Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Come assemblare un PC: il miglior mouse

Come assemblare un PC: il miglior mouse

di Claudio Carelli
Specialist Assemblare PC
aggiornato il 19 giugno 2020
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Miglior mouse è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Agosto 2020.

In questo articolo siamo alla ricerca del miglior mouse, un piccolo accessorio che ci accompagna quotidianamente all’utilizzo del PC. Prima di tutto ci occuperemo di descrivere tutto ciò che ne definisce il funzionamento, dando una chiara anteprima delle caratteristiche fondamentali.

Questa guida si occupa di mouse per uso generico. Stai costruendo un computer per giocare? Puoi consultare la nostra collana sulle build da gaming, dove esaminiamo con cura il settore.

Miglior mouse: quale scegliere

Compiere una scelta può essere davvero difficile. È infatti presente una quantità colossale di tipi diversi di mouse. Nella nostra guida troverai una chiara distinzione fra le varie tipologie di prodotti, fornendovi le chiavi di lettura necessarie per scegliere la periferica perfetta per il tuo budget. Dunque come scegliere il miglior mouse? Andiamo ad approfondire il tutto qui sotto.

 

Partiamo prima di tutto dalla più chiara ed evidente distinzione. Mouse e tastiera possono essere provvisti di cavo (wired) o senza fili (wireless). Entrambi hanno i loro pro e contro, vediamo quali sono. Le periferiche con filo sono prevalentemente USB con una strettissima minoranza di dispositivi PS/2 (niente a che vedere con la console!), un connettore datato ed obsoleto ma ancora usato in buona parte dei PC desktop.

Mouse wireless (senza fili)

Per quanto riguarda le periferiche senza fili, possono essere provviste di un ricevitore USB oppure semplicemente Bluetooth. La differenza sta nell’associazione dei dispositivi: mentre una normale periferica wireless può essere utilizzata esclusivamente tramite il ricevitore USB associato, una periferica Bluetooth può collegarsi ad un qualsiasi dispositivo provvisto di questa tecnologia. In pratica nel primo caso troviamo prodotti dedicati a computer fissi che tendenzialmente non sono predisposti al Bluetooth, mentre la seconda opzione potrà essere collegata ad un qualsiasi dispositivo compatibile, come tablet o smartphone, senza la necessità di accessori aggiuntivi.

Inoltre, il ricevitore USB è utilizzabile su un solo computer alla volta, dovendo necessariamente tenerlo collegato al dispositivo in uso. Fate attenzione durante gli spostamenti, poiché persa questa piccola pennetta USB, le periferiche ad essa abbinate saranno inutilizzabili (nel più dei casi). Al contrario, le periferiche Bluetooth possono passare da un dispositivo all’altro in modo relativamente più confortevole, dopo una configurazione iniziale. Di contro abbiamo una connettività talvolta problematica vista la riconnessione non automatica in caso di perdita del segnale. Problemi che dipendono da modello a modello, ma che la recente revisione Bluetooth 4.1 promette di risolvere.

Per dispositivi non provvisti di Bluetooth è possibile acquistare un adattatore, ma nonostante il prezzo sia accessibile rappresenta comunque una bella fetta del totale, specialmente se volete accoppiare periferiche economiche. Per questo motivo le periferiche wireless con ricevitore USB sono ideali per chi vuole a fare a meno dei cavi in una configurazione desktop, mentre le periferiche Bluetooth sono perfette per la mobilità o per dedicarsi alla scrittura su tablet o smartphone.

Che differenza fa il filo?

Tornando però alla nostra iniziale domanda, la differenza principale tra filo e wireless è la necessità di inserire una batteria in quest’ultimo tipo. Le periferiche senza filo possono essere estremamente comode e vantare un certo stile, al costo però di avere la scocciatura di tanto in tanto di ricaricare la batteria.

Certi modelli più avanzati integrano al loro interno una batteria ricaricabile simile a quella di uno smartphone, permettendo di ricaricarla tramite un cavo USB modulare collegato al PC. In pratica, quando necessario, sarà possibile utilizzare la periferica con il cavo e allo stesso tempo ricaricare la batteria interna. Ma non fatevi troppi problemi, qualsiasi periferica wireless sarà in grado di tenere il passo per settimane (a seconda del tipo e dell’utilizzo). Se però vuoi eliminare del tutto questa seccatura sapete a dove guardare.

Passiamo invece ad un analisi più ravvicinata delle due periferiche interessate, cercando di capire cosa determina effettivamente il miglior mouse.

Mouse ottico e mouse laser

I mouse odierni si suddividono in due macrocategorie: mouse otticomouse laser. Partiamo dalla prima tipologia, i mouse ottici possono vantare delle ottime caratteristiche ad un costo accessibile, con lo svantaggio di non poter essere utilizzato su superfici riflettenti. Sono caratterizzati da una luce tipicamente rossa nei pressi del sensore e con molta probabilità avrete già impugnato uno di questi modelli. D’altro canto i mouse a laser potranno essere adoperati su pressoché qualsiasi superficie con l’aggiunta di avere una sensibilità massima superiore (DPI), ideale per lavori di estrema precisione.

