Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Smartphone top di gamma: ecco quali sono i migliori e come scegliere

Smartphone top di gamma: ecco quali sono i migliori e come scegliere

di Luca Pierattini
Specialist Miglior smartphone
aggiornato il 10 maggio 2019
4341 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

In più, fino al 26 maggio, puoi approfittare su Amazon di una serie di sconti dedicati a tutto ciò che ruota intorno ad HP grazie alle promozioni per gli “HP Days“, dove puoi trovare notebook, monitor e cuffie in offerta. Nello stesso periodo, puoi approfittare anche della “Huawei Week“, una settimana di promozioni dedicata al colosso cinese con tantissimi prodotti in offerta.

Tra queste offerte, segnaliamo la presenza di questi smartphone da non perdere, disponibili salvo esaurimento scorte:

  • Huawei Mate 20 in offerta a 399€, rispetto ad un costo precedente di 460€;
  • Huawei Mate 20 Pro in offerta a 579€, rispetto ad un costo precedente di 660€.
N.B. La guida Smartphone top di gamma è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

In questa pagina parliamo di smartphone top di gamma, elencandoti quali sono i migliori flagship tra gli ultimi modelli disponibili sul mercato ed aiutandoti a scegliere tra di essi, mostrandoti pregi e difetti di ognuno di essi. Sei alla ricerca di un nuovo smartphone ma desideri acquistare solo il meglio? Con questo articolo ti schiarirai finalmente le idee su quale sia lo smartphone top di gamma che fa più al caso tuo. Procediamo.

Smartphone top di gamma: quale comprare

Scegliere uno smartphone top di gamma, si sa, è molto difficile. Simpatie a parte per un brand o per l’altro, infatti, l’acquisto di uno smartphone di fascia alta risulta essere un vero e proprio investimento, visto e considerato anche l’odierno andamento dei prezzi che sta rendendo sempre più questa tipologia di dispositivi dei veri e propri beni di lusso. Acquistare uno smartphone top di gamma al giorno d’oggi può essere un’operazione più che sensata se si desidera accedere alle ultime novità del settore, oppure se semplicemente si vuole ottenere l’eccellenza senza compromessi, andando sul sicuro e non dovendosi preoccupare di ripercussioni future.

Sebbene il settore degli smartphone di fascia media sia incredibilmente cresciuto negli ultimi anni, dando modo agli utenti di poter acquistare degli ottimi dispositivi con funzionalità similari a quelle già viste sui flagship di ogni compagnia, quest’ultimi rimangono il fiore all’occhiello dell’industria del settore mobile e come tali equipaggiano solo le ultime tecnologie adoperate da ogni singolo brand per valorizzare i propri prodotti. Abbiamo visto ad esempio la tripla fotocamera posteriore di Samsung Galaxy S10, ma anche la nuova scansione del volto su iPhone XS, o il lettore per le impronte integrato sotto lo schermo di Huawei Mate 20 Pro.

Senza contare poi che ogni smartphone top di gamma, ad oggi, gareggia in maniera sempre più agguerrita su un versante specifico, che nel corso degli anni ha assunto sempre più importanza tra gli utenti: il comparto fotografico. Il peso che ormai i social network hanno nella vita di ognuno di noi ha portato gli utenti a sviluppare la necessità di possedere, a portata di tasca, una vera e propria fotocamera che permetta di effettuare dei magnifici scatti, per immortalare un particolare momento e perché no, condividerlo conseguentemente su Instagram, Facebook o quant’altro.

Ma oltre alla qualità fotografica, uno smartphone top di gamma deve essere capace di eccellere in ogni criterio di selezione: deve avere una buona ergonomia di base, tanta potenza nel processore (Qualcomm o proprietario), una batteria in grado di durare tranquillamente fino a fine giornata e un display ampio e risoluto per farti godere dei tuoi contenuti senza problemi.

Per questo nella nostra guida abbiamo analizzato queste componenti per raccogliere qui sotto i migliori smartphone top di gamma e facilitarti l’acquisto di quello che sarà lo smartphone più adatto alle tue esigenze. Come capire quale acquistare? Ogni dispositivo che troverai qui sotto avrà una descrizione che ne valorizzerà le particolarità, evidenziando pregi e difetti di ogni top di gamma rispetto a quelli degli altri brand. Nel selezionare i prodotti abbiamo ovviamente tenuto conto solo ed esclusivamente dell’ultima generazione di dispositivi uscita sul mercato, inserendo nella nostra guida all’acquisto solo i device più riusciti di quest’ultima generazione. Passiamo ora ad analizzare i migliori smartphone top di gamma nella nostra selezione.

