Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Tablet 10 pollici: scopriamo quali sono i migliori

Tablet 10 pollici: scopriamo quali sono i migliori

di Giovanni Mattei
Specialist Miglior tablet
aggiornato il 16 agosto 2019
151 utenti hanno trovato utile questa guida
151 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Tablet 10 pollici è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Agosto 2019.

In questo articolo parliamo di tablet 10 pollici. L’obiettivo è offrivi una panoramica completa dei diversi modelli di tablet 10 pollici attualmente disponibili sul mercato in modo da aiutarvi nella scelta del giusto dispositivo che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Tablet 10 pollici: quale comprare

Capita spesso di accompagnare l’utilizzo di un computer fisso (o un notebook) con un bel tablet, magari da utilizzare in mobilità oppure sul divano o a letto. Se i tagli da 7 o 8 pollici premiano un utilizzo evidentemente più inclinato verso la mobilità, i tablet 10 pollici che vediamo in questa guida, invece, stuzzicano l’interesse di chi è alla ricerca di un prodotto con un display molto più ampio.

Il motivo è semplicissimo: display più grande, maggiori dettagli a disposizione. Quindi, il primo criterio che andiamo a considerare quando andiamo a selezionare i tablet 10 pollici è il display. Infatti, oltre a guardare film e avere quindi a disposizione un’area maggiore, i tablet da 10 pollici sono grandemente utilizzati anche da chi ha la necessità di accompagnare il proprio computer principale con un dispositivo all’altezza delle proprie necessità. Esso svolge quindi un ruolo di primaria importanza, cosa che risulta lampante quando si prende in mano un dispositivo munito di display a bassa risoluzione o di scarsa qualità.

È per noi imperativo andare a selezionare solo i tablet che abbiano una risoluzione almeno Full HD. Proviamo anche ad immaginare chi lavora tanto su fogli di calcolo o alla creazione di presentazioni: in entrambi i casi, avere un tablet 10 pollici continua a garantire un determinato livello di dettaglio che non possiamo trovare su dispositivi con display più piccoli. Il Full HD è quindi la risoluzione ideale e più adatta a chi sta cercando un tablet da 10 pollici per un utilizzo misto fatto di navigazione sul web, chat, visione di contenuti multimediali e utilizzo di app. Volendo, però, all’interno della guida sono presenti numerosi tablet da 10 pollici con un display a risoluzione ancora maggiore. Mettendo da parte l’ovvio aumento di prezzo, questi sono tablet indirizzati a chi sfrutta molto l’alta risoluzione del pannello per la visione di contenuti video sopra il Full HD (pensiamo sulle varie piattaforme di streaming video) o per la proiezione di immagini ad alta risoluzione.

Che dire poi delle prestazioni del tablet. Questo è un ulteriore criterio di selezione, che ci ha portati a considerare solo tablet 10 pollici muniti di un hardware di un certo livello ma, soprattutto, capaci di garantire un utilizzo del dispositivo senza compromessi. Un comparto hardware troppo vecchio potrebbe incidere parecchio sulla velocità di caricamento delle applicazioni, per non parlare poi dell’eventuale presenza di lag o indecisioni del sistema operativo che non riesce a stare al passo con le richieste dell’utente. Per noi è quindi importante considerare solo dispositivi muniti di un hardware che renda libero l’utente di utilizzare il suo tablet senza preoccupazioni. Nello specifico abbiamo selezionato tablet con almeno 2 GB di RAM che, nei dispositivi più costosi, arrivano anche ad 8 GB. Un quantitativo di RAM da 2 GB permette di utilizzare il tablet senza problemi, soprattutto se si utilizzano applicazioni poco complesse. Puntare ad 8 GB di RAM garantisce però un livello di reattività del sistema decisamente superiore, oltre a poter avviare e richiamare dal multitasking applicazioni anche piuttosto complesse.

Infine, l’autonomia è l’ultimo criterio di selezione per la scelta dei migliori tablet 10 pollici. Che senso ha spendere centinaia di euro per un tablet con un’autonomia di bassa qualità? Per noi il tablet da 10 pollici deve garantire almeno 6 ore di utilizzo, e abbiamo puntato proprio a selezionare i prodotti in grado di garantire tutto ciò. I modelli più costosi come l’iPad 2018 e l’iPad Pro permettono di raggiungere senza problemi anche 8-9 ore di utilizzo con singola carica.

