Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Miglior fotocamera compatta: guida alla scelta

Miglior fotocamera compatta: guida alla scelta

di Carlo Carlino
Specialist Fotocamere compatte
aggiornato il 29 agosto 2019
4287 utenti hanno trovato utile questa guida

Nasce Amazon Prime Students: tutti i privilegi dell’abbonamento Amazon Prime, ma alla metà del prezzo se siete studenti. Per saperne di più ed eventualmente attivarlo clicca qui.

N.B. La guida miglior fotocamera compatta è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Ottobre 2019.

In questo momento storico chi si avvicina alla fotografia digitale non avrà vita facile. Se una fetta di utenza è disposta fin da subito a fare un investimento per indirizzarsi verso macchine fotografiche reflex o bridge – con tutto ciò che ne consegue: peso, acquisto di ottiche (per le reflex) e ore di studio – il resto dell’utenza vuole invece avere la possibilità di fare ottime fotografie senza portare con sé un peso eccessivo, né avere il pensiero di dover cambiare obiettivo o di dover spendere ore di studio per ottimizzare i propri scatti. La risposta a queste esigenze ci viene fornita dalle fotocamere compatte, il meglio della tecnologia e della qualità d’immagine racchiuse in un corpo macchina grande meno di una mano. Vediamo quindi, in questa guida, come scegliere la miglior fotocamera compatta in base alle proprie esigenze e al proprio budget.

Miglior fotocamera compatta: quale comprare

Il problema dell’utente che si avvicina al mercato delle fotocamere compatte è scegliere quella giusta. Se, da una parte, per le reflex la scelta ricade su un numero relativamente limitato di modelli poiché ne vengono presentati più o meno due all’anno per ogni brand, per le compatte invece il discorso si complica. In questo settore, infatti, ci si ritrova a cercare il modello adatto alle proprie esigenze tra decine di altri. La ricerca, quindi, non va impostata più in base alla sola marca, ma piuttosto in base alle caratteristiche chiave. Sono loro che differenziano i vari prodotti e sono loro che bisogna valutare per scegliere la miglior fotocamera compatta per le proprie esigenze e per il proprio budget.

Zoom

La prima caratteristica fondamentale da considerare è sicuramente lo zoom, in quanto le fotocamere compatte non hanno la possibilità di cambiare la lente. Solitamente lo zoom va dai 24 mm70 mm equivalenti al formato full frame, ma in alcuni casi (ad esempio le superzoom) la focale massima può arrivare fino a 200 mm ed oltre. Lo zoom è molto importante perché permette di dedicarsi a più generi fotografici, sia che voi siate principianti che si avvicinano alla fotografia, sia che voi siate fotografi amatoriali. Esistono due tipi di zoom: otticodigitale. Quello su cui bisogna concentrarsi è il primo, in quanto funziona tramite lo spostamento delle lenti presenti all’interno dell’obiettivo, quindi assicura una qualità maggiore. Lo zoom digitale, infatti, altro non è che un ingrandimento software dell’immagine, quindi si vanno ad ingrandire i pixel provocando una perdita evidente di qualità. Quindi, come si fa a capire qual è lo zoom migliore per le proprie esigenze? Tutto dipende dai vostri gusti e dalle foto/video che volete realizzare. Se amate scattare foto paesaggistiche e in contesti urbani non avrete sicuramente bisogno di una fotocamera superzoom, quindi potete tenere in considerazione tutte le fasce in base al vostro budget e alla qualità che desiderate. Se invece i generi fotografici in cui volete cimentarvi sono i ritratti e le foto naturalistiche a soggetti lontani avrete bisogno di uno zoom molto spinto. Nel caso dei ritratti basta anche uno zoom che arriva a 50mm o 70mm, in quanto queste focali rendono il viso del soggetto naturale e non troppo arrotondato. Nel caso della fotografia naturalistica, invece, si ha bisogno di zoom che arrivano anche oltre i 200mm, perché quando si fotografano animali nel loro habitat naturale non si ha la possibilità di avvicinarsi molto. Anche in questo caso esistono compatte con zoom molto estesi in tutte le fasce di prezzo, sta quindi a voi decidere quanto volete spendere in base alla qualità che volete avere.