Xiaomi Mi 9

Lo smartphone top di gamma di Xiaomi è un phablet con schermo Super AMOLED da 6,39 pollici con risoluzione Full HD+ (1080 x 2340 pixel), ma soprattutto con un design “moderno: rapporto d’immagine 19:9, cornici sottilissime su tre lati e soprattutto il celeberrimo notch in alto sullo schermo, sebbene nella versione a goccia, più elegante e raffinata. Dietro, c’è una tripla fotocamera da 48+16+12 megapixel composta da un sensore principale, un grandangolo e un teleobiettivo per uno zoom ottico 2x. C’è il dual pixel autofocus, l’utilizzo di pixel da 1,4 micron nel sensore che assorbono più luce e la stabilizzazione ottica a quattro assi che garantiscono risultati ottimi in termini di messa a fuoco. Ottima l’integrazione del lettore delle impronte direttamente sotto lo schermo.

Sotto la scocca c’è il nuovo processore Qualcomm Snapdragon 855 – octa-core a 2.8 GHz – con 6 GB di RAM e uno spazio di archiviazione da 128 GB, non espandibili essendo privo dello slot per micro SD; buona la batteria da 3300 mAh. Lato software, c’è Android 9.0 Pie nella personalizzazione MIUI 10 tipica dell’azienda cinese, con il supporto alla realtà aumentata di Google, l’ARCore che promette di offrire esperienze ancora più immersive senza dover aggiornare il sistema operativo o dotarsi di alcun supporto esterno. Perché comprarlo? Perché Xiaomi offre smartphone cinesi di altissima qualità, con un’ottima dotazione tecnica e un prezzo da fare invidia a chiunque

Puoi acquistare Xiaomi Mi 9 su Amazon o se preferisci su eBay

Xiaomi Mi 9
Prezzo consigliato: € 449.9Prezzo: € 449.9

OnePlus 6T

Il nuovo OnePlus è l’ultima fatica dell’azienda cinese famosa come “flagship killer”, un soprannome nato per la qualità dei suoi smartphone, in grado di offrire le stesse caratteristiche tecniche degli smartphone top di gamma più famosi ma alla metà del prezzo. OnePlus 6T arriva con un display AMOLED Full Optic 19:9 da 6,41 pollici con una risoluzione Full HD (1080 x 2340 pixel) e un design a tutto schermo. In alto c’è un nuovo notch che rende il design leggero ed elegante, mentre sul retro la doppia fotocamera si sposta al centro, posta verticalmente, nella struttura è completamente in vetro Corning Gorilla Glass 5. Ottima la presenza di un lettore per le impronte digitali integrato sotto lo schermo – una delle feature che contraddistingueranno i telefoni del 2019.

Sotto la scocca c’è il top di gamma Qualcomm, lo Snapdragon 845 – octa-core a 2.8 GHz –migliorato del 30% e più efficiente del 10% dal punto di vista energetico, rendendolo così lo OnePlus più veloce di sempre, a supportarlo ci sono 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. Dal punto di vista fotografico, la doppia fotocamera posteriore ospita un sensore principale da 16 megapixel con un secondario da 20 megapixel, perfetta per migliorare le immagini in condizioni di scarsa luminosità grazie al supporto all’Advanced HDR. Completano la scheda tecnica la batteria da 3700 mAh – con Dash Charge che ti dà una giornata di autonomia con mezz’ora di ricarica, ma senza la possibilità di caricarlo wireless, nonostante il corpo in vetro – la connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, il Bluetooth 5.0 e l’ingresso USB Type-C. Lato software, OnePlus 6T è equipaggiato con l’ultima versione di OxygenOS, aggiornata ad Android Oreo 8.1, e contraddistinta da un design minimal e funzionale.

