Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Lenovo Ideapad 330s recensione: proviamo uno dei primi notebook con Intel Optane

Lenovo Ideapad 330s recensione: proviamo uno dei primi notebook con Intel Optane

Lenovo Ideapad 330s è un portatile di fascia media caratterizzato dalla presenza di un modulo Optane, che migliora le performance dell'hard disk. Ma è davvero paragonabile ad un SSD? / Ultima modifica il

Lenovo Ideapad 330s è un notebook di fascia medio-bassa dotato di processore i3 e di una memoria Intel Optane, che affianca un hard disk meccanico. Diciamocelo, in questa fascia di prezzo il massimo a cui si può puntare è un disco SSD SATA da 128 o, raramente, da 256 GB. In questo caso, tempi di avvio ridotti e reattività sono garantiti… ma la capienza? Chi ha bisogno di un ampio spazio di archiviazione difficilmente potrà rinunciare ad un hard disk tradizionale, con tutti i suoi limiti. La tecnologia Optane in questo caso viene in nostro aiuto, mettendo a disposizione del sistema una cache utile a caricare rapidamente i software e i file utilizzati più spesso. Ma le performance ottenute si possono paragonare a quelle di un disco SSD? Scopriamolo in questa recensione di Lenovo Ideapad 330s, che ci ha fatto da “cavia”.

Design

Costruzione e design: un portatile solido e stabile

Lenovo Ideapad 330s arriva in un’anonima scatola di cartone che contiene il portatile, il suo caricabatterie da 65w e poco altro. Pur essendo un notebook appartenente alla fascia medio-bassa del mercato, il suo design sorprende. Abbiamo infatti un solido coperchio in alluminio, con il logo Lenovo discretamente posizionato sulla cornice destra, in basso. Il resto del portatile è in plastica, ma il tutto, grazie anche ad una finitura opaca, non risulta poi così “cheap” e attira poche impronte. Lo schermo da 15,6 pollici è circondato da cornici molto sottili (circa mezzo centimetro per quelle laterali, 1 per quella superiore), sempre più diffuse, sì, ma soprattutto nei notebook di categoria superiore. Se consideriamo anche uno spessore di meno di 2 cm e un peso inferiore a 1,9 kg, è facile capire come in realtà, tra i 15 pollici che si trovano in questa fascia di prezzo, Lenovo Ideapad 330s sia uno dei più compatti.

Al posto di due cerniere laterali, Lenovo Ideapad 330s ne ha solo una lunga e centrale. L’angolo di apertura raggiunto arriva ai 180 gradi. Non possiamo sapere quello che succederà dopo qualche anno, ma senz’altro restituisce una buona impressione di solidità. Impressione che comunque dà l’intero portatile: l’assemblaggio è convincente, le flessioni si limitano all’area centrale tra tastiera e poggiapolsi (e comunque, sono davvero ridotte). Qualche movimento in più si registra nella base, che comunque risulta stabile grazie alla presenza di un’ampia striscia antiscivolo che permette di appoggiare bene il PC su un piano.

Periferiche: tastiera e touchpad sono ok, ma gli speaker rimangono sottotono

Lenovo Ideapad 330s ha una buona tastiera e un buon touchpad, il che non è necessariamente la regola, soprattutto in questa fascia di prezzo. I tasti, a corsa medio-breve, sono di medie dimensioni e ben stabili. L’esperienza di digitazione è piacevole: gli spazi tra una key e l’altra sono sufficienti per minimizzare le possibilità di errore. Peccato solo per i tasti direzionali e il tasto invio, le cui dimensioni sono state ridotte per lasciare spazio al tastierino numerico. Caratteristica, quest’ultima, da non dare per scontata, nemmeno nei notebook da 15 pollici come questo. Valutazione positiva anche per il touchpad: le dita scorrono bene, buona la sensibilità, anche negli angoli, c’è il supporto alle gestures. Non sono presenti tasti visibili, ma per il left e il right click sarà sufficiente premere nella metà inferiore del pad stesso. Anche in questo caso, la periferica appare stabile, anche se il feedback ricevuto non è tra i più netti.

