Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Miglior fotocamera compatta per video: la nostra selezione

Miglior fotocamera compatta per video: la nostra selezione

di Carlo Carlino
Specialist Fotocamere compatte
aggiornato il 2 luglio 2019
4850 utenti hanno trovato utile questa guida
4850 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Miglior fotocamera compatta per video è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Luglio 2019.

Possiamo sicuramente inserire la parola “video” tra le parole chiave che rappresentano meglio l’ultimo periodo storico. I video ormai sono diventati il mezzo di comunicazione più efficace e permettono di rivolgersi proprio a tutti; internet e le nuove tecnologie hanno offerto la possibilità a chiunque di creare contenuti di questo tipo e diffonderli online con una semplicità enorme. Per questo motivo, per l’esigenza sempre più elevata di creare i cosiddetti vlog e per tutti gli aspiranti youtuber, abbiamo pensato di creare questa guida dedicata alla miglior fotocamera compatta per video.

Miglior fotocamera compatta per video: quale comprare

I vantaggi di scegliere una compatta per girare i propri video sono sicuramente le dimensioni, le quali permettono di racchiudere in un corpo molto compatto prestazioni elevate e la possibilità di sfruttare ottime tecnologie rimanendo comunque su cifre accettabili. Sono tantissimi gli utenti che ormai si concentrano sulle fotocamere compatte per la realizzazioni di filmati di viaggi o vlog. Il corpo contenuto permette di trasportare le fotocamere all’interno di piccole borse o addirittura in tasca e le prestazioni molto elevate consentono di avere dei risultati ottimi. Questo vuol dire che in alcuni casi è possibile avere delle prestazioni simili a quelle di una reflex o una mirrorless, ma senza l’ingombro che queste due tipologie di macchine fotografiche comportano. Prima di scoprire quali sono i modelli che abbiamo selezionato per questa guida “miglior fotocamera compatta per video” è doveroso fare delle precisazioni per quanto riguarda i criteri di valutazione che noi, come chi è interessato ad acquistare questa tipologia di prodotto, abbiamo seguito.

Qualità video

Il criterio più importante da considerare quando si vuole acquistare la miglior fotocamera compatta per video è ovviamente la qualità video. Tutte le macchine fotografiche presenti in questa guida offrono buone prestazioni fotografiche, soprattutto per quando riguarda il reparto video. La risoluzione dei filmati più utilizzata è il Full HD 1080p, ormai considerato uno standard, ma da qualche anno a questa parte molti utenti puntano sul 4K Ultra HD. Quest’ultima ha una risoluzione che è esattamente il doppio della Full HD, quindi la qualità dei dettagli e della nitidezza è maggiore. Bisogna considerare che ovviamente per visualizzare un video in 4K si ha bisogno di una televisione o di un monitor che abbia la stessa risoluzione, quindi se non disponete di uno schermo che supporta questa risoluzione e non siete intenzionati a comprarlo, il Full HD è la risoluzione su cui concentrarsi. Se al contrario volete la massima qualità dei filmati dovete orientarvi sulle compatte che permettono di registrare in 4K. Inoltre bisogna considerare il frame rate dei video, cioè i fotogrammi al secondo che vengono registrati durante i video. Il minimo di fps (frame per secondo) che bisogna registrare è di 30, in modo tale da avere un video fluido. Se si cerca una fluidità maggiore e si vogliono realizzare video slow motion bisogna invece registrare il doppio degli fps, quindi 60. La scelta dipende quindi dai bisogni che avete e dalla tipologia di video che volete realizzare. Il sensore è uno dei componenti che maggiormente intacca sulla qualità video, ma non per quanto riguarda i megapixel, bensì per quanto riguarda la grandezza del sensore stesso. Un sensore più grande assicura risultati migliori, anche se in alcuni casi i sensori più piccoli permettono di registrare in 4K. Sui modelli economici i video in 4K hanno infatti una qualità peggiore rispetto ai modelli più costosi, i quali invece restituiscono nitidezza e dettagli migliori. Se il vostro budget lo permette, meglio orientarsi sulle fotocamere compatte con sensori da 1″, i migliori per quanto riguarda i video, altrimenti dovrete accontentarvi di una qualità minore acquistato una macchina fotografica economica che monta sensori solitamente da 1/2.3″.

