Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Batteria esterna smartphone: quale e come scegliere

Batteria esterna smartphone: quale e come scegliere

di Claudio Carelli
Specialist Caricabatterie portatile
aggiornato il 5 novembre 2018
1 utenti hanno trovato utile questa guida

La settimana del Black Friday è iniziata! Visita la nostra sezione migliori sconti Black Friday per scoprire tutti i prodotti di spicco con i prezzi più bassi in assoluto! In alternativa, dai un’occhiata alla sezione Black Friday di Amazon per scegliere quello che più ti aggrada (ti ricordiamo che per accedere in anteprima agli sconti lampo è necessario attivare un account Primegratis la prima volta per 30 giorni senza impegno).

N.B. La guida Batteria esterna smartphone è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Novembre 2018.

State cercando una batteria esterna in grado di portarvi fino a fine giornata col vostro smartphone? Ne volete una che non ingombri e che sia leggera e pratica? Non è facile, ora che il settore delle batterie degli smartphone mira a montare moduli sempre più generosi facendo, di conseguenza, crescere anche le capacità minime per i powerbank. Vi veniamo incontro e, se non volete perdervi nei meandri degli store digitali o acquistare batterie pesanti e ingombranti, bensì risparmiare, vi guidiamo alla scelta di una batteria esterna smartphone.

Batteria esterna smartphone quale comprare

Facciamo chiarezza fin da subito e arriviamo ad una conclusione: tutte le batterie esterne presente ormai su Amazon e in altri negozi sono idonee per ricaricare uno smartphone. Dal lato pratico però, le cose cambiano. Sì, perché per “batteria esterna smartphone” intendiamo, per convenienza, un prodotto che non è ingombrante da portare con sé, non è pesante, ma è comunque all’altezza della situazione garantendo efficienza, carica effettiva e velocità.

Per questo motivo abbiamo selezionato, in questa guida, solo powerbank leggeri e poco ingombranti; se invece cercate qualcosa di differente potete sempre guardare alla categoria delle batterie esterne in modo più generale. Se avete peso da trasportare e spazio nel vostro zaino, potete scegliere differentemente la vostra batteria esterna in base alle caratteristiche che più disparate e congeniali per il vostro utilizzo.

Per chi invece non vuole scendere al compromesso di portare un vero e proprio mattoncino, bensì un prodotto molto leggero, portatile e magari in grado di far recuperare al vostro smartphone al massimo un paio di ricariche, allora continuate la lettura. Abbiamo selezionato per voi i migliori prodotti per questa categoria; eccoveli di seguito.

Anker PowerCore 5000mah

La prima batteria esterna smartphone che vogliamo proporvi è la Anker PowerCore 5000mah, un modello cilindrico molto recente che consente di portare con sé ben 5000mah di carica all’interno di un corpo piccolo, dinamico e sì, anche simpatico. Dalla forma cilindrica e arrotondata, questa può essere trasportata facilmente all’interno di qualsiasi tasca o qualsiasi borsa, offrendo praticamente sempre una carica certa secondaria da sfruttare nelle emergenze.

È alta solo 10 centimetri e larga appena 3, eppure al suo interno presenta una porta micro USB e una USB classica, che consente di erogare corrente fino a 2 Ampere, ovvero un quantitativo più che adatto a rifocillare in rapidità gli smartphone più o meno recenti, magari senza puntare troppo su Quick Charge o simili – nessuna tecnologia di ricarica rapida è supportata ai 2 A, se non quelle di qualche anno fa, ma comunque un amperaggio buono per poter tenere in vita qualsiasi smartphone. Con 5000 mah, sicuramente ricaricherete una o due volte il vostro smartphone, in base alla batteria che monta al suo interno.

Puoi acquistare Anker PowerCore 5000mah su Amazon o se preferisci su eBay

RAVPower 10000mah RP-PB005

Giunta da poco sul mercato, la nuova RAVPower 10000mah RP-PB005 rappresenta quasi una scelta anacronistica da parte del produttore, che vuole però continuare a spingere sui powerbank economici. Se non avete troppe pretese, volete conservare spazio, portare con voi due porte USB e non spendere troppo, RAVPower 10000mah può essere una delle scelte migliori.

Con un formato tendente al quadrato, questa batteria esterna si ispira molto a quella che trovate di seguito prodotta da Anker. Cambia un po’ il design del LED di stato, integrato in un unico blocchettino, e il tasto di interazione. Per il resto, le porte sono due, in grado di spingere fino a 2.4 Ampere ma solo fino a 3.4 Ampere in toto. Ciò significa che potrete caricare ad esempio anche due iPhone, uno più recente e uno meno recente, senza perdere minuti preziosi nei tempi di ricarica. In dotazione arriva anche con un sacchetto per il trasporto e due cavetti micro USB, semmai ve ne dovesse servire uno per altri scopi. Avendo una capacità di 10000mah riesce a ricaricare tranquillamente quattro volte un iPhone non Plus, o tre volte un iPhone Plus.

Se volete approfondire, vi rimandiamo alla nostra recensione di RAVPower 10000mah RP-PB005. Sicuramente è la batteria esterna smartphone economica più consigliata di questo 2018.

Puoi acquistare RAVPower 10000mah RP-PB005 su Amazon o se preferisci su eBay

Anker PowerCore II Slim

Nonostante sia arrivata sul mercato insieme a molte altre, Anker PowerCore II Slim è senza dubbio la batteria sugli scalini alti più interessanti che non si può non acquistare al momento. Questo caricatore portatile, sulla carta simile a tanti altri, vanta una caratteristica decisamente fondamentale sul lato design, in quanto è del tutto similissimo al corpo di uno smartphone – ovviamente più spesso, ma non troppo (16 millimetri). Ciò, oltre che di portarlo davvero dappertutto senza problemi, di sovrapporlo al proprio dispositivo in un’unica impugnatura. Il risultato finale sarà dunque una accoppiata di device abbastanza sottili da poter utilizzare lo smartphone senza alcun intoppo.