Il comparto audio, invece, non spicca: gli altoparlanti sono posizionati sulla base del portatile. Il suono manca di profondità e risulta un po’ ovattato. Il volume massimo raggiungibile non è altissimo, anche se sufficiente per l’uso in casa; spingendo al massimo gli speaker però, il suono inizia a distorcersi. Chi è alla ricerca di un’ottima resa sonora, dovrà probabilmente usare un paio di cuffie o di altoparlanti esterni.

Porte: USB-C presente

Porte ridotte al minimo indispensabile per il Lenovo Ideapad 330s: ai lati del portatile infatti troviamo 2 USB 3.0 (una a destra, l’altra a sinistra), HDMI, jack audio e lettore di schede SD. Spicca la presenza di una USB Type-C, che apre a più ampie opzioni di connettività, attraverso l’uso di un adattatore. Mi è piaciuto meno il lettore di schede, che lascia sporgere più di metà della memoria SD all’esterno.

Disassemblaggio e upgrade

Per vedere cosa c’è sotto la scocca del Lenovo Ideapad 330s, occorre rimuovere le 10 viti che fissano la base. Una volta aperto, ci si trova di fronte a sistema di raffreddamento, batteria e hard disk. Ram e modulo Optane si trovano sotto una placca in metallo. Una volta smontata, si avrà accesso a questi componenti. I banchi di RAM sono 2 da 4 GB; i più smaliziati avranno già probabilmente pensato a sostituire il modulo Optane con un SSD attraverso la porta M.2 a disposizione. Si potrà scegliere sia un SSD di tipo SATA 3, che NVMe.

Display: la principale debolezza di questo notebook

Siamo arrivati al principale punto debole del Lenovo Ideapad 330s: lo schermo. Troviamo infatti un pannello TN a risoluzione solo HD (1366 x 768 pixel). È vero, è ancora lo “standard” all’interno della fascia di prezzo tra i 400 e i 500 euro, ma è anche vero che alcuni produttori, come Acer con la sua serie Swift, stanno iniziando ad alzare l’asticella anche per questi modelli più economici, inserendo display IPS a risoluzione Full HD.

Il display di Lenovo Ideapad 330s ha una finitura leggermente opaca e, come abbiamo detto, è circondato da cornici sottili. La luminosità non è molto elevata. In questi giorni lo ho utilizzato prevalentemente a casa e ho comunque dovuto regolare l’indicatore almeno al 50%. Non ci sono i fastidiosi riflessi dei pannelli più lucidi, ma comunque in condizioni di luce sfavorevole sarà necessario aumentare al massimo la luminosità dello schermo per avere una visibilità sufficiente. Come per tutti i pannelli TN, gli angoli di visione non sono molto ampi, ma stando alla scrivania sia voi, sia chi vi sta seduto a fianco riuscirà ad ottenere un’esperienza soddisfacente. I colori sono nella media, i neri davvero troppo tendenti al grigio. Data la risoluzione HD, i pixel nelle immagini sono facilmente visibili.

Componenti e prestazioni: un ottimo compagno per casa o ufficio

Lenovo Ideapad 330s non ha una delle schede tecniche più comuni nel panorama dei computer portatili. Innanzitutto, è equipaggiato con un processore Intel i3 di ottava generazione: si tratta dell’i3-8130U, un dual-core con quattro thread virtuali, che lavora ad una frequenza base di 2,20 GHz, per arrivare a un massimo di 3,40 GHz in burst. La CPU è affiancata da una memoria RAM DDR4 da 8 GB (due banchi da 4 GB in Dual Channel). La scheda grafica è integrata ed è la Intel UHD 620. Per l’archiviazione dei dati, c’è a disposizione dell’utente un hard disk meccanico Seagate (1 TB) da 5400 rpm.

