Definire quale può essere la migliore console è già di per se’ un’impresa quasi impossibile. Siamo molto lontani dagli anni in cui la console war la faceva da padrona e la community dei videogiocatori dediti alle console da gioco si davano battaglia a suon di stoccate contro uno o l’altro brand. Oggi ci troviamo, al contrario, di fronte ad un mercato capace di offrire la miglior console non tanto a livello di preferenza, quanto di esigenze. Questa collana ti aiuterà proprio in questo percorso, ossia trovare la migliore console basata sui tuoi gusti, ma soprattutto sulle tue esigenze. Sono, infatti, presenti sia selezioni mirate ad offrire una panoramica delle migliori console da gioco sia fisse che portatili disponibili oggi sul mercato, sia confronti tra due o più console per sottolineare funzioni, pregi e difetti per ognuna di esse.

Prima di procedere, è necessario sottolineare come tutte le guide e gli articoli di seguito vengono regolarmente monitorati dai nostri specialist e aggiornati con cadenza mensile. In questo modo, ogni novità del mercato potrà rimettere in discussione tutte le guide all’acquisto per meglio indirizzarti verso la miglior console per te. Secondariamente, andando incontro al tuo budget per l’acquisto di una nuova console da gioco, tutti i prodotti proposti vengono selezionati tenendo conto anche del rapporto qualità/prezzo. In questo modo vengono esclusi prodotti con prezzi fuori mercato e in alcuni casi potrai essere indirizzato verso alcune offerte dedicate. Per conoscere meglio il nostro modus operandi inerente le nostre guide all’acquisto, ti rimandiamo alla pagina come lavoriamo.

Migliore console: come e quale scegliere

La scelta di una console, per un videogiocatore, potrebbe rappresentare la più semplice, come la più complicata delle scelte. Sin dalle generazioni a 8-bit la sfida tra i produttori ha contraddistinto altrettante fazioni di videogiocatori pronti a darsi battaglia per difendere la propria scelta nello scenario dell’ormai eterna console war. La situazione non ha fatto che “peggiorare” nel corso delle generazioni successive, pur non trovando una giustificazione veramente convincente per optare per l’una o per l’altra console. Case eccezionali a parte, ovviamente.

Prima di considerare il fattore Nintendo, con la più recente Switch, da lungo tempo sono Sony e Microsoft a contendersi lo scettro per la miglior console sul mercato, rispettivamente con PS4 e Xbox One. Ora, se dovessimo mettere sul piano del confronto tutte quelle che sono le caratteristiche osannate direttamente dagli utenti per promuovere questa o l’altra console, nessun nuovo acquirente potrebbe decidere in maniera chiara se scegliere una fazione o un’altra. Di base entrambi i contendenti offrono piattaforme perfettamente paragonabili in termini di caratteristiche tecniche e funzionalità, comprese le due edizioni aggiornate di PS4 e Xbox One dedicate al 4K, rispettivamente PS4 Pro e Xbox One X; con quest’ultima che si distingue in positivo per l’effettiva possibilità di puntare alla risoluzione 4K nativa.

Sulla base di questa considerazione, dunque, il fattore principale e fondamentale su cui basare la scelta tra PS4 e Xbox One è rappresentato, quasi in maniera scontata, dai giochi. Puntate la vostra scelta verso la console che offre i titoli che più vi interessano, considerando soprattutto quelle che sono le esclusiva per una specifica console, con i titoli multipiattaforma che ormai tendono ad equivalersi al 100%.

Un altro fattore, che sta via via assumendo sempre più importanza anche con un occhio alla prossima generazione, è quello dei servizi. Se da una parte Xbox One era nata nel 2013 come una console in grado di fungere anche da media station a tuttotondo, la maggior parte di quei servizi originali sono stati poi messi da parte per concentrarsi unicamente sul gaming. Tuttavia, oggi Xbox One offre una soluzione molto interessante: Xbox GamePass. Si tratta di un servizio su abbonamento che permette l’accesso ad un ampio catalogo (regolarmente in espansione) di titoli first e third party, da scaricare in versione completa e giocare sulla propria console senza limiti, almeno finché l’abbonamento è attivo. Dall’altra parte troviamo PS4 con il nuovo servizio (almeno in Italia) PlayStation Now. A differenza di GamePass, che permette il download effettivo del gioco sul proprio HDD, PS Now è un servizio di cloud gaming, ossia una sorta di gaming in streaming. Sempre con la sottoscrizione di un abbonamento, si può accedere ad un catalogo di titoli PS4 e PS3 collegandosi direttamente ai server Sony per giocare senza la necessità di alcun download. Il limite, in questo caso, è la necessità di possedere una connessione internet veloce e stabile per evitare fenomeni di lag e buffering durante il gioco.

L’eccezione, come dicevamo prima, è rappresentata proprio da Nintendo Switch, che gioca ancora un ruolo da outsider nei confronti di PS4 e Xbox One; quasi di integrazione. Da una parte il discorso della scelta basata sui titoli disponibili vale anche in questo caso, amplificata dalle possibilità che Switch è in grado di offrire in termini di portatilità. Viceversa, è necessario considerare che Nintendo Switch non è in grado ad oggi di offrire le funzionalità di stazione multimediale, che al contrario vertono a favore di Sony e Microsoft.

Miglior console da gioco: le nostre guide all’acquisto

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare