Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Miglior tablet dual boot: quando un solo OS non basta

Miglior tablet dual boot: quando un solo OS non basta

di Giovanni Mattei
Specialist Miglior tablet
aggiornato il 4 maggio 2020
6437 utenti hanno trovato utile questa guida

Amazon ama gli studenti: avete infatti 10€ a disposizione sul prossimo acquisto se attivate il servizio Amazon Prime Students. Questo mette a disposizione tutti i vantaggi di Amazon Prime, ma alla metà del prezzo solo se siete studenti. Fino al 31 luglio potete approfittare per attivare il servizio, in prova gratuita per ben 90 giorni di tempo, e sfruttare il codice “STUDENT10” che andrà a scontare il vostro primo ordine con Prime attivo di ben 10€. Che state aspettando? Potete avere maggiori informazioni e aderire all’offerta alla seguente pagina Amazon dedicata.

N.B. La guida Miglior tablet dual boot è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Luglio 2020.

In questo articolo parliamo dei miglior tablet dual boot. L’obiettivo è offrivi una panoramica completa dei diversi tablet con supporto al dual boot in modo da aiutarvi nella scelta del prodotto che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Miglior tablet dual boot: quale comprare

La guida sui miglior tablet dual boot va ad offrire una soluzione alla crescente domanda di chi è alla ricerca di un prodotto estremamente duttile. Chi fosse a digiuno di termini informatici, il dual boot fa riferimento alla possibilità di sfruttare l’avvio non simultaneo di due sistemi operativi diversi, o identici nel caso di testing. La pratica era estremamente comune alcuni anni fa, prima dell’arrivo dei classici software di virtualizzazione come Parallels e compagnia cantante, sia su desktop che su notebook. Da qualche anno a questa parte la possibilità di affiancare due sistemi operativi è stata abbracciata anche da dispositivi che normalmente offrivano solo un solo OS.

Stiamo ovviamente parlando dei tablet, dispositivi mobile che ormai riempiono le nostre case e che ci accompagnano nella visione di contenuti multimediali oppure nello svolgimento di attività in movimento. In questa guida sui miglior tablet dual boot andremo a vedere quali sono i tablet che offrono questo tipo di feature. Come avremo modo di scoprire è sempre presente un sistema operativo principale: Windows 10.

Il secondo è quasi sempre Android, alcune volte nella forma di versioni alquanto vecchiotte. Quali sono i vantaggi di scegliere uno di questi prodotti? Ovviamente la possibilità di saltare con estrema facilità da un OS all’altro, in piena tranquillità. Ma quali sono i criteri di selezione che abbiamo seguito per creare questa guida?

Display

La qualità del display continua ad essere un elemento cruciale per la scelta di un dispositivo del genere. Dal nostro punto di vista non valutiamo positivamente prodotti con un pannello la cui risoluzione sia inferiore al Full HD. Indipendentemente dal tipo di utilizzo che se ne fa, un tablet con un display a bassa risoluzione risulta essere fuori luogo, soprattutto adesso che ogni contenuto in rete è disponibile ad alta risoluzione. Il Full HD risulta essere la scelta più adatto a chi vuole spendere poco e non ha la necessità di avere a disposizione un display ad alta risoluzione. Di contro, se hai un bel gruzzoletto da parte, nella guida troverai tablet con risoluzioni molto superiori al Full HD. In questo caso avrai fra le mani il miglior tablet dual boot anche per la visione di contenuti multimediali.

Prestazioni

Uno degli aspetti più importanti per un tablet dual boot è certamente legato alle prestazioni. Ovviamente qui non ci ritroviamo nella situazione di avviare contemporaneamente due OS – come magari può avvenire su un normale computer -, ma un comparto hardware prestante può fare la differenza. Il nostro metodo di selezione dà la giusta importanza alla scheda tecnica ed infatti non consideriamo mai tablet con hardware vecchio di anni, ma non è l’unico aspetto che prendiamo in esame. Alcune volte capita di avere fra le mani un prodotto con un hardware assolutamente valido (almeno sulla carta), per poi andare incontro a lag e impuntamenti.

Forti di ciò, valutiamo il tablet nel suo insieme, ovvero come gestisce il sistema operativo di turno e se costringe in qualche modo l’utente a dover scendere a compromessi durante il suo utilizzo. Tablet con meno di 4 GB di RAM non sono validi per un utilizzo appagante, pertanto troverai anche soluzioni che arrivano ad 8 GB di RAM. Questi sono prodotti pensati per l’utilizzo di applicazioni pesanti e per svolgere task complessi.

Autonomia

L’autonomia è l’ultimo criterio di selezione che abbiamo valutato per ogni tablet dual boot. Indipendentemente dal tipo di utilizzo che si fa di un tablet, per noi è fondamentale avere a disposizione almeno 6 ore di autonomia. Infatti, questo lasso di tempo è ideale per soddisfare le richieste di quasi tutti i tipi di utente. Ovviamente alcuni task più pesanti tendono ad avere un peso maggiore sull’autonomia, ma in definitiva scendere sotto la soglia delle 6 ore significa dipendere troppo dalla presa di corrente. Nel caso in cui 6 ore non fossero abbastanza, puoi trovare tablet dual boot in grado di accompagnarti per più ore lontano dalla presa di corrente.

Approfondiamo ora di seguito i modelli su cui puntare.

Miglior tablet dual boot: la fine di un’era

Se fino a qualche tempo fa i tablet dual boot erano prodotti rari, ma possibili da trovare sul mercato, ormai nel 2020 possiamo proclamare purtroppo tramontata l’epoca dei suddetti. Ricercare al momento il miglior tablet dual boot, con Android e Windows, rappresenta acquistare un prodotto nato con Android 4.4, 5 o nei migliori dei casi, 7.0. Parliamo dunque di prodotti ultradatati, con processori ormai abbandonati dal punto di vista del supporto e con configurazioni di memoria incapaci di eseguire operazioni del genere.

Il perché è presto detto: Android, lato tablet, non ha saputo affatto convincere. C’è inoltre da specificare che chi invece cerca Windows, spesso lo cerca su un prodotto con tastiera, rendendo completamente ormai inutile la necessità di Android. Windows 10 si è ben evoluto, accogliendo una sfilza di applicazioni e di servizi.

A tal proposito dunque vi suggeriamo di intraprendere la scelta di uno dei due sistemi operativi, dando un’occhiata alle nostre guide dedicate:

  • Miglior tablet Android, se cercate un dispositivo economico quasi sempre senza tastiera;
  • Miglior tablet 2 in 1, se cercate un dispositivo ibrido con tastiera pronto a sostituire un notebook per tutte le attività più semplici.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

6437 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.