Lato profili energetici, PowerCore II Slim rende assolutamente secondi anche i vari altri modelli PowerCore II, in quanto nel suo design piatto troviamo celle con un input da 2 Ampere QC che consente la ricarica completa in sole 4 ore, usando il giusto alimentatore da presa. L’output è invece fino a 5 Volt / 3 Ampere, sufficientemente elevato per ricaricare in modo rapido praticamente tutti gli smartphone in commercio. La capacità finale è invece, ovviamente, da 10000mah: ci fate tre cariche circa piene di tutti i top di gamma, quasi quattro se si parla di un dispositivo dalla batteria più minuta (vedi iPhone).

Anker PowerCore II Slim arriva corredata di astuccio e un cavetto micro USB. Per motivi pratici, la porta utilizzabile è solo una: sarà la compagna preferita dei vostri smartphone!

Puoi acquistare Anker PowerCore II Slim su Amazon o se preferisci su eBay

Vinsic 12000mah Wireless

Ma che cos’è? Un hard disk esterno? No, Vinsic 12000mah Wireless è un prodotto sicuramente singolare pensato come soluzione energetica portatile per chi, in mobilità, non vuole stare vincolato ai cavi. Il corpo del prodotto è abbastanza insolito: è bianco, squadrato, e ricorda molto una memoria esterna portatile. Eppure all’interno troviamo delle celle che, in combo, ottengono la capacità da 12000mAh. Ma non è tutto, perché come avete capito, la faccia superiore della Vinsic 12000mAh è dotato di una piastra che, a contatto, riesce a ricaricare senza fili i dispositivi poggiati su di essa.

Per fare ciò Visnic si è appoggiata allo standard classico Qi, quello utilizzato praticamente da tutti gli smartphone che hanno integrato la ricarica wireless. Ciò significa che, magari in momenti in cui siete vicini ad un piano di appoggio o semplicemente volete sovrapporre i prodotti durante l’impugnatura, potete ricaricare il vostro dispositivo senza il collegamento di alcun cavo. Ciò significa niente porte? Assolutamente no, perché per tutto il resto ci sono le porte laterali classiche: due USB full size con output fino a 2.4 Ampere ciascuna, e una micro USB da 2 Ampere per la ricarica della batteria stessa (7-8 ore). Da tenere in considerazione che, benché sia molto pratica, la ricarica wireless è abbastanza lenta: raggiunge 1 Ampere di output, che aumenta di molto i tempi di ricarica degli smartphone – ma questo vale per tutti i dispositivi Qi.

Puoi acquistare Vinsic 12000mah Wireless su Amazon.

Vinsic 12000mah Wireless
Prezzo consigliato: € 39.99Prezzo: € 36.99

Accessori batteria esterna smartphone

Le batterie esterne, per funzionare al meglio, hanno bisogno di accessori. Spesso si sottovaluta questo punto, ma non c’è alcun motivo al mondo per farlo. Non usare tutta la componentistica adatta implica non sfruttare al meglio dalla propria batteria. Vediamo quindi brevemente cosa di certo non può mancare utilizzando una batteria esterna smartphone.

Le batterie esterne mettono a disposizione almeno un cavetto micro USB di media fattura per ricaricare i vostri dispositivi. C’è però da notare due cose: la prima, è che sicuramente ne avete già uno fornito col vostro dispositivo che volete ricaricare, ma che è nettamente più comodo averne un altro da tenere sempre con la batteria esterna da portare in giro; la seconda è che se avete un dispositivo Apple o moderno, sicuramente in dotazione non avrete un cavo Lightning secondario.o USB Type-C.

Per far fronte a ciò quindi, se non disponete di cavetti addizionali e ne volete più di uno rispetto a quello fornito con la vostra batteria esterna, vi consigliamo l’acquisto di alcuni pacchetti dedicati. Il primo è per i dispositivi USB Type-C, con dei cavetti cordati in nylon USB Type-C di Choetech nell’opzione tripla (pacchetto convenienza) ad un prezzo davvero molto interessante. Seguono un pacco convenienza RAVpower micro USB sempre da tre cavetti, oppure il classico singolo cavo Lightning certificato (MFI Apple) di Syncwire davvero molto robusto. Tutte e tre le opzioni sono l’eccellenza selezionata per voi con rapporto qualità/prezzo elevatissimo.

Puoi acquistare Cavetti di ricarica su Amazon. In alternativa Cavetti di ricarica è disponibile nelle varianti micro USB o nella variante Lightning.

Superato lo scoglio dei cavi, passiamo al secondo più importante, ovvero il caricabatterie da presa. Se volete ricaricare in tempi umani la vostra batteria esterna, dovete averne uno che dispone almeno di un output da 2 Ampere. Potrebbe andare benissimo il caricabatterie fornito in dotazione col vostro tablet o col vostro smartphone ovviamente, ma è chiaro che se di sera volete ricaricare sia il dispositivo in questione e sia la batteria esterna, con una sola porta USB alla presa non potete farlo. Per questo motivo vi invitiamo caldamente ad acquistarne uno secondario o uno doppio in grado di ripristinare la carica di entrambi in contemporanea. A tal proposito vi rimandiamo alla nostra guida dedicata al miglior caricatore USB, sempre aggiornata con i migliori prodotti.

1 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.