e può scattare foto fino ad ISO 3200. L’obiettivo integrato è un 4.3-215.0 mm f/3.4-6.5 (equivalente a 24-1200 mm) capace di uno zoom 50x o 100x digitale.

Il peso complessivo è di soli 442 gr., ma a farne le spese è l’autonomia della batteria, che assicura circa 200 foto prima di spegnersi. Allo stesso modo della Nikon B500, è molto facile scattare fotografie in macro con questa macchina fotografica, in quanto può mettere a fuoco senza nessuna distanza minima. Può registrare video ad una risoluzione massima di 1080p/60 fps con dei risultati discreti e raffiche da 6 fps. La Canon PowerShot SX540 HS è la migliore fotocamera bridge per i principianti che hanno bisogno di un buon sistema di zoom, e di immagini utilizzabili anche in condizioni di luminosità non perfetta, senza spendere tanto.

Puoi acquistare Canon PowerShot SX540 HS su Amazon su eBay o su ePrice

Miglior bridge: fascia media

Panasonic Lumix DC-FZ82

La Lumix DC-FZ82 di Panasonic integra un sensore MOS da 18 megapixel in formato 1/2,3” ed un processore Venus Engine di nuova generazione in grado di produrre raffiche di foto fino a 10fps e registrazione video in 4K. Tra le caratteristiche di questa macchina fotografica troviamo un mirino LVF da 1.166.000 punti, un display da 3″ con touch capacitivo, ed un sistema di stabilizzazione fisica del sensore per migliorare la qualità di foto e video. Presente anche la possibilità di ricaricare la fotocamera tramite porta USB (e PowerBank), così come la comoda funzione modalità Post Focus, che permette di selezionare il soggetto da mettere a fuoco anche dopo lo scatto.

L’obiettivo integrato da 20-1200 mm (equivalente in formato Full Frame) è capace di uno zoom ottico 60x, estendibile fino a 120x con lo zoom digitale. Si tratta di una fotocamera ben bilanciata, molto comoda da usare, e con alcune chicche a livello di software utili e divertenti. 

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-FZ82 su Amazon su eBay o su ePrice

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Nikon Coolpix B600 

Presentata ad inizio 2019, la Coolpix B600 è la dimostrazione che Nikon continua a puntare su questa categoria di prodotto. Monta un potente obiettivo zoom ottico Nikkor 60x che vanta una gamma di lunghezze focali di 24-1440 mm (equivalente). Per quanto riguarda i video, che possono essere registrati in risoluzione Full HD 1080p, è possibile attivare la funzione riduzione vibrazioni per contrastare gli effetti del movimento della fotocamera ed ottenere così  filmati stabili anche riprendendo a mano libera.

Con l’app SnapBridge per iOS e Android è possibile trasferire rapidamente le foto ai propri dispositivi, o utilizzare uno smartphone per scattare da remoto. È anche possibile ricaricare la macchina fotografica attraverso la porta micro-USB. Non è dotata di un mirino elettronico, ed è costruita in plastica, ma per la qualità delle immagini che produce è da considerare come una delle migliori opzioni per questa fascia di prezzo.

Puoi acquistare Coolpix B600 su Amazon o se preferisci su eBay

Coolpix B600
Prezzo consigliato: € 345.78Prezzo: € 322.68

Canon PowerShot X70 HS

La Canon X70 HS è una fotocamera bridge con caratteristiche avanzate, ma grazie al prezzo attuale è da considerare come la migliore opzione di fascia intermedia. Possiede il design di una fotocamera reflex digitale, in un corpo leggero e maneggevole. L’ultimo processore d’immagine di casa Canon, il Digic 8, permette di ottenere ottime prestazioni anche in condizioni di luce non perfette, e raffiche di foto fino a 5,7 fps (o 10 fps senza autofocus). I video possono essere registrati ad una risoluzione massima di 4K, a 30 fps. 

Il sensore è un CMOS da 20.3 MP in formato 1/2.3”, accompagnato da un obiettivo dalla lunghezza focale equivalente a 21-1365 mm con zoom ottico, espandibile fino a 2730 mm con funzione digitale ZoomPlus di Canon. Un buon display LCD 3” ribaltabile a 180° ed il mirino elettronico da 1024 x 768 pixel completano il pacchetto. È un ottima opzione per fotografi navigati alla ricerca di prestazioni elevate ad un prezzo contenuto.