Ma l’elemento più caratteristico della configurazione è senza dubbio la memoria Intel Optane da 16 GB. Si tratta di un modulo da 16 GB (al momento l’unico taglio disponibile su notebook) connesso tramite interfaccia M.2. Questa memoria funziona come una sorta di cache, sulla quale vengono memorizzati i programmi e i file utilizzati più di frequente. Il processo, che è completamente gestito dal software Intel, permette di raggiungere tempi di caricamento e reattività pari a quelli di un disco SSD. Vedremo più nel dettaglio nel capitolo dedicato le effettive performance raggiunte dall’Ideapad 330s con questo modulo Optane.

Il Lenovo Ideapad 330s è un ottimo esempio di notebook da destinare all’ufficio o all’uso casalingo. Una volta acceso (il consiglio è quello di disinstallare o perlomeno disattivare una buona parte di quei programmi che si autoavviano insieme a Windows) il sistema risulta fluido e reattivo. La ventola parte solo quando necessario, l’aria calda viene espulsa verso l’alto, dalle bocchette che si trovano in prossimità della cerniera. Grazie anche alla plastica della scocca, le superfici non si scaldano molto: i poggiapolsi rimangono ben freschi e solo in prossimità della tastiera e nella base il PC si intiepidisce un po’. Il buon quantitativo di RAM permette di gestire bene più task contemporaneamente, come varie tab di Chrome, senza significativi rallentamenti. Videogiochi? La scheda grafica integrata pone inevitabilmente delle grosse limitazioni in questo senso, ma chi apprezza il casual gaming o qualche titolo più datato e meno impegnativo, potrebbe comunque rimanere soddisfatto.

Intel Optane: come va e quanto impatta sulle prestazioni

Ma insomma, Intel Optane riesce davvero a migliorare le performance di un tradizionale hard disk meccanico? I risultati ottenuti dai benchmark finiscono per superare quelli di un SSD SATA 3: circa 931 MB/s in lettura sequenziale e quasi 160 MB/s in scrittura. Si tratta di valori nettamente superiori a quelli ottenuti dall’hard disk meccanico senza l’ausilio del modulo Optane (box a destra).

Optane analizza ciò che facciamo con il PC e modula il suo comportamento di conseguenza, salvando all’interno della sua memoria i dati e i programmi aperti più di frequente. Per l’utente non c’è modo di intervenire manualmente, non in questo caso almeno (modulo da 16 GB). Nel corso di questi giorni ho utilizzato il notebook soprattutto per navigare sul web, scrivere e ritoccare qualche immagine. Con il passare del tempo si inizia a notare una progressiva diminuzione dei tempi di caricamento dei vari software. Inizialmente un editor di immagini impiegava quasi 20 secondi a partire, mentre dopo qualche sessione il tempo di caricamento si è notevolmente ridotto, fino ad arrivare a 4-6 secondi. Discorso analogo vale per i programmi della Suite Office: al principio il tempo richiesto per l’avvio era di circa 10 secondi, scesi in breve a 4. L’apertura del browser poi (Chrome nel mio caso), impiega ormai solo un paio di secondi. E per quanto riguarda i tempi di avvio di Windows? Solo in questo caso non ho rilevato sensibili miglioramenti nel corso di questo periodo di utilizzo, probabilmente perché il modulo Optane aveva già gestito le ottimizzazioni necessarie in precedenza: dal momento in cui si preme il pulsante alla schermata del desktop, passano circa 20 secondi.

