Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Chromebook: la nostra panoramica sui migliori portatili Chrome OS sulla piazza

Chromebook: la nostra panoramica sui migliori portatili Chrome OS sulla piazza

di Claudio Carelli
Specialist Miglior notebook
aggiornato il 17 luglio 2018
3046 utenti hanno trovato utile questa guida

State cercando ancora sconti folli ma ve li siete lasciati sfuggire? Vi invitiamo a dare un’occhiata a tutti gli interessantissimi sconti Summer Sales di eBay attivi fino al 23 luglio a mezzanotte! Qui sono a disposizione offerte fino al 70% con spedizione gratuita, e ovviamente senza alcun abbonamento necessario.

N.B. La guida Chromebook Italia è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Luglio 2018.

Cerchiamo un nuovo portatile leggero e versatile, rapido ed efficiente, ma anche economico? Allora forse ciò che stiamo cercando porta il nome di Chromebook, che altri non è che un notebook dotato di Chrome OS, il sistema operativo sviluppato da Google, ormai sempre più vicino all’ecosistema Android. Perché scegliere un Chromebook invece che una classica soluzione Windows? Ve lo spieghiamo con calma nel paragrafo che segue.

Miglior Chromebook Italia: quale scegliere

Con Chromebook s’intende semplicemente un notebook che arriva con il sistema operativo Chrome OS preinstallato. Questo sistema, affacciatosi sul mercato nel 2009, si basa su kernel Linux (proprio come Android) e fu dapprima adottato sui modelli di netbook, per poi finire ad essere preso in considerazione anche su pannelli più grandi, grazie ai dispositivi – i Chromebook, appunto – messi a punto da brand quali Acer, HP, Samsung e tanti altri.

Chrome OS: come nasce la piattaforma made in Google

Perché proprio il nome “Chrome OS“? Questo sistema operativo ha a che fare con il noto browser di Google? Ebbene sì. Com’è facilmente intendibile questo software si basa quasi completamente sulla piattaforma Google Chrome: da quest’ultima prende prima di tutto le dinamiche di funzionamento, avvalendosi dell’intero Chrome Web Store, composto da estensioni e applicazioni installabili tradizionalmente sul browser di Google. La stessa cosa vale per l’interfaccia grafica, quasi completamente identica ai menù che siamo abituati a vedere utilizzando Google Chrome.

Come avrete ben capito, dunque, Chrome OS non permette di installare applicativi “di terze parti” tramite eseguibile, come siamo soliti fare con Windows: tutto, almeno per il momento, deve passare dal Chrome Web Store. Da qui saremo in grado di attingere ai milioni di prodotti confezionati dagli sviluppatori di tutto il mondo, avvalendoci di software open source tra i quali spiccano gli applicativi Google (come ad esempio Google Docs, per l’ufficio) o spaziare tra le innumerevoli alternative messe a disposizione da aziende e sviluppatori indipendenti.

Perché acquistare un Chromebook?

Un Chromebook è per natura molto versatile e reattivo: dovendo caricare un sistema operativo molto leggero esso si avvia solitamente in tempi minimi (la media è di 8 secondi), ed offre grande reattività grazie alla “pulizia” che questo sistema offre. Se dovessimo esprimere il concetto di Chromebook con una parola questa sarebbe “semplicità“. Un Chromebook, come avrete capito, non è dunque una macchina da prendere in considerazione qualora necessitassimo di “andare più a fondo” nell’utilizzo del sistema, magari utilizzando applicativi specifici che richiedono una grande dotazione hardware alle spalle. Chromebook è di per sé molto semplice: è una sistema rapido, versatile e permette di accedere a tutte quelle funzionalità basilari che siamo soliti svolgere sui nostri terminali Windows. Possiamo scrivere testi, utilizzare fogli di calcolo, ascoltare musica, spostare file, guardare film, navigare in Internet e chi più ne ha più ne metta. Per di più i Chromebook hanno sempre un attento occhio di riguardo verso il proprio aspetto estetico, da sempre semplice ma accattivante.