Puoi acquistare Canon PowerShot SX70 HS su Amazon o se preferisci su eBay

Migliore bridge: fascia alta

Panasonic Lumix FZ2000

Panasonic Lumix FZ2000 è un’ottima fotocamera bridge ibrida, tra le più versatili del settore in quanto fornisce ottimi risultati sia nel comparto foto che in quello video. Integra un sensore MOS ad alta sensibilità da 1” con 20,9 megapixel, affiancata dal classico processore Venus Engine di Panasonic. Un’aggiunta comodissima è la possibilità di selezionare i diversi filtri ND integrati all’interno, funziona perfetta per chi vuole portarsi dietro meno oggetti possibili senza rinunciare ai filtri.

Monta una lente di tutto rispetto, LEICA DC VARIO-ELMARIT, che copre una distanza focale equivalente pari a 24-480 mm e con una luminosità di f 2.8-4.5. Lo zoom di cui è capace questo obiettivo è del 20x. È possibile catturare raffiche di foto da ben 12 fps, e registrare video in 4k/30 fps senza limiti di durata. Proprio per i video risulta utile la nuova struttura di zoom interna di cui Panasonic ha dotato l’obiettivo di questa macchina: il meccanismo di guida consente delle riprese con un passaggio fluido dal campo di visione grandangolare al teleobiettivo. La Lumix FZ2000 riesce a combinare foto di buona qualità anche con condizioni di luce non perfette in un corpo ergonomico e leggero, può essere considerata la migliore fotocamera bridge per quanto riguarda i video. 

Puoi acquistare Panasonic Lumix DMC-FZ2000 su Amazon su eBay o su ePrice

Canon PowerShot G3 X

Apriamo la parte alta di questa guida alla migliore bridge con quella che Canon definisce una delle migliori opzioni per immortalare i propri ricordi di viaggio, la PowerShot G3 X. La caratteristica principale è quello di integrare un’ottica Canon Zoom Lens 24-600 mm equivalente in un corpo dalle dimensioni davvero ridotte, più simili a quelle di una fotocamera compatta che alle altre bridge sul mercato. L’obiettivo, capace di uno zoom fino a 25x, permette di ottenere immagini dettagliate anche se il nostro soggetto si trova ad una grande distanza dal nostro punto di osservazione. Tanti i punti di forza su cui può contare, come una performante stabilizzazione del sensore a 5 assi, il sistema di autofocus a 31 punti, e la sensibilità ISO fino ad un massimo di 12800. I video a 1080p/30 fps,e e le raffiche da 5.9 scatti al secondo completano il pacchetto. Il corpo in lega di magnesio di questa macchina è inoltre tropicalizzato per resistere ad umidità e polvere.

Comoda anche la modalità Filtro ND, che simula appunto la presenza di un filtro per ottenere dei risultati utilizzabili anche quando si decide di fotografare con dei tempi di scatto lunghi. La Canon PowerShot G3 X è la migliore fotocamera bridge per quanto riguarda compattezza e portabilità, ed è perfetta per i fotografi di livello intermedio/avanzato che cercano ottime prestazioni ed un buon zoom ottico, in una macchina leggera e comoda da portare sempre con sé. 

Puoi acquistare Canon PowerShot G3 X su Amazon. In alternativa Canon PowerShot G3 X è disponibile nella variante Canon PowerShot G3 X.

Nikon Coolpix P1000

Scattare delle fotografie con una lunghezza focale pari a 3.000 mm utilizzando un kit dal costo di 1000 euro vi sembra un’utopia? La Nikon Coolpix P1000 è qui per farvi ricredere. Inutile girarci intorno, la caratteristica fondamentale di questa fotocamera bridge è l’incredibile obiettivo Nikkor con zoom ottico da 125x, capace di coprire una distanza focale di 4.3-539.0 mm equivalente a 24-3.000 mm. Un numero da record, per uno strumento che vi permetterà di fotografare animali nel loro habitat naturale senza essere notati, o scattare immagini della luna senza alcun supporto aggiuntivo. 

