Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa

Microsoft svela il Surface Studio: All in One con stile che sfida l'iMac

di Giovanni Matteiaggiornato il 26 ottobre 2016

Microsoft ritorna in quel di New York per mostrare al mondo i suoi nuovi prodotti, tutti pensati per aggredire varie sezioni del mercato tecnologico, sempre più in fremito. Quest’oggi il colosso di Redmond ha focalizzato la sua attenzione a livello dei dispositivi All in One, ovvero i computer resi estremamente famosi e commerciali da parte di Apple, andando a presentare il nuovo Surface Studio.

Per l’azienda di Nadella si tratta di prodotto con un design assolutamente spettacolare, con una lavorazione in alluminio ed un pannello con il più sottile LCD al mondo. Il punto focale del nuovo Surface Studio è certamente quello di tirar via del terreno da sotto i piedi all’azienda di Cupertino, pur mantenendo una certa attenzione nel non mostrarsi unicamente come un “semplice competitor”.

Il Microsoft Surface Studio vede la presenza di un bel display touch da 28″ (192 PPI) con digitalizzatore, risoluzione da 4500 x 3000 pixel e supporto a Windows Hello per permettere l’accesso biometrico al computer tramite la fotocamera frontale da 5 MP. Visto lo spessore di appena 12,8 mm, vi starete chiedendo dove Microsoft ha “nascosto” l’hardware. La risposta è nel piccolo parallelepipedo base di alluminio che trova posto ai piedi del display ed integra 4 porte USB 3.0, una porta Ethernet, porta DisplayPort, jack audio da 3,5 mm e ingresso micro SD. Al suo interno troviamo una ottimizzazione degli spazi senza precedenti: oltre alla presenza di ben tre ventole per garantire una corretta ventilazione dell’hardware integrato, il Microsoft Surface Studio vede la presenza del supporto a processori Intel Core Skylake i5 e i7 (non sono noti al momento i modelli effettivi), Nvidia GeForce 965M GTX con 2 GB GDDR5 o Nvidia GeForce 980M GTX con 4 GB GDDR5, fino a 32 GB di RAM, fino a 2 TB di storage ibrido, Wi-Fi 802.11ac e Bluetooth 4.0.

Trattandosi di un prodotto pensato anche per i creativi, caratteristica che Microsoft ha puntualizzato tantissimo durante il corso dell’evento – del resto il nuovo aggiornamento di Windows si chiamerà proprio Windows 10 Creative Update -, la grande base del Microsoft Surface Studio permette al display di essere inclinato e quindi di utilizzarlo come una grande tavolozza, ovviamente con la stylus e il supporto di Windows Ink.

A tener compagnia al Surface Studio arriva anche il Surface Dial, un piccolo cilindro di alluminio direttamente integrato in Windows 10, che permette di accedere a delle funzioni che aumentano di molto il tipo di lavoro che può essere svolto con il nuovo dispositivo. Una piccola pressione attiva una interfaccia HUD per attivare delle azioni rapide, una rotazione in senso orario o antiorario ne attiva delle altre. Ad esempio possiamo scorrere lungo le pagine di un documento oppure mandare indietro nel tempo le modifiche che abbiamo apportato ad un documento; in più, grazie alla sua particolare basetta, è possibile poggiare e fissare (funziona come una ventosa) il Surface Dial direttamente sul grande pannello da 28″ e iniziare a creare.

https://www.youtube.com/watch?v=BzMLA8YIgG0

Il Surface Studio di Microsoft è la risposta a tante richieste da parte dei tanti affezionati all’azienda di Redmond. Una risposta chiara, concisa e assolutamente in grado di competere contro i big del settore. Il Surface Studio è disponibile in pre-ordine da quest’oggi con un prezzo che parte da 2999$ e arriverà definitivamente a partire dal 15 dicembre; non è certo un prezzo per tutte le tasche, ma è un prodotto che sicuramente inspirerà tantissimo l’intero settore degli All in One.