Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Batteria esterna Lightning: una fantasia difficile, ma possibile

Batteria esterna Lightning: una fantasia difficile, ma possibile

di Claudio Carelli
Specialist Caricabatterie portatile
aggiornato il 23 agosto 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Batteria esterna Lightning è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Settembre 2019.

Vi siete mai chiesti come mai le batterie esterne siano quasi tutte prettamente micro USB? Volete provare qualche altra soluzione per ricaricare il vostro iPhone tramite il classico connettore Lightning, adottato da Apple ormai da anni? Scopriamo in questa guida cos’è una batteria esterna Lightning. Proviamo a chiarire tutti i vostri dubbi, vedendo poi di seguito quali sono i prodotti su cui fare affidamento se cercate una soluzione di ricarica dotata di connettore Lightning.

Batteria esterna Lightning: quale comprare

Sicuramente, se siete all’interno di questa guida, avete un dispositivo Apple e quasi sicuramente un iPhone. Come avrete notato, l’industria vuole spingervi all’acquisto di batterie esterne tutte dotate di porte USB e di cavetti micro USB, e questi non sono compatibili con nessun dispositivo Apple. E quindi, cosa fare, oltre che acquistare un buon cavetto Lightning compatibile oppure un adattatore micro USB / Lightning per poter sfruttare qualsiasi cavo micro USB? Semplice, ci si domanda sull’ipotetica esistenza di batterie esterne che abbiano di base un connettore Lightning. Esistono? Sì, non temete. Le batterie esterne Lightning vanno appunto incontro a chi vuole rimanere nel piccolo parco della casa Apple, sfruttando solo il connettore che l’azienda ha realizzato. C’è però da specificare che, visto che le batterie esterne sono periferiche dotate sia di input che di output, il connettore in questione potrebbe essere coinvolto in entrambi i versi.

Ma procediamo con ordine e vediamo quali sono i criteri selettivi nella scelta di una batteria esterna Lightning.

Connettore

Come abbiamo detto la prima cosa quando si parla di “Lightning”, essendo un connettore molto specifico e purtroppo non in grado di fare sia da input che da output, è capire che cosa state cercando quando chiedete una “batteria esterna Lightning”. I casi sono due appunto: Lightning come ingresso per non usare cavetti diversi rispetto a quello del vostro dispositivo iOS, oppure in uscita per non avere altri cavetti di intralcio.

Nel primo caso, ovvero in input, il connettore Lightning funge da ingresso e serve a non utilizzare cavi micro USB o Type-C per rifocillare la batteria esterna, bensì solo quello del vostro dispositivo Apple. Nel secondo caso invece, la batteria dispone di connettore Lightning integrato e quindi in output, consentendovi di evitare di portare con voi dei cavetti supplementari. Ma quale strada scegliere? Questo dipende da voi.

C’è da specificare che, benché nella guida abbiamo incluso soluzioni di entrambi i tipi, il settore si sta discostando molto dall’utilizzo del Lightning in ingresso visto che offre davvero molti pochi vantaggi dal punto di vista energetico. Sono (e saranno) molte più le batterie esterne che montano un cavetto Lightning integrato per chi vuole soluzioni smart e poco intralcianti. Ne abbiamo svariate in questa guida.

Capacità

Il secondo criterio selettivo base è invece la capacità della batteria. Essa si esprime in mAh e maggiore è il valore che accompagna le powerbank, più sarà elevata la sua capacità e quindi la possibilità di rifocillare più dispositivi. La capacità per una batteria esterna Lightning è da legare strettamente ad una cosa: il dispositivo da ricaricare. Sì, perché il connettore Lightning è presente praticamente su tutti i dispositivi mobili di casa Apple: dovete ricaricare un semplice iPhone o iPod Touch, oppure vi imbarcate nella più dispendiosa esigenza di ricaricare un iPad? E se è un iPad, è Mini, classico o Pro?