OnePlus 6T: la nostra prova

OnePlus 6T è uno degli smartphone più belli in circolazione grazie ad un design a tutto schermo che non viene sciupato nemmeno dal notch a goccia che dona linearità e eleganza al device. Dietro, la cover è solida e con un bell’effetto satinato che cambia a seconda della luce che la colpisce, senza trattenere troppo le impronte. Davvero un bel lavoro. In più è sottile, leggero ed ergonomico, sebbene sia un pelo troppo grande da essere utilizzato comodamente con una mano sola. Il display ha buoni angoli di visione e un’ottima taratura di base, sebbene pecchi di una luminosità adattiva troppo bassa che ti spinge a ritoccare l’indicatore, soprattutto alla luce diretta del sole.

Dal punto di vista delle prestazioni, il processore è ottimizzato bene con la buona personalizzazione Oxygen OS, pulita e semplice da utilizzare che fa girare alla perfezione anche app e giochi più pesanti, compresi i film in MKV. Una fluidità che permette al telefono di ottenere un punteggio di 298111 punti su Antutu, piazzandosi ai primi posti assoluti di questa speciale classifica. Il comparto fotografico è migliorato, sebbene continui ad essere un po’ il lato debole del device: non si può dire che le foto non siano ottime, però è chiaro che i competitor si sono mossi bene in questo versante e OnePlus 6T riesce soltanto a stare in scia; buona la nuova modalità Notte.

Dove invece riesce a prevalere è sul versante batteria: l’autonomia è ottima e dura tranquillamente più di una giornata con una media di 5,5 ore di schermo acceso, ma è nella ricarica rapida che dà il suo meglio grazie al caricatore da 5V/4A che impiega appena mezz’ora. Perfetto per chi cerca tanta qualità, un bel design e una buona batteria, ad un prezzo decisamente invitante: intorno ai 500€ è un vero affare.

Puoi acquistare OnePlus 6T su Amazon o se preferisci su eBay

OnePlus 6T
Prezzo consigliato: € 549Prezzo: € 545

Samsung Galaxy Note 9

Samsung torna ad aggredire il mercato dei phablet con Galaxy Note 9, un dispositivo tuttofare dal display grandissimo e con una scheda tecnica estremamente fiammante. Questo si presenta come una sorta di Samsung Galaxy S9 Plus ancor più grande e ampio: esso dispone infatti di un display Super AMOLED da 6,4 pollici, con risoluzione 3K (2960 x 1440 pixel) e cornici ancor più piccole, che lasciano spazio ad un display praticamente infinito, messo a disposizione per l’utente per tutte le proprie attività quotidiane. Samsung Galaxy Note 9 è poi dotato di una stylus S-Pen totalmente rinnovata, con Bluetooth, per garantire all’utente praticità ed efficienza nel suo utilizzo.

Lato tecnico troviamo una scheda tecnica all’ultimo grido, dove spicca la presenza di un SoC Exynos 9810 octa-core da 2,8 GHz, affiancato da 6 GB di RAM e da uno storage da 128 GB, espandibile tramite micro SD. Sul lato posteriore troviamo una doppia fotocamera: entrambi i sensori sono da 12 MP, ma mentre il primo gode di un sensore wide-angle, il secondo è un vero e proprio obiettivo telephoto, con uno zoom ottico 2X. La fotocamera frontale conta invece su un sensore da 8 MP. Lato connettività troviamo tutte le ultime tecnologie in circolazione, come Bluetooth 5.0, LTE Cat.16, NFC e porta USB Type-C. La batteria da 4000 mAh garantisce una buona autonomia durante la giornata, mentre lato software troviamo Android Oreo 8.1. Ciliegina sulla torta: Galaxy S8 è impermeabile, grazie alla certificazione IP68. Puoi saperne di più nella nostra Samsung Galaxy Note 9 recensione.

Puoi acquistare Samsung Galaxy Note 9 su Amazon su eBay o su ePrice

Huawei Mate 20 Pro

Un altro ottimo smartphone top di gamma uscito proprio qualche settimana fa è Huawei Mate 20 Pro, il nuovo terminale della gamma “Mate”, ideato per coloro che amano possedere uno smartphone dotato di un display molto ampio. Huawei Mate 10 Pro si presenta con un display AMOLED 19,5:9 da 6,39 pollici con risoluzione QHD+ (3120 x 1440 pixel), decisamente più ampio rispetto al passato: il noto marchio cinese ha infatti deciso di omologarsi agli attuali standard del mercato, riducendo le cornici al minimo indispensabile e creando così un look davvero mozzafiato.