Tablet 10 pollici fino a 300€

Lenovo Tab 4 10″

Apriamo la nostra guida sui miglior tablet 10 pollici con il Lenovo Tab 4 10″. Il tablet presenta un design molto semplice e privo di orpelli, presentandosi quindi come un prodotto ideale per chi vuole un tablet discreto, senza troppe pretese, da utilizzare per navigare sul web, guardare video o giocare a qualche titolo molto leggero. L’utilizzo dei materiali segue  ormai il nuovo trend: metallo nella cornice, policarbonato per tutto il resto.

Al suo interno troviamo un Qualcomm Snapdragon 425, quad-core a 64-bit con clock massimo da 1.4 GHz, 2 GB di RAM e 16 GB di storage interno espandibile via micro SD fino a 128 GB. Il comparto audio offre un sistema Dolby Atmos di nuova generazione e un jack audio, e per quello fotografico, con un sensore anteriore da 2 megapixel e uno posteriore da 5 megapixel con autofocus, per catturare immagini rapide o sfruttare Snapchat – non potete di certo farci foto artistiche.

Lenovo Tab 4 monta un pannello da 10″ con risoluzione HD (1280 x 800 pixel), IPS, sicuramente pensato per contesti di utilizzi piuttosto casalinghi, senza strafare. Lato connettività abbiamo Bluetooth 4.0 (purtroppo), Wi-Fi b/g/n ma anche opzione LTE per i modelli con SIM, che si rendono opposti a quelli con solo Wi-Fi. A gestire il tutto troviamo invece Android Nougat 7.0, personalizzato ovviamente in salsa Lenovo.

Huawei MediaPad T2 10.0 Pro

Huawei con il suo MediaPad T2 10.0 Pro cerca di intercettare tutti gli utenti che sono alla ricerca di un tablet da 10 pollici con alcune determinate caratteristiche, ovvero: design minimal, essenziale, senza fronzoli, un comparto hardware nella media e un ampio display. Il MediaPad T2 10.0 Pro è proprio questo.

Il colosso cinese non si è infatti voluto spingere oltre andando a pompare il tablet di chissà quali componenti interni. Il suo scopo è quello di offrire una macchina che sia in grado di accompagnare l’utente durante una intera giornata di lavoro (la batteria da 6600 mAh è certificata per garantire un’autonomia di circa 9 ore) in tanti diversi campi di utilizzo.

L’ampio display Full HD (1920 x 1080 pixel) IPS da 10,1″ va evidentemente a premiare la visione di contenuti video ma anche il lavoro su ampi fogli di calcolo – non disdegna nemmeno qualche partita ai tanti videogame presenti sul Play Store. Il processore è uno Snapdragon 615, octa-core da 1.5 GHz affiancato da 2 GB di RAM (è anche presente una versione con 3 GB di RAM e 32 GB di storage interno) e 16 GB di spazio di archiviazione ovviamente espandibili via micro SD (vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra guida sulla migliore micro SD per scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze).

Il display ha una buona saturazione, ampi angoli di visuale e permette di guardare qualsiasi tipo di contenuto sia in condizioni di bassa luminosità che all’aperto.

Puoi acquistare Huawei MediaPad T2 10.0 Pro su eBay.

Samsung Galaxy Tab A

Iniziamo finalmente a parlare anche di Samsung, da sempre impegnata anche nel campo dei tablet con tante diverse edizioni pensati per ogni fascia di utente e di prezzo – vi consigliamo di visitare la nostra guida sul miglior tablet Samsung nel caso foste interessati in uno dei tanti tablet dell’azienda coreana. Il primo prodotto che vi proponiamo, sicuramente più trattenuto in termini di prestazioni e prezzo rispetto al Galaxy Tab S3, è il Samsung Galaxy Tab A SKU SM-T580NZWAITV.

Il prodotto presenta un interessante connubio per quanto riguarda prestazioni e prezzo finale. Infatti, con poco più di 200€, è possibile portarsi a casa un tablet da 10 pollici (10,1 per la precisionecon risoluzione WUXGA da 1920 x 1200 pixel, con Android Marshmallow 6.0, una sicurezza quanto si parla di tablet commercializzati ad un certo prezzo.

La RAM abbinata al processore octa-core è da 2 GB, mentre lo storage parte da 16 GB e può essere espanso fino a 200 GB tramite una comoda micro SD. Trovano posto i classici moduli Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.2 con profili A2DP, AVRCP, DI, HID, HOGP, HSP, OPP, PAN ed una batteria integrata da 7300 mAh con autonomia dichiarata da più di 10 ore.

