Batteria esterna Nintendo Switch: le migliori per caricare la console in mobilità

Batteria esterna Nintendo Switch: le migliori per caricare la console in mobilità

L'Amazon Prime Day 2021 sta per iniziare! Segui solo le VERE offerte sulla nostra pagina dedicata alle offerte Amazon Prime Day. Ricordati che per aderire alla campagna è necessario attivare un abbonamento Amazon Prime, gratis per i primi 30 giorni.

N.B. Questa guida all'acquisto, proprio come tutte le altre, è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo.

In questa guida ci occupiamo di un elemento fondamentale della console ibrida di Nintendo: Batteria Esterna Nintendo Switch. Spiegheremo perché si tratta di un acquisto quasi obbligatorio, di quali criteri usare per selezionare i modelli più utili e di quali siano i prodotti migliori disponibili sul mercato in questo momento.

Batteria esterna Nintendo Switch: quale comprare

L’utilizzo in portabilità rappresenta uno dei punti chiave su cui si fonda l’intera filosofia di console ibrida che è Switch. Tuttavia, al contrario di predecessori come Nintendo 3DS, Switch dispone di una configurazione ben più performante e di un parco titoli decisamente più esigente. L’impatto riguardo ai consumi, che fanno affidamento su una batteria da 4300 mAh, è quindi considerevole. Esattamente come per un normale smartphone o tablet, l’utilizzo intensivo della console può portare a dei consumi notevoli e al conseguente scaricamento della batteria; magari proprio nel momento cruciale della partita, o mentre la console è in modalità riposo, portando alla perdita di tutti i progressi. Sapendo però esattamente quanta capacità bisogna supplementare, a differenza di cellulari e tablet in cui ogni modello ha batterie diverse, è più semplice identificare quello di cui si ha bisogno.

In questo senso, è bene notare come Nintendo Switch sia dotata di una porta USB Type-C per quanto riguarda la ricarica, con supporto alla ricarica rapida sia in modalità portatile sia una volta collegata alla sua dock station per l’utilizzo su TV. Grazie a questa opzione, la console può essere ricaricata sia tramite collegamento USB > Type-C, sia con una connessione Type-C > Type-C se supportata dalla batteria esterna. Nel primo caso, anche in modalità Quick Charge la console si potrà ricaricare tranquillamente se tenuta in stand-by, mentre rimarrà in una sorta di stasi se utilizzata durante il collegamento alla batteria esterna.

Al contrario, una ricarica da Type-C a Type-C riesce a garantire una ricarica costante anche durante il gameplay; un vantaggio, quest’ultimo, tutt’altro che indifferente. Vediamo dunque quali soluzioni sono in grado di soddisfare questi tipi di necessità nella nostra selezione batteria esterna Nintendo Switch. Infine, se hai trovato il prodotto che cercavi puoi dare un’occhiata anche alle nostre guide all’acquisto Nintendo Switch accessori o Nintendo Switch giochi in uscita per non perderti tutte le ultime novità sulla nuova console della grande N.

Capacità

Per poter valutare la batteria esterna più adatta, il primo fattore da considerare è la quantità di energia in grado di essere immagazzinata, misurata in mAh (milliAmpere-ora). Certo, questa quantità non è mai esattamente la capacità esatta segnalata dai produttori: l’energia viene dispersa in parte durante la ricarica, e inoltre la stessa console, se ricaricata durante il gioco o l’accensione, consuma parte dell’energia ricevuta direttamente senza immagazzinarla. È comunque possibile quantificare la quantità di energia ideale per una batteria esterna Nintendo Switch, dato che a differenza di tablet e cellulari viene usata con un solo prodotto. A nostro parere la fascia dei 20000 mAh è il punto d’incontro perfetto tra costo e capienza, consentendo ricariche multiple con una sola carica.

Velocità di ricarica e uscite

Come dicevamo, per ricaricare la console durante il gioco è necessaria una connessione Type-C > Type-C, cioè che usi lo stesso tipo di spinotto su entrambe le punte del cavo. Una batteria deve quindi avere quel tipo di uscita per poter essere considerata, in aggiunta ad altri tipi per ricaricare altri device. In questo caso, la presenza di tecnologie come Quick Charge 3.0 è assolutamente un plus, dato che velocizzano la ricarica in maniera netta rispetto alle uscite USB normali.

Batteria esterna Nintendo Switch: le migliori

Charmast Power Bank 23800

ADDTOP Powerbank 26800mAh

Lascia un commento