Obiettivo

Il secondo criterio riguarda invece l’obiettivo, del quale vanno valutati zoom diaframma. Lo zoom va considerato in quanto è lo strumento che consente di avvicinarsi anche ai soggetti più lontani e permette di dare uno stile ben definito ai proprio video. Uno zoom molto esteso da la possibilità all’utente di dedicarsi a più generi ed è ottimo per quando si vogliono registrare video di viaggio: il grandangolo è ottimo per vlog e riprese paesaggistiche, mentre le focali più strette sono perfette per riprendere particolari e soggetti molto lontani. Per quando riguarda il diaframma bisogna invece valutare l’apertura massima, la quale permette di far entrare più o meno luce all’interno della lente. Un diaframma molto ampio consente quindi di registrare video anche quando la luminosità scarseggia e permette di ricreare lo sfondo molto sfocato dietro i soggetti che si stanno inquadrando. Al contrario, un diaframma molto chiuso permette di avere delle immagini completamente nitide e a fuoco, in quanto offre una profondità di campo più elevata. Viene utilizzato principalmente quando si devono riprendere scene con più soggetti disposti su più piani focali e si ha a disposizione molta luce. Per quantificare il diaframma si utilizza la lettera “f” seguita da alcune cifre (es. f/1.8-2.8), più è basso il valore delle cifre, maggiore sarà l’apertura del diaframma. Durante la consultazione di questa guida alla miglior fotocamera compatta per video troverete spesso descritti due valori del diaframma, in quanto viene indicata sia l’apertura massima in grandangolo che alla focale maggiore. Se pensate di  aver bisogno di un diaframma molto ampio dovrete orientarvi sui modelli più costosi, i quali hanno però molto spesso uno zoom non molto ampio. Se invece siete più interessati all’estensione focale, dovrete orientarvi su modelli che non sempre offrono un’apertura del diaframma molto ampia.

Autofocus

Dopo i primi due criteri bisogna considerare l’autofocus, il sistema che consente di mettere a fuoco un determinato punto in modo automatico. In questo caso bisogna considerare i sistemi di messa a fuoco offerti dai vari produttori, i quali solitamente consentono di avere ottime prestazioni soprattutto per quanto riguarda il tracking. Questo sistema è fondamentale per una fotocamera compatta per video, perché offre la possibilità di scegliere un soggetto da tenere sempre a fuoco, anche se quest’ultimo si muove. Inoltre molti produttori offrono il riconoscimento del volto, cioè la macchina fotografica è in grado di riconoscere i volti presenti nella scena così da mantenerli sempre a fuoco. Questo sistema è molto utile quando si realizzano filmati in cui i soggetti principali sono le persone, in quanto ci si può concentrare sulla scena che si sta inquadrando mentre la fotocamera mantiene il fuoco sul soggetto.

Display

L’ultimo criterio da valutare è il display. Tutte le fotocamere digitali sono dotate di schermo per svolgere varie mansioni. Nel caso delle fotocamere compatte il display permette di avere un live view della scena che si sta inquadrando, consente di cambiare le varie impostazioni della fotocamera e offro la possibilità di riguardare subito foto e video dalla galleria. Una buona fotocamera compatta per video deve disporre di un buon display, perché è quest’ultimo che permette di controllare tutta la scena mentre si registrano i video. Come primo criterio deve essere orientabile, cioè deve offrire la possibilità di muoversi in diverse posizioni. Questa caratteristica è molto comoda per quando si vogliono realizzare video da punti di vista diversi, ad esempio dall’alto o dal basso, perché è possibile controllare l’inquadratura nonostante la fotocamera non si trovi all’altezza dei proprio occhi. Un display che invece è possibile ruotare di 180° permette all’utente di controllare l’inquadratura anche se si sta auto-riprendendo, ad esempio durante un vlog. Molto importante da valutare anche la presenza del touch screen, il quale con dei semplici “tap” permette di cambiare alcune impostazioni e consente di cambiare il punto della messa a fuoco. La maggior parte delle fotocamere che abbiamo selezionato sono dotate di display orientabile e di un comodo touch screen. Ovviamente sui modelli più costosi la qualità di costruzione e di visualizzazione è maggiore, quindi se non siete interessati a grandi qualità da parte del monitor, potete tranquillamente orientarvi su tutte le fasce di prezzo.