Quest’ultima caratteristica ne definisce anche il principale svantaggio: l’imprecisione maggiore durante le varie velocità dei movimenti, data dalle eccessive informazioni raccolte dal sensore. Ciò vuol dire che muovendo rapidamente il mouse il sensore riprodurrà un’inconsistenza maggiore nella precisione rispetto alle periferiche ottiche. Si tratta di un tecnicismo probabilmente impercettibile se non tramite test approfonditi, ma che rappresenta comunque una differenza fra le due tipologie.

I mouse a laser saranno inoltre più sensibili a polvere e residui e generalmente costeranno un premium. Tutto sommato i due tipi di mouse si equivalgono per un normale utilizzo del PC, per questo motivo la nostra scelta oscillerà verso i più economici mouse ottici.

Queste sono le caratteristiche essenziali di un mouse, ma un prodotto può essere contraddistinto da altri numerosi particolari. Potremo infatti prendere in considerazione l’impugnatura del mouse, il numero di tasti a disposizione, la posizione di questi tasti e la sensazione del click, ma anche la rigidità della rotellina, il peso complessivo o la presenza di un software per la personalizzazione di tasti e look. Insomma, un mondo di caratteristiche che lascia a voi la scelta di miglior mouse. Andiamo quindi a vedere la nostra selezione.

Miglior Mouse: i prodotti

AmazonBasics Mouse USB

A non tutti gli utenti serve un mouse con molti tasti o funzioni; se cerchi il miglior mouse per un computer generico, può essere sufficiente un mouse che fa un ottimo lavoro senza extra ad aumentarne il prezzo. Questo mouse a cavo di Amazon utilizza un sensore ottico e possiede tre tasti complessivamente, rendendolo ottimo per la maggior parte degli utenti. Un semplice ed economico mouse, ideale per chi non ha alcuna pretesa da questo dispositivo di input ma vuole comunque un certo livello di qualità.

Puoi acquistare AmazonBasics Mouse USB su Amazon.

Logitech M171

Questo mouse wireless utilizza un sensore ottico e possiede tre tasti complessivamente. Il primo mouse senza cavo che vediamo è anch’esso basilare, pensato per chi vuole un ottimo mouse wireless e non ha bisogno di tasti extra o funzioni particolari. Un piccolo ed economico mouse wireless, perfetto per chi vuole liberarsi dei fastidiosi cavi mantenendo i costi bassi ma senza sacrificare la qualità.

Puoi acquistare Logitech M171 su Amazon o se preferisci su eBay

Logitech M171
Prezzo consigliato: € 13.49Prezzo: € 11.49

TECKNET Mouse Wireless 

Questo mouse wireless utilizza un sensore ottico e possiede sei tasti complessivamente. Passiamo quindi a mouse con qualche pulsante in più: oltre alla classica rotella e tasto destro e sinistro, questo modello offre un selettore di precisione in grado di rendere i movimenti più rapidi o lenti, nel caso dovessi fare spostamenti precisi. I due tasti aggiuntivi sul lato permettono funzioni aggiuntive, come navigare avanti e indietro velocemente su internet. Una soluzione wireless dal design più sofisticato che offre un numero più adeguato di tasti. È alimentato da batterie AA: la durata è lunga, e nel caso si scarichi durante l’uso non dovrai aspettare che si ricarichi.

È complessivamente un mouse allineato agli standard moderni, proposto ad una cifra interessante e disponibile in diversi colori.

Puoi acquistare TECKNET Mouse Wireless  su Amazon o se preferisci su eBay

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Logitech M720 Triathlon

Questo mouse wireless / Bluetooth utilizza un sensore ottico e possiede sette tasti complessivamente.

Un prodotto più avanzato che gode della tecnologia Unifying di casa Logitech che permette a questo mouse di essere connesso simultaneamente a più dispositivi, rendendo il passaggio da uno all’altro molto semplice. Oltre alla connettività Bluetooth, offre un’impugnatura più ergonomica che farà la gioia di chi si trova a usarlo molto spesso.

Puoi acquistare Logitech M720 Triathlon su Amazon o se preferisci su eBay

Logitech MX Anywhere 2S

Questo mouse wireless / Bluetooth utilizza un sensore laser e possiede sette tasti complessivamente.

Un mouse considerato di punta che offre il pacchetto completo di specifiche Logitech. Troviamo infatti un sensore laser che ci permette l’utilizzo su pressoché qualsiasi superficie. La rotellina con scorrimento iperveloce è l’ideale per lunghi documenti o pagine web. Infine, il design compatto ed ergonomico ne permette una facile portabilità ed usabilità. Il prodotto perfetto per lavorare efficientemente in mobilità.

Puoi acquistare Logitech Mx Anywhere 2S su Amazon o se preferisci su eBay

Logitech MX Master 3

Questo mouse wireless / Bluetooth utilizza un sensore laser e possiede sette tasti complessivamente.

Grazie ad un mix di specifiche tecniche, questo è il prodotto di punta per esperti e professionisti che vogliono ottenere il massimo dai propri dispositivi. Grazie a Logitech Flow è possibile utilizzarlo su più computer separati simultaneamente, creando un perfetto flusso di lavoro. Il sensore laser ne permette l’utilizzo sulla maggior parte delle superfici, mentre la porta micro-USB garantisce una comoda e rapida ricarica. A massimizzare la produttività ci pensano le due rotelline che semplificano lo scorrimento sia verticale che orizzontale. Un mouse davvero solido e pieno di potenziale.

Puoi acquistare Logitech MX Master 3 su Amazon o se preferisci su eBay

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.