Anche dal punto di vista della scheda tecnica ci troviamo davanti a ciò che di meglio ha attualmente da offrire il mercato Android. Qui spicca la presenza di un SoC HiSilicon Kirin 980, SoC da 7 nm con NPU (Neural Processing Unit) a bordo, un’unità di calcolo dedicata esclusivamente alle intelligenze artificiali. Ad accompagnarlo troviamo poi 6 GB di RAM e 128 GB di storage interno. Huawei Mate 20 Pro è inoltre impermeabile, grazie alla certificazione IP68, mentre dispone di un ottimo comparto fotografico grazie alla tripla fotocamera posteriore, rispettivamente da 40 MP , 20 MP e 8 MP, in collaborazione con Leica. Il sensore anteriore conta invece 24 MP. Ad alimentare il tutto troviamo una capiente batteria da 4000 mAh, con ricarica rapida tramite USB Type-C 3.1. Scopri di più nella nostra Huawei Mate 20 Pro recensione.

Puoi acquistare Huawei Mate 20 Pro su Amazon su eBay o su ePrice

Sony Xperia XZ3

Dopo anni di smartphone riusciti a metà, Sony è riuscita a realizzare un buon prodotto, sia dal punto di vista estetico che da quello funzionale. L’abbattimento di bordi e cornici e l’adozione dell’ultimo processore Qualcomm, lo Snapdragon 845 (octa-core a 2.45 GHz) restituiscono tra le mani uno degli smartphone top di gamma più completi del circuito. Elegante e resistente, il nuovo Sony Xperia XZ3 unisce un display da 6 pollici (Full HD+ a 1440 x 2880 pixel) ad un corpo in vetro Corning Gorilla Glass 5 e cornici in metallo, spostando sul retro il sensore per le impronte digitali, appena sotto la fotocamera posteriore da 19 megapixel – ottima, come da trazione Sony, con apertura focale f/1.8 con l’integrazione della tecnologia per la realizzazione di video HDR in 4K che sfrutta il formato HLG (Hybrid Log Gamma).

Sotto la scocca, lo XZ3 ha il nuovissimo processore Qualcomm Snapdragon 845 con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, aggiornato fin da subito ad Android Oreo. Buono il comparto audio con l’Hi Resolution Audio che, assieme alla tecnologia DSEE HX per l’upscaling, assicura una qualità di ascolto prossima all’alta risoluzione. Poi c’è una batteria da 3300 mAh che promette di arrivare a fine giornata, la resistenza all’acqua certificata (IP65/IP68) ma non è presente il jack audio per le cuffie (sostituito dalla porta USB-C).

Perché acquistarlo? Perché il nuovo design è piacevole alla vista, la fotocamera scatta delle belle foto e il sistema operativo Android scorre bello fluido grazie all’ottimizzazione di sistema. Se cerchi uno smartphone adatto all’intrattenimento, non puoi non tenere conto dell’opzione Sony – a maggior ragione con uno sconto di quasi 200€ rispetto al prezzo di listino di 819€. Scopri di più nella nostra Sony Xperia XZ3 recensione.

 

Puoi acquistare Sony Xperia XZ3 su Amazon o se preferisci su eBay

Samsung Galaxy S10 Plus

Il nuovo Samsung Galaxy S10 Plus è uno dei miglior smartphone 6 pollici in assoluto, oltre ad essere tra i miglior smartphone top di gamma a disposizione in questo momento sul mercato. Questo perché Samsung ha deciso di festeggiare il decimo anniversario dal primo Galaxy S con un nuovo design, migliorando il comparto fotografico ed aggiornando i processori, rendendo così il telefono più reattivo e ancora più veloce. L’ottimo schermo Super AMOLED da 6,4 pollici Quad HD+ (3040 x 1440 pixel) si inserisce nel nuovo Infinity-O Display caratterizzato da bordi e cornici praticamente azzerati, eccezion fatta per un “foro” in alto a destra riservato alla doppia fotocamera anteriore da 10+8 megapixel per un effetto Bokeh perfetto nei tuoi selfie, con corpo resistente a liquidi e polveri grazie alla certificazione IP68.