Diaframma

Il secondo criterio da valutare è il diaframma, il quale si trova all’interno dell’obiettivo e determina la luce che raggiungerà il sensore. Il diaframma è composto da delle lamelle che si aprono e si chiudono, in questo modo permette alla luce di entrare all’interno della lente. Ovviamente più è ampio il diaframma, maggiore sarà la luce che verrà catturata. Per quantificare l’apertura del diaframma si utilizza la lettera “f” seguita da due valori (ad esempio f/1.8-2.8). Il primo si riferisce all’apertura massima del diaframma che è possibile avere quando si utilizza lo zoom in grandangolo, mentre il secondo quantifica l’apertura massima utilizzando la lente alla massima estensione. Avere un diaframma molto ampio permette quindi di scattare foto e video anche quando la luminosità della scena è bassa, come ad esempio quando ci si trova all’interno di un’abitazione di sera. Ma c’è un’altra caratteristica che determina l’apertura del diaframma: l’effetto bokeh. In pratica si tratta dello sfocato che si crea dietro al soggetto e che spesso viene utilizzato e ricercato nei ritratti. Un diaframma molto ampio permette di avere uno sfocato sullo sfondo della foto, mentre un diaframma molto chiuso consente di ritrarre in modo nitido anche quello che si trova alle spalle del soggetto. In base ai vostri gusti e ai vostri bisogni dovete quindi valutare bene il diaframma della compatta che volete acquistare. Per foto paesaggistiche si può utilizzare una fotocamera compatta di qualunque fascia di prezzo, perché l’importante è avere un diaframma che si chiude molto in modo da avere tutto a fuoco. Quello che cambia tra le diverse fasce di prezzo è ovviamente la qualità delle immagini, le quali dipendono da fattori che vedremo più avanti. Nel caso in cui invece il vostro scopo è quello di scattare foto con poca luce o che hanno bisogno di uno sfondo molto sfocato (ad esempio i ritratti), dovete valutare attentamente l’apertura massima del diaframma. Per acquistare una compatta che disponga di un diaframma molto ampio a tutte le focali bisogna rivolgersi almeno alla fascia alta, in quanto in questa categoria sono presenti dispositivi che anche quando si utilizza lo zoom alla massima focale si ha a disposizione un’apertura massima molto buona. L’accoppiata zoom esteso più diaframma molto aperto permette di realizzare uno sfocato molto forte e gradevole, per questo motivo spesso per realizzare ritratti si utilizzano focali dai 50mm in su e diaframmi almeno ad f/2.8.

Sensore

La terza caratteristica da valutare quando si cerca la miglior fotocamera compatta per le proprie esigenze è il sensore, il cuore di ogni macchina fotografica. Esistono varie tipologie di sensore d’immagine, i quali si differenziano per la grandezza della loro superficie. Si parte dai sensori da 1/2.3″, molto economici e di qualità accettabile, fino ad arrivare ai sensori full frame, cioè dei sensori molto grandi che assicurano prestazioni di altissimo livello (sono infatti utilizzate per le ammiraglie reflex e mirrorless). Sulle fotocamere compatte è possibile trovare queste due tipologie di sensore, ma anche tanti altri. Ad esempio, esistono compatte che montano sensori da 1/1.7″1″ (tra i migliori per rapporto prestazioni/grandezza), 4/3″ e APS-C. Quest’ultimi due sono tra i migliori e vengono utilizzati soprattutto sulle fotocamere di fascia alta.

La qualità di un sensore non si misura soltanto dalla sua grandezza però, ma dalle qualità fotografiche che offre. Un buon sensore deve essere in grado di raggiungere buone sensibilità ISO (un valore che permette di decidere la sensibilità alla luce del sensore) senza incappare nel rumore digitale. Quest’ultimo crea una grana sull’immagine che se portata all’estremo può compromettere la qualità fotografica, con conseguente perdita di dettaglio di nitidezza e di colore. Ovviamente la grandezza e le performance di un sensore di immagine salgono insieme al prezzo, quindi se non siete molto interessati alla qualità generale delle immagini, ma volete soltanto scattare delle foto ricordo, acquistare una fotocamera di fascia bassa o media per non spendere troppi soldi va più che bene. Se invece siete dei fotografi amatoriali o professionisti e avete intenzione di acquistare una fotocamera compatta che riesca a restituire immagini alla pari di una reflex o una mirrorless, le fasce da valutare sono quella alta e quella pro. In queste due fasce di questa guida alla miglior fotocamera compatta abbiamo infatti inserito dispositivi con sensori da 1″, 4/3″ e APS-C, i quali, come già detto, offrono le migliori prestazioni.

