Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
SSD gaming: come e quale scegliere

SSD gaming: come e quale scegliere

di Matteo Gobbi
Specialist Computer gaming
aggiornato il 8 maggio 2019
5918 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

N.B. La guida SSD Gaming è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

L’obbiettivo principale di questo articolo è suggerirvi il miglior SSD gaming, intenso come l’SSD più adatto per la vostra configurazione da gaming. Nel corso degli anni questo componente si è affermato sempre di più, diventando un must-have per un PC coi fiocchi. Ma che cos’è? Il Solid State Drive (SSD) o unità a stato solido si colloca come sostituto degli storici hard disk utilizzando circuiti integrati al posto di dischi magnetici e testine. Quindi è per certi versi più simile alla memoria flash delle pendrive USB o anche della RAM, grazie alla quale può vantare molteplici benefici. Gli SSD sono infatti più efficienti, più silenziosi, ma specialmente più veloci delle controparti meccaniche.

Tutto questo ha però un costo, la differenza di prezzo per GB tra i due componenti è considerevole; pensiamo solo che un tipico hard disk da 1 TB costa intorno ai 45€ ed uno dei più popolari SSD, il Samsung 860 EVO da 250 GB, costa circa 50€. Per esigenze di spazio (a meno che non si è disposti ad investire diverse centinaia di euro) diventa perciò opportuno accoppiare i due tipi di storage. Nell’SSD installeremo il sistema operativo ed i programmi più utilizzati, mentre nel più voluminoso HDD immagini, film o più probabilmente per le installazioni della vostra libreria di giochi.

SSD Gaming: quale comprare

Gli SSD sono molto recenti se comparati al resto della componentistica per PC. Proprio per questo motivo le caratteristiche tecniche sono spesso di difficile lettura. Cerchiamo quindi di prendere in considerazione solo ciò che influenzerà direttamente il nostro acquisto, svincolandoci da tutti quei dettagli troppo complicati. Teniamo a mente che qualsiasi SSD degli ultimi anni sarà superiore ad un HDD, che si tradurranno in una reattività maggiore di tutto il sistema operativo e delle relative applicazioni.

SSD SATA e PCIe

Gli SSD più popolari sono SATA, utilizzando i medesimi cavi e la stessa interfaccia degli attuali hard disk. Il risultato è un componente che viene riconosciuto esattamente come un hard disk, evitando qualsiasi problema di compatibilità. Attraverso questo approccio è stato possibile inserire gli SSD nel mercato con molta facilità, riuscendo ad approcciarsi a molteplici tipi di utenti. Ma con l’avanzare della tecnologia è diventato chiaro che l’interfaccia SATA stava diventando un limite alle reali capacità degli ultimissimi SSD.

Le prestazioni degli SSD dovevano essere accoppiate ad un bus che potesse reggere il confronto: le linee PCIe. Se gli SSD SATA 3 potevano raggiungere i 600 MB/s (o 6 Gb/s), gli SSD PCIe 3.0 possono raggiungere i 4 GB/s (o 32 Gb/s) con ulteriore possibilità di espansione futura. Un miglioramento davvero considerevole che risolve in tutto e per tutto la mancanza di banda per il trasferimento dati. Purtroppo, però, non è finita qui.

SSD NVMe

Gli SSD PCIe erano ancora vincolati dal protocollo AHCI, costruito intorno alle capacità dei più lenti hard disk. Anche qui serviva un’altro approccio, qualcosa che sfruttasse a pieno i velocissimi moduli di memoria degli SSD. La soluzione è stata il protocollo NVMe (Non-Volatile Memory Express), progettato da zero per ottenere il massimo dal parallelismo e dalla bassa latenza di questo componente. Per questo motivo gli SSD NVMe si presentano come la loro versione definitiva, in grado di sfruttare a pieno le generazioni correnti e future di SSD.