La differenza la fa il dispositivo, in stretta correlazione con quante volte volete ricaricarlo prima di voler andare alla presa. Logico che, se avete un iPhone, per avere un apio di cariche vi basterà scegliere una batteria esterna Lightning anche piccolina; non si può dire lo stesso per un iPad da 10″, che ha una batteria interna anche il triplo più grande di una batteria di uno smartphone classico; in questo caso difficilmente potrete puntare su prodotti dalla capacità più bassa di 20.000mAh. C’è inoltre un’altra casistica, ovvero quella mista: è se steste cercando una batteria esterna Lightning proprio sia per iPad che per iPhone, nonché per tutti gli altri accessori che avete? Anche in questo caso inevitabile è suggerirvi i modelli con capacità più alta.

In questa guida abbiamo selezionato svariati prodotti proprio per accontentare un po’ tutte le esigenze più  specifiche. Se state cercando qualcosa solo e soltanto per iPhone vi invitiamo a dare direttamente un’occhiata alla nostra guida dedicata alla batteria esterna iPhone.

Velocità di carica

Altro criterio per la selezione di una batteria esterna Lightning è sicuramente la velocità di carica. Sì, perché dall’arrivo di iPhone 8 o di iPad Pro, dovete sapere che Apple ha messo a disposizione un sistema di ricarica rapida per i propri dispositivi – gli iPhone, non essendo venduti con un caricatore compatibile in dotazione, non sono spesso considerati dagli utenti capaci di ricaricarsi in modo rapido, ma la possibilità c’è. Il tutto viene impiegato da una tecnologia di ricarica rapida proprietaria che la casa della mela morsicata ha realizzato sfruttando lo standard Power Delibery, il quale sfruttando una USB Type-C 3.1 riesce ad erogare oltre i 3 Ampere, consentendo ai dispositivi di rifocillarsi in molto meno tempo rispetto al normale (per intenderci, il 50% di carica di un iPhone in soli 30 minuti di collegamento). Per abilitare tale ricarica è però necessario, oltre che sfruttare un caricatore da muro Power Delivery, anche il cavo USB Type-C / Lightning sviluppato da Apple, replicato fortunatamente anche da case di terze parti mediante l’autorizzazione e il riconoscimento ufficiale del supporto.

Tutti gli altri dispositivi precedenti non dispongono di tale supporto, pertanto impiegano giusto la ricarica ad 1 Ampere per gli iPhone, oppure a 2.1 Ampere per iPad. Se siete dotati di un dispositivo Apple di nuova generazione o pensate di comprarne altri in un futuro non troppo prossimo, allora vi suggeriamo di prediligere una batteria esterna Lightning che supporti la ricarica rapida di casa Apple. Diversamente, se avete solo prodotti Lightning datati ma comunque perfettamente funzionanti, allora vi consigliamo di non spendere troppo e puntare a prodotti più economici.

All’interno di questa guida abbiamo selezionato per voi prodotti in grado di andare incontro sia alla “vecchia utenza” di casa Apple, e sia a “quella nuova”, solitamente allo scuro di disporre di uno smartphone in grado di ricaricarsi rapidamente.

Velocità di ricarica

Doveroso considerare anche la velocità di ricarica della batteria esterna Lightning stessa. Quanto tempo avete a disposizione solitamente affinché questa sia carica? Questa è la domanda a cui dovete rispondere. Se non avete fretta e volete ricaricare la batteria esterna ad un caricabatterie USB (inevitabilmente uno secondario rispetto a quello fornito in dotazione col vostro iPhone, magari se avete un iPad potete usare quello e alternarlo) durante la notte, allora potete optare anche per i modelli di capacità più elevata. Diversamente, se vi serve il minimo della carica ma nel minor tempo possibile, allora optate per il modello meno capiente e più piccolo. L’ideale fra le due cose se non avete le idee chiare e volete sia un prodotto portatile che funzionale è optare per la via di mezzo: una batteria esterna da 10.000mAh mediamente impiega, se ricaricata con un caricatore USB adatto, circa 4 ore per ritornare al 100%, mentre si sale o si scende scegliendo tagli superiori o inferiori.

All’interno della guida troverete batterie esterne Lightning che vanno incontro un po’ a tutte le esigenze. Tenete in considerazione però che abbiamo escluso completamente quelle che necessitano davvero di tanto, troppo tempo per essere ricaricate (più di una notte per intenderci).