L’unica novità di rilievo dal punto di vista estetico è sul retro, dove il lettore per le impronte digitali scompare per essere integrato sotto al display, lasciando più spazio per la tripla fotocamera posteriore da 12+12+16 megapixel con doppia apertura focale, stabilizzazione ottica (OIS) e Super Slow-motion a 960 fps con un sensore principale, un grandangolo e un teleobiettivo da 2x. Sotto la scocca c’è un SoC Exynos 9820 – octa-core a 2.7 GHz – affiancato da 8 GB ed un quantitativo minimo di storage pari a 128 GB, alimentato da una batteria da 3400 mAh, con ricarica rapida e wireless.

La scelta di Samsung di differenziare la propria serie Galaxy S rende il Galaxy S10 Plus la scelta più ovvia quando si tratta di scegliere il miglior smartphone top di gamma in circolazione, soprattutto se si sta cercando un dispositivo che sia in grado di far bene tutto: dal multitasking all’intrattenimento, passando per fotocamere e fluidità di utilizzo.

Puoi acquistare Samsung Galaxy S10 Plus su Amazon su eBay o su ePrice

Google Pixel 3 XL

La versione extralarge dell’ultimo smartphone Google rappresenta la soluzione perfetta per chi cerca un display più grande, un po’ di autonomia in più e un design fresco e rinnovato, comprensivo del notch in alto sullo schermo. Il Google Pixel 3 XL arriva con un display OLED da 6,3 pollici QHD+ (1440 x 2960 pixel) e una concentrazione altissima di pixel: ben 523 PPI, a testimonianza dell’ottima qualità dello schermo. Ma soprattutto abbatte bordi e cornici per far spazio alla tacca sullo schermo che serve a Big G per nascondere la fotocamera frontale da 8 megapixel e tutti i sensori necessari per il riconoscimento facciale.

La fotocamera posteriore è la stessa del Pixel 3: da 12,2 megapixel e conserva tutte le funzionalità dovute alla fotografia computazionale che hanno reso il Pixel 3 XL tra i migliori telefoni dell’anno in ambito fotografico. Sotto la scocca troviamo il SoC Qualcomm Snapdragon 845 – octa-core a 2.5 GHz – con 4 GB di RAM e 64 o 128 GB di spazio di archiviazione, non espandibile via micro SD. Il Pixel 3 XL offre protezione da acqua e polvere di grado IP68 ed è dotato di un chip di sicurezza progettato da Google chiamato Titan M, che lo rende il telefono più sicuro mai realizzato dall’azienda di Mountain View. Titan M migliora la sicurezza del dispositivo proteggendo le vostre credenziali di sblocco, la crittografia del disco, i dati delle app e l’integrità del sistema operativo, in questo caso Android 9 Pie. Ottima la batteria da 3430 mAh. Per chi è indicato? Per chi cerca uno dei miglior smartphone Android in assoluto grazie a performance di rilievo, un sistema operativo fluido e veloce e fotografie davvero da top di gamma.

Puoi acquistare Google Pixel 3 XL su Amazon o se preferisci su eBay

Huawei P30 Pro

Uno dei miglior smartphone top di gamma di quest’anno è senz’altro il nuovo Huawei P30 Pro. Il flagship cinese ha rinnovato completamente la serie P puntando su un design a tutto schermo più elegante e sulla sbalorditiva quadrupla fotocamera posteriore. Esteticamente, il telefono riprende le linee del modello precedente cancellando bordi e cornici e restringendo il notch sopra lo schermo a forma di goccia, facendo spazio ad uno schermo OLED da 6,47 pollici con risoluzione Full HD + (2340 x 1080 pixel) e rapporto d’aspetto in 19:9. Sotto al display, è stato integrato il lettore delle impronte digitali, mentre sul retro trovano spazio quattro fotocamere a marchio Leica disposte verticalmente nell’angolo alto a sinistra.

E sono proprio le foto il fiore all’occhiello di questo telefono, capace di scattare ottime immagini in ogni condizione di luminosità, grazie a un sensore principale da 40 MP, un grandangolo da 20 MP e un modulo zoom 5X da 8 MP ai quali aggiunge una camera Time of Flight, utile per migliorare i dati quando si utilizza la modalità Ritratto. Sotto la scocca c’è il processore Kirin 980, con 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, espandibile via nano SD e tutta l’intelligenza artificiale in grado di ottimizzare la gestione della batteria e dare una mano alla fotocamera a scattare immagini migliori. Lato connettività, lo smartphone ha tutto il necessario: 4G LTE Dual SIM, Bluetooth 5.0, WiFi 802.11 a/b/g/n/ac, GPS e chip NFC. Manca il jack per le cuffie, ma ha ottenuto ugualmente la certificazione IP68 per la resistenza all’acqua; ottima la batteria da 4200 mAh con la ricarica rapida e wireless, oramai marchio di fabbrica di Huawei.

Se stai cercando uno smartphone in grado di far bene tutto, ma che sappia soprattutto scattare delle belle foto in tutte le condizioni di luminosità, lo Huawei P30 Pro è la scelta migliore tra i top di gamma.

Huawei P30 Pro: la nostra prova

Huawei P30 Pro riprende quanto di buono visto nella serie P e lo eleva all’ennesima potenza, correggendo i difetti della vecchia generazione dal punto di vista del design: bordi e cornici più sottili, lettore per le impronte integrato sotto lo schermo – da rivedere, funziona 1 volta su 3 – e notch a goccia più elegante in alto sul display. Dietro, la quadrupla fotocamera posteriore ha un ottimo design anche se sporge troppo e rende così indispensabile utilizzare la cover in silicone fornita da Huawei al momento dell’acquisto. In mano non è leggerissimo, ma entra bene in tasca e si utilizza con comodità con una mano sola.

Il display è pressoché perfetto: ha ottimi angoli di visione, una buona gestione della gamma colore e della temperatura grazie al sostegno della tecnologia OLED; l’unico difetto che possiamo trovargli è che manca un pizzico di risoluzione per essere davvero al top. Dal punto di vista delle prestazioni, Huawei continua a confermarsi tra i migliori con una personalizzazione EMUI da rivedere in termini di grafica e design, ma davvero ottima per quanto riguarda l’ottimizzazione con i chip Kirin. Il 980 lavora alla perfezione, anche sotto lo stress di giochi, film (o anche in MKV) e app più energivore con un buon sistema di raffreddamento che non fa scaldare il telefono: proprio in virtù di questa capacità, è riuscito ad ottenere un punteggio di 305786 punti su Antutu, piazzandosi tra i primi posti di questa speciale classifica basata sui benchmark. Di questo ne giova anche la batteria da 4200 mAh, davvero super in termini di autonomia – dura tranquillamente due giorni con una media di 8 ore di schermo acceso – e di ricarica: wireless e rapida con il caricatore da 40W in dotazione che impiega all’incirca 40 minuti per passare dallo 0 al 100% di carica.

Ma il vero punto di forza del telefono è nel comparto fotografico grazie a 4 fotocamere realizzate in collaborazione con Leica con cui puoi scattare degli ottimi ritratti, grandangolo, supermacro e una modalità notturna davvero super. Complessivamente si tratta di uno dei migliori smartphone giunti sul mercato nel 2019 e destinato a calare di prezzo rispetto ai 999 euro di listino. Già a questo prezzo si tratta comunque di un buon affare per chi cerca il massimo dal punto di vista delle prestazioni e della fotografia, a maggior ragione se il telefono dovesse subire un ribasso.

Puoi acquistare Huawei P30 Pro su Amazon o se preferisci su eBay

Huawei P30 Pro
Prezzo consigliato: € 999.9Prezzo: € 898.99

iPhone XS

Come non nominare, al termine di questa selezione di smartphone top di gamma, quello che è a mani basse il fenomeno del momento: stiamo ovviamente parlando di iPhone XS, ultima edizione del melafonino presentata insieme ad iPhone XS Max e XR, già diventata iconica grazie al suo ricercatissimo design e alla sua composizione di materiali, vetro e metallo, estremamente Premium.

Con iPhone XS Apple decide continuare sulla scia intrapresa con il modello del decennale optando per un display OLED che ricopre l’intero pannello frontale, eliminando dunque qualsivoglia pulsante fisico ed affidando l’intera esperienza d’utilizzo alle gesture. Il display è un pannello OLED da 5,8 pollici, con risoluzione 2436 x 1125 pixel (458 ppi), con tecnologia True Tone, in grado di donare immagini nitide ed una luminosità senza eguali. In cima al display è presente uno spazio nero, in gergo notch, necessario per contenere la capsula auricolare, la fotocamera anteriore ed i vari sensori, tra i quali troviamo quello per il riconoscimento facciale biometrico denominato Face ID, che promette nuovi livelli di sicurezza rispetto al caro e vecchio Touch ID.