Il sensore che Nikon ha scelto di montare nella sua top di gamma del settore bridge è da 16 megapixel in formato 1/2,3” (fattore di crop del 5,6x). È un sensore piccolo, che fa un pò di fatica in condizioni di luminosità non perfette. A dimostrazione di ciò, la sensibilità ISO supportata varia da 100 a 6400. È capace di registrare degli ottimi video in 4K/30 fps, e raffiche da 7 fps. Il corpo è abbastanza robusto da portarla ovunque senza preoccupazioni, complice anche il comodo grip di cui è dotata. Se avete bisogno di un teleobiettivo estremo, e siete disposti ad accettare qualche compromesso in termini di sensore, questa è la migliore fotocamera bridge per le vostre esigenze. 

Puoi acquistare il prodotto su Amazon o se preferisci su eBay

Sony DSC-RX10 Mark IV

Arriviamo alla fine di questa guida con la migliore bridge Sony, la quarta ed ultima versione della serie DSC-RX10. Essendo stata pensata in particolare per la fotografia sportiva, è dotata di prestazioni eccezionali.  Il sensore CMOS da 1 pollice da 20.1 megapixel viene affiancato dal processore Bionz X, chip che ha fatto le fortune delle mirrorless top di gamma di Sony. La velocità di messa a fuoco è notevole, impiega infatti solamente 0.3 secondi per agganciare il soggetto da fotografare. Un altro plus è la velocità di scatto, che può arrivare fino a 24fps. L’obiettivo integrato è un 8.8-220.0mm f/2.4-4 (equivalente a 24-600mm). Presenta anche il miglior mirino elettronico della categoria, ed un comodo display posteriore touch e ribaltabile. 

È una fotocamera pesante, non c’è dubbio. Arriva a 1095 gr., totalmente paragonabile all’impatto che può avere una reflex di fascia alta. Ma è una conseguenza da accettare se si vogliono tutte le funzioni avanzate di cui è capace questa macchina fotografica. Anche la parte video è molto curata. È possibile registrare video in risoluzione 4K/30 fps, che possono sfruttare la tecnologia High Density tracking af per una messa a fuoco sempre più precisa. Presente tra l’altro il supporto per S-Log2/S-Gamut 2 e S-Log3/S-Gamut 3. In definitiva, la Sony DSC-RX10 Mark IV è in assoluto la miglior camera bridge per la fotografia sportiva e naturalistica. 

Puoi acquistare Sony DSC-RX10 Mark IV su eBay.

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarlianalizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io mi chiamo Antonino e su Ridble sono lo Specialist delle fotocamere bridge. Essendo appassionato di escursioni in montagna, ho trovato nelle bridge la soluzione migliore per ottenere una lunghezza focale decisamente interessante senza dover trasportare un peso eccessivo nelle lunghe passeggiate. Negli anni, ho potuto provare ed utilizzare a fondo tanti modelli di fotocamere bridge. Adesso mi informo ogni giorno sulle novità della categoria, e grazie all’esperienza che ho raggiunto mi occupo di tenere sempre aggiornate le guide all’acquisto riguardanti questa categoria di prodotto con i prodotti più indicati. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Per la selezione di tutti i modelli presenti nelle guide all’acquisto di fotocamere, compresa la guida alla migliore bridge, noi specialist ci basiamo sul metodo Ridble, un modus operandi basato sulla nostra esperienza, sviluppato e perfezionato nel corso degli anni. Il nostro metodo si compone di 4 fasi: ufficialità, eleggibilità, prova e selezione.

Partiamo dal primo. Noi di Ridble non ci occupiamo di rumors, indiscrezioni o “chiacchiere”, ma prendiamo in considerazione un modello solamente dal momento della sua presentazione ufficiale da parte del produttore. Le modalità con cui veniamo a conoscenza dell’ufficialità di una determinata fotocamera bridge possono essere tante, e vanno dai comunicati stampa alla partecipazione diretta ad eventi di presentazione, e molto altro.

