Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Miglior tablet dual boot: quando un solo OS non basta

Miglior tablet dual boot: quando un solo OS non basta

di Giovanni Mattei
Specialist Miglior tablet
aggiornato il 31 luglio 2018
6436 utenti hanno trovato utile questa guida

Vi segnaliamo l’importante campagna Back to School avviata da Microsoft Italia. Questa, dal 6 settembre al 26 settembre, darà vita a degli interessantissimi sconti dedicati a tablet e notebook, di natura diversa, adatti praticamente a tutte le tipologie di utenti. Potete risparmiare fino a 389€ per Surface Book 2, fino a 472€ per un componente della famiglia Surface Pro o un Surface Laptop. Inoltre, generalmente è presente uno stuzzicante sconto del 30% sui restanti accessori griffati Microsoft. Per sfruttare tali sconti non vi resta che dare un’occhiata alla seguente pagina dedicata al Back to School.

Vi segnaliamo, inoltre, una nuova promozione da parte di eBay dedicata a TV e smartphone. Potete consultare tutti i prodotti in sconto attraverso questa pagina.

N.B. La guida miglior tablet dual boot è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Settembre 2018.

In questo articolo parliamo dei miglior tablet dual boot. L’obiettivo e offrivi una panoramica completa dei diversi tablet con supporto al dual boot in modo da aiutarvi nella scelta del prodotto che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Miglior tablet dual boot quale comprare

La guida sui miglior tablet dual boot va ad offrire una soluzione alla crescente domanda di chi è alla ricerca di un prodotto estremamente duttile. Chi fosse a digiuno di termini informatici – strano a dirsi alla fine del 2016 -, il dual boot fa fondamentalmente riferimento alla possibilità di sfruttare l’avvio non simultaneo di due sistemi operativi diversi, o identici nel caso di testing.

La pratica era estremamente comune alcuni anni fa, prima dell’arrivo dei classici software di virtualizzazione come Parallels e compagnia cantante, sia su desktop che su notebook. Da qualche anno a questa parte, grazie soprattutto ad hardware sempre più potente, la possibilità di affiancare due sistemi operativi è stata abbracciata anche da dispositivi che normalmente offrivano solo un solo OS.

Stiamo ovviamente parlando dei tablet, dispositivi mobile che ormai riempiono le nostre case e che ci accompagnano nella visione di contenuti multimediali oppure nella continuazione di piccoli task in mobilità. In questa guida sui miglior tablet dual boot andremo a vedere quali sono i tablet che offrono questo tipo di feature. Come avremo modo di vedere è sempre presente un sistema operativo principale: Windows 10.

Il secondo è quasi sempre Android, alcune volte nella forma di versioni alquanto vecchiotte. Quali sono i vantaggi di scegliere uno di questi prodotti? Ovviamente la possibilità di saltare con estrema facilità da un OS all’altro, in piena tranquillità. I prodotti che abbiamo scelto offrono le migliori prestazioni attualmente presenti sul mercato e, come possiamo vedere, si tratta fondamentalmente di dispositivi prodotti da case cinesi.

Questo non dev’essere più motivo di preoccupazione: infatti, come abbiamo avuto modo di imparare nel corso di questi ultimi mesi, le aziende orientali hanno iniziato ad intraprendere una profonda rivoluzione per quel che riguarda la qualità dei prodotti immessi sul mercato. Inoltre, per una maggiore godibilità della guida sui miglior tablet dual boot, abbiamo sviluppato il tutto partendo dal dispositivo più economico fino a quello più costoso, ovviamente in coda all’articolo.

Teclast X98 Plus 2

Sforando di poco la soglia dei 150€, ecco che fa capolino Teclast con il suo X98 Plus 2. Come Onda di poco fa, anche Teclast è un’azienda estremamente nota nel settore dei dispositivi di consumo. La società, oltre al ramo tablet, vede una forte presenza anche nel campo dei notebook, degli ultrabook, tablet 2 in 1 e via discorrendo.

Questo le permette di aggredire il mercato da diverse angolazioni ma anche di espandere il suo brand awareness, ovvero la capacità del brand di essere facilmente riconosciuto e collegato ad una particolare categoria di prodotti anche da potenziali clienti, quelli che ancora non hanno mai acquistato alcun prodotto sviluppato dalla società.

L’X98 Plus 2 entra nella nostra guida sui miglior tablet dual boot in quanto presenti alcune caratteristiche hardware che lo rendono leggermente più interessante rispetto all’Onda di inizio guida. Partiamo dal dire che, anche in questo caso, è presente Windows 10 come OS principale a cui si affianca Android Lollipop 5.1, ormai sorpassato da due major update di Android ma comunque più recente rispetto ad Android KitKat.

A fronte di questo cambiamento seguono alcune “correzioni” per quel che riguarda l’hardware interno. Questo è da imputare principalmente ad Android Lollipop 5.1 che, grazie ad alcune feature introdotte da Google, necessità di un hardware leggermente più prestante – del resto è prassi comune per i sistemi operativi la necessità di hardware sempre più potente per poter gestire al meglio le novità introdotte.