Anche posteriormente il design è stato rivoluzionato. Qui, installato sulla superficie vetrata, troviamo un doppio sensore fotografico posizionato verticalmente, con due sensori da 12 MP, dotati rispettivamente di apertura ƒ/1.8 e ƒ2.4, con stabilizzazione ottica su entrambe le camere e quad LED. Frontalmente, invece, abbiamo un sensore da 7 MP. Sotto la scocca troviamo un cuore pulsante targato Apple A12 Bionic, nuovo chip esa-core della compagnia che promette di fare letteralmente faville. Ad accompagnarlo ci sono 4 GB di RAM e 64 GB di storage interno. Lato connettività troviamo tutti gli ultimi standard del settore: su tutti spicca la presenza di un modulo Bluetooth 5.0 e NFC. Buona la batteria, che promette di essere superiore ad iPhone X.

Puoi acquistare iPhone XS su Amazon o se preferisci su eBay

iPhone XS
Prezzo consigliato: € 1189Prezzo: € 1165.99

iPhone XS Max

Il fratello maggiore, iPhone XS Max, dispone di un pannello OLED più ampio, da 6,5 pollici con la stessa risoluzione Full HD+ (2436 x 1125 pixel) ma condivide lo stesso design e la stessa scheda tecnica. Le differenze principali si trovano in termini di dimensioni e di batteria: in entrambi i casi, XS Max vince il confronto di poco, superando XS in termini di autonomia. Per il resto troviamo lo stesso processore, le stesse fotocamere e lo stesso hardware formato dal Face ID, dalla resistenza ad acqua e polvere, con certificazione IP68, che ne garantisce l’impermeabilità fino a 2 metro di profondità e per un massimo di 30 minuti.

Perché sceglierlo? Se ami le dimensioni del vecchio iPhone 8 Plus, Apple ha realizzato lo smartphone giusto per te che hai bisogno di uno schermo più grande e di un pizzico in più di autonomia; altrimenti basta il modello base.

Puoi acquistare iPhone XS Max su Amazon su eBay o su ePrice

iPhone XS Max
Prezzo consigliato: € 1459Prezzo: € 1377.4

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Ad esempio, come responsabile su Ridble degli smartphone, mi dedico in prima persona a provare e testare ogni genere di telefono: dai più costosi agli smartphone di fascia bassa, dai rugged fino a quelli pensati esclusivamente per gli anziani. Un compito che, nel corso degli anni, mi ha permesso di riuscire a vedere tutte le trasformazioni che hanno segnato la storia del settore: dai mitici Star Tac a conchiglia all’avvento dell’iPhone fino, adesso, al futuro chiamato smartphone pieghevole. In questo tempo sono riuscito a dedicarmi a centinaia di smartphone, informandomi quotidianamente sullo sviluppo del mercato per sapere sempre quale smartphone consigliare all’interno delle guide sui migliori smartphone.

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Ogni smartphone top di gamma presente all’interno delle nostre guide agli acquisti è selezionato attraverso una serie di passaggi che definiamo come “metodo Ridble”. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che si compone di 4 fasi.

Qualsiasi smartphone top di gamma entra nei nostri radar a seguito della sua ufficializzazione da parte dell’azienda. Elementi come rumors, indiscrezioni, fughe di notizie e quant’altro non ci interessano. Attraverso l’utilizzo di varie fonti (comunicati stampa, inviti ad eventi ecc..) ogni specialist raccoglie l’ufficialità sull’esistenza dei prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza.

L’annuncio non è però un requisito di per sé valido per poter essere preso in considerazione per l’inserimento nelle nostre guide all’acquisto. Il dispositivo di turno, in questo caso lo smartphone, deve raggiungere un requisito necessario: l’eleggibilità. Bisogna che lo smartphone top di gamma sia realmente acquistabile in Italia (online o offline) per poter essere oggetto di scelta.