Ma l’ufficialità non basta. È necessario che il prodotto sia anche eleggibile per poterlo prendere in considerazione per una guida all’acquisto. Questo vuol dire che deve essere effettivamente acquistabile in Italia, online o negli store fisici. Fotocamere non commercializzate direttamente nel nostro paese, o difficili da acquistare perché fuori produzione da troppo tempo, non trovano spazio nelle nostre guide.

Passiamo poi alla fase di prova. Per valutare sul campo il comportamento di una certa fotocamera bridge, vengono eseguiti dei test tecnici precisi. Grazie all’esperienza diretta con la fotocamera possiamo farci un’idea del tipo di utente per il quale quel determinato prodotto può essere più indicato, e se sono presenti eventuali problemi da far notare.

Infine, arriviamo alla quarta fase, quella relativa alla selezione. Se la fotocamera bridge in esame supera le prime tre fasi, e raccoglie dei giudizi positivi nei test tecnici, si guadagna un posto nelle varie guide all’acquisto. Ogni mese poi gli specialist verificano che le guide di propria competenza siano aggiornate, e valutano i prodotti per decidere se è il caso di mantenerli nella guida o di sostituirli con altre macchina bridge testate nel frattempo.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Quando si sceglie un prodotto fare affidamento soltanto sulla sua scheda tecnica può rivelarsi un errore. Infatti, è opportuno testarli sul campo in modo da essere sicuri del comportamento reale di una macchina fotografica nell’uso di tutti i giorni.

Per valutare i prodotti da inserire nella guida alla migliore bridge inizio con un test della qualità del sensore. In una prima fase, realizzo tre tipi di scatti differenti all’aperto: dei paesaggi naturali, delle scene urbane e dei ritratti. Successivamente controllo che i risultati ottenuti siano ben dettagliati, e con dei discreti livelli di range dinamico. Poi, all’interno di una stanza, scelgo un soggetto immobile e scatto una serie di foto per ogni livello di sensibilità ISO, partendo dal più basso. In questo modo mi accorgo del punto in cui inizia a comparire un rumore digitale eccessivo.

Continuo testando le capacità di zoom delle fotocamere bridge in esame. Imposto la modalità di scatto automatica, e catturo delle immagini alle varie lunghezze focali supportate dall’obiettivo integrato tenendo la fotocamera a mano libera. Riprendo delle scene diverse di diverso tipo. Ottenute le foto, esamino i risultati per controllare la qualità delle lenti, e per verificare che non siano presenti aberrazioni cromatiche o di prospettiva eccessive a certe lunghezze focali. Ripeto il test con diverse condizioni di luminosità, e a diverse ore del giorno, per rendermi conto di eventuali differenze nella resa.

Poi passo a testare velocità di scatto della fotocamera. Esco all’aperto e scatto diverse raffiche di foto a soggetti in movimento. Controllo il numero di frame che sono riuscito a catturare, e lo paragono alla quantità dichiarata nella scheda tecnica del produttore. Allo stesso tempo mi accorgo anche se sono presenti problemi di elaborazione e di salvataggio dei file nei supporti di memoria. Infine valuto la qualità di ogni immagine, controllando che il sistema di autofocus sia stato preciso nel seguire il soggetto inquadrato.

Nel quarto test mi concentro sulle capacità video della fotocamera bridge in esame registrando dei video corti, da 1-2 minuti. In questa fase uso la fotocamera a mano libera, senza supporti esterni. Guardo poi i filmati ottenuti per verificare che siano fluidi e con una buona resa dei colori. Se la fotocamera supporta la risoluzione 4K, provo sia questa che il FullHD, e testo i diversi frame rate inclusi dal produttore. Ripeto il test sia all’interno che all’aperto, per valutare la resa con diversi tipi di illuminazione. Infine, controllo che la fotocamera bridge non soffra di problemi di surriscaldamento provando una registrazione di oltre 15 minuti dopo aver montato la fotocamera su un treppiedi.

Grazie a tutti questi test, e altre valutazioni, posso decidere se il prodotto in esame può merita di far parte di questa guida alla migliore bridge o meno.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

6930 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Antonino Clemente tramite i commenti.