Puoi acquistare Samsung Galaxy Tab A su Amazon o se preferisci su eBay

Tablet 10 pollici oltre i 300€

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Microsoft Surface Go

Dopo aver dato il via alla categoria dei tablet 2 in 1, uno dei prodotti più interessanti nati proprio da una intuizione di Microsoft, ecco che l’azienda di Nadella presenta il Surface per tutti, ovvero il Surface Go. Ma per quale motivo lo descriviamo come il “Surface per tutti”? Innanzitutto siamo di fronte ad un prodotto che presenta le stesse scelte stilistiche degli altri appartenenti alla famiglia Surface, ma con un importante cambio di passo per quanto riguarda il prezzo.

Infatti, i Surface sono spesso poco appetibili per il loro prezzo spesso proibitivo – a buon ragione, s’intende -, mentre il Surface Go si avvicina pericolosamente alla soglia dei 500/600€ diventando così molto più abbordabile, sia per uno studente che si trova a dover scegliere un prodotto per la scuola o l’università, sia per un utente che invece è intenzionato a sfruttare un tablet (2 in 1) da affiancare al PC principale. Ecco quindi che il Surface Go si presenta come il prodotto perfetto per godere della piena esperienza di Windows 10, nella scocca di un Surface, spendendo molto poco.

Le caratteristiche tecniche parlano di un pannello PixelSense da 10″ con risoluzione 1800 x 1200 pixel. Lo storage interno è disponibile in tagli da 64 o 128 GB SSD con la memoria che parte da 4 GB fino ad un massimo di 8. Dal punto di vista della connettività troviamo una porta USB Type-C, un jack audio da 3,5″ e il lettore di micro SD. Il processore è affidato ad un Intel Pentium 4415Y (serie Kaby Lake), un dual-core da 1.6 GHz. Come si può vedere si tratta di specifiche tecniche modeste, pensate per un utilizzo della macchina piuttosto canonico – navigazione sul web, lavoro con il pacchetto Office, visione di filmati e molto altro.

Puoi acquistare Microsoft Surface Go su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Microsoft Surface Go è disponibile nella variante Microsoft Surface Go 8 GB RAM + 128 GB SSD.

Apple iPad 2018

Il motto dei tablet Apple è quello di creare un dispositivo estremamente sottile e leggero. Con i suoi 469 grammi di peso, l’iPad è ancora oggi uno dei tablet 10 pollici più leggero presente sul mercato. Rispetto all’iPad Pro da 10.5 che è possibile trovare alla fine della nostra guida, l’iPad 2018 è pensato principalmente per chi ha estrema necessità di un prodotto particolarmente portatile.

Le specifiche hardware, così come il design estremamente ricercato, lo rendono ancora oggi uno dei tablet 10 pollici più belli e duttili del mercato. Al suo interno, come sempre, troviamo il chip sviluppato da Apple stessa, l’A10 Fusion, un SoC con due core da 2.3 GHz accompagnati da 2 GB di RAM e tagli di memoria da 32 e 128 GB.

Il display rimane il classico (e ottimo) pannello IPS da 9.7″ con risoluzione da 2048 x 1536 pixel e 264 PPI. Si tratta di un display estremamente luminoso, sia all’aperto che al chiuso e permette di godere a pieno di qualsiasi tipo di contenuto, sia esso multimediale oppure un libro da leggere mentre si è in viaggio. La batteria permette inoltre di assicurare un’autonomia lunga quasi 10 ore, soprattutto ora che, grazie all’arrivo di iOS 11, è disponibile la funzione di risparmio energetico.

La novità più succosa della versione 2018, è il pieno supporto alla Apple Pencil, ovvero la stylus prodotta da Apple stessa che permette di scrivere, disegnare, prendere appunti direttamente sul display del tablet. Se fino ad oggi l’Apple Pencil è stata prerogativa della serie Pro, i nuovi iPad potranno fare le stesse cose potendo contare su un prezzo decisamente più abbordabile.

