Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Batteria esterna notebook: come sceglierne una

Batteria esterna notebook: come sceglierne una

di Claudio Carelli
Specialist Caricabatterie portatile
aggiornato il 10 giugno 2018
1 utenti hanno trovato utile questa guida
1 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Batteria esterna notebook è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Giugno 2018.

Volete ricaricare il vostro notebook in mobilità, stando tranquilli dell’eventuale consumo energetico che questo richiede, senza quindi ricorrere al collegamento ad una presa di corrente? Non si tratta di una fantasia, ma è possibile sfruttando una batteria esterna notebook e un computer portatile di nuova generazione compatibile con i recenti standard energetici. Scoprite di seguito di cosa si tratta.

Batteria esterna notebook quale comprare

Quanto sono noiosi questi computer portatili che, eseguendo sistemi operativi pesanti come Windows o macOS, si scaricano facilmente? È normale, purtroppo, ma la nostra vita si sposta sempre di più verso l’utilizzo in mobilità, e non avere un notebook con una batteria di nuova generazione in grado di raggiungere le 10-12 ore di utilizzo ci impedisce di uscire al mattino col nostro PC con la certezza che arriveremo fino a prima di ora di cena. Purtroppo anche i notebook con la migliore autonomia oltretutto nel tempo subiscono il deterioramento delle celle interne della batteria, vuoi anche per programmi killer che richiedono un’energia disumana – vedi Google Chrome, eseguito praticamente per tutto il giorno su tutti i PC.

Sostituire la batteria interna del proprio notebook non è spesso la soluzione adatta. proprio perché sono i consumi eccessivi il problema, e non i moduli batteria presenti nei portatili. Ecco quindi la necessità di un dispositivo esterno, indipendente, per ricaricare il proprio PC quando abbiamo la stretta necessità di non avere il pensiero di trovare una presa di corrente – potrebbe accadere in qualche aula dell’università, sui mezzi di trasporto, durante una fiera e simili. Ma dove è possibile trovare una batteria esterna notebook?

Iniziamo con una spiegazione che parte da un limite tecnico: per essere ricaricato in mobilità, un notebook ha bisogno che disponga dello standard USB Type-C e che sfrutti il suddetto per l’alimentazione. Sì, perché solo i PC portatili che hanno raggiunto la necessità di avere 5 Volt e 3 Ampere in ingresso possono essere alimentati tramite una batteria esterna: per tutti gli altri è necessario dotarsi di soluzioni differenti, come trasformatori da auto o batterie cinesi decisamente poco affidabili, poiché la potenza elettrica richiesta dai notebook prodotta fino a qualche mese fa è troppo elevata.

Siete dotati di un MacBook, un MacBook Pro, un Chromebook Pixel o qualsiasi altro notebook (o grande tablet con tastiera che sia) dotato di ingresso Type-C e volete scoprire come alimentarlo direttamente durante gli spostamenti e lontani da una presa? Ottimo, siete nel posto giusto, ve la caverete con pochi euro. Per tutti gli altri notebook ci sono delle piccole alternative, non propriamente economiche, ma adatte a chi davvero non può fare a meno di avere il proprio notebook o, in generale, una vera e propria presa di corrente portabile alla quale connettere alimentatori, prese multiple e, di conseguenza, quello che volete – anche elettrodomestici e simili, se ne sentite la necessità.

I modelli presenti nella categoria batteria esterna notebook sul mercato non sono affatto tanti. Vi indicheremo solo i migliori, ovvero quelli che sfruttano la porta Type-C o la presa di corrente al massimo, offrendo una buona efficienza, ricariche al massimo della velocità attualmente sul mercato e affidabilità. Non vi lanciate all’acquisto azzardato di un caricabatterie portatile qualsiasi, poiché sono pochi quelli che possono seriamente mantenere accesi e ricaricare un dispositivo USB Type-C.

Vinsic QC 3.0 20000mah

Se state cercando una via di mezzo all’efficienza e alla convenienza, allora c’è un altro prodotto che potrebbe fare al caso vostro: la nuovissima Vinsic QC 3.0 20000mah. Questo è l’ultimo prodotto di Vinsic, un produttore che da anni si focalizza sulle batterie esterne dotate di caratteristiche particolare.

Dal punto di vista fisico questa si presenta con un corpo sicuramente molto compatto, almeno per la sua capacità generosa da 20000mah. In uno spessore di soli due centimetri troviamo una serie di celle e di circuiti in grado di erogare, tramite una porta USB Type-C presente sul bordo inferiore, fino a 3 Ampere a 5 Volt, sufficienti per alimentare i dispositivi come i notebook o gli ibridi di nuova generazione. Sempre sullo stesso lato la Vinsic offre inoltre una porta USB 3.0 compatibile con gli standard Qualcomm Quick Charge 3.0, una secondaria in grado di raggiungere fino ai canonici 2.4 Ampere e una micro USB per la ricarica delle celle. Questa raggiunge i 2.4 Ampere, e consente di ricaricare il prodotto in una decina di ore, sebbene sia comunque possibile di utilizzare la porta USB Type-C anche in input.