Dimensioni e peso

Ultimo elemento da considerare sono le dimensioni e il peso. Spesso le batterie esterne vengono viste come un impedimento soprattutto fisico, poiché difficili da portare a causa delle dimensioni e del relativo peso che sì, volente o nolente in borsa o in tasca si sente. A tal proposito è doveroso fare delle scelte e pesare di che capacità optare la propria batteria esterna Lightning soprattutto in base a quanto siete disposti a portare quotidianamente in termini di grammi e centimetri sempre con voi: inutile ambire ai 20.000mAh se non volete 200-300 grammi da trasportare sempre insieme al vostro iPhone o iPad. Diversamente, se non è il modo di conservare e trasportare la carica ciò che vi preoccupa perché siete utilizzatori frequenti di zainetti, borse ventiquattrore e simili, allora potete optare anche per i modelli di fascia più alta.

 

Giunti a questo punto quindi, approfondiamo su quali sono i modelli di batteria esterna Lightning da scegliere. Tenete in considerazione che i prodotti di seguito sono disposti in ordine crescente di prezzo per andare incontro a tutte le fasce. Verso la fine della guida trovate inoltre il cavetto USB-C / Lightning che vi consente di abilitare la ricarica rapida sui vostri dispositivi.

Batteria esterna Lightning: i migliori modelli

iWalk DBL3300 Lightning

Iniziamo la nostra guida alla ricerca della batteria esterna Lightning con un prodotto sicuramente molto particolare. Fate parte di quegli utenti Apple che non vogliono assolutamente ingombri? Bene, sebbene il rapporto capacità / prezzo non sia de migliori, iWalk DBL3300 Lightning è la soluzione più pratica. Questa non è altro che una piccola batteria esterna da 3300mAh in grado di ricaricare fino ad un massimo di una volta iPhone, oppure di assicurare che un iPad si riaccenda per svolgere qualche attività urgente. Il tutto si semplifica in un prodotto in policarbonato a forma cilindrica, con un connettore Lightning sul centro. Questo, inserito all’interno del dispositivo Apple, avvia la carica non ingombrando con alcun tipo di cavo. Ovviamente è necessario che non abbiate cover particolarmente ingombranti per usarlo.

Puoi acquistare iWalk DBL3300 Lightning su Amazon o se preferisci su eBay

iWalk 10000mAh SBS100C

Procediamo la nostra ricerca alla migliore batteria esterna Lightning con un modello che “fa sul serio. Se siete degli amanti della casa di Cupertino allora i prodotti estremamente curati sono quelli che fanno al caso vostro. Troviamo infatti iWalk 10000mAh SBS100C, prodotto abbastanza nuovo che aggredisce la categoria con un prezzo piuttosto intrigante. Esteticamente sì, non è altro che una batteria esterna, anche se molto piccola e con una trama nella scocca di plastica davvero molto piacevole alla vista. Le dimensioni sono decisamente contenute in termini di larghezza, ma importanti per quanto riguarda lo spessore: è la batteria sicuramente più adatta ad essere portata in tasca o in un borsello, e non tanto sovrapposta al proprio iPhone mentre si cammina. La caratteristica dello spessore – che poi è circoscritto nelle dimensioni 10,5 x 6,2 x 2,4 cm, per un peso di circa 200 grammi – è comunque in realtà un punto a favore della iWalk 10000mAh SBS100C: la placca dorata che si trova nella zona centrale del corpo, che può essere bianco o nero, è estraibile verso l’esterno mostrando così un vero e proprio kickstand per il proprio iPhone. Incastonato al suo interno, magari messo in posizione orizzontale, è possibile guardare video e intrattenersi durante i lunghi tragitti in treno, oppure semplicemente a letto.

L’altra caratteristica che rende questa batteria esterna iPhone molto appetibile è la disponibilità di due cavetti integrati. Proprio così: capovolgendo il prodotto è possibile scorgere, sul retro, due cavetti paralleli incastonati lunghi per tutto il corpo del powerbank. Questi sono uno USB Type-C, quindi adatto a tutti i dispositivi non-Apple di nuova generazione, e uno micro USB ma dotato di adattatore Lightning per la ricarica di iPhone. Non è dunque necessario acquistare cavetti ulteriori per ricaricare il proprio dispositivo, bensì semplicemente usare ciò che viene fornito in dotazione – non manca anche un cavo corto classico USB-Type-C per la ricarica della batteria tramite caricabatterie da presa classico. Le porte normali sono comunque presenti: la USB-C si può usare come ingresso e uscita e dispone dello standard Power Delivery, ma non mancano una USB full size e una micro USB. L’output su porta massimo è pari a 2.4 Ampere sulle USB classiche, fino a 3 Ampere su quella Type-C. Il prodotto finale è qualcosa di particolarmente adatto ai viaggi e per chi cerca una unica soluzione smart.