Ma riavvolgiamo il nastro. Avete bisogno di un più costoso SSD NVMe? Come detto precedentemente, anche un SSD SATA è decisamente superiore ad un HDD. Il nostro consiglio è procedere gradualmente: se fin’ora non avete mai provato un SSD, optate per un più economico SATA. Se invece avete a che fare con spostamenti continui di file voluminosi o volete assicurarvi i caricamenti più rapidi possibili, è consigliabile puntare su un SSD NVMe. Sta a voi la scelta del miglior SSD gaming.

Il form factor

Parliamo infine di form factor, in quali forme e dimensioni sono presentate tutte queste specifiche? È necessario fare una chiara premessa prima di rispondere. Il SATA è un bus di trasferimento dati, ma può rappresentare anche la forma fisica dei connettori. Allo stesso modo il PCIe è un bus di trasferimento dati, ma che possiamo intendere anche come lo slot fisico PCIe. Cercando di comprendere le nomenclature dietro i popolari SSD M.2 è indispensabile tenere a mente questa differenza. Vediamo una panoramica delle combinazioni più note:

  • SSD SATA: si tratta di un SSD che utilizza l’interfaccia ed il form factor SATA, dalle stesse dimensioni di un hard disk da 2.5″ per portatile. Il vantaggio è la compatibilità sia a livello software, che a livello hardware, visto che anche vecchi dispositivi disporranno delle porte SATA richieste. Il più popolare SSD gaming sul mercato ed anche il più consigliato.
  • SSD M.2 SATA: si tratta di un SSD che utilizza il bus SATA ed il form factor M.2, dalle dimensioni simili ad un modulo RAM. Agirà come un dispositivo SATA e sarà vincolato alle medesime velocità, ma avrete bisogno di uno slot M.2 sulla scheda madre. In alternativa potete usare questo adattatore M.2 a SATA 2.5″ oppure l’adattatore M.2 a USB 3.0 per utilizzarlo come drive esterno. Essendo effettivamente un SSD SATA, il vantaggio è unicamente lo spazio minore occupato.
    • SSD M.2 NVMe: si tratta di un SSD che utilizza il bus PCIe con procollo NVMe ed il form factor M.2. In questo caso sarà necessaria una motherboard che riconosca le periferiche NVMe come dispositivi di boot (dalla serie Intel Z97 in poi), altrimenti sarà vincolato all’uso di storage secondario. Avrete bisogno di uno slot M.2 che supporti NVMe, ma in alternativa potete usare questo adattatore M.2 a PCIe 3.0 x4. Gli SSD NVMe sacrificano perciò la retro-compatibilità a favore della performance, l’ideale se avete un PC di ultima generazione. I migliori SSD gaming disponibili sul mercato utilizzano imprescindibilmente il protocollo NVMe.
    • SSD PCIe NVMe: si tratta di un SSD che utilizza il bus PCIe con procollo NVMe ed il form factor PCIe slot. Come nel caso precedente anche qui è necessario adempiere ai requisiti per le periferiche NVMe. Avrete inoltre bisogno di uno slot PCIe libero, preferibilmente PCIe 3.0 x4. Gli SSD PCIe NVMe sono la punta di diamante degli SSD, con le performance più estreme raggiungibili. Sono solitamente anche i più costosi e perciò non hanno mai visto una larga approvazione. Ma se volete la vera definizione di miglior SSD sapete dove guardare.

    Questi sono i più comuni SSD in cui vi imbatterete e anche gli unici da prendere in considerazione. Sono infatti presenti gli standard mSATA, Sata Express e U.2 che definiremo irrilevanti. I primi due sono praticamente defunti, mentre gli U.2 sono semplicemente troppo costosi. Detto questo, andiamo al sodo con la nostra selezione di miglior SSD gaming suddivisa per tipo di SSD.