Mirino

L’ultima caratteristica da considerare è il mirino, uno strumento di cui non tutte le fotocamere compatte sono provviste. Il mirino aiuta a realizzare una buona composizione fotografica ed inquadrare con più precisione; in più emula molto efficacemente il mirino della reflex abituando l’utente ad un eventuale salto di qualità. In quasi tutti i casi, il mirino delle fotocamere compatte è di tipo elettronico, quindi si tratta di un piccolo display che riporta le stesse informazioni e immagini del monitor principale. All’interno di questa guida abbiamo inserito compatte con mirino in tutte le fasce di prezzo, quindi se volete avere un aspetto più professionale quando scattate una foto o volete essere più precisi, potete orientarvi su tutte le fasce di prezzo in base al vostro budget. Ovviamente salendo con il prezzo sale anche la qualità del mirino che viene utilizzato. Nella fascia pro di questa guida alla miglior fotocamera compatta abbiamo anche inserito alcuni dei pochi modelli di compatte con mirino ottico, un mirino che permette di vedere la scena come se la stessimo guardando ad occhio nudo, quindi senza profondità di campo e senza anteprima sull’esposizione e bilanciamento del bianco. Se amate principalmente le foto e siete dei principianti il nostro consiglio è di orientarvi su compatte che dispongono di mirino, così da essere abituati nel caso in cui in futuro vorreste passare a delle reflex.

Questa guida alla miglior fotocamera compatta è stata suddivisa in quattro categorie: fascia bassafascia mediafascia alta e fascia pro. Nella fascia bassa sono presenti le compatte perfette per chi non ha grandi pretese e non vuole spendere molto, nella fascia media trovano posto i modelli consigliati a chi vuole avvicinarsi alla fotografia senza spendere molto, nella fascia alta si trovano i dispositivi ottimi per i fotografi amatoriali che cercano una macchina fotografica da utilizzare ogni giorno e nella fascia pro sono racchiuse le compatte pensate per i professionisti che cercano prestazioni da reflex o mirrorless ma in corpi molto contenuti.

Miglior fotocamera compatta: fascia bassa

Panasonic Lumix DMC-SZ10

Il prodotto che apre la guida alla miglior fotocamera compatta è Panasonic Lumix DMC-SZ10: con i sui 16 megapixel ed un sensore 1/2.3”, essa offre una buona qualità d’immagine, anche grazie all’ottimo obiettivo stabilizzato 24 mm – 288 mm (equivalente 35 mm con diaframma di f/3.1 – f/6.3. La gamma ISO va dai 100 fino ai 6400. È possibile anche l’utilizzo di tempi di esposizione lenti fino a 8”. La registrazione video avviene nel solo formato HD (1280 X 720) a 30 fps. Possiede il modulo Wi-Fi per il comando a distanza e la condivisione immediata tramite app degli scatti e uno schermo capovolgibile di 180° per selfie di alta qualità.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DMC-SZ10 su Amazon su eBay o su ePrice

Nikon Coolpix W100

Presentata a Settembre 2016, Nikon Coolpix W100 è una fotocamera compatta creata per divertirsi scattando fotografie nella maniera più semplice possibile. Nikon Coolpix W100 è resistente alla polvere e all’acqua fino ad un’immersione pari a 10 metri, così come è in grado di resistere a cadute da circa 2 metri. Se non vi è sufficiente, mettetela in freezer a -10 C e vedrete che funzionerà ancora. Non solo, questa compatta integra un sensore da 13.2 megapixel con uno zoom ottico 3X e sistema VR (vibration reduction). Troviamo poi un monitor LCD da 260.000 punti, Bluetooth con supporto all’app SnapBridgeWiFi e un sistema autofocus in grado di rilevare anche soggetti sott’acqua.

È una macchina fotografica che può essere utilizzata da tutti, vista la sua semplicità, per questo è entrata di diritto nella nostra guida alla miglior fotocamera compatta. Se volete informazioni più dettagliate vi rimandiamo alla nostra recensione di Nikon Coolpix W100.

Puoi acquistare Nikon Coolpix W100 su Amazon o se preferisci su eBay

Fujifilm FinePix XP130

Continuiamo la guida dedicata alla miglior fotocamera compatta con la Fujifilm FinePix XP130, una fotocamera compatta rugged. Ha un aspetto molto particolare, diverso dalle solite fotocamere compatte. Questo perché la XP130 è pensata per resistere a condizioni estreme: può resistere a cadute fino a 1,75 metri, al gelo fino a -10° C e può essere immersa fino a 20 metri di profondità. Si tratta di un dispositivo pensato per chi si avvicina al mondo della fotografia subacquea e sta cercando un modello economico ma performante senza troppe pretese.

