Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Miglior smartphone 6 pollici: ecco i migliori phablet sul mercato

Miglior smartphone 6 pollici: ecco i migliori phablet sul mercato

di Luca Pierattini
Specialist Miglior smartphone
aggiornato il 22 maggio 2019
6030 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

In più, fino al 26 maggio, puoi approfittare su Amazon di una serie di sconti dedicati a tutto ciò che ruota intorno ad HP grazie alle promozioni per gli “HP Days“, dove puoi trovare notebook, monitor e cuffie in offerta. Nello stesso periodo, puoi approfittare anche della “Huawei Week“, una settimana di promozioni dedicata al colosso cinese con tantissimi prodotti in offerta.

Tra queste offerte, segnaliamo la presenza di questi smartphone da non perdere, disponibili salvo esaurimento scorte:

  • Huawei Mate 20 in offerta a 399€, rispetto ad un costo precedente di 460€;
  • Huawei Mate 20 Pro in offerta a 579€, rispetto ad un costo precedente di 660€.
N.B. La guida Miglior smartphone 6 pollici è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

Ti diamo il benvenuto nella nostra guida al miglior smartphone 6 pollici. Su questa pagina andiamo ad analizzare gli smartphone 6 pollici sulla piazza, fornendoti una selezione curata ed aggiornata mensilmente sui migliori phablet del panorama mobile, con l’obiettivo di aiutarti a scegliere tra gli innumerevoli prodotti che trovi oggi sugli scaffali. Andiamo dunque a scoprire qual è il miglior smartphone 6 pollici che fa più al caso tuo. Proseguiamo.

Miglior smartphone 6 pollici: quale comprare

Trovare lo smartphone che faccia al caso proprio nel mercato di oggi è un’impresa alquanto difficile. Questo, negli ultimi anni, si è letteralmente saturato e sempre più brand continuano a produrre, mese dopo mese, nuovi dispositivi per cercare di attrarre a sé un numero sempre maggiore di utenti. In questa guida analizziamo un settore specifico del mercato dei telefoni: quello dei miglior smartphone 6 pollici, altrimenti conosciuti come “phablet”. Se ti trovi su questa pagina, dunque, sai già cosa stai cercando: uno smartphone dall’ampio display che ti permetta di fruire al massimo delle potenzialità dei contenuti multimediali. È un buon inizio!

In questa pagina, infatti, andiamo alla ricerca di quello che sarà il miglior smartphone 6 pollici per i tuoi gusti, il tutto elencato in ordine di prezzo, in modo tale che tu possa stabilire un budget e trovare attraverso esso quello che è il miglior phablet per le tue tasche. Come ben saprai negli ultimi anni il mercato ha modificato la propria tendenza in fatto di display, estendendone le dimensioni dai precedenti 5 pollici, molto in voga fino ad un paio di anni fa (e ancora molto utilizzati) a pannelli ancor più ampi, tra i 5,8 e i 6,2 pollici di grandezza.

Perché scegliere tra i miglior smartphone da 6 pollici? La scelta di un phablet rispetto ad un comune smartphone di dimensioni ridotte può avere notevoli benefici. Innanzitutto su questa tipologia di dispositivi riteniamo fondamentale che sia presente uno schermo di buona qualità, con risoluzione minima Full HD (1920 x 1080 pixel), che permette di godere al meglio di contenuti multimediali quali video di YouTube, film e serie TV prese da Netflix o da qualsiasi altro servizio di streaming on-demand, o ancora videogiochi. Tutto ciò non risulta essere utile solo in campo multimediale, ma anzi lascia all’utente molto più spazio sul display su cui operare quotidianamente, permettendo a quest’ultimo di utilizzare al meglio le proprie applicazioni e di gestire con più respiro le proprie schermate.

Oltre a ciò, bisogna tenere presente la fluidità di sistema puntando su processori più performanti e schede tecniche particolarmente interessanti, senza dimenticare che non vanno trascurate la portabilità – da tenere sott’occhio per dispositivi così grandi – e la qualità della batteria, che deve sostenerti tutta la giornata senza farti patire.