SSD Gaming SATA

Gli SSD SATA condividono i requisiti con i tradizionali hard disk meccanici, sono perciò compatibili con qualsiasi PC o portatile degli ultimi 10 anni. Da questo punto di vista perciò non fatevi problemi. I benefici nei confronti di un HDD saranno subito evidenti dalla elevata responsività del sistema. Andiamo quindi a vedere la nostra selezione di SSD gaming SATA.

Crucial MX500

Questo SSD gaming SATA 3 in formato 2,5″ ha una velocità dichiarata di lettura a 560 MB/s e di scrittura pari a 510 MB/s affiancato da 5 anni di garanzia del produttore.

Il produttore torna a scuotere il mercato degli SSD con la nuova serie Crucial MX500. Proprio come il suo predecessore l’obiettivo è quello di offrire un ottimo rapporto tra prezzo e performance. Vediamo infatti delle caratteristiche rifinite ed un prodotto ben più solido capace di competere con il top degli SSD SATA. La capacità è diminuita marginalmente rispetto al MX300, ma in compenso otteniamo una estesa garanzia di 5 anni. Insomma, potete affiancarlo con sicurezza a qualsiasi dispositivo e godere dei benefici di un rapido SSD.

Puoi acquistare Crucial MX500 (250 GB) su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Crucial MX500 (250 GB) è disponibile nelle varianti Crucial MX500 (500 GB) o nella variante Crucial MX500 (1 TB).

Samsung 860 EVO

Questo SSD gaming SATA 3 in formato 2,5″ ha una capacità di 250 GB con una velocità dichiarata di lettura a 550 MB/s e di scrittura pari a 520 MB/s affiancato da 5 anni di garanzia del produttore.

Il noto produttore di memorie continua la sua serie di successi con il Samsung 860 EVO, tra i top della performance degli SSD SATA. Grazie alla sorprendente tecnologia proprietaria V-NAND, Samsung riesce ad offrire un prodotto dalle prestazioni eccellenti e ad un costo contenuto. La serie 860 segue i passi dei popolari 850 EVO/PRO migliorandone vari aspetti, tra cui la durabilità e i picchi di performance. Possiamo dire con certezza che il Samsung 860 EVO è l’ideale per un PC o portatile di ultima generazione.

Puoi acquistare Samsung 860 EVO (500 GB) su Amazon. In alternativa Samsung 860 EVO (500 GB) è disponibile nelle varianti Samsung 860 EVO (250 GB) o nella variante Samsung 860 EVO (1 TB).

SSD Gaming M.2

Gli SSD gaming dal formato M.2 possono essere SATA oppure NVMe. Il primo tipo avrà gli stessi limiti dei classici SSD SATA, raggiungendo performance intorno alle capacità del Samsung 860 EVO. Gli SSD M.2 NVMe forniscono invece prestazioni estreme ben al di sopra della portata dei corrispettivi SATA, ma richiedono una configurazione compatibile. Per un normale utilizzo del computer la differenza non sarà percettibile, ma se avete la necessità di muovere grossi volumi di file frequentemente o volete semplicemente il top delle ultime tecnologie, farete meglio ad optare per un più veloce SSD NVMe. Procediamo con la nostra selezione di SSD Gaming M.2.

WD Blue SN500

Questo SSD gaming NVMe in formato M.2 ha una capacità di 250 o 500 GB con una velocità dichiarata di lettura a 1.700 MB/s e di scrittura pari a 1.450 MB/s.

Questo prodotto è davvero perfetto per chi cerca un fantastico rapporto qualità/prezzo con una soluzione in formato M.2. Ad un prezzo a dir poco concorrenziale rispetto alle soluzioni entry-level, infatti, WD Blue SN500 vanta prestazioni ben superiori agli SSD SATA III. Un punto molto intrigante è che sebbene non raggiunga le stesse velocità di lettura, il prodotto vanta pressoché la medesima velocità di scrittura che si trova nei modelli di fascia più elevata. Davvero non male, quindi, per potenziare considerevolmente il tempo di caricamento e le prestazioni del proprio sistema.