In dotazione non troviamo altro che un cavo micro USB, ed è quindi necessario abbinare eventuali altri cavetti esterni, ma tale assenza è compensata da un piccolo display LED, tipico dei prodotti Vinsic, che mostra in percentuale la carica residua della batteria esterna notebook.

Puoi acquistare Vinsic QC 3.0 20000mah su Amazon.

Vinsic QC 3.0 20000mah
Prezzo consigliato: € 39.99Prezzo: € 29.99

RAVPower 20100mah con Quick Charge 3.0

Se volete una garanzia assoluta, la batteria esterna che dovrete acquistare è senza ombra di dubbio RAVPower 20100mah con Quick Charge 3.0. È grande più o meno quanto un hard disk esterno (quindi sì, grande ma neanche troppo) ma anche sicuramente la batteria esterna Type-C più efficiente ed adatta alla ricarica in mobilità. Dispone di ben 20100 mah da sfruttare in movimento.

Dal punto di vista energetico questa può essere sfruttata al meglio tramite tre porte, tutte distinte fra di loro: la prima è una USB iSmart da 2.4 Ampere massimi, la seconda è una USB compatibile con la Quick Charge 3.0 (2.4 Ampere massimi) e la terza è una USB Type-C di nuova generazione, la quale consente di ricaricare in mobilità tutti i nuovi Ultrabook dotati di tale porta senza il minimo problema, garantendo un’uscita a 5 Volt / 3 Ampere.

Grazie al supporto di ricarica Quick Charge 3.0, questa batteria esterna si ricarica in circa 5 ore, sfruttando un cavo tradizionale micro USB. Se siete quindi utenti che non hanno tanto tempo a disposizione e vogliono portarsi anche due ore circa 10000 mah, allora è questo il prodotto che dovete scegliere. Inutile sottolineare che se vi serve una batteria esterna 20000mah per Ultrabook, allora è il prodotto adatto. In dotazione esso arriva con una custodia per il trasporto e due cavi micro USB.

Nota bene: in dotazione in questo caso non troviamo cavi USB Type-C doppi (ma due cavi micro USB) perché la batteria si ricarica via micro USB, quindi dovrete sfruttare un cavo che avete già oppure acquistarne uno nuovo (vedi capitolo accessori in basso). Senza ombra di dubbio siamo di fronte alla batteria esterna notebook per tenere in alimentazione il dispositivo in ogni circostanza di emergenza e senza spendere un occhio della testa.

Puoi acquistare RAVPower 20100mah con Quick Charge 3.0 su Amazon.

RAVPower 20100mah con Quick Charge 3.0
Prezzo consigliato: € 39.99Prezzo: € 39.99

RAVPower 20100mah AC

Arriviamo ai prodotti della sezione batteria esterna notebook che fanno “sul serio”, adatti praticamente per tutti i tipi di notebook, siano essi dotati di USB Type-C – potreste accontentarvi dei modelli precedenti oggettivamente -, siano essi dotati di un connettore proprietario o uno su standard DC classico. Il primo di questi è RAVPower 20100mah AC, un prodotto unico nel suo genere a partire dal design. Questo ricorda, in tutto e per tutto, quello utilizzato da Apple sui suoi Time Capsule, dispositivi completamente differenti in termini di utilizzo: si tratta di un parallelepipedo esteso particolarmente in altezza, con faccia superiore tendente al quadrato, ma con i bordi estremamente arrotondati.

Facile da impugnare e da trasportare, grazie anche al pratico sacchettino protettivo, questa batteria esterna mette a disposizione sul lato superiore, oltre ad una USB classica da 2.4 Ampere e una USB Type-C fino a 3 Ampere per 5 Volt, anche una vera e propria presa di corrente, nascosta da un apposito portellino. Qui è possibile collegare tutti i dispositivi che vogliamo e, nel nostro caso specifico, l’alimentatore di un notebook. La presa è a tre pin, ma è in grado di accogliere sia le prese tedesche, sia quelle italiane che quelle inglesi. In dotazione è presente inoltre un economico adattatore tramite la quale è possibile inserire davvero tutte le prese del mondo.

Ma quanta autonomia è possibile portare con sé? Difficile rispondere a questa domanda, visto che i consumi dei notebook sono decisamente variabili in base ai modelli. Vi basti però sapere che l’output energetico è da 65 Watt, quindi decisamente consono per mettere in ricarica tutti i tipi di PC o tablet ibridi portatili, mentre le celle hanno una capacità massima di 20100mah nominale che, se dati tutti singolarmente ad un notebook, potrebbero essere un ottimo numero per arrivare sempre a fine giornata lontani da una presa con un ovvia attenzione ai consumi del dispositivo tramite le varie modalità di risparmio energetico. Ovviamente per ricaricarla è presente anche un ingresso DC, nel quale è necessario inserire l’alimentatore fornito in dotazione – il tempo di ricarica ammonta, sulla carta, a 4 ore. Sempre in dotazione troviamo inoltre un grande astuccio per conservare il tutto magari in valigia, e due cavetti a trama piatta purtroppo solo micro USB. Tale astuccio è decisamente ben strutturato e organizzato, molto pratico per chi vuole riporre al suo interno anche altri prodotti.