La Fujifilm FinePix XP130 è dotata di un sensore da 16,4 megapixel che permette di scattare foto di ottima qualità, affiancato da un obiettivo Fujinon con zoom ottico 5x che copre una distanza focale equivalente tra i 28-140mm, quindi va dal grandangolo (ottimo per i paesaggi) al teleobiettivo (perfetto per fotografia naturalistica). Infine è dotata di intervallometro per riprese time lapse e di WiFi Bluetooth che consentono la connessione della XP130 con smartphone o tablet per la condivisione di foto e video in mobilità.

Fujifilm FinePix XP120 è la miglior fotocamera compatta rugged sotto i 200€, perfetta per chi vuole scattare bellissime foto in qualunque situazione.

Puoi acquistare Fujifilm FinePix XP130 su eBay.

Miglior fotocamera compatta: fascia media

Canon PowerShot SX620 HS

La fascia medio-alta della guida alla miglior fotocamera compatta si apre con la Canon PowerShot SX620 HS, una delle ultime fotocamere compatte presentate dalla casa giapponese. Integra uno zoom ottico 25x, un sensore CMOS da 20,2 megapixel e un processore d’immagine DIGIC 4+ e, tra le caratteristiche principali, troviamo anche il nuovo obiettivo ultra-grandangolare con zoom ottico 25x che si può estendere di un ulteriore 50x grazie alla tecnologia ZoomPlus di Canon. Troviamo poi anche uno stabilizzatore con ben otto modalità diverse per adattarsi ad ogni situazione e la possibilità di registrare filmati in Full HD stabilizzati grazie al sistema Dynamic IS per aiutare l’utente ad evitare effetti mossi. Tra le caratteristiche principali troviamo anche diversi filtri ed effetti inclusi e pronti all’uso (come Fish-eye, miniatura, giocattolo e altri) e la connettività WiFi ed NFC per accedere a funzioni di controllo remoto e scambio veloce d’immagini grazie all’applicazione Canon Camera Connect.

Puoi acquistare Canon PowerShot SX620 HS su Amazon su eBay o su ePrice

Panasonic Lumix DC-TZ90

Panasonic Lumix DC-TZ90 è una fotocamera compatta della linea Travel Zoom, pensata per utenti che non vogliono rinunciare a ottime foto durante vacanze e viaggi. Integra un sensore da 20.3 megapixelzoom ottico 30x, monitor reclinabile per ottimi selfie, chip Wi-Fi per condividere subito scatti o filmati, lente Leica con altissima qualità e ridotti disturbi e possibilità di effettuare riprese in 4K con stabilizzatore a 5 assi HYBRID O.I.S. Non mancano poi tutte le ottime modalità Panasonic come il post focus, per mettere a fuoco dopo uno scatto, e la modalità 4K Photo, cioè la possibilità di estrapolare una foto nitida da un filmato. In questo modello di fotocamera compatta è presente anche la tecnologia DFD (Depth From Defocus) di Panasonic, presa direttamente dalle più evolute mirrorless. Essa permette all’autofocus di focalizzarsi rapidamente anche su soggetti in movimento e a focali importanti in appena 0.09 secondi. Ultima peculiarità è la funzione Beauty, che permette di scattare direttamente aggiungendo Soft Skin, Defocusing e Slimming effects, tutti parametri che vanno ad ammorbidire la pelle e snellire i fianchi, una vera e propria post-produzione automatica direttamente in fase di scatto.

Insomma, se volete una compatta molto importante in fatto di prestazioni, Panasonic Lumix DC-TZ90 rappresenta un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-TZ90 su Amazon o se preferisci su eBay