Puoi acquistare iWalk 10000mAh SBS100C su Amazon o se preferisci su eBay

iWalk 20000mAh SBS200Q

Raggiungiamo la vetta della guida dedicata alla migliore batteria esterna Lightning incontrando un prodotto leggermente superiore rispetto a quello visto più su: ecco la nuova iWalk 20000mAh SBS200Q, batteria esterna dotata di un design estremamente curato e dotato di interessantissime peculiarità. Se avete dato un’occhiata alla iWalk che vi abbiamo suggerito poco più su, ci siete: siamo di fronte ad una batteria dotata di cavetti integrati, uno Type-C e uno micro USB, dotato in aggiunta anche di un adattatore Lightning per il secondo citato. Oltre a questo, il corpo costituito di policarbonato bianco con una trama zigrinata davvero carina, dispone di un inserto dorato estraibile che, ribaltato, consente di avere sempre a disposizione un kickstand per gli smartphone, così da poter guardare video sfruttando un piano di appoggio senza utilizzare le mani. I cavi integrati sono adatti a ricaricare all’atto pratico tutti i dispositivi telefonici in commercio, ma qualora aveste dei connettori particolari come quelli per gli smartwatch non temete: sul lato corto inferiore sono comunque presenti tre porte USB: una USB classica, una micro USB per la ricarica e una Type-C in grado di fare sia da in che da out, compatibile oltretutto con lo standard Power Delivery. Tramite quest’ultimo potete ricaricare tutti i dispositivi dotati di ricarica rapida che sfruttano tale standard, inclusi gli iPhone (se usate il cavo Type-C / Lightning di Apple).

Le dimensioni e il peso non sono contenutissimi come quelli di una batteria da 10.000mAh – ovvero 6,2 x 2,4 x 17 cm, per 375 grammi -, ma tendenzialmente ci fate il doppio delle ricariche. Se volete puntare su un prodotto unico nel suo genere e che sia in grado di ricaricare circa quattro volte il vostro dispositivo top di gamma, o anche di più se non avete un telefono scintillante con una batteria immensa. Le porte sono in grado di erogare fino a 2.4 Ampere per quelle classiche e fino a 3 Ampere per quella Type-C, che consente di ricaricare la suddetta batteria esterna col giusto caricabatterie da presa compatibile con lo standard PD in sole 6 ore. Insomma una scelta niente male, ad un prezzo tutto sommato più che ragionevole.

Puoi acquistare iWalk 20000mAh SBS200Q su Amazon o se preferisci su eBay

Accessori: occorrente necessario per una batteria esterna Lightning

Come tutti i powerbank, anche le batterie esterne Lightning necessitano di alcuni accessori. Questo aspetto viene spesso sottovalutato, comportando non pochi problemi nell’utilizzo quotidiano della batteria esterna, come rallentamenti nella ricarica dei dispositivi e problemi a portare con sé il quantitativo di energia sufficiente.

Dunque di cosa ha bisogno la propria batteria esterna Lightning per operare al meglio? Vediamolo di seguito:

  • Buoni cavi micro USB, USB Type-C e soprattutto Lightning
  • Un buon caricabatterie USB da presa

Le batterie esterne prevedono solitamente in dotazione almeno un cavetto microUSB dalla fattura discreta per ricaricare i vostri dispositivi. C’è però da dire che, soprattutto in merito al Lightning, col cavetto micro USB ci fate ben poco; o meglio, ci ricaricate tuttalpiù solo la batteria esterna Lightning in sé, che di solito ha sempre e comunque un ingresso micro USB. Ma per chi vuole portare con sé cavetti aggiuntivi per ricaricare i propri dispositivi Apple? O chi vuole sfruttare anche un cavo USB Type-C di nuova generazione per qualche device secondario? Vi suggeriamo noi su quali cavetti puntare, niente paura.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Cavo Lightning

Visto che di batteria esterna Lightning si parla, non possiamo che innanzitutto suggerirvi qualche cavetto proprio con questo tipo di connettore. Se volete acquistarne altri per utilizzo multiplo, anche perché il vostro cavetto originale si sta rovinando e inizia ad avere problemi di disconnessione (succederà, fidatevi), allora date un’occhiata al modello Syncwire che abbiamo selezionato per voi di seguito.