Se l’utilizzo qui sopra descritto rispecchia i nostri canoni non c’è più alcun dubbio: dobbiamo prendere in considerazione l’idea di acquistare un Chromebook, soprattutto per il prezzo con i quali questi dispositivi vengono venduti sul mercato, sempre economico.

Acquistando oggi uno di questi portatili, tra l’altro, potremo presto avvalerci di un futuro sempre più roseo, che forse riuscirà finalmente a “trainare” l’avanzata di questi dispositivi anche in Italia, proprio come già sta succedendo negli States, dove i Chromebook rappresentano una delle prime scelte effettuate dagli utenti, soprattutto per quanto riguarda il settore dell’Educational. Il futuro di Chrome OS – e dunque di Chromebook – è sempre più promettente, questo perché Google, durante l’ultimo evento annuale presieduto, ha annunciato che il proprio sistema operativo riceverà presto il supporto a Play Store, e dunque a tutte le applicazioni disponibili per Android, che arriveranno in “modalità finestra” per andare a sopperire la mancanza di quegli applicativi a cui il Chrome Web Store (e il formato “estensione”) andava stretto.

Un’unica nota che è giusto effettuare prima di proseguire è che alcuni di questi modelli, non essendo Chromebook per l’Italia (ma importati), potrebbero non montare una tastiera italiana (QWERTY), optando per soluzioni straniere come la tedesca QWERTZ o la francese AZERTY. Nulla di cui preoccuparsi, comunque: con qualche click del mouse, da sistema, sarà possibile andare a sostituire facilmente il layout “virtuale” della tastiera, mentre per il lavoro “manuale” sarà sufficiente utilizzare un set di adesivi acquistabile ad un prezzo irrisorio. Dopo questo preambolo è ora di addentrarci nella nostra selezione di Chromebook.

Lenovo N23 Yoga Chromebook

La nostra selezione dedicata ai migliori Chromebook inizia con un prodotto entry-level che risulta essere comunque molto interessante: stiamo parlando di Lenovo N23 Yoga Chromebook, un dispositivo leggero e compatto con display touchscreen e di natura convertibile, che può assumere dunque la posizione “tablet” ruotando lo schermo sul proprio asse. Il display è un pannello IPS HD (1366 x 768 pixel) da 11,6 pollici, mentre il look generale è molto sobrio e adatto ad ogni contesto. Questo Chromebook si rivela in particolar modo la scelta adatta per tutti gli studenti che necessitano di un portatile comodo e leggero, per studiare o prendere appunti a casa o a scuola.

Lenovo N23 Yoga Chromebook è inoltre dotato di una discreta scheda tecnica: sotto la scocca troviamo infatti la presenza di un processore MediaTek MTK 8173C, coadiuvato da 4 GB di RAM e da 32 GB di memoria flash eMMC, espandibile tramite una scheda di memoria SD, oppure attraverso un comodo hard disk esterno collegabile via USB.

Il comparto connettività conta infatti sulla presenza di una porta USB 3.0 e una USB Type-C. Non manca poi un’uscita HDMI e un modulo WiFi 802.11ac (2 x 2), ad alta velocità. A bordo c’è ovviamente Chrome OS, mentre ad alimentare il tutto troviamo una batteria molto prestante, in grado di garantire un’autonomia massima di 10 ore di utilizzo. Davvero niente male.

Puoi acquistare Lenovo N23 Yoga Chromebook su Amazon o se preferisci su eBay

Acer Chromebook R13

Uno degli ultimi Chromebook ad essere apparsi sul mercato è Acer Chromebook R13, un notebook convertibile molto bello esteticamente, dotato di un pannello nero lucido con dock argentata ed un display touchscreen da 13 pollici con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel). La sua natura convertibile permette al display di roteare sul proprio asse fino a nascondere la dock con tastiera, trasformando Acer Chromebook R13 in un vero e proprio tablet.

La scheda tecnica è molto buona: questa è dotata di un processore MediaTek M8173C, quad-core da 2,1 GHz, coadiuvato da 4 GB di RAM e da 32 GB di storage interno sotto forma di memoria flash eMMC, espandibile ulteriormente collegandovi una scheda SD.