Canon PowerShot SX740 HS

Canon PowerShot SX740 HS, evoluzione di SX730HS (rimasta nella guida alla miglior fotocamera compatta per molti mesi), è una compatta super zoom dalle caratteristiche decisamente interessanti e pronta ad ottenere un grande successo nel suo segmento. Canon PowerShot SX740 HS integra un sensore CMOS da 20 megapixel e un potente processore DIGIC 8 che, tra le altre modalità di scatto, permette di raggiungere una raffica di 10 fps. Per tale motivo, Canon la definisce come “compagna perfetta per i tuoi viaggi”. Canon PowerShot SX740 HS integra inoltre una lente con zoom ottico pari a 40x e modalità ZoomPlus 80x, motivo per cui diventa interessante sia per inquadrature da vicino che da lontano. È spessa solo 39,9 mm ed integra un sistema di autofocus con Dynamic IS su 5 assi. Può mettere a fuoco in soli 0,12 secondi e ha la possibilità di registrare filmati in 4K a 30fpsL’ottica è una 24-960mm (equivalente al formato 35mm) ed ha un’apertura massima di f/3.3-6.9. Il display misura 3″ ed è orientabile, adatto quindi anche ad utilizzo vlog, con circa 922.000 punti ed una copertura pari a quasi il 100% dell’area. Non mancano inoltre WiFi Bluetooth 4.1. Per scoprire le nostre opinioni riguardo questa fotocamera vi rimandiamo alla nostra recensione di Canon PowerShot SX740 HS.

Puoi acquistare Canon PowerShot SX740 HS su Amazon su eBay o su ePrice

Miglior fotocamera compatta: fascia alta

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Nikon Coolpix W300

La miglior fotocamera compatta rugged di questa guida è la Nikon Coolpix W300, una macchina fotografica molto resistente che scatta foto di alta qualità. È una perfetta compagna di avventura, semplice da utilizzare e da trasportare. Restituisce foto e video con una qualità ottima e può essere utilizzata in qualsiasi contesto, che sia una passeggiata al tramonto o un’escursione estrema. Come abbiamo scritto nella nostra recensione di Nikon Coolpix W300 è una fotocamera che ci ha sorpresi, in quanto è davvero facile da portare e utilizzare e integra dei tasti rapidi che ci aiutano nelle situazioni di emergenza.

La Nikon Coolpix W300 dispone di un sensore CMOS da 16 megapixel affiancato ad una lente Nikkor 5x che copre una distanza focale equivalente pari a 24-120mm con apertura f/2.8-4.9. Registra video in 4K UHD a 30 fps con stabilizzazione su 5 assi per riprese fluide e stabili anche a mano libera ed è dotata di una funzione che permette di scattare fotografie in 4K mentre si sta registrando un video. Resiste a cadute da 2,4 metri, può essere immersa fino ad una profondità di 30 metri ed è resistente alla polvere. È anche dotata di chip WiFi che permette la connessione con l’applicazione SmartBridge e GPS che salva l’esatta posizione in cui è stata scattata la foto, anche sott’acqua.

La Nikon Coolpix W300 è una delle migliori rugged presenti sul mercato, pensata per degli utenti che praticano immersioni o escursioni.

Puoi acquistare Nikon Coolpix W300 su Amazon o se preferisci su eBay

Fujifilm XF10

All’interno della guida alla miglior fotocamera compatta non poteva mancare la Fujifilm XF10, una macchina fotografica pensata principalmente per street photography dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Integra un sensore CMOS APS-C da 24 megapixel grazie al quale è possibile scattare foto di altissima qualità e registrare video con una risoluzione massima 4K Ultra HD. La qualità delle foto è dovuta anche all’ottimo obiettivo fisso FUJINON 18.5 mm f/2.8 (equivalente a 28 mm in formato 35 mm), una lente perfetta per la fotografia urbana e per i paesaggi. Per le occasioni in cui l’obiettivo è troppo grandangolare è possibile utilizzare il teleconveter digitale che permette di simulare lunghezze focali pari a 35 mm e 50 mm. La XF10 non è dotata di mirino, quindi per gestire l’inquadratura si fa affidamento al display LCD TFT da 3″ touch screen montato nella parte posteriore. Infine sono presenti WiFiBluetooth per la connessione con smartphone e tablet, la modalità time lapse e il simulatore di pellicole Fujifilm.

Per scoprire le nostre opinioni su questa fotocamera vi rimandiamo alla nostra recensione di Fujifilm XF10.