Abbiamo diviso questa guida alla miglior fotocamera compatta per video in due categorie, così da renderla più fruibile. I primi modelli fanno parte della categoria economica, quindi offrono prestazioni video accettabili a prezzi contenuti, quindi sono perfette per chi non ha grandi pretese e non vuole spendere molto. La seconda categorie racchiude invece i modelli professionali, i quali hanno costi che in alcuni casi possono essere elevati, ma allo stesso tempo offrono prestazioni che possono essere paragonate alle reflex e le mirrorless della stessa fascia.

Miglior fotocamera compatta per video: i modelli economici

Canon PowerShot SX620 HS

Ad accoglierci in questo viaggio dedicato alla miglior fotocamera compatta per video troviamo Canon PowerShot SX620 HS, un modello che può essere considerato quasi un giocattolino per alcune specifiche tecniche ma che nel complesso riesce ad offrire quello che basta per delle buone riprese video, il tutto ad un prezzo davvero accessibile. Questo prodotto integra un sensore CMOS da 20,2 megapixel e un processore d’immagine DIGIC 4+, quest’ultimo non è proprio di nuova generazione ma si difende ancora bene. Lo zoom ottico è un 25x che permette quindi di coprire una vasta lunghezza focale che può addirittura raddoppiare con lo zoom elettronico grazie alla tecnologia ZoomPlus di Canon. La lunghezza focale equivalente ad un formato da 35 mm è pari a 25 – 625 mm con un’apertura del diaframma che va da F3.2 a 6.6. Come potete notare non si tratta proprio di un’apertura ottimale ma bisogna anche considerare che a questa fascia di prezzo è difficile trovare di meglio. Infine è presente anche la connettività WiFi ed NFC per gestire le immagini con i dispositivi portatili e controllare la fotocamera da remoto grazie all’applicazione Canon Camera Connect.

Passando al lato video la capacità di registrazione di Canon PowerShot SX620 HS offre la possibilità di registrare in Full HD a 1080p. Quello che rende però questa fotocamera davvero unica nella sua fascia permettendole di gareggiare per la sfida alla miglior fotocamera compatta per video è la presenza di uno stabilizzatore con ben 8 modalità diverse, utili per adattare la fotocamera ad ogni situazione. Inoltre troviamo anche il sistema Dynamic IS che aiuta l’utente ad evitare effetti mossi rendendo la qualità del video più fluida e professionale. Come funzioni accessorie per le riprese troviamo anche diversi filtri ed effetti pronti all’uso come Fish-eye, miniatura, giocattolo ecc). Una pecca tuttavia non indifferente di questo modello è la mancanza del display orientabile, decisamente poco pratico per le riprese video, fattore che rende questo modello meno indicato rispetto ai prossimi che andremo a vedere, tuttavia stiamo parlando della versione più economica di questa guida e se il vostro budget è limitato bisogna necessariamente scendere a compromessi.

Si tratta del modello più economico per fare video, anche se pecca sotto alcuni punti di vista.

Puoi acquistare Canon PowerShot SX620 HS su Amazon su eBay o su ePrice

Nikon Coolpix A1000 

Nikon Coolpix A1000 è un mix ideale tra prestazioni e prezzo molto contenuto e si aggiudica il titolo di miglior fotocamera compatta per video economica di questo mese. Al suo interno troviamo un sensore CMOS da 1/2,3 pollici con 21 megapixel che sfrutta uno zoom ottico da 35x per le riprese che si traduce in un 24-480mm f3.4-6.9. Altro fattore interessante è la tecnologia SnapBridge di Nikon che crea una connessione stabile tramite Bluetooth con il vostro dispositivo portatile e permette di trasferire immagini (di qualità ridotta) immediatamente sul vostro device. Troviamo la possibilità di scattare in formato RAW, fattore non essenziale se state cercando la miglior fotocamera compatta per video, ma che potrebbe far comodo ad alcuni utenti.

Guardando meglio la parte video, con Nikon Coolpix A1000 il 4K è finalmente accessibile a tutti, stiamo parlando infatti di una delle fotocamere più economiche che permettono di registrare in 4K UHD di eccezionale qualità 3840 x 2160 a 30p con audio stereo. Troviamo inoltre il display orientabile che come abbiamo visto è una caratteristica molto importante per i video, e un sistema VR ibrido a 5 assi per ridurre le vibrazioni anche con l’impostazione massima dello zoom che garantisce un guadagno pari a 4,0 stop, decisamente non male. Tutte queste caratteristiche rendono Nikon Coolpix A1000  la miglior fotocamera compatta per video economica, che permette riprese video di elevata qualità in 4K, integra un sistema di stabilizzazione e un display orientabile.