Puoi acquistare Apple iPad 2018 su Amazon su eBay o su ePrice

Samsung Galaxy Tab S4

Quando si parla di tablet è davvero difficile non nominare Samsung. Il Galaxy Tab S4 è, infatti, ancora una volta, il tablet 10 pollici che permette all’azienda di essere un punto di riferimento per quanto riguarda i tablet con questa diagonale. Il motivo è facilmente intuibile: mettendo da parte un design assolutamente premium, con una scocca fatta interamente in vetro con piccolo frame in alluminio vivo che abbraccia l’intero prodotto, il dispositivo permette di essere utilizzato davvero in ogni tipo di contesto.

Sicuramente è opera di un’ottima ottimizzazione hardware e software di primo livello. Il processore Snapdragon 835, octa-core da 2.45 GHz, abbinato a 4 GB di RAM garantiscono sempre una reattività incredibile, anche con diverse applicazioni in background. Il display con risoluzione 2560 x 1600 pixel è certamente uno dei punti forza del Galaxy Tab S4. Il colosso sudcoreano è da sempre famoso per montare degli ottimi panelli e questa generazione di Tab S non è da meno.

I colori sono sempre ben bilanciati, la luminosità permette un utilizzo senza problemi sia all’esterno che al chiuso e gli angoli di visuale permettono di condividere il tablet anche con chi ci sta accanto – magari per guardare un video in compagnia. Il Samsung Galaxy Tab S4 è uno dei migliori tablet 10 pollici con sopra Android, senza ombra di dubbio. La batteria permette di utilizzare il tablet per quasi 8 ore e non ha nulla da temere da altri mostri sacri come l’iPad Pro presente qui sotto, soprattutto adesso che integra out-of-the-box la nuova S-Pen.

Puoi acquistare Samsung Galaxy Tab S4 su Amazon su eBay o su ePrice

Apple iPad Pro 2018

Dopo anni in cui Apple ha quasi temuto l’idea di avvicinarsi alla categoria di utenti “pro”, il 2016 è stato l’anno in cui l’azienda guidata da Tim Cook ha finalmente preso coraggio e ha presentato i suoi iPad Pro. Dapprima in versione da 12.9″, dopo qualche mese l’azienda di Cupertino ha corretto il tiro andando ad annunciare una versione più compatta, da 9.7″ ed infine la versione da 11″; quest’ultima ha mandato definitivamente in pensione il taglio da 9,7 pollici.

Fondamentalmente nell’iPad Pro da 11″ troviamo tutte le specifiche che lo rendono uno dei migliori tablet 10 pollici attualmente presenti sul mercato. Se si apprezza iOS, l’iPad Pro  è davvero una soluzione che non vi lascerà per nulla l’amaro in bocca. Il display LCD IPS da 2388 x 1668 pixel da 264 PPI lo rende praticamente perfetto per qualsiasi utilizzo; che sia per guardare video o foto, giocare, scrivere, creare fogli di calcolo o per disegnare, si tratta di un tablet che vi garantisce una elevatissima duttilità di utilizzo.

Il processore è l’Apple A12X Fusion da 2.5 GHz accompagnato da 4 GB di RAM (6 GB di RAM nel taglio da 1 TB) e da tagli di memoria che partono da 64 GB e arrivano fino al più capiente da 1 TB. La particolarità più interessante dell’iPad Pro  è la presenza della nuova Apple Pencil, una stylus che permette di disegnare direttamente sul display del tablet con una latenza enormemente migliorata rispetto le passate versioni.

Questa funzione, per la prima volta, strizza l’occhio ai creativi, da sempre rilegati nell’utilizzo di altri prodotti oppure delle classiche tavolette della Wacom da affiancare al proprio computer. Infine, la batteria da 29m37 Wh assicura un utilizzo di quasi 10 ore, in pieno stile iPad.

Puoi acquistare Apple iPad Pro 2018 su Amazon.

Apple iPad Pro 2018
Prezzo consigliato: € 1069Prezzo: € 1022

La nostra analisi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Ad esempio, come specialist e responsabile su Ridble dei tablet, mi occupo di testare in prima persona qualsiasi tipo di tablet rilasciato sul mercato. Nel corso degli anni, questo iter mi ha permesso di accumulare una grandissima esperienza in questo settore, oltre ad avermi garantito la possibilità di mettere le mani su alcuni modelli di tablet iconici come la prima generazione di iPad.

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Tutti i prodotti presenti all’interno delle nostre guide agli acquisti sono selezionati attraverso una serie di passaggi che definiamo come “metodo Ridble”. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che si compone di 4 fasi.