Puoi acquistare Fujifilm XF10 su Amazon su eBay o su ePrice

Fujifilm XF10
Prezzo consigliato: € 519.99Prezzo: € 439

Panasonic Lumix LX15

L’ultima Lumix di questa guida alla miglior fotocamera compatta è la Panasonic Lumix LX15, una fotocamera compatta che stupisce grazie alle molteplici ed incredibili caratteristiche. Panasonic Lumix LX15 integra un sensore MOS da 1 pollice in grado di scattare ottime foto a 20,1 megapixel accompagnato da un processore d’immagine VENUS Engine derivato direttamente dalle sorelle maggiori. Questa accoppiata vincente permette la registrazione di video in formato 4K a 2160p in Ultra HD fino a 30fps e foto ben definite anche agli ISO più alti. Non mancano le celebri funzioni rese famose su Panasonic GH4 come 4K Photo, modalità che permette di estrarre una foto da un video 4K e Post Focus, cioè la possibilità di scegliere la messa a fuoco del singolo scatto dopo averlo salvato. Abbiamo provato a fondo Panasonic Lumix LX15 in una recensione approfondita e ci sentiamo di consigliarla a tutti coloro i quali desiderano scattare foto di qualità e video eccezionali ad un prezzo estremamente contenuto. Un grande punto di forza di questo prodotto è infatti il rapporto qualità/prezzo. Presente inoltre un’ottica Leica DV-VARIO-SUMMILUX F/1-4-2.8 e un display touch completamente orientabile così come WiFi/NFC e stabilizzatore ottico OIS a 5 assi.

Invece per informazioni più dettagliate vi rimandiamo alla nostra recensione di Panasonic Lumix LX15.

Puoi acquistare Panasonic Lumix LX15 su Amazon su eBay o su ePrice

Canon PowerShot G7 X Mark III

L’ultima macchina fotografica di questa categoria è la Canon PowerShot G7 X Mark III, evoluzione della già apprezzata G7 X Mark II, che monta un più che perfetto 24 mm-100 mm, equivalente 35 mm, stabilizzato su 5 assi e con uno stupefacente diaframma f/1.8 – f/2.8. È equipaggiata con un sensore CMOS da 1″ con 20.1 megapixel coadiuvato dal processore d’immagine DIGIC 8 grazie al quale è possibile registrare video in 4K a 30fps e in Full HD a 120fps. La fotocamera monta una ghiera sull’obiettivo programmabile per la gestione dei parametri; schermo touch screen ribaltabile per selfie o per scatti in posizioni non ottimali; filtro ND incorporato per l’utilizzo di tempi lenti in condizioni di forte illuminazione ambientale; possibilità di registrazione timelapse in 4K, sia diurni che notturni e WiFi e Bluetooth per la connessione con i dispositivi mobili. La Canon PowerShot G7 X Mark III è perfetta per chi ama scattare foto in viaggio o registrare video. Grazie al jack da 3,5mm è infatti possibile collegare un microfono esterno per catturare un audio di altissima qualità.

Puoi acquistare Canon PowerShot G7 X Mark III su Amazon o se preferisci su eBay

Miglior fotocamera compatta: fascia Pro

Sony RX100 Mark V

Sony RX100 Mark V è una compatta professionale, offre performance da top di gamma in un corpo estremamente compatto che non poteva mancare nella guida alla miglior fotocamera compatta. Ha un aspetto molto simile ai modelli economici di Sony, anche se i materiali utilizzati sono di qualità decisamente superiore. Si tratta di una delle fotocamere compatte più amate tra i professionisti, la si può trasportare in tasca e, all’occorrenza, utilizzarla per scattare foto e registrare video di altissima qualità.

La Sony RX100 Mark V è dotata di un sensore da 1″ da ben 20,1 megapixel che genera ottime immagini in accoppiata alla lente stabilizzata 24 mm – 70 mm con diaframma f/1.8 – 2.8. Tra le caratteristiche principali troviamo la possibilità di scattare in modalità manuale e in RAW, sensibilità ISO che va dai 125 ai 12800 (con un ottima tenuta del rumore digitale), un anello sulla lente per funzioni personalizzate (regolazione diaframma, otturatore ecc.), un mirino elettronico a scomparsa, possibilità di scattare fino a 24 immagini al secondo e la possibilità registrare video in 4K a 30 fps – curiosa anche la modalità di registrazione: video a 1080p a 120 fps che arrivano fino a 960 fps (diminuendo la qualità), uno slow-motion incredibile per una fotocamera compatta. Infine l’autofocus è dotato di 315 punti punti AF ed è in grado di garantire una corretta messa a fuoco in soli 0,05 secondi. Sono tutte specifiche che è difficile trovare su una fotocamera così piccola, che pesa soltanto 300 grammi.

Se volete approfondire vi rimandiamo alla nostra recensione di Sony RX100 Mark V

Puoi acquistare Sony RX100 Mark V su Amazon o se preferisci su eBay

Canon PowerShot G1 X Mark III

Canon PowerShot G1X Mark III è una delle ultime fotocamere compatte presentate dalla casa giapponese. Ha un aspetto molto simile alla G5 X di cui abbiamo parlato sopra ma integra delle caratteristiche decisamente più professionali.