Per aiutarti a farti un’idea su qual è, a conti fatti, il miglior smartphone 6 pollici, abbiamo deciso di stilare una selezione di phablet in ordine di prezzo, selezionando per te solo quanto di meglio il mercato possa offrire al giorno d’oggi.

Miglior smartphone 6 pollici fascia bassa: meno di 200€

Xiaomi Mi A2

Il primo che ti presentiamo nella ricerca del miglior smartphone 6 pollici è lo Xiaomi Mi A2,  un dispositivo che adesso si può acquistare tranquillamente spendendo meno di 200€. È il secondo smartphone Xiaomi dotato del sistema operativo Android One, ovvero della versione stock di Android (e quindi non di MIUI), sviluppata a quattro mani proprio con Google. Dotato di scocca metallica e di un design elegante, uno dei punti di forza del dispositivo è il display da 5,99 pollici Full HD+ protetto da un pannello Corning Gorilla Glass 5 con curvatura 2.5D, in un unibody in alluminio dal design accattivante con un pannello posteriore curvo che è affusolato verso i quattro lati.

Sotto la scocca spicca la presenza di un SoC Qualcomm Snapdragon 660, affiancato da 4 GB di RAM e da 32 GB di storage. Ottimo anche il comparto multimediale, grazie alla presenza di un doppio sensore posteriore da 12+20 MP, che permette di effettuare degli ottimi effetti bokeh. Un’altra caratteristica utile di Mi A2 è che gli utenti possono selezionare manualmente la fotocamera posteriore da 20MP o 12MP in base all’illuminazione dell’ambiente, ad esempio passando al sensore da 20MP quando si scatta in condizioni di scarsa illuminazione per sfruttare i grandi pixel 2.0μm per foto più luminose. Se cerchi un phablet di grosse dimensioni che non costi molto senza rinunciare ad ottime prestazioni, questa può essere la scelta migliore in assoluto.

Puoi acquistare Xiaomi Mi A2 su Amazon su eBay o su ePrice

Miglior smartphone 6 pollici fascia media: da 200€ ai 400€

Motorola Moto G7

Un altro dei miglior smartphone 6 pollici è un ottimo compromesso sul rapporto qualità prezzo: si tratta di Motorola Moto G7, l’ultima versione del medio-gamma del brand controllato da Lenovo. Questo arriva con un ampio display IPS da 6,2 pollici con un nuovo design a tutto schermo, una piccola cornice inferiore e un elegante notch a goccia nella parte superiore dello schermo a risoluzione Full HD+ (2280 x 1080 pixel).

Il design è molto elegante: la scocca è infatti composta interamente in metallo, con il lettore per le impronte digitali spostato nella parte posteriore, subito sotto la doppia fotocamera con sensori da 12 MP e 5 MP e reso più raffinato dal logo Motorola. Lato tecnico questo smartphone è dotato di una configurazione molto interessante, in piena linea con gli standard di oggi: qui troviamo infatti un SoC Qualcomm Snapdragon 632, octa-core a 1.8 GHz e GPU Adreno 506, supportato da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, espandibile via micro SD. Completa la scheda tecnica la tecnologia VoLTE ed un’ampia batteria da 3000 mAh. Perfetto se cerchi un device elegante e concreto, senza spendere più di 250€. 

Puoi acquistare Motorola Moto G7 su Amazon.

Motorola Moto G7
Prezzo consigliato: € 249.99Prezzo: € 199

LG G7

Uno dei prodotti su cui LG ha costruito le basi per la ripartenza è senz’altro LG G7. Uno smartphone solido, elegante e ben costruito, che adesso si può acquistare a meno di 300€: praticamente un affare. La grande prerogativa di uno dei miglior smartphone 6 pollici è la presenza di una bella doppia fotocamera posteriore da 16+16 megapixel, composta da un sensore principale e da un grandangolo, in grado di offrirti degli ottimi scatti senza durare molta fatica.