Buono il comparto connettività, che conta su un’uscita HDMI, due porte USB 3.0, una USB Type-C, moduli WiFi e Bluetooth e un ingresso jack. Incredibile l’autonomia, che garantisce fino ad un massimo di 12 ore di utilizzo.

Puoi acquistare Acer Chromebook R13 su Amazon o se preferisci su eBay

Altri dispositivi affini: Chromebox e Chromebit

Chrome OS non significa solamente Chromebook: certo, quest’ultimi, per la loro versatilità, risultano essere oggi i prodotti più diffusi, tuttavia esistono una serie di altri dispositivi sotto forma di mini PC o addirittura di PC Stick in grado di rendere allo stesso modo dei singolari notebook qui sopra elencati, ma in diversi formati. Ve ne consigliamo un paio.

ASUS Chromebox G072U

La Chromebox G072U di ASUS è un mini PC, ovvero un computer dal case davvero contenuto, che permette di portare Chrome OS anche su desktop. Questo è in grado di “nascondersi” su ogni scrivania, attivando così sul proprio monitor tutte le funzionalità tipiche del sistema operativo made in Google.

La scheda tecnica di questo dispositivo prevede la presenza di un processore Intel Celeron 3215U, dual-core da 1,7 GHz affiancato da 2 GB di RAM e da 16 GB di storage, espandibile tramite una memory card SD, oppure, all’occorrenza, collegandovi un hard disk esterno. Questo Chromebox permette di configurare una piccola stazione di lavoro se collegato ad un monitor, oppure può trasformarsi in un pratico media-center se collegato alla TV di casa, tramite un semplice cavo HDMI. Il comparto connettività, infatti, conta sulla presenza della sopracitata uscita, ma anche su una displayPort e su ben quattro porte USB 3.0 (due sul lato frontale, due sul retro), su un jack per gli altoparlanti ed infine su un’entrata Gigabit Ethernet. Ottimo anche il modulo WiFi, con standard 802.11ac, mentre non manca la connettività Bluetooth.

Basta collegare mouse e tastiera (oppure un telecomando Bluetooth) a questo device ed il gioco è fatto: potrete facilmente utilizzare ASUS Chromebox M118U per ogni evenienza.

Puoi acquistare ASUS Chromebox G072U su Amazon o se preferisci su eBay

ASUS Chromebit CS10

Desiderate una soluzione simile a Chromebox, ma volete un dispositivo ancor più piccolo – praticamente invisibile – magari spendendo ancor meno? Detto fatto: basta dare un’occhiata ad ASUS Chromebit CS10, il pratico PC Stick della casa taiwanese che saprà di certo venire incontro alle vostre necessità.

Per chi non sapesse di cosa si tratti, un PC Stick è un mini PC che arriva nel formato simile a quello di una classica chiavetta USB, con le sole eccezioni di ospitare al proprio interno un vero e proprio “mini computer” e di possedere un connettore HDMI al posto di quello USB che siamo soliti vedere sulle chiavette che maneggiamo ogni giorno. In questo modo un PC Stick è facilmente collegabile ad un monitor, o addirittura alla TV di casa, aprendo così le porte a molteplici utilizzi. In questo singolo caso ci troviamo davanti ad un PC Stick con un comparto hardware buono ed efficiente, il tutto contenuto all’interno di un form-factor tondeggiante, non malaccio alla vista. Chromebit CS10 arriva infatti con un SoC Rockchip RK3288, con CPU quad-core in grado di raggiungere la frequenza massima di 1,8 GHz, affiancato da 2 GB di RAM e da uno storage interno di 16 GB. Niente male per una chiavetta di queste dimensioni.

Il corpo presenta solo una porta USB, mentre a bordo non manca la presenza di un modulo WiFi dual-band 802.11ac e Bluetooth 4.0, per collegarvi le proprie periferiche con le quali sarà possibile muoversi tra i menù del sistema, che ricordiamo essere ovviamente Chrome OS. ASUS Chromebit CS10 si rivela particolarmente adatta per un utilizzo multimediale, in quanto essa è in grado di supportare la decodifica di video in formato H.264 e H.265.

Puoi acquistare ASUS Chromebit CS10 su Amazon o se preferisci su eBay

3046 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.