Inoltre, come già detto, se avete uno degli ultimi dispositivi Apple dall’iPhone X in poi e volete sfruttare la funzione di ricarica rapida certificata da Apple, potete acquistare anche il cavetto Lightning / USB-C prodotto da Apple stessa. Tale tecnologia di ricarica, che sfrutta lo standard Power Delivery, non è neanche ottenibile sfruttando il classico alimentatore da presa che Apple mette in dotazione con i propri smartphone; qualora voleste approfondire vi invitiamo a consultare la nostra guida sui migliori caricabatterie da presa USB. Se il prezzo vi sembra caro, vi invitiamo a dare un’occhiata all’alternativa Anker certificata Lightning / USB-C.

Puoi acquistare Cavo Lightning su Amazon. In alternativa Cavo Lightning è disponibile nelle varianti USB-C / Lightning Apple (ricarica rapida) o nella variante USB-C / Lightning Anker (ricarica rapida).

Cavo micro USB

Benché il Lightning possa rappresentare un connettore interessante per chi dispone di dispositivi Apple, il micro USB è ancora un grande pilastro se si tratta di ricarica powerbank. Se volete acquistarne uno o più modelli in bundle, in grado di durare nel tempo e di ricaricare al massimo della velocità i vostri dispositivi, allora date un’occhiata ai vari pacchetti che abbiamo selezionato per voi di seguito, considerando che, soprattutto per i pacchi multipli più ampi, è possibile risparmiare davvero un bel po’. Optando per i modelli rivestiti in nylon avrete inoltre una garanzia in più in termini di durabilità.

Puoi acquistare Cavo micro USB su Amazon. In alternativa Cavo micro USB è disponibile nelle varianti Pacco da 2 in nylon o nella variante Pacco da 5.

Cavo USB Type-C

Se infine vi serve anche acquistare un cavo USB Type-C, la nuova tipologia di connettore reversibile proprio come il Lightning e ormai disponibile su tutte le batterie esterne recenti, date un’occhiata ai modelli che abbiamo selezionato per voi di seguito. Attenzione però: ricordate che il cavo USB Type-A (il classico grande connettore che conosciamo da quando è arrivato sui primi PC) non permette di sfruttare lo standard di ricarica Power Delivery che, nella maggior parte dei casi, viene scelto dai produttori per ricaricare velocemente sia i powerbank, sia i dispositivi. Per sfruttare tale tecnologia è necessario optare per un doppio cavo USB Type-C, che trovate sempre di seguito proprio a vostra disposizione.

In alternativa Cavo USB Type-C è disponibile nelle varianti Pacco da 3 o nella variante Doppia USB Type-C.

Caricabatterie USB

Capito tutto ciò che c’era da approfondire sui modelli di cavetti da acquistare, passiamo al secondo elemento della nostra lista di accessori necessari: il caricabatterie da presa. Se volete ricaricare la vostra batteria esterna Lightning con tempi ridotti, dovete avere un caricatore da presa che disponga almeno di un output da 2 Ampere. Potrebbe andare bene anche il caricabatterie fornito in dotazione con uno dei vostri dispositivi (verificate appunto il relativo profilo energetico scritto sicuramente lungo il corpo del caricabatterie), ma è anche vero che con una sola porta USB, sarete in un certo senso limitati dal poter caricare un solo prodotto per volta.

Per questo motivo vi invitiamo caldamente ad acquistarne uno secondario o uno doppio in grado di ripristinare la carica di entrambi in contemporanea. Per questo motivo vi rimandiamo alla nostra guida dedicata al miglior caricatore USB per tutte le esigenze sempre aggiornata con i migliori prodotti. Vi raccomandiamo, a monte, di sceglierne uno dotato di almeno una porta USB Type-C, visto che ormai tenderà a sostituire quella classica.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.