La CPU del Teclast X98 Plus 2 è sempre basata sull’architettura Intel Atom Cherry Trail ma questa volta nella forma del quad-core x5-Z8300 da 1.44 – 1.84 GHz. Le differenze non sono solo relative alla mera velocità di clock – effettivamente quasi identica. Innanzitutto cambia il tipo di processo costruttivo che passa da 22 nm del Z3735F ai 14 nm dell’x5-Z8300. Variano anche le caratteristiche per quanto riguarda l’elaborazione di contenuti 3D, estremamente interessanti nel caso in cui il tablet dovesse essere utilizzato anche per giocare.

Inoltre, trovano posto anche 4 GB di RAM DDR3L e 64 GB di storage interno in formato eMMC espandibili tramite micro SD. Il display è come sempre un pannello IPS, anche in questo caso da 9.7 pollici e con risoluzione da 2048 x 1536 pixel. La batteria da 8000 mAh dovrebbe garantire un utilizzo sensibilmente più lungo e viene ricaricata da una classica porta micro USB.

Puoi acquistare Teclast X98 Plus 2 su GeekBuying.

Cube iWork 10

All’interno della nostra guida sui miglior tablet dual boot non poteva certo mancare Cube, storica azienda cinese impegnata da diversi anni nello sviluppo di soluzioni economiche (non sempre) e che spesso ruotano sul concetto di tablet dual boot. Il Cube iWork 10 è un tablet molto interessante, a partire dal suo rapporto qualità/prezzo. Come spesso capita in questi contesti, l’iWork 10 strizza l’occhio all’utente che è alla ricerca di una soluzione di bell’aspetto ma senza gravare troppo sul portafogli.

Parlando proprio del design, il Cube iWork 10 presenta una bella lavorazione in alluminio che dona al tablet un look & feel decisamente premium. Frontalmente abbiamo un pannello IPS da 10.1 pollici con risoluzione 1920 x 1200, ovvero WUXGA. Attenzione: il pannello è perfetto per l’utilizzo di tutti i giorni, compreso guardare video, film oppure per navigare e lavorare; non siamo di fronte a pannelli super risoluti come quelli di un iPad Pro o di un Galaxy Tab S3, ma è piuttosto il minimo indispensabile per fare un po’ di tutto, senza strafare.

Interessante poi notare la possibilità di sfruttare il pannello touch del Cube iWork 10 anche con pennino. All’interno del tablet batte il classico processore Intel Atom x5-Z8350, serie Cherry Trail, quad-core da 1.44-1.92 GHz a pieno carico affiancato da 4 GB di memoria RAM e 64 GB di storage espandibile con micro SD. Trattandosi di un tablet dual boot a tutti gli effetti, il Cube iWork 10 esce di fabbrica con due OS: Windows 10 e Android 5.1. Le specifiche hardware sono pressoché le stesse di tanti altri prodotti su questa fascia di prezzo, ma il Cube ha dalla sua il supporto alla stylus (cosa da non sottovalutare) ed un design di tutto rispetto.

Puoi acquistare Cube iWork 10 su GearBest.

Chuwi Hi12

Il Chuwi Hi12 il tablet ideale per chi si vuole spingere verso un prodotto con una diagonale generosa abbinata ad una risoluzione decisamente indicata per guardare contenuti multimediali. Infatti, grazie al pannello da 12.2 pollici e la risoluzione da 2160 x 1440 pixel, si può proprio affermare che forse è uno dei miglior tablet dual boot attualmente in circolazione.

Anche in questo caso siamo difronte ad una lavorazione di un certo livello, con un piccolo frame in alluminio vivo che abbraccia l’intera scocca – davvero un bel dettaglio. L’hardware al suo interno è molto simile a quello che avevamo visto sul Teclast di poco fa. Infatti, lato CPU, trova posto l’intramontabile quad-core Intel x5-Z8350 da 1.44-1.92 GHz abbinato a 4 GB di RAM e 64 GB di storage in formato eMMC espandibili tramite micro SD.

I sistemi operativi continuano a rimanere Windows 10 e Android Lollipop 5.1. Visto la presenza di un comparto hardware praticamente quasi identico, sale naturale la domanda del perché avrebbe senso scegliere questo prodotto rispetto agli altri. Il piatto della bilancia pende sicuramente a favore del Chuwi Hi12 per via del suo display da 12 pollici e della batteria da ben 11000 mAh. Se si è alla ricerca di un tablet per navigare, guardare film, lavorare su PDF o presentazioni, è ovviamente consigliato cercare un dispositivo con queste dimensioni.

Gli altri prodotti sono certamente in grado di svolgere gli stessi compiti, sia chiaro; resta però di indubbia utilità la possibilità di stare un attimo più tranquilli grazie ad un pannello più generoso, dove magari è meno frequente ricorrere a pinch to zoom per guardare in dettaglio un testo o la didascalia di una immagine e con una batteria in grado di accompagnarvi lungo una intera giornata di utilizzo.

Puoi acquistare Chuwi Hi12 su GeekBuying.

6436 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.