Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Kobo Aura H2O Edition 2: l'ebook reader di livello che si fa amare da subito

Kobo Aura H2O Edition 2: l'ebook reader di livello che si fa amare da subito

L'ebook reader perfetto forse ancora non esiste, ma Kobo sta lavorando nella direzione giusta, come dimostra il nuovo Aura H2O Edition 2 / Ultima modifica il

Tempo di ombrellone, tempo di ebook reader. I lettori di libri digitali sono compagni perfetti per le vacanze: sono leggeri, comodi, portatili e possono contenere migliaia di libri, senza appesantire la valigia e consentendoci di portarci dietro i nostri tomi preferiti in poche decine di grammi. L’estate è quindi il momento migliore per conoscere Kobo Aura H2O Edition 2, appunto la seconda versione di questo ebook reader di successo che migliora ancora rispetto alla prima generazione, rendendolo di fatto un prodotto veramente interessante.

Kobo Aura H2O Edition 2 è infatti un device molto completo, capace di farci rivalutare per intero la gamma Kindle di Amazon che a confronto sembra rimasta a tre anni fa. Qui ci troviamo di fronte ad un ebook reader incredibilmente versatile, con un supporto completo a vari tipi di file e soprattutto impermeabile, una caratteristica peculiare ma che ci farà impensierire meno portandolo sulla spiaggia. Scopriamo quindi Kobo Aura H2O Edition 2 in questa recensione!

Design: classico, ma ben fatto

Che sia un ebook reader, lo si capisce subito. Fatta eccezione per il Kindle Oasis, che punta su un design asimmetrico e uno spessore inesistente, tutti gli altri lettori digitali si assomigliano, e Kobo Aura H2O Edition 2 non fa differenza. Costruzione in plastica, cornici importanti, retro zigrinato e gommato: è l’identikit del generico ebook reader. Particolare è la posizione del tasto di accensione, visibile anche perché azzurro cielo: è in prossimità di dove si appoggia l’indice destro tenendo l’ebook reader con due mani, quindi in una posizione comoda.

Le porte sono limitate ad una semplice micro USB nella parte inferiore che serve per ricarica e scambio dati, e non ci sono altri pulsanti: tutta l’interazione avviene con il touchscreen capacitivo, quindi niente tasti di cambio pagina né gesture particolari come il Tap2Flip di Tolino. La parte frontale è dominata dal display e-Ink Carta da ben 6,8 pollici, ad alta risoluzione (ben 265 ppi) e dotato di un doppio sistema di retroilluminazione: potremo mischiare della luce calda per rendere la lettura più confortevole, e non avere davanti un pannello di luce bluastra e fredda. Implementazione molto interessante, in questi tempi dove si inseguono i filtri luce blu.

Il nome del prodotto suggerisce anche la sua impermeabilità. Grazie alla cosiddetta tecnologia HZO Protection, Kobo Aura H2O Edition 2 è certificato IPX8 – resiste fino a 60 minuti in due metri di acqua. Come sempre, vale il solito avviso: tralasciando che è piuttosto inutile immergere un ebook reader per tentare di leggere sotto il pelo dell’acqua, fate affidamento su queste tecnologie solo per schizzi accidentali o cadute improvvise in piscina – non spingetelo, insomma, oltre i limiti. Siate tranquilli del fatto di non avere problemi in caso di incontri con l’acqua, ma sconsiglio vivamente di portarselo a riva semi-immerso per leggere.

Esperienza di lettura: il libro è al centro

Venendo da un Kindle, sono rimasto piacevolmente sorpreso nel notare che Kobo Aura H2O Edition 2 offre, secondo me, una esperienza di lettura decisamente superiore, per una enorme serie di motivi. Iniziamo dallo schermo: la tecnologia ComfortLight PRO, che mischia luce calda a quella fredda, permette di avere una retroilluminazione tarata sull’orario, perfetta per proteggere gli occhi. Il display ad alta risoluzione brilla già di suo, ma poter regolare al meglio la luce è qualcosa di molto comodo e che un Kindle qualsiasi non offre. Non c’è un sensore di luminosità automatico, ma dovremo comunicare al Kobo il nostro orario indicativo di ingresso a letto, per permettere al suo algoritmo interno di sincronizzarsi intorno al nostro ritmo.

I 207 grammi di peso si sentono ma non eccessivamente, mentre ciò che può un po’ spiazzare sono le dimensioni: non è enorme, ma è meno comodo da tenere con una sola mano rispetto a prodotti più compatti. Colpa delle cornici, che sono inevitabili per evitare tocchi accidentali del display che provocherebbero dei cambi di pagina. Forse in alcuni punti lo trovo un po’ spigoloso, e avrei preferito delle linee leggermente più morbide sui bordi, ma sono davvero dettagli. La zigrinatura gommata sul retro comunque aiuta con il grip, permettendoci una presa salda in ogni contesto d’uso.

Il sistema operativo è semplice e pulito. A differenza del Kindle di Amazon, che ha la tendenza a bombardarci di pubblicità (specialmente i modelli con “offerte speciali”), qui l’approccio è decisamente diverso. La home page mette in evidenza la nostra libreria, suggerendoci giusto qualche altro ebook consigliato in base a ciò che già abbiamo. L’interfaccia è minimalista e permette di essere usata con pochi tap, a prova di ogni utente. Avremo accesso rapido ai nostri libri (divisi per titolo, autore o collezione, con la possibilità di filtrarli ulteriormente o fare una ricerca) oppure potremo andare all’ebook store di Kobo, dove comprarne di altri a prezzi vantaggiosi.