La Canon PowerShot G1 X Mark III integra un sensore APS-C da 24,2 megapixel affiancato ad un processore d’immagine DIGIC 7, lo stesso montato sugli ultimi modelli di reflex. L’obiettivo è un 24-72 mm f/2.8-5.6 che permette l’utilizzo di questa G1 X per svariati generi fotografici. Il sistema di autofocus è il Dual Pixel AF, già visto su altri modelli di casa Canon, con 49 punti di messa a fuoco. Con AF continuo è possibile scattare fino a 7 foto al secondo che passano a 9 se si utilizza l’autofocus a punto fisso. È dotata di un display orientabile e touch screen da 3″ e un mirino EVF da 2.360.000 punti di tipo OLED. Dispone di connettività WiFi e Bluetooth per la condivisione di foto e video e per il controllo remoto. Infine è dotata di intervallometro (per dei fantastici Time Lapse) e della funzione panorama, che unisce fino a 7 foto sia in orizzontale che in verticale.

Canon PowerShot G1 X Mark III è una fotocamera che non poteva mancare in una guida alla miglior fotocamera compatta. Il corpo molto contenuto, il sensore APS-C, il mirino elettronico e tutte le altre caratteristiche professionali la rendono una macchina fotografica molto performante, perfetta per chi cerca il meglio. Questo modello non poteva sicuramente mancare all’interno della nostra guida alla miglior fotocamera compatta.

Puoi acquistare Canon PowerShot G1 X Mark III su Amazon o se preferisci su eBay

Fujifilm X100F

L’ultima macchina fotografica di questa guida alla miglior fotocamera compatta è la Fujifilm X100F, una delle ultime fotocamere compatte presentate dal noto produttore giapponese. Grazie a Fujifilm Italia abbiamo avuto l’occasione di volare in Inghilterra per provarla da vicino per la nostra anteprima. Questa fotocamera integra un sensore X-Trans CMOS III da 24,3 megapixel, esattamente come quello contenuto in Fujifilm X-T20, che permette una grande qualità fotografica e un ottimo range dinamico grazie anche al processore X-Processor Pro. Questo connubio permette uno scatto a raffica fino a 8fps con possibilità di scattare fino a 25 file raw in una singola sessione di scatto multiplo. È presente inoltre un sistema di autofocus che può arrivare fino a 325 punti che possono adattarsi anche alla fotografia sportiva, grazie alle funzioni di adattamento dei punti croce. Troviamo integrato inoltre un mirino ibrido EVF da 2.36 milioni di punti con due modalità di visione: una classica con copertura dell’area pari al 100% ed una più espansa per garantire una precisa scelta della messa a fuoco. Molto bello anche il teleconverter integrato in grado di simulare due tipi di ottiche: 50mm e 70mm, in questo modo vi sembrerà di avere tre obiettivi diversi (considerando il 23mm integrato).

Se volete approfondire vi rimandiamo alla nostra recensione di Fujifilm X100F.

Puoi acquistare Fujifilm X100F su eBay.

Fujifilm X100F
Prezzo: € 1227.9

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io sono Carlo e su Ridble mi occupo delle fotocamere compatte. Nel corso degli anni, tramite esperienze lavorative e non, ho imparato a conoscere al meglio questo settore, studiando e provando tantissimi prodotti. La mia passione e il mio lavoro mi hanno permesso di accumulare e analizzare tantissimi modelli di fotocamere compatte, arrivando a diventare lo Specialist che si occupa di questa categoria; la dedizione a questa particolare tipologia di fotocamera mi ha addirittura spinto ad utilizzare per tutti i miei scatti una fotocamera compatta professionale, ormai sempre al mio collo. Ogni giorno studio e mi aggiorno per arricchire la mia conoscenza in merito a questa categoria di macchine fotografiche, conoscenza che ogni mese utilizzo per aggiornare al meglio le guide all’acquisto di mia competenza.

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Le fotocamere compatte che selezioniamo e inseriamo nelle guide all’acquisto sono selezionate attraverso il metodo Ridble, cioè un metodo che è stato sviluppato e perfezionato nel corso degli anni. Si tratta di un modus operandi che si compone di 4 fasi:

Veniamo a conoscenza delle nuove fotocamere compatte attraverso comunicati stampa, inviti ad eventi e molto altro. Non appena uno specifico modello che fa parte di questa categoria viene ufficializzato inizia il nostro interesse. I rumors, le indiscrezioni e le “voci di corridoio” non rientrano nel metodo Ridble.

