Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa

LG: monitor e televisori per tutti i gusti all'IFA 2014

di Gianluca Cirignanoaggiornato il 30 maggio 2015

Passando dalla hall LG durante quest’IFA 2014 una delle prime cose che saltano all’occhio è sicuramente la quantità davvero elevata di televisori presenti. L’offerta del produttore sudcoreano è senza dubbio molto vasta e ricca di prodotti interessanti.

Tra i modelli presentati alla fiera spiccano sicuramente i televisori OLED, cioè quegli schermi che utilizzano una tecnologia che permette al display di emettere luce da sé, non come gli schermi a cristalli liquidi che hanno bisogno di una fonte esterna di illuminazione. Questo rende possibile creare schermi dalla resa qualitativa davvero elevata. Parliamo di pannelli che rispetto alle altre tecnologie hanno un contrasto maggiormente apprezzabile e dei colori vividi e brillanti, per non parlare dell’angolo di visione davvero elevato. Altra caratteristica interessante di questo tipo di pannelli è l’alta flessibilità, difatti le televisioni OLED create da LG sono tutte curve, anche perché la soluzione tecnica che permette un migliore funzionamento delle TV OLED è proprio quella di creare pannelli curvati. Si tratta di una tecnologia attualmente utilizzata nelle televisioni in esclusiva dall’azienda di Seul.

La nuova gamma comprende principalmente due modelli 4K, quello da 77 pollici flessibile e quello da 55 curvo. La versione da 55 pollici (55EC930V) è in uscita proprio in questi giorni sul mercato nostrano. Sicuramente di questo televisore colpiscono il design minimale e molto elegante, lo spessore ridotto e soprattutto il prezzo. Il terminale sarà infatti disponibile in Italia a 2999€, costo abbastanza concorrenziale rispetto alla tipologia di prodotto. Per quel che riguarda il modello flessibile da 77″ la particolarità più grande è costituita appunto da una serie di meccanismi che gli consentono di modificare il proprio angolo di curvatura. Tramite l’apposito telecomando quindi saremo in grado di decidere di quanto curvare il pannello in base al tipo di contenuto che stiamo andando a riprodurre. Inoltre il televisore è dotato di un sistema che adatta automaticamente l’audio al grado di curvatura scelto, in modo da fornire la migliore resa possibile.

Continuiamo parlando di UltraHD, non più OLED, bensì IPS. Troviamo una vasta gamma di televisori, i polliciaggi disponibili sono 49, 55, 65, 79, 84 e 98. Si tratta di prodotti dal design piacevole ed elegante, che garantiscono una resa in termini di nitidezza e brillantezza dei colori davvero buona. Molto particolare il televisore da 105 pollici curvo con aspect ratio 21:9. Si tratta di un pannello con risoluzione 5K (5120 x 2160 pixel), quindi il 30% di pixel in più rispetto alle già ottime TV 4K. Per una televisione come questa dallo schermo così performante non poteva mancare un sistema audio integrato da 150 watt con la resa qualitativa di un impianto da 7.2 canali. Naturalmente un prodotto del genere ha un costo del tutto proibitivo per l’utenza media, si parla di circa 100.000€ che rendono il pannello adatto solo ad un target molto ristretto.

Come spesso accade però con questo genere di prodotti il problema principale è la carenza di contenuti adeguati. Difatti è poco utile avere monitor in grado di supportare media in 4K quando la risoluzione più alta attualmente disponibile per la stragrande maggioranza dei contenuti è il Full HD. LG però ha dichiarato di aver già preso accordi con diversi partner, come Netflix e Amazon tanto per citarne due, per ampliare l’offerta dei contenuti in risoluzione UHD. L’azienda ha anche parlato di Hybrid Broadcast Broadband TV, esclusivo sistema che permette lo streaming di contenuti in 4K, realizzato in collaborazione con France Television.

Montato su tutti i televisori sopra elencati troviamo webOS Smart+, sistema software che promette un’esperienza d’utilizzo molto soddisfacente, grazie anche a BeanBird, cartone animato che funge da assistente virtuale in tutte le operazioni riguardanti l’utilizzo del software.

Abbiamo poi avuto modo di entrare nell‘area riservata dello stand LG, dove a farla da padrone abbiamo trovato tre prodotti: lo schermo 98 pollici a 8K e due televisori prodotti in collaborazione con Swarovski. Nel caso del primo prodotto abbiamo avuto modo di sbalordirci davanti all’impressionante qualità di un pannello del genere, che tanto per capirci offre una risoluzione sedici volte superiore a quella dei pannelli Full HD attualmente molto diffusi sul mercato. Si tratta naturalmente di un prodotto ancora in fase di pre-produzione, quindi più di un prototipo ma ancora non pronto per uscire sul mercato. Siamo invece vicini al lancio, si parla di fine anno in Europa, per i prodotti le cui basi sono adornate dai cristalli Swarovski. Si tratta senza dubbio di display con un target alla ricerca di un design e di una linea molto particolari.

Ma spostiamoci sul lato monitor. LG, da produttore importante in ambito di pannelli, ci propone tre prodotti molto interessanti da collegare ai nostri PC; vediamoli.

Il primo è un modello davvero molto interessante dotato di aspect ratio 21:9, meglio conosciuto come Super Wide – ne abbiamo realizzato un focus apposito, dategli un’occhiata. Questo dispone di una risoluzione QHD e di una forma lievemente curva che rende più coinvolgente e uniforme la fruizione dei contenuti riprodotti su di esso, anche se l’impiego è prettamente indicato a chi ha bisogno di ampio spazio sul proprio desktop e chi lavora con programmi di editing avanzati (musica o video). Può essere collegato sia a PC che a Mac (mediante Thunderbolt 2).

Presenti anche un monitor da gaming più contenuto, focalizzato le proprie attenzioni sul punto di nero e sulla fedeltà dei colori, e un modello 4K da lavoro per chi non vuole rinunciare a risoluzioni elevate e che lavora spesso con contenuti multimediali. Di seguito trovate il nostro video hands-on della nuova gamma