I prodotti, in questo caso i tablet 10 pollici, entrano nei nostri radar a seguito della loro ufficializzazione da parte dell’azienda. Elementi come rumors, indiscrezioni, fughe di notizie e quant’altro non ci interessano. Attraverso l’utilizzo di varie fonti (comunicati stampa, inviti ad eventi ecc..) ogni specialist raccoglie l’ufficialità sull’esistenza dei prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza.

L’annuncio non è però un requisito di per sé valido per poter essere preso in considerazione per l’inserimento nelle nostre guide all’acquisto. Il dispositivo di turno deve, infatti, raggiungere un requisito necessario: l’eleggibilità. Bisogna che il tablet 10 pollici in analisi sia realmente acquistabile in Italia (online o offline) per poter essere oggetto di scelta.

A questo punto, se i primi due criteri sono stati rispettati, allora passiamo alla terza fase, quella della prova. Testiamo i prodotti in vendita per conoscerne da vicino punti di forza e di debolezza, e poter esprimere un giudizio generale. In questa fase ogni specialist capisce quali esigenze di acquisto il prodotto è in grado o meno di soddisfare, in modo da riuscire ad identificare, come in questo caso il miglior tablet 10 pollici.

I prodotti che ottengono un giudizio positivo sono selezionati e inseriti nelle guide all’acquisto. Questa fase si ripete ogni volta durante l’aggiornamento mensile delle guide all’acquisto. Quindi almeno una volta al mese lo specialist mette di nuovo in discussione tutti i prodotti selezionati in precedenza e decide se inserirne o meno di nuovi.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Come abbiamo detto ad inizio guida, i criteri di selezione per i tablet 10 pollici vertono sul display, le prestazioni e l’autonomia. Partendo dal primo, focalizzo i miei test su un utilizzo del tablet che implichi la visione di contenuti ad alta risoluzione. Per farlo, impegno il dispositivo di turno nella visione di video o film ad alta risoluzione su YouTube e su Netflix.

Questo mi permette di saggiare la resa cromatica del pannello in questione. Ad esempio, esistono prodotti che hanno una gestione un po’ ballerina dei neri, e a maggior ragione testo il modo in cui si comporta il display proprio da questo punto di vista. Determino quindi se il pannello subisce qualche genere di alterazione cromatica quando lo inclino e se la luce artificiale o quella naturale ne riduce la godibilità.

Per testare le prestazioni di un tablet in prova, evito di basarmi sui risultati provenienti da applicazioni come AnTuTu, pensate appunto per offrire un numero che vuol dire tutto e niente. Queste informazioni forniscono una parte della storia, mentre io testo come il tablet in prova si comporta nell’utilizzo di tutti giorni. Ecco quindi che i miei test prendono in considerazione svariati aspetti del comparto hardware. Valuto se il dispositivo impiega più di qualche secondo nell’apertura delle applicazioni, quanto il tablet è in grado di gestire più applicazioni in multitasking prima di mostrare tentennamenti, oppure come si comporta quando avvio applicazioni pesanti come un gioco particolarmente impegnativo.

Ad esempio, testo come si comporta il tablet dopo aver installato Asphalt 9: Legends, un gioco molto famoso su iOS e Android, richiamandolo dal multitasking. I dispositivi muniti di un buon quantitativo di RAM e da un processore veloce, sono in grado di farmi riprendere la partita istantaneamente, mentre dispositivi un po’ meno prestanti con qualche secondo di ritardo. Questa metrica di giudizio mi serve per mettere da parte tutti quei tablet che non offrono prestazioni soddisfacenti, o che richiedono lunghi periodi di attesa (si parla sempre di secondi, molti secondi) prima di poter iniziare nuovamente ad utilizzare l’applicazione.

Infine l’autonomia. Qui vado a valutare se quanto dichiarato dalle aziende di turno corrisponda a realtà. Per farlo porto il tablet a carica completa e lo utilizzo cercando di imitare una giornata tipo di un utente medio, fatta di qualche documento Word, social, qualche video su YouTube e magari una breve sessione di gioco. Ripeto questo iter fino a quando il tablet non va automaticamente in spegnimento, più o meno al raggiungimento dallo zero percento di carica.

A questo punto riporto il tablet a carica completa e rifaccio da capo le stesse azioni di prima. Ripeto questo test 3/4 per avere un’idea chiara e precisa di quanto sia realmente in grado di fare il tablet dal punto di vista dell’autonomia.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

151 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.