Per il resto, LG G7 ha un display da 6,1 pollici con risoluzione 2K (1440 x 3120 pixel) e un rapporto d’immagine in 18:9, senza bordi e cornici. C’è il notch in alto sullo schermo che protegge una fotocamera anteriore da 8 MP. Sotto la scocca c’è un processore Qualcomm Snapdragon 845 – octa-core a 2.8 GHz – supportato da 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, ottimizzato e integrato per garantire massime performance e durata della batteria da 3000 mAh, che, secondo le indicazioni della casa coreana, dovrebbe riuscire a durare tranquillamente per tutta la giornata.

Puoi acquistare LG G7 su Amazon su eBay o su ePrice

LG G7
Prezzo consigliato: € 354.81Prezzo: € 334.81

Xiaomi Mi 8

L’ultimo top di gamma Xiaomi è dotato di un pannello posteriore in vetro curvato sui quattro lati, telaio in alluminio e schermo in vetro 2.5D e uno schermo AMOLED da 6.21 pollici con risoluzione Full HD+ (2160×1440 pixel). C’è il rapporto d’immagine 18,7:9 con zero bordi e zero cornici, ad eccezione dell’oramai classico notch in alto sullo schermo che nasconde tutti i sensori per la fotocamera anteriore e il riconoscimento facciale. Dietro, c’è il lettore per le impronte digitali, insieme ad una dual camera con due sensori da 12 megapixel, doppia apertura focale (f/1.8 e f/2.4) con stabilizzazione ottica a 4 assi e dual pixel autofocus.

Mi 8 è il primo smartphone al mondo ad adottare il GPS a doppia frequenza, supportando entrambe le bande, L1 e L5, consentendo così una navigazione molto più accurata. Mi 8 è la perfetta combinazione di estetica, ergonomia e qualità. A dare potenza c’è il processore Qualcomm Snapdragon 845 – octa-core a 2.36 GHz – con 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna che muove l’ultima versione di Android Oreo, nella personalizzazione MIUI 9 dell’azienda cinese. Per chi è consigliato? Per chi cerca la qualità di un top di gamma alla metà del prezzo.

Puoi acquistare Xiaomi Mi 8 su Amazon su eBay o su ePrice

Miglior smartphone 6 pollici fascia alta: più di 400€

Huawei P20 Pro

Nella nostra selezione dei miglior smartphone 6 pollici non poteva mancare il nuovo top di gamma Huawei contraddistinto da una tripla fotocamera posteriore. Lo Huawei P20 Pro rincorre tutti i trend del momento e cerca di superarli proponendo soprattutto un comparto fotografico davvero superlativo: c’è un display OLED da 6,1 pollici con risoluzione Full HD+ (2240 x 1080 pixel) e rapporto d’aspetto in 19:9; poi c’è il design a tutto schermo che dice addio a bordi e cornici e, soprattutto, c’è il notch in alto sullo schermo, che racchiude tutti i sensori necessari al riconoscimento facciale. Sotto al display, è stato spostato il lettore delle impronte digitali, spostato dal retro, dove trovano spazio tre fotocamere disposte verticalmente in angolo alto a sinistra.

I tre sensori sul retro, a marchio Leica, sono in grado di scattare immagini fino a 92 megapixel: oltre al comparto composto da due camere da 40+20 megapixel (uno a colori e uno in bianco e nero), Huawei ha deciso di aggiungere un modulo zoom 3X da 8 mp con una stabilizzazione a sei assi e una modalità Ultra Snapshot in grado di catturare un’immagine in appena 0,3 secondi semplicemente facendo doppio clic sul pulsante per abbassare il volume, anche con schermo spento; ottima anche la fotocamera anteriore da 24 megapixel. Sotto la scocca c’è il buon processore proprietario Kirin 970 – octa-core a 2.36 GHz – sostenuto da 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, non espandibile via micro SD. Non c’è il jack per le cuffie, ma la connettività è assicurata da 4G/LTE, Dual SIM, Bluetooth 4.2, WiFi 802.11ac, GPS e chip NFC, oltre alla certificazione IP67 per la resistenza all’acqua, alla batteria da 4000 mAh. Lato software, lo smartphone esce fin da subito con Android Oreo 8.1 nella personalizzazione EMUI 8.1 dell’azienda cinese.