A questo punto, se i primi due principi sono stati rispettati, allora passiamo alla terza fase, quella della prova. Testiamo i prodotti in vendita per conoscerne da vicino punti di forza e di debolezza, e poter esprimere un giudizio generale. In questa fase ogni specialist capisce quali esigenze di acquisto il prodotto è in grado o meno di soddisfare, in modo da riuscire ad identificare l’utente tipo, in questo caso gli smartphone top di gamma.

I prodotti che ottengono un giudizio positivo sono selezionati e inseriti nelle guide all’acquisto. Questa fase si ripete ogni volta durante l’aggiornamento mensile delle guide all’acquisto. Quindi almeno una volta al mese lo specialist mette di nuovo in discussione tutti i prodotti selezionati in precedenza e decide se inserirne o meno di nuovi.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Quando si parla di un top di gamma, il suo prezzo fa schizzare in alto le mie aspettative su ogni singolo aspetto del telefono. Il primo punto fondamentale da testare riguarda l’ambito fotografico. La moltiplicazione dei sensori sul retro non dà scampo: è necessario valutare la qualità generale in rapporto alle caratteristiche del sensore con un test fotografico in più momenti della giornata cercando di replicare ogni tipo di immagine: da quella panoramica ai ritratti, dal grandangolo al macro, fino ai selfie. L’obiettivo è capire se le foto sono ben bilanciate e non sono troppo luminose o troppo scure in ogni condizione di luminosità. Poi è bene dare uno sguardo all’app Fotocamera, per capire quante modalità offre e quanto sia semplice scattare una buona immagine – cioè, provare a fare una foto in modalità automatica e valutare il risultato.

In seguito è bene analizzare l’ergonomia del device, valutando peso, spessore e comodità d’uso utilizzandolo come smartphone personale e di lavoro nel corso di tutta la giornata. Tenendolo in tasca e provandolo ad utilizzare con una mano sola si può capire quanto sia ergonomico e semplice da usare e da trasportare.

Poi bisogna testare la potenza del processore per capire se riesce a cavarsela bene nel multitasking e nella gestione di app e videogiochi pesanti. Si compone di due fasi: la prima consiste nello scaricare le app più usate del momento in un buon mix tra social, giochi e app di produttività (Calendar, Slack e così via) cercando di aprirle tutte contemporaneamente e provando a saltare da una finestra all’altra valutando la reazione del telefono e la sua fluidità di sistema; la seconda prevede il download di film e videogiochi, più stressanti per un processore, per costringerlo a dare il meglio delle sue potenzialità e verificare se ha dei rallentamenti o se scalda la parte posteriore del dispositivo. Un elemento che può venire in aiuto per avere un ulteriore grado di giudizio è l’app Antutu Benchmark, che si occupa di misurare le prestazioni del telefono tramite diversi test a livello hardware assegnandogli un punteggio di riferimento; un parametro che può servirmi per avere un termine di paragone preciso e puntuale a cui affidarmi.

Un altro elemento da mettere alla prova quando ci troviamo di fronte ai miglior smartphone top di gamma del mercato, pieni zeppi di sensori e funzionalità, è la batteria. Bisogna capire se è adeguata al bagaglio di caratteristiche che si portano dietro, analizzandone il tempo medio di utilizzo espresso in ore di schermo acceso. Per farlo basta scaricare sul telefono le app usate quotidianamente e usarlo durante tutta la giornata fatta di social, mail, chiamate, foto e qualche video e capire quanto tempo serve alla batteria per scaricarsi. Non solo, è necessario capire, mentre usiamo le applicazioni più pesanti, se l’alimentatore ha dei cali drastici di autonomia – indice di cattiva gestione dei consumi – e misurare il tempo di ricarica medio con il caricatore in dotazione.

Infine, è utile dare uno sguardo alla bontà dello schermo in tutte le sue declinazioni: risoluzione, luminosità, angoli di visione e temperatura colore. Quindi andando a guardare un video su YouTube o Netflix capisco se il display è ampio a sufficienza, riesce a riprodurre le immagini senza alterazioni e se sono sufficientemente luminose. Poi provo ad inclinarlo a destra e a sinistra, in alto e in basso, per capire fino a dove riesco a vedere correttamente il contenuto e giudico se i colori sono realistici e correttamente bilanciati senza essere troppo accesi o scuri.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

4341 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Luca Pierattini tramite i commenti.