Nikon Coolpix A1000 è la miglior fotocamera compatta per video economica che permette ad un prezzo relativamente basso di ottenere ottimi video.

Puoi acquistare Nikon Coolpix A1000 su Amazon o se preferisci su eBay

Miglior fotocamera compatta per video: i modelli professionali

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Canon PowerShot G7 X Mark II

Sul primo scalino del podio per questa guida dedicata alla miglior fotocamera compatta per video troviamo Canon PowerShot G7 X Mark II, una fotocamera che permette ottime riprese video ad un prezzo tutto sommato accessibile, ma come da tradizione Canon rinuncia al 4K pur offrendo una proposta molto interessante. Al suo interno troviamo un sensore CMOS da 1″ con 20.1 megapixel affiancato dal processore d’immagine DIGIC 7 di ultima generazione che permette a questa “piccolina” di raggiungere una raffica da ben 8 fotogrammi al secondo. L’obiettivo che viene utilizzato è un 24 mm-100 mm, equivalente 35 mm stabilizzato su 5 assi e con un’apertura massima del diaframma di f/1.8 – f/2.8. Questa lente è quella che offre la distanza focale più elevata delle 3 finaliste. Non manca certo il chip WiFi e la tecnologia NFC che rendono questo modello completo sotto ogni punto di vista.

Per quanto riguarda la parte dedicata al video Canon PowerShot G7 X Mark II registra filmati fluidi in Full HD a 1080p a 60 fps, non ci aspettavamo il 4K da un modello Canon ma la qualità in Full HD è davvero buona su questo prodotto. Grazie alla modalità Manual Movie sarà inoltre possibile controllare il triangolo dell’esposizione durante i filmati. Troviamo inoltre un sistema di rilevazione del soggetto che permetterà tramite un’analisi della scena inquadrata di assicurare scatti con un bilanciamento naturale di luci e ombre, grazie anche alla presenza dell’Auto Lighting Optimizer presente anche sulle sorelle maggiori reflex della linea EOS. È inoltre possibile registrare time lapse e sfruttare i filtri ND incorporati che permettono di utilizzare meglio la fotocamera in condizioni di forte illuminazione. Troviamo infine lo schermo touch ribaltabile che come abbiamo visto è un must per i video e in modo particolare per i vlog.

Canon PowerShot G7 X Mark II è le terza classificata come miglior fotocamera compatta per video. Questo modello ha delle caratteristiche molto valide ma anche alcune mancanze.

Per informazioni più dettagliate vi rimandiamo alla nostra recensione di Canon PowerShot G7 X Mark II.

Puoi acquistare Canon PowerShot G7 X Mark II su Amazon o se preferisci su eBay

Panasonic Lumix DMC-LX15

Seconda classificata di questa guida dedicata alla miglior fotocamera compatta per video troviamo Panasonic Lumix DMC-LX15. Su questa fotocamera troviamo un sensore MOS da 1 pollice e 20,1 megapixel assieme al processore d’immagine VENUS Engine, il miglior processore attualmente in uso sulle fotocamere Panasonic (per intenderci lo stesso di Panasonic GH5). L’ottica che troviamo montata è una straordinaria Leica DV-VARIO-SUMMILUX F/1.4-2.8 che offre appunto una luminosità straordinaria ideale per i video, essa ricopre una distanza focale equivalente pari a 24-72mm. Su questo modello non troviamo un mirino elettronico, fattore che è sicuramente trascurabile se state cercando la miglior fotocamera compatta per video, troviamo invece un bellissimo display touch ribaltabile, la tecnologia NFC e il chip WiFi. Dal momento che stiamo parlando di un top di gamma per quanto concerne le fotocamere compatte Panasonic, ma anche della seconda classificata in questa guida alla miglior fotocamera compatta, non potevano certo mancare le ultime tecnologie come la modalità 4K Photo e la modalità post focus.