Se cerchi un ottimo smartphone che abbia tutte le tendenze tech del 2018 con uno dei comparti fotografici migliori in circolazione, non puoi che scegliere il nuovo Huawei P20 Pro.

 

Puoi acquistare Huawei P20 Pro su Amazon su eBay o su ePrice In alternativa Huawei P20 Pro è disponibile nella variante Huawei P20 Pro Dual Sim.

Samsung Galaxy S10

La prima generazione di top di gamma Samsung con il nuovo Infinity-O Display introduce il “foro” sullo schermo per la prima volta, offrendo un boost di prestazioni in termini di utilizzo quotidiano del dispositivo e in termini di fotocamere. Ottimo il display Super AMOLED da 6,1 pollici Quad HD+ (3040 x 1440 pixel) con bordi e cornici sempre più sottili e la novità della fotocamera anteriore racchiusa in un buco per rendere ancora più immersivo lo schermo. Nella parte posteriore, fa la sua comparsa una tripla fotocamera posteriore da 12+12+16 megapixel composta da un sensore principale, da un grandangolo e da un teleobiettivo da 2x che vanno così a rendere completo il comparto fotografico. Sul lato multimediale troviamo poi a bordo un sistema di speaker targati AKG, mentre sul lato tecnico figurano un SoC Exynos 9820 – octa-core a 2.7 GHz – affiancato da 8 GB ed un quantitativo minimo di storage pari a 128 GB, mentre la batteria ha un modulo da 3400 mAh, con ricarica rapida e wireless – bonus: il reverse charging con cui puoi ricaricare smartwatch e auricolari wireless.

Costa leggermente di più rispetto al Samsung Galaxy S10e, ma il triplo obiettivo posteriore e gli 8 GB di RAM giustificano questa differenza di prezzo, rendendolo uno dei miglior smartphone Android in assoluto. Per cui se stai cercando tra i miglior smartphone 6 pollici quello che abbia performance super e un’ottima qualità fotografica, il Galaxy S10 è ciò che fa per te.

Puoi acquistare Samsung Galaxy S10 su Amazon su eBay o su ePrice

iPhone XR

Il nuovo iPhone XR è uno dei miglior smartphone 6 pollici del momento, oltre che, probabilmente, il miglior iPhone da comprare nel 2018 in termini di rapporto tra qualità e prezzo. Dopo il salto generazionale con il modello X, Apple ha deciso di aprirsi alle alternative “economiche”, cercando di offrire il nuovo formato a tutto schermo ad un costo più contenuto. Così iPhone XR si presenta un display davvero ampio: stiamo parlando di un pannello Liquid Retina da 6,1 pollici, con risoluzione 1792 x 828 pixel e bordi e cornici ridotte, oltre all’oramai onnipresente notch in alto sullo schermo.

Lato tecnico troviamo ovviamente una scheda tecnica fiammante – non poteva essere altrimenti – dove spicca la presenza di un processore A12 Bionic, esa-core, coadiuvato da 3 GB di RAM e da uno storage a scelta tra 64, 128 e 256 GB, non espandibile ulteriormente tramite micro SD. Sul lato posteriore troviamo una fotocamera posteriore da 12 MP, dotata di tutte le caratteristiche smart della Mela; frontalmente, invece, abbiamo un sensore da 7 MP. Lato connettività troviamo tutte le ultime tecnologie del settore: non mancano infatti Bluetooth 5.0, LTE Cat.16, NFC e porta USB Type-C. La batteria da 3000 mAh (circa, come al solito Apple non divulga informazioni sull’alimentatore) garantisce una buona autonomia durante l’intero arco della giornata, mentre lato software troviamo iOS 12. iPhone XR è poi impermeabile, grazie alla certificazione IP67. Scopri di più nella nostra iPhone XR recensione.

