Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Miglior tablet dual boot: quando un solo OS non basta

Miglior tablet dual boot: quando un solo OS non basta

di Giovanni Mattei
Specialist Miglior tablet
aggiornato il 12 agosto 2019
6437 utenti hanno trovato utile questa guida

Non avete mai provato il servizio di streaming di casa Amazon? Attenzione, perché c’è un’offerta per voi: fino al 4 novembre potete attivare ben tre mesi completamente gratuiti (90 giorni) di Amazon Music Unlimited, utilizzando il codice coupon che trovate all’interno di questa pagina ufficiale. Qui vi basterà cliccare “Utilizza codice di sconto“, incollare il coupon e… fatto! Avrete tre mesi di musica completamente gratuiti.

Vi segnaliamo inoltre tantissime offerte per la eBay Halloween Super Week: fino al 60% di sconto su articoli di tutti i tipi. Datele un’occhiata alla seguente sezione dedicata.

N.B. La guida Miglior tablet dual boot è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Novembre 2019.

In questo articolo parliamo dei miglior tablet dual boot. L’obiettivo è offrivi una panoramica completa dei diversi tablet con supporto al dual boot in modo da aiutarvi nella scelta del prodotto che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Miglior tablet dual boot: quale comprare

La guida sui miglior tablet dual boot va ad offrire una soluzione alla crescente domanda di chi è alla ricerca di un prodotto estremamente duttile. Chi fosse a digiuno di termini informatici, il dual boot fa riferimento alla possibilità di sfruttare l’avvio non simultaneo di due sistemi operativi diversi, o identici nel caso di testing.

La pratica era estremamente comune alcuni anni fa, prima dell’arrivo dei classici software di virtualizzazione come Parallels e compagnia cantante, sia su desktop che su notebook. Da qualche anno a questa parte, grazie soprattutto ad hardware sempre più potente, la possibilità di affiancare due sistemi operativi è stata abbracciata anche da dispositivi che normalmente offrivano solo un solo OS.

Stiamo ovviamente parlando dei tablet, dispositivi mobile che ormai riempiono le nostre case e che ci accompagnano nella visione di contenuti multimediali oppure nella continuazione di piccoli task in mobilità. In questa guida sui miglior tablet dual boot andremo a vedere quali sono i tablet che offrono questo tipo di feature. Come avremo modo di scoprire è sempre presente un sistema operativo principale: Windows 10.

Il secondo è quasi sempre Android, alcune volte nella forma di versioni alquanto vecchiotte. Quali sono i vantaggi di scegliere uno di questi prodotti? Ovviamente la possibilità di saltare con estrema facilità da un OS all’altro, in piena tranquillità. Ma quali sono i criteri di selezione che abbiamo seguito per creare questa guida?

La qualità del display continua ad essere un elemento cruciale per la scelta di un dispositivo del genere. Dal nostro punto di vista non valutiamo positivamente prodotti con un pannello la cui risoluzione sia inferiore al Full HD. Indipendentemente dal tipo di utilizzo che se ne fa, un tablet con un display a bassa risoluzione risulta essere fuori luogo, soprattutto adesso che ogni contenuto in rete è disponibile ad alta risoluzione. Il Full HD risulta essere la scelta più adatto a chi vuole spendere poco e non ha la necessità di avere a disposizione un display ad alta risoluzione. Di contro, se hai un bel gruzzoletto da parte, nella guida troverai tablet con risoluzioni molto superiori al Full HD. In questo caso avrai fra le mani il miglior tablet dual boot anche per la visione di contenuti multimediali.

Uno degli aspetti più importanti per un tablet dual boot è certamente legato alle prestazioni. Ovviamente qui non ci ritroviamo nella situazione di avviare contemporaneamente due OS – come magari può avvenire su un normale computer -, ma un comparto hardware prestante può fare la differenza. Il nostro metodo di selezione dà la giusta importanza alla scheda tecnica ed infatti non consideriamo mai tablet con hardware vecchio di anni, ma non è l’unico aspetto che prendiamo in esame. Alcune volte capita di avere fra le mani un prodotto con un hardware assolutamente valido (almeno sulla carta), per poi andare incontro a lag e impuntamenti. Forti di ciò, valutiamo il tablet nel suo insieme, ovvero come gestisce il sistema operativo di turno e se costringe in qualche modo l’utente a dover scendere a compromessi durante il suo utilizzo. Tablet con meno di 4 GB di RAM non sono validi per un utilizzo appagante, pertanto troverai anche soluzioni che arrivano ad 8 GB di RAM. Questi sono prodotti pensati per l’utilizzo di applicazioni pesanti e per svolgere task complessi.

L’autonomia è l’ultimo criterio di selezione che abbiamo valutato per ogni tablet dual boot. Indipendentemente dal tipo di utilizzo che si fa di un tablet, per noi è fondamentale avere a disposizione almeno 6 ore di autonomia. Infatti, questo lasso di tempo è ideale per soddisfare le richieste di quasi tutti i tipi di utente. Ovviamente alcuni task più pesanti tendono ad avere un peso maggiore sull’autonomia, ma in definitiva scendere sotto la soglia delle 6 ore significa dipendere troppo dalla presa di corrente. Nel caso in cui 6 ore non fossero abbastanza, puoi trovare tablet dual boot in grado di accompagnarti per più ore lontano dalla presa di corrente.

Teclast Tbook 10 S

Il Teclast Tbook 10 S il tablet ideale per chi si vuole spingere verso un prodotto con una diagonale generosa abbinata ad una risoluzione decisamente indicata per guardare contenuti multimediali. Infatti, grazie al pannello da 10.1 pollici e la risoluzione da 1920 x 1200 pixel, si può proprio affermare che forse è uno dei miglior tablet dual boot attualmente in circolazione.

Anche in questo caso siamo difronte ad una lavorazione di un certo livello, con un piccolo frame in alluminio vivo che abbraccia l’intera scocca – davvero un bel dettaglio. Lato CPU trova posto l’intramontabile quad-core Intel Cherry Trail x5-Z8350 da 1.44-1.92 GHz abbinato a 4 GB di RAM e 64 GB di storage in formato eMMC espandibili tramite micro SD.

I sistemi operativi continuano a rimanere Windows 10 e Android Lollipop 5.1. Visto la presenza di un comparto hardware praticamente quasi identico, sale naturale la domanda del perché avrebbe senso scegliere questo prodotto rispetto agli altri. Il piatto della bilancia pende sicuramente a favore del Teclast Tbook 10 S per via del suo display da 10,1 pollici e della batteria da ben 5800 mAh. Se si è alla ricerca di un tablet per navigare, guardare film, lavorare su PDF o presentazioni, è ovviamente consigliato cercare un dispositivo con queste dimensioni.

Gli altri prodotti sono certamente in grado di svolgere gli stessi compiti, sia chiaro; resta però di indubbia utilità la possibilità di stare un attimo più tranquilli grazie ad un pannello più generoso, dove magari è meno frequente ricorrere a pinch to zoom per guardare in dettaglio un testo o la didascalia di una immagine e con una batteria in grado di accompagnarvi lungo una intera giornata di utilizzo.

Puoi acquistare Teclast Tbook 10 S su GearBest.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

6437 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.