I risultati ottenuti sono senz’altro positivi e tutti quegli utenti che usano il PC secondo dei pattern ben definiti (sempre i soliti programmi, sempre gli stessi file) troveranno senz’altro migliori le performance di un hard disk accelerato con tecnologia Intel Optane. Nella fascia di prezzo in cui ci troviamo, tra i 400 e i 550 euro non ci sono tantissimi modelli con SSD, e gli unici presenti sono limitati da una capienza massima di 128 o 256 GB. Per molti potrebbero essere sufficienti, ma a chi deve tenere sul PC molti dati iniziano facilmente a stare stretti. Non tutti desiderano aprire un notebook appena comprato per aggiungere o sostituire un SSD, e in questo caso la tecnologia Optane diventa una valida scelta. Il prezzo si mantiene accessibile e le performance, come abbiamo visto, più che soddisfacenti. Certo, se ogni giorno usate un nuovo software e lavorate su molti file diversi, i vantaggi di Optane andranno facilmente a perdersi. Ma se consideriamo l’uso tipico molti di noi fanno del PC (che non si discosta molto da come l’ho impiegato io in questi giorni), possiamo senz’altro consigliare un prodotto come Lenovo Ideapad 330s.

Batteria: nessuna sorpresa lato autonomia (ma c’è la ricarica rapida)

Il Lenovo Ideapad 330s è equipaggiato con una batteria da 2 celle. I risultati raggiunti sono in linea con quelli della sua categoria di appartenenza. Impossibile arrivare a conclusione di una giornata lavorativa senza almeno un ciclo di ricarica. L’aspetto positivo però è che il dispositivo supporta la funzionalità Rapid Charge: in circa mezz’ora il livello di carica raggiunto arriverà al 50%.

La durata della batteria è stata testata con 3 diversi profili d’uso:

  • Profilo “Home”: il notebook è stato utilizzato per una tipica sessione casalinga. Web browsing, Skype, office e video. È stato scelto un profilo di risparmio energetico bilanciato e impostata la luminosità al 50%. Il PC si è spento dopo 3 ore e 42 minuti.
  • Multimedia: il notebook è stato utilizzato per guardare un film utilizzando il player integrato di Windows. Anche in questo caso si è scelto un profilo dei consumi volto a minimizzare i consumi. Il notebook ha interrotto la riproduzione per ibernarsi dopo 6 ore e 46 minuti.
  • Stress: sono stati eseguiti benchmark che simulano un utilizzo intensivo del computer, con profilo energetico volto alla massimizzazione delle performance. In questo caso l’autonomia ha raggiunto 1 ora e 22 minuti.

Lenovo Ideapas 330s recensione: le nostre conclusioni

Lenovo Ideapad 330s è un notebook di fascia medio-bassa che per molti aspetti si posiziona al di sopra della media dei portatili dello stesso prezzo. Molto buona la qualità costruttiva: sia il coperchio in metallo sia le parti in plastica restituiscono una sensazione di stabilità e resistenza. Mi sono piaciuti anche tastiera e touchpad, entrambi reattivi, ben fermi e comodi da utilizzare anche per tempi prolungati. Le performance del notebook sono soddisfacenti: non stiamo parlando certo di un top di gamma da usare per fare rendering 3D, ma per l’uso in ufficio o in casa l’Ideapad 330s va decisamente bene. Non si scalda, non è eccessivamente rumoroso, e, grazie alla presenza del modulo Optane, la sua reattività non si discosta molto da quella di un modello con SSD. Il principale punto di debolezza è lo schermo: TN, risoluzione HD. Se Lenovo avesse fatto uno sforzo in più, equipaggiando anche questo modello con i3 con il pannello Full HD dei suoi fratello maggiori, l’Ideapad avrebbe davvero spiccato nella sua categoria. Così invece, rimane un buon notebook che non ci sentiamo di consigliare qualora la sua destinazione d’uso principale fosse il multimedia. Per navigare sul web, usare Office, leggere le mail e altri task del genere, se la caverà senza problemi.

Pro
Buona qualità costruttiva
Tastiera e touchpad ben funzionanti
Reattività ottenuta grazie al modulo Optane
Contro
Schermo HD
Speaker appena sufficienti
valutazione finale7.8