Puoi acquistare WD Blue SN500 (250 GB) su Amazon. In alternativa WD Blue SN500 (250 GB) è disponibile nella variante WD Blue SN500 (500 GB).

Samsung 970 EVO

Questo SSD gaming NVMe in formato M.2 ha una capacità di 250 GB con una velocità dichiarata di lettura a 3.400 MB/s e di scrittura pari a 1.500 MB/s.

Sul podio degli SSD NVMe troviamo ancora il colosso tecnologico Samsung. Grazie alla maggior parte della componentistica fabbricata in casa, il Samsung 970 EVO è un SSD dal rapporto prezzo/performance eccellente. Nonostante la competizione si stia facendo sentire, Samsung continua ad essere una scelta preferibile grazie ad un ottimo mix di garanzia e software ottimizzato. Il 970 EVO garantisce solide performance ad un ottimo prezzo se consideriamo che arriva a superare anche di tre volte la performance del popolare Samsung 860 EVO. Desiderate il meglio dell’ultima tecnologia? Un prodotto che vi soddisfi pienamente durante gli anni? Questo SSD NVMe è la scelta giusta.

Puoi acquistare Samsung 970 EVO (250 GB) su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Samsung 970 EVO (250 GB) è disponibile nelle varianti Samsung 970 EVO (500 GB) o nella variante Samsung 970 EVO (1 TB).

Come si monta un SSD

Se avete optato per uno dei popolari SSD SATA vi basterà installare il dispositivo all’interno del case e collegare i cavi SATA. Come detto precedentemente, gli SSD SATA sono tali e quali agli hard disk dal punto di vista dei requisiti, i cavi necessari sono gli stessi. La differenza principale sta quindi nella dimensione degli SSD, di gran lunga più piccoli di un hard disk da 3.5″.

Nel caso abbiate un case vecchiotto o che semplicemente non sia dotato di uno alloggiamento per gli SSD, potete optare per un economico adattatore a 2.5″ da aggiungere al carrello oppure, se necessario, un adattatore a 2.5″ con accessori. Se state acquistando in questo momento tutte le componenti per il vostro nuovo PC da gaming non fatevi troppi problemi: il cavo SATA necessario vi sarà fornito nella scatola della scheda madre, mentre per quanto riguarda il case qualsiasi modello abbastanza recente possiede almeno uno slot per SSD SATA.

Se avete optato per un più moderno SSD M.2 individuate lo slot presente sulla scheda madre, in genere ben in vista sulla parte inferiore. In caso abbiate già installato i componenti, lo slot potrebbe essere nascosto dalla scheda video o altri componenti. Fatto questo inserite l’SSD ed allineatelo alla motherboard, dopodiché avvitatelo alla sua estremità in concomitanza del foro sulla scheda madre.

Se invece non possedete uno slot M.2? Non temete, potete comunque sfruttare la velocità dei rapidissimi SSD NVMe attraverso un adattatore M.2 a PCIe 3.0 x4 (come quello che vi abbiamo citato nell’introduzione). Per usufruire al meglio degli SSD di ultima generazione è bene avere uno slot PCIe di terza generazione, ma sarà comunque possibile utilizzarlo con una generazione più vecchia al costo di sacrificare un po’ di performance. Comunque di gran lunga superiori ad un dispositivo SATA. Fate attenzione agli altri requisiti, su computer più datati vi sarà impossibile usare un SSD NVMe come dispositivo di boot, ma potrete comunque beneficiarne come storage secondario.

Montato l’SSD vi basterà installare Windows e sarete pronti a partire col vostro nuovo e fulmineo PC da gaming!

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto adatto alle loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti da anni, al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota, in base alle più disparate necessità. La fiducia nei nostri riguardi è ripagata con un tasso di soddisfazione elevatissimo, pari al 98% complessivo. Per consolidare il nostro modus operandi abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo per l’Italia, ma affrontando anche mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo.

