Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Miglior smartband cinese: ecco i prodotti da prendere in considerazione

Miglior smartband cinese: ecco i prodotti da prendere in considerazione

di Giovanni Mattei
Specialist Fitness tracker
aggiornato il 5 febbraio 2020
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Miglior smartband cinese è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Agosto 2020.

In questo articolo parliamo della miglior smartband cinese. L’obiettivo è offrivi una panoramica completa dei diversi prodotti in modo da aiutarvi nella scelta del dispositivo che meglio soddisfa le vostre esigenze.

Miglior smartband cinese: quale comprare

Il settore degli smartphone è stato il classico apripista per il resto dei prodotti provenienti da oriente. Molto lo dobbiamo a compagnie ormai leader del mercato come Samsung, Huawei, Xiaomi e tante altre che, nel corso di questi ultimi anni e con grandi sforzi, sono riuscite a crearsi una grande fetta di pubblico anche qui in occidente. Sembrava ieri quando solo le grandi corporation occidentali erano in grado di catalizzare l’attenzione, in qualsiasi settore hi-tech. Le cose stanno cambiando anche nel campo dei wearable, il mercato di cui ci andremo ad occupare quest’oggi con la guida sulla miglior smartband cinese.

Infatti, mettendo da parte Garmin, Fitbit e compagnia cantante, è proprio dalla Cina che arrivano prodotti estremamente interessanti. Questi seguono un po’ quello che avviene nel campo della telefonia: offrire un ottimo compromesso qualità/prezzo cercando di integrare le feature più richieste dal mercato. L’esempio lampante è il lavoro svolto da Xiaomi per quanto riguarda i fitness tracker. Grazie ad un lavoro certosino, nel corso di questi ultimi anni è riuscita a conquistarsi il trono di azienda leader nel segmento entry level.

Il prezzo molto contenuto, la community numerosa, un’applicazione mobile sempre più ottimizzata e un prodotto effettivamente valido, le hanno permesso di rubare la scena a realtà un tempo invincibili. Stessa cosa si può dire anche di Honor. Quest’ultima cerca invece di seguire una strategia diversa. Colpire la concorrente Xiaomi nel suo stesso territorio: la fascia bassa. Per selezionare i modelli che vedete all’interno di questa guida abbiamo seguito alcuni criteri di selezione.

Display

Si parte con la scelta di smartband con un display di buona qualità. In questo caso abbiamo valutato elementi come la luminosità (aspetto molto importante e che Xiaomi ha sempre un po’ snobbato nelle precedenti versione della sua smartband) e gli angoli di visuale. Stessa cosa per quanto riguarda la tecnologia dei pannelli qui presenti, in questo caso tutti basati sulla tecnologia OLED. I modelli qui presenti presentano un display piuttosto simile in termini di grandezza.

Sensori

La precisione dei sensori è un elemento su cui investiamo molto tempo durante la selezione delle smartband. I modelli più economici qui presenti offrono sensori di buona qualità ma pensati per tracciare elementi basilari come la distanza percorsa, i passi, le calorie bruciate e poco altro. Questi sono adatti per chi non cerca una smartband da utilizzare in palestra, ma magari giusto come dispositivo per leggere le notifiche in entrata e qualche info relativa alla propria giornata. Alcune smartband integrano un gran numero di sensori, fra cui il cardiofrequenzimetro, quello per la saturazione dell’ossigeno nel sangue o il riconoscimento automatico dell’allenamento in corso. Queste sono indicate per chi ama mantenersi in forma e vuole tracciare i propri allenamenti con precisione.

Autonomia

Per quanto riguarda l’autonomia abbiamo deciso di valutare smartband in grado di garantire almeno 5 giorni di utilizzo. Se questo è vero per modelli molto economici, altri riescono a coprire senza problemi anche diverse settimane con una singola carica. Questi sono di solito i fitness tracker ideali per chi fa tanta attività fisica.

Miglior smartband cinese: i modelli da scegliere

Xiaomi Mi Band 4

Se c’è un prodotto che potremmo definire come miglior smartband cinese ad occhi chiusi, quello è la Xiaomi Mi Band 4. Dopo essersi buttato nel campo dei fitness tracker, il colosso cinese ha acquisito l’esperienza necessaria per sviluppare un prodotto vincente e completo sotto quasi tutti i punti di vista. Quest’ultima versione presenta qualche interessanti novità rispetto alla 3 (già questa regina incontrastata della fascia entry level), tali da differenziarla in positivo ma senza stravolgerne i connotati.

Infatti, già dall’aspetto estetico si nota una bella differenza: la Mi Band 4 presenta un display OLED a colori da 0,95 pollici (diagonale maggiore rispetto ai 0,78″ della passata generazione), che permette di tenere sotto controllo una serie di informazioni durante l’allenamento fisico e non. Il display OLED permette di gestire al meglio la batteria che, nonostante sia di appena 135 mAh (al contrario dei 110 mAh del modello precedente), è comunque in grado di accompagnare l’utente per due settimane abbondanti.

Oltre al sensore HR per il battito cardiaco, la Mi Band 4 presenta un rinnovato sensore a sei assi pensato per tracciare le calorie bruciate, la distanza percorsa e molto altro, il tutto proteggendo l’intera struttura grazie alla certificazione IP67 che le permette di entrare in contatto con liquidi senza subire danni.

Puoi acquistare Xiaomi Mi Band 4 su Amazon o se preferisci su eBay

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Honor Band 5

Non c’è che dire: se si parla di miglior smartband cinese, ad oggi, l’unica concorrente di Xiaomi è Honor. L’ultimo prodotto confezionato, ovvero Honor Band 5, è stato in grado di impensierire il colosso cinese andando proprio nella stessa direzione, ovvero la fascia bassa. Non si tratta ormai di prodotti limitati, tutt’altro: c’è davvero tutto, sia a livello di hardware che software, per monitorare le attività sportive e la qualità del sonno senza troppe pretese.

La similitudine con la Mi Band parte dal display, che è praticamente identico: parliamo di un pannello AMOLED da da 0,95″ con risoluzione 120 x 240 pixel. Questo ha un vetro a protezione diverso però, con un form factor curvo a 2.5D che accompagna l’utilizzo tramite gesture in modo più piacevole e meno spigoloso della Mi Band. Il comparto sensori non è niente male: troviamo infatti un sensore H3 sempre attivo e, udite udite, anche un sensore per la saturazione dell’ossigeno nel sangue. L’ultima misurazione è piuttosto esclusiva, impossibile da trovare su prodotti di questa fascia di prezzo.

La UI del software è molto pratica, colorata ed intuitiva e si sposa bene con il design del prodotto, dotato sempre di cinturino intercambiabile. L’autonomia della batteria integrata riesce a raggiungere i 6 giorni di utilizzo con il cardiofrequenzimetro attivo, oppure fino a 14 senza cardiofrequenzimetro. Non c’è altro da dire: se volete la miglior smartband cinese, con Honor Band 5 avrete un prodotto senza rinunce.

Puoi acquistare Honor Band 5 su Amazon o se preferisci su eBay

Honor Band 5
Prezzo consigliato: € 69.99Prezzo: € 30.97

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.