Non tutte le compatte vengono però prese in considerazione per essere inserite nella nostra guida all’acquisto dedicata alla miglior fotocamera compatta. Ogni fotocamera deve infatti avere un requisito fondamentale: l’eleggibilità. Questo vuol dire che solo le macchine fotografiche compatte realmente acquistabili in Italia (online o offline) sono considerate eleggibili per essere inserite nelle guide all’acquisto.

La terza fase che fa parte del metodo Ridble è la prova. Cerchiamo di testare il maggior numero di fotocamere compatte presenti sul mercato, in modo da poter dare un giudizio generale sui punti di forza e le debolezze di ogni prodotto. Grazie a questa fase riusciamo a capire quali sono le esigenze di acquisto che ogni compatta riesce a soddisfare.

L’ultima fase riguarda la selezione dei prodotti da inserire all’interno delle guide all’acquisto. Ripetiamo questa fase ogni mese durante gli aggiornamenti delle nostre guide all’acquisto, quindi ogni mese mettiamo in discussione le fotocamere precedentemente selezionate e decidiamo se aggiungere, rimuovere o sostituire i vari prodotti in base alle prove che nel frattempo abbiamo effettuato.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Per selezionare i prodotti da inserire in questa guida alla miglior fotocamera compatta ho eseguito dei test tecnici ben definiti, i quali mi hanno permesso di avere delle idee chiare sui dispositivi da consigliare per l’acquisto.

Il primo test eseguito riguarda lo zoom, una caratteristica fondamentale quando si deve acquistare una compatta, perché questa tipologia di fotocamere non permette di cambiare obiettivo. Per testare questa funzione effettuo delle prove a varie focali, perché la qualità delle immagini può variare in base allo zoom che si sta utilizzando. Foto e video con la focale minima mi consentono di valutare eventuali vignettature e distorsioni troppo accentuate, mentre testando la focale massima posso capire se la qualità delle immagini peggiora o meno rispetto alle altre focali. Solitamente quando si utilizza lo zoom alla massima estensione la qualità fotografica tende a calare per una questione fisica della lente. Esistono alcuni modelli di fotocamere compatte che non dispongono di zoom, ma solo di un obiettivo a focale fissa. In questi casi i test sono gli stessi visti sopra, ma si basano solo su una singola focale, la quale spesso è abbastanza grandangolare.

La seconda prova riguarda la valutazione della massima apertura del diaframma, la caratteristica che consente di scattare foto in condizioni di luce scarsa e di avere uno sfocato molto gradevole. L’apertura massima del diaframma va testata sia in grandangolo che in tele, in quanto cambia in base allo zoom che si utilizza. Scattando foto con poca luce posso valutare fin dove è possibile spingersi prima di dover cambiare altri valori che potrebbero compromettere la qualità finale della foto. Riprendendo soggetti più o meno lontani posso invece valutare lo sfocato che si crea sullo sfondo. Ogni obiettivo crea uno sfocato diverso, in quanto il numero di lamelle che compongono il diaframma può variare.

In seguito provo il sensore, il cuore della macchina fotografica. Da questo componente dipende la maggior parte della qualità fotografica. Non mi baso molto sui megapixel, perché non sono esattamente loro a determinare il risultato finale. I fattori che tengo in considerazione riguardano principalmente i colori che il sensore restituisce, e la sensibilità ISO. Quest’ultima è molto importante quando si scattano foto o si registrano video, perché determina la sensibilità del sensore alla luce. Ogni fotocamera ha una sensibilità minima e una sensibilità massima, quindi quello che faccio è provare questi due estremi per poi scattare foto o video con i valori intermedi. Questo test mi permette di valutare la qualità delle immagini a varie sensibilità, riuscendo a capire a quali valori inizia a presentarsi il rumore digitale. Quest’ultimo fattore si presenta alzando la sensibilità ISO e abbassa la qualità dei colori e dei dettagli delle immagini.

L’ultima caratteristica che valuto è il mirino. La mia prova consiste nel valutare la qualità del piccolo schermo presente all’interno del mirino, tenendo in considerazione la grandezza del mirino stesso e la qualità delle immagini che vengono riprodotte. Esse devono essere reali e devono permettermi di cogliere tutto quello che è presente all’interno della mia inquadratura con il massimo della qualità.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

4287 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Carlo Carlino tramite i commenti.