Il perché questo è possibile è legato alle competenze e alle conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare oltre 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io sono Matteo e su Ridble ho compiti ben definiti, sono lo Specialist di assemblaggio ed accessori PC gaming, oltre che di accessori Xbox One, e quindi parlo di quello che realmente conosco e studio ogni giorno. Questa esperienza, che ho maturato nel corso degli anni sia per passione personale che per finalità lavorative, è facilmente testimoniata dal muro di tastiere, mouse, cuffie, monitor, hardware e controller che ho sparsi in casa. Ciascuno di questi prodotti è stato soggetto ad una mia analisi, e grazie all’esperienza maturata nel tempo son diventato sufficientemente capace da poter dire di essere uno Specialist degno di aiutarvi nei vostri acquisti. Inoltre ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide all’acquisto di mia competenza.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Dalle soluzioni più accessibili a quelle più prestanti, ogni modello è stato selezionato per consigliarvi un acquisto mirato e soprattutto idoneo alle vostre esigenze seguendo il metodo Ridble. Questo modus operandi, che abbiamo sviluppato ed evoluto nel corso degli anni, consiste in quattro fasi.

Il nostro iter comincia nel momento dell’ufficializzazione tramite comunicati stampa, eventi ed altre fonti di natura ufficiale. Ogni Specialist segue il mercato per scoprire quando prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza vengono annunciati, senza però basarsi su rumor o indiscrezioni; questi canali d’informazione non ci interessano in quanto non ci aiutano a consigliarvi prodotti validi.

Una volta preso atto dell’esistenza di un prodotto, consideriamo l’inserimento nelle nostre guide ma solamente una dopo averne constatata l’eleggibilità. Non andremo quindi a consigliarvi prodotti a meno che non siano disponibili sul mercato italiano, indipendentemente dal fatto che si stia parlando di rivenditori fisici o digitali.

La terza fase del metodo Ridble è quella della prova. Giustamente ogni tipologia di soluzione hardware PC gaming richiede metodologie d’analisi differenti per scoprirne i meriti e le potenzialità, dunque è nostra premura valutare ogni tipo di prodotto testandone specifiche e funzionalità per carpirne i pregi, i difetti. Questo è assolutamente uno dei cardini della figura dello Specialist di Ridble.

Infine, i prodotti che ottengono un giudizio positivo e soprattutto riteniamo siano degni della vostra attenzione sono selezionati ed inseriti nelle nostre guide all’acquisto. Questa procedura di selezione viene ripetuta di mese in mese, vista la mensilità degli aggiornamenti delle guide all’acquisto, ed ogni volta mettiamo in discussione i prodotti presenti così da avere sempre un’approccio imparziale.

Se vuoi scoprire più nel dettaglio come funziona il metodo Ridble, ti invitiamo a visitare la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Ogni prodotto è mirato a rispondere ad esigenze e finalità differenti all’interno della sua categoria d’appartenenza, ma il rapporto qualità/prezzo rimane sempre un fattore fondamentale per determinarne la presenza o meno all’interno delle nostre guide. Di conseguenza, è nostra premura svolgere dei test tecnici, così da determinare non solo se il prodotto sia valido ma anche a che tipologia di utente è indirizzato ed aiutare ulteriormente la vostra opera di selezione.

Sia che si tratti di una soluzione SATA che di una NVMe, l’unico aspetto tecnico che è veramente necessario testare dopo aver constatato la bontà e solidità del prodotto è quanto velocemente legge e scrive. Grazie all’ausilio di software di benchmark come PCMark, infatti, constatiamo che la rapidità del modello risulti non solo meritevole per gli standard attuali ma anche che rispetti i valori dichiarati dal produttore.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

5918 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Matteo Gobbi tramite i commenti.