Ma ci si spinge oltre: Kobo Aura H2O Edition 2 è un prodotto aperto, quindi supporta tantissimi formati (cosa che un Kindle non fa), permettendoci di scegliere a noi dove rifornirci per i libri. Significa anche che c’è il supporto alle biblioteche digitali (come MLOL, il sistema bibliotecario di digital lending italiano) e all’Adobe DRM, che ci permette di prendere in prestito gli ebook che scadranno dopo un tot di giorni. Non è una cosa da poco: per alcuni farà la differenza fra questo acquisto e un altro prodotto. Ma potremo anche comprare da un ebook store qualsiasi e trasferire il file su Kobo, oppure inserire tantissimi formati diversi che verranno letti senza problemi.

E ancora: Kobo supporta Pocket, e si sincronizza automaticamente. Avete trovato un bell’articolo su Ridble che volete leggere con calma? Salvatelo su Pocket e lo ritroverete nel Kobo, pronto per essere gustato lontano dallo schermo del PC o dello smartphone. C’è una schermata attività che ci spinge a leggere di più tracciando le nostre statistiche e dandoci medaglie per i libri letti – la gamification al servizio della lettura. Tutto questo, in un device la cui batteria dura davvero tanto: un intero libro letto ha scalfito poco più del 20% di autonomia, permettendomi di leggere ancora forse per un paio di settimane. Una volta presa la mano con l’ebook reader, saremo capaci di intuirne la sua durata in base all’utilizzo che facciamo, durata che comunque ci permette di coprire un viaggio esteso senza dover toccare il caricatore.

 

Piccole sbavature, ma la concorrenza…

Nessun prodotto è perfetto, e Kobo Aura H2O Edition 2 non fa eccezione. Ancora una volta, riscontro una certa difficoltà nella gestione dei PDF, un formato compatibile ma che viene digerito un po’ a fatica anche quando è soltanto testuale. Se avete intenzione di leggerne sul Kobo, fate un passaggio da Calibre per la conversione in EPUB, facendo un favore a voi stessi e all’ebook reader. Sebbene sia possibile personalizzare molto in profondità l’aspetto delle parole a schermo (font, margini, dimensioni – si può cambiare tutto) ho notato che con alcuni libri questo passaggio diventa fondamentale: mentre il Kindle tende ad avere già tutto ben sistemato, con il Kobo mi è capitato di dover intervenire manualmente, causa margini poco ottimizzati o spaziature non ottimali. Poco male, si sistema in pochi secondi, ma è un po’ strano questa necessità dell’utente di dover intervenire.

La selezione di libri sul Kobo Store è poi secondo me imperfetta. Amazon ci propina sconti giornalieri, settimane a tema, selezioni particolari, mentre qui il tutto è un po’ asettico: ci sono i bestseller e le categorie più in voga, ma ho talvolta la sensazione che il Kindle ci invogli di più a scoprire il proprio catalogo. Merito forse anche delle recensioni degli utenti, che su Amazon sono numerose, mentre non posso dire la stessa cosa sul Kobo. Una piccola stonatura va anche al refresh imperfetto dello schermo: si verifica un po’ di ghosting nell’uso generale (cioè rimane una traccia delle parole della pagina precedente), cosa che non accade in altri prodotti.

Il confronto con la concorrenza però è impietoso: Kobo Aura H2O Edition 2 è un ebook reader top di gamma, e quindi si fa giustamente pagare. Il suo competitor diretto è il Kindle Voyage per quanto riguarda Amazon, che non è impermeabile, ha un sistema chiuso, non supporta il digital lending, ha meno storage e uno schermo peggiore. Solo il Tolino Vision 4 HD può realmente competere sulla stessa fascia di prezzo, dato che ha caratteristiche molto simili (impermeabilità e doppio colore del display), pur avendo uno schermo più piccolo e un ebook store meno completo. Per me, Kobo Aura H2O Edition 2 demolisce anche il Kindle Oasis, che sarà particolare e unico, ma rimane chiuso e indietro su tutto il resto.

Kobo Aura H2O Edition 2: le nostre conclusioni

Mi risulta difficile adesso tornare al mio vecchio Kindle dopo aver provato questo Kobo Aura H2O Edition 2. È un ebook reader di livello adatto alle mie esigenze, che spinge a leggere perché è comodo e versatile, ed è un prodotto generalmente di qualità. Non sempre scegliere il dispositivo più conosciuto è una scelta saggia, e in questo caso puntare sul Kobo, che gode di minore pubblicità ed esposizione mediatica, rappresenta invece la cosa giusta da fare per spendere i propri soldi con criterio. Certo, Kobo Aura H2O Edition 2 si fa pagare: servono 179€ circa per portarselo a casa, come si può vedere a questa pagina. Il prezzo è in linea ad altri prodotti con caratteristiche equivalenti, e lo trovo comunque onesto per ciò che viene offerto. Un dispositivo come questo ci toglie la necessità di comprare un altro ebook reader per un bel po' di tempo, dato che ad oggi è a prova di futuro, a meno che non ci siano enormi migliorie tecniche nella tecnologia e-Ink nei prossimi mesi. Al netto delle piccole sbavature riscontrate, Kobo Aura H2O Edition 2 è, per me, l'ebook reader da comprare in questo momento.

Pro
Ottimo schermo
Impermeabile
Sistema aperto
Compatibile con il prestito di ebook
Contro
Supporto ai PDF scarso
Display con un po’ di ghosting
Prezzo importante
valutazione finale8