Per quanto riguarda le potenzialità video offerte da questo modello troviamo la possibilità di registrare in 4K 2160p in Ultra HD fino a 30fps a 100 Mbps, il tutto sfruttando la tecnologia DFD (Depth from Defocus) esclusiva di Panasonic. Inoltre per aiutare la registrazioni di filmati troviamo un’ottima modalità mauale per gestire i video che rende possibile scegliere i vari settaggi di registrazione come bilanciamento del bianco, ISO, diaframma e tempo di esposizione in maniera del tutto semplice e intuitiva. Troviamo anche 2 microfoni in grado di garantire la stereofonia durante la registrazione del video che si comportano abbastanza bene. Dulcis in fundo è presente uno stabilizzatore ibrido a 5 assi per riprese ancora più fluide (che funziona però “solo” a 1080p) ma sopratutto la presenza di 2 grossi aiuti per la messa a fuoco manuale come il focus peaking e zebra pattern. Insomma a Panasonic Lumix DMC-LX15 non manca quasi nulla per meritarsi il titolo di miglior fotocamera compatta per video, purtroppo per lei però si è trovata davanti un nemico troppo forte da battere che, come vedremo tra poco, integra funzioni che sembrano ancora irraggiungibili per una fotocamera compatta.

Panasonic Lumix DMC-LX15 è la seconda classificata come miglior fotocamera compatta per video, si tratta di un modello molto valido che permette di ottenere video di elevata qualità.

Se volete approfondire vi rimandiamo alla nostra recensione di Panasonic Lumix DMC-LX15.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DMC-LX15 su Amazon su eBay o su ePrice

Sony RX100 Mark V

Il titolo di miglior fotocamera compatta per video di questo mese va sicuramente a lei: Sony RX100 V. Su questo modello infatti troviamo delle caratteristiche praticamente irraggiungibili su una compatta che garantiscono una qualità delle riprese straordinaria. La nuova Mark V integra un sensore Exmor RS CMOS da 20 megapixel della grandezza di 1″ affiancato dal processore d’immagine BIONZ X, lo stesso presente sui migliori modelli di mirrorless Sony. Il sistema di autofocus presente su questa fotocamera fa venire l’acquolina in bocca anche alla maggior parte dei possessori di reflex o mirrorless, stiamo parlando di un sistema a rilevamento di fase da ben 315 punti. La lente presente su Sony RX100 Mark V è degna della miglior fotocamera compatta per video: una Zeiss Vario-Sonnar T che copre una distanza focale equivalente pari a 24-70mm con un’apertura del diaframma massima di F/1.8-2.8. Anche se la lunghezza focale non è elevatissima l’obiettivo è molto luminoso e garantisce un morbido bokeh e grande qualità delle immagini, inoltre bisogna considerare che la distanza ricoperta è un range ideale e ottimale per le riprese video. Troviamo anche un fantastico mirino EVF XGA OLED Tru-Finder da 2.35 milioni di punti; La tecnologia NFC e il chip WiFi indispensabile ormai sulle macchine fotografiche e l’esclusivo PlayMemories di Sony che permette di utilizzare determinate applicazioni direttamente dalla vostra fotocamera.

Guardiamo nel dettaglio ora le potenzialità legate ai video di Sony RX100 Mark V che è in grado di registrare video in 4K. Quello che però fa la differenza è che questi video sono ottenuti tramite un oversampling pari a 1.3x, vale a dire che sono registrati ad una grandezza di 5028 x 2828 e poi convertiti alla risoluzione 4K di 4096 x 2160 generando così delle immagini qualitativamente superiori alla risoluzione standard per video più alta (il 4K), una decisione che rende questo modello imbattibile per le riprese con una compatta. Troviamo inoltre l’opzione S-Log2/S-Gamut che permette un maggior controllo sulla gamma dinamica ed alzare la qualità dei video ulteriormente. Ovviamente la tecnologia utilizzata per l’autofocus è tra le migliori di Sony: RX100 Mark V sfrutta il sistema Hybrid AF che garantisce una velocità di ripresa unica e affidabile. Come se tutto ciò non bastasse, su questo modello è possibile generare filmati in slow motion 10X a 250fps, ovvero rallentare fino a 10 volte un’azione per filmati di qualità professionale. Infine abbiamo il display orientabile, caratteristica che non poteva certo mancare alla miglior fotocamera compatta per video.

Sony RX100 Mark V è la miglior fotocamera compatta per video in assoluto, integra caratteristiche da vera PRO in un corpo ultra compatto. Abbiamo avuto la possibilità di provare a fondo questa compatta PRO, per informazioni più dettagliate vi rimandiamo alla nostra recensione di Sony RX100 Mark V.

Puoi acquistare Sony RX100 Mark V su Amazon o se preferisci su eBay

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

4850 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Carlo Carlino tramite i commenti.