RAVPower 20100mah AC è venduta ad un prezzo sicuramente importante, sebbene sia da considerare che con un prodotto del genere è anche evitabile acquistare altri powerbank, qualora foste sempre in grado di portare con voi uno zainetto o un borsello col quale trasportare il dispositivo, sicuramente più grande e impegnativo rispetto alle batterie esterne classiche – 20,1 x 18,3 x 8,9 cm, per 1,2 Kg di peso con tutti gli accessori e la custodia esterna. Se volete approfondire vi rimandiamo alla nostra recensione di RAVPower 20100mah AC. Se volete una buona batteria esterna notebook dal prezzo non alle stelle, sceglietela!

Puoi acquistare RAVPower 20100mah AC su Amazon.

RAVPower 20100mah AC
Prezzo consigliato: € 99.99Prezzo: € 99.99

RAVPower 27000mah AC

Facciamo che volete esagerare; che siete arrivati fino a qui proprio perché state cercando il massimo da portare con voi, magari perché siete delle persone che viaggiano frequentemente e che vogliono un punto di riferimento unico per alimentare notebook e anche altri dispositivi lontani da una presa. Il dispositivo su cui puntare in questo caso è RAVPower 27000mah AC, un prodotto unico nel suo genere. Esteriormente potrebbe sembrare una batteria esterna normalissima, eppure è più grande – 26 x 20,6 x 6,2 cm, per un peso di ben 1.7 Kg. Non si tratta di un powerbank da tenere in tasca quindi, ma di un vero e proprio alimentatore che dispone di ben tre porte USB sul lato (due classiche, una USB Type-C), nonché di un ingresso per prese europee al quale collegare eventuali alimentatori di notebook non Type-C, piuttosto che qualsiasi altra cosa vogliate.

All’interno sono presenti delle celle che raggiungono la capacità massima di ben 27000mah, quindi è davvero ampia e adatta all’utilizzo in viaggio per ricaricare davvero tutto quello che volete. L’output è oltretutto da ben 100 Watt, consentendo l’alimentazione anche di periferiche con un certo consumo. Le porte sul lato sono USB classiche e permettono un output fino a 2.4 Ampere, oppure Type-C, con profilo 5 Volt / 3 Ampere. Sempre sul lato è possibile scorgere un ingresso DC per l’alimentazione tramite un alimentatore fornito in dotazione. Alla presa è invece possibile collegare anche un adattatore universale, fornito in dotazione con custodia, due cavi micro USB (niente Type-C). Per verificare lo stato di carica residua, vista l’ampia capacità, sono disponibili otto LED frontali anziché quattro.

Accessori: occorrente necessario per una batteria esterna notebook

Le batterie esterne, per funzionare al meglio, hanno bisogno di accessori. Spesso si sottovaluta questo punto, ma non c’è alcun motivo al mondo per farlo. Non usare tutta la componentistica adatta implica non sfruttare al meglio dalla propria batteria.

Vediamo quindi brevemente cosa di certo non può mancare utilizzando una batteria esterna notebook:

  • Dei buoni cavi Type-C
  • Un buon caricabatterie da presa

Le batterie esterne mettono a disposizione almeno un cavetto micro USB di media fattura per ricaricare i vostri dispositivi. C’è però da constatare una cosa: se vi serve ricaricare un notebook, sicuramente ne avete già uno USB Type-C fornito col vostro dispositivo che volete ricaricare. Nonostante ciò, comunque, è nettamente più comodo averne un altro da tenere sempre con la batteria esterna da portare in giro. Per far fronte a ciò quindi, se non disponete di cavetti addizionali e ne volete più di uno rispetto a quello fornito con la vostra batteria esterna (verificatelo in base ai modelli riportati qui su), vi consigliamo l’acquisto di un buon cavo Type-C per la ricarica del vostro notebook: vedi ad esempio l’Aukey USB Type-C / Type- C.

Superato lo scoglio dei cavi, passiamo al secondo più importante, ovvero il caricabatterie da presa. Se volete ricaricare in tempi umani la vostra batteria esterna, dovete averne uno che dispone almeno di un output da 2 Ampere. Potrebbe andare benissimo il caricabatterie fornito in dotazione col vostro tablet o col vostro smartphone ovviamente, ma è chiaro che se di sera volete ricaricare sia il dispositivo in questione e sia la batteria esterna, con una sola porta USB alla presa non potete farlo. Per questo motivo vi invitiamo caldamente ad acquistarne uno secondario o uno doppio in grado di ripristinare la carica di entrambi in contemporanea. A tal proposito vi rimandiamo alla nostra guida dedicata al miglior caricatore USB, sempre aggiornata con i migliori prodotti, raccomandandovi di sceglierne uno dotato di porta USB Type-C qualora sceglieste la iVoler (sfrutta USB Type-C per la ricarica), oppure uno tradizionale se scegliete la RAVPower (sfrutta micro USB per la ricarica).

Vi segnaliamo, infine, che per qualsiasi dubbio potete utilizzare il box dei commenti sottostante; saremo lieti di aiutarvi e rispondervi tempestivamente!

1 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.