Puoi acquistare iPhone XR su Amazon o se preferisci su eBay

iPhone XR
Prezzo consigliato: € 889Prezzo: € 759

iPhone XS

L’ultimo iPhone è senz’altro uno dei miglior smartphone 6 pollici in circolazione. Con iPhone XS Apple decide di sposare le novità già viste su iPhone X confermando in pieno il nuovo corso intrapreso con lo smartphone del decennale: optando per un display OLED che ricopre l’intero pannello frontale, eliminando dunque qualsivoglia pulsante fisico ed affidando l’intera esperienza d’utilizzo alle gesture. Il display è un pannello OLED da 5,8 pollici, con risoluzione 2436 x 1125 pixel (459 ppi), con tecnologia True Tone, in grado di donare immagini nitide ed una luminosità senza eguali. In cima al display è presente uno spazio nero, in gergo notch, necessario per contenere la capsula auricolare, la fotocamera anteriore ed i vari sensori, tra i quali troviamo quello per il riconoscimento facciale biometrico denominato Face ID, che promette nuovi livelli di sicurezza rispetto al caro e vecchio Touch ID, rimosso su questo dispositivo.

Dietro, troviamo un doppio sensore fotografico posizionato verticalmente, con due sensori da 12 MP, dotati rispettivamente di apertura ƒ/1.8 e ƒ2.4, con stabilizzazione ottica su entrambe le camere e quad LED. Frontalmente, invece, abbiamo un sensore da 7 MP. Sotto la scocca troviamo un cuore pulsante targato Apple A12 Bionic, nuovo chip esa-core della compagnia che promette di fare letteralmente faville. Ad accompagnarlo ci sono 4 GB di RAM e fino a 512  GB di storage interno. Lato connettività troviamo tutti gli ultimi standard del settore: su tutti spicca la presenza di un modulo Bluetooth 5.0 e NFC. La batteria permette la ricarica wireless e garantisce mezz’ora di autonomia in più rispetto ad iPhone X.

Puoi acquistare iPhone XS su Amazon o se preferisci su eBay

iPhone XS
Prezzo consigliato: € 1189Prezzo: € 1165.99

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Ad esempio, come responsabile su Ridble degli smartphone, mi dedico in prima persona a provare e testare ogni genere di telefono: dai più costosi agli smartphone di fascia bassa, dai rugged fino a quelli pensati esclusivamente per gli anziani. Un compito che, nel corso degli anni, mi ha permesso di riuscire a vedere tutte le trasformazioni che hanno segnato la storia del settore: dai mitici Star Tac a conchiglia all’avvento dell’iPhone fino, adesso, al futuro chiamato smartphone pieghevole. In questo tempo sono riuscito a dedicarmi a centinaia di smartphone, informandomi quotidianamente sullo sviluppo del mercato per sapere sempre quale smartphone consigliare all’interno delle guide sui migliori smartphone.

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Ogni smartphone presente all’interno delle nostre guide all’acquisto è selezionato attraverso una serie di passaggi che definiamo come “metodo Ridble”. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che si compone di 4 fasi.

Qualsiasi smartphone entra nei nostri radar a seguito della sua ufficializzazione da parte dell’azienda. Elementi come rumors, indiscrezioni, fughe di notizie e quant’altro non ci interessano. Attraverso l’utilizzo di varie fonti (comunicati stampa, inviti ad eventi ecc..) ogni specialist raccoglie l’ufficialità sull’esistenza dei prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza.

L’annuncio non è però un requisito di per sé valido per poter essere preso in considerazione per l’inserimento nelle nostre guide all’acquisto. Il dispositivo di turno, in questo caso lo smartphone, deve raggiungere un requisito necessario: l’eleggibilità. Bisogna che lo smartphone da 6 pollici sia realmente acquistabile in Italia (online o offline) per poter essere oggetto di scelta.

A questo punto, se i primi due principi sono stati rispettati, allora passiamo alla terza fase, quella della prova. Testiamo i prodotti in vendita per conoscerne da vicino punti di forza e di debolezza, e poter esprimere un giudizio generale. In questa fase ogni specialist capisce quali esigenze di acquisto il prodotto è in grado o meno di soddisfare.

I prodotti che ottengono un giudizio positivo sono selezionati e inseriti nelle guide all’acquisto. Questa fase si ripete ogni volta durante l’aggiornamento mensile delle guide all’acquisto. Quindi almeno una volta al mese lo specialist mette di nuovo in discussione tutti i prodotti selezionati in precedenza e decide se inserirne o meno di nuovi. Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Parlando di miglior smartphone 6 pollici, è necessario cominciare con un test che mi permetta di valutare la qualità del display – caratteristica essenziale in questa guida. Scorro le foto, guardo un filmato su YouTube e lo utilizzo nella vita quotidiana di tutti i giorni cercando di capire se la risoluzione è sufficiente a soddisfarmi e se riesco a vedere bene i contenuti sotto la luce del sole. Poi apro l’app Display Tester e sfrutto le immagini di default (essenzialmente tavolozze di colori e varie tonalità di bianchi, di neri e di grigi) per capire se la luminosità non è troppo bassa, se inclinando lo schermo in alto e in basso, a destra e a sinistra, continuo a vedere lo stesso colore e come il display reagisca alle varie sfumature. In seguito sfrutto Netflix e i file in MKV – un formato particolarmente pesante che prevede il raggruppamento di video e audio ad alta risoluzione, compresi i sottotitoli, in un unico file – cercando di visualizzare film e serie tv in Full HD o, qualora sia supportato, in 4K per mettere alla prova il comparto multimediale del telefono.

In seguito passo ad analizzare la fluidità di sistema: in un primo momento valuto le prestazioni nell’utilizzo quotidiano a base di social, Whatsapp e qualche sessione di gioco. Poi cerco di stressare bene il processore per testarne le reazioni scaricando app pesanti e videogiochi provando a lanciarli in contemporanea e passando da un’applicazione all’altra per verificare eventuali rallentamenti. Come ulteriore elemento di giudizio, uso l’app Antutu Benchmark, che si occupa di misurare le prestazioni dello smartphone con una serie di test che permettono di ottenere un determinato punteggio: più è alto, migliori saranno le prestazioni, con un ottimo parametro di confronto oggettivo tra i vari cellulari.

Un altro criterio da testare riguarda la portabilità: cerco di capire portandolo con me e utilizzandolo nel corso della giornata se la dimensione influisce troppo sulla comodità d’uso e quanto l’ergonomia sia sacrificata in virtù di un display più grande, valutandone anche peso e sottigliezza. L’obiettivo è trovare il giusto equilibrio tra tutte le componenti.

L’ultima prova che è necessario fare su uno smartphone 6 pollici è l’analisi dell’autonomia: su device così grandi, lo schermo di buona risoluzione consuma molta batteria per cui è bene tenere conto di quanto tempo occorre allo smartphone per scaricarsi in termini di ore di schermo acceso nell’arco di una classica giornata fatta di telefonate, notifiche, social e qualche gioco. Utilizzando il telefono nella mia quotidianità lavorativa e personale ho modo di registrare l’autonomia per valutare con esattezza quanto dura su una media di più cicli di carica. Poi è bene capire se la batteria ha dei cali di prestazione con un utilizzo intensivo (a base di app più pesanti, film e videogiochi) e infine, testare il tempo di ricarica medio con il caricatore in dotazione.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

6030 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Luca Pierattini tramite i commenti.