Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Jump Force

Jump Force

di Stefano Zocchiaggiornato il 9 novembre 2018
attesaalta
La storia del prodotto
Questa pagina raccoglie tutte le news a tema Jump Force ed è costantemente aggiornata. Il contenuto in cima è il più recente e l'ultimo aggiornamento risale al 17 Novembre 2018.
Jump Force: annunciata la data di uscita!

Con un annuncio congiunto di Microsoft e Bandai Namco per preparare il lancio dell’E3 2018, è stato rivelato al pubblico Jump Force, il nuovo picchiaduro che mette in campo i vari personaggi apparsi nella storica pubblicazione manga giapponese Shonen Jump.

Jump Force news: tutto quello che c’è da sapere sul nuovo titolo

Interpretabile come una “risposta” alla serie Smash di Nintendo, Jump Force è un gioco che avrà come personaggi i più famosi eroi del roster del settimanale a fumetti che ha fatto la storia dell’universo manga e ci ha portato alcune delle avventure più celebri della nostra infanzia. Da Goku e Freezer di Dragon Ball passando per la ciurma di pirati all’arrembaggio di One Piece fino alle atmosfere da thriller soprannaturale di Death Note, il gioco si propone di unire tutti questi universi in un unico picchiaduro con lo scopo di festeggiare i cinquant’anni del settimanale giapponese in grande stile.

Jump Force personaggi

Il punto di forza principale di un gioco del genere è il fan service, il poter offrire contenuti che soddisfino i fan, e Jump Force non lascia a desiderare: sono stati finora confermati parecchi personaggi provenienti da Dragon Ball, One Piece e la recente rivelazione di Gon Freeccs e Hisoka Morroh di Hunter × Hunter, con molti altri mondi e personaggi che verranno annunciati in futuro. La strategia seguita da Bandai Namco è quella di rivelare il roster del gioco con il contagocce, in modo da tenerlo sempre in prima pagina, e noi continueremo a tenere d’occhio l’azienda per segnalare i nuovi personaggi.

Ecco una selezione temporanea dei personaggi disponibili:

  • Goku (Dragon Ball Z)
  • Freezer (Dragon Ball Z)
  • Vegeta (Dragon Ball Z)
  • Aizen Sosuke (Bleach)
  • Ichigo Kurosaki (Bleach)
  • Rukia Kuchiki (Bleach)
  • Monkey D. Rufy (One Piece)
  • Zoro (One Piece)
  • Sanji Vinsmoke (One Piece)
  • Barbanera – Marshall D. Teach (One Piece)
  • Naruto Uzumaki (Naruto)
  • Sasuke Uchiha (Naruto)
  • Gon Freecss (Hunter × Hunter)
  • Hisoka Morroh (Hunter × Hunter)
  • Kenshiro (Ken il Guerriero)
  • Ryo (City Hunter)

Non si tratta però del totale dei personaggi che appariranno nel gioco: ci saranno personaggi non giocabili che tesseranno le loro trame nella modalità Storia, tra cui Light Yagami Ryuk di Death Note, il cui potere fisico è decisamente al di sotto degli altri combattenti del titolo ma che in quanto a intelletto, furbizia e capacità sovrannaturali sono in grado di prevalere facilmente.

Jump Force storia

Non è ancora chiarissimo quale sia la trama del gioco, ma sappiamo che sarà presente una modalità Storia che darà una spiegazione del motivo per cui Sasuke dovrà cercare di schivare onde energetiche. Non si tratta quindi di un semplice “tutti contro tutti” senza contesto: da quel poco che è stato comunicato siamo riusciti a capire che il gioco è ambientato nel nostro mondo, che si sta fondendo con i vari mondi apparsi in Shonen Jump.

Dai trailer disponibili possiamo vedere luoghi reali come Times Square e le Alpi in cui appaiono elementi dei vari manga, tra l’atterraggio della nave di Freezer e la Thousand Sunny della ciurma del cappello di paglia che pare essersi schiantata in una metropoli di fronte ai dei grattacieli. Qualcosa ha portato insieme i cattivi delle varie serie, e sta ai nostri eroi unirsi in una Jump Force (sembra essere questa l’origine del titolo) e cercare di riportare l’ordine per ricostruire la normalità. Una trama funzionale, che serve il suo scopo: fornire ai fan un motivo per poter far scontrare i loro eroi e cattivi preferiti.

A essere completamente onesti non è il primo gioco di questo tipo ad essere creato sfruttando le proprietà intellettuali del colosso dei fumetti giapponese, anzi. Molti fan hanno fatto notare come il gioco riprenda idee già viste nel precedente J-Stars Victory VS, altro “picchiaduro superstar” che imitava la formula di Street Fighter. Ci sono però importanti differenze di gameplay che si possono osservare dalle anteprime.

Jump Force gameplay

Jump Force è un picchiaduro a squadre, dove poter selezionare gruppi di tre eroi che sfideranno altri gruppi per assicurarsi la vittoria. Questi eroi possono essere mischiati dalle varie serie del gioco e avranno tutti abilità e mosse basate sulla loro storia, dai potenziamenti dei Super Sayan alla Volpe a Nove Code.

La caratteristica principale resta però una: il gioco è un picchiaduro aperto in terza persona, sullo stile di Dragon Ball Xenoverse e Budokai, dove spostarci in larghe arene tridimensionali per un combattimento che fa del gestire grandi distanze un elemento fondamentale.

Sono presenti transizioni e interazioni ambientali, che ci permetteranno di sbattere l’avversario verso luoghi diversi o contro vari oggetti per massimizzare i danni, e bisognerà considerare anche la possibilità di effettuare assist e cambiare personaggi al volo per poter cercare di sorprendere il nostro avversario. Ma attenzione: i nostri tre personaggi condivideranno una sola barra di vita.

Unendo le varie mosse a uno stile di gioco così frenetico si ottiene un risultato molto dinamico, con una telecamera che si sposta di inquadratura in maniera fulminea seguendo le varie cariche e parate. L’aspetto del gioco è inoltre impreziosito molto da un marcato uso di effetti particellari, che contribuiscono a sottolineare l’impatto dei colpi e spiccano molto sullo sfondo scuro e slavato creato dalle ambientazioni (una scelta che va in direzione opposta rispetto al precedente Dragon Ball FighterZ, dove regnavano i colori accesi).

Jump Force anteprima: la nostra prova a Gamescom 2018

Ci avviciniamo alla nostra prova hands on di Jump Force con addosso una certa dose di curiosità. Il mercato dei picchiaduro non è certo a rischio estinzione, con l’ottima uscita di Dragon Ball FighterZ e i vari altri titoli di Ark System Works (di cui abbiamo parlato nella nostra guida ai migliori picchiaduro PC), ma Jump Force rappresenta una interessante novità, andando a riportare in vita quel genere di picchiaduro con telecamera dietro le spalle che non si vedevano sui nostri schermi da qualche tempo.

L’idea di creare un (altro) picchiaduro All Stars, con personaggi provenienti da serie diverse, è alla base non solo dell’ambientazione ma anche del design del gioco. Jump Force rende immediatamente chiarissimo che l’intento principale è lo spettacolo, con una grafica di alto livello ed effetti particellari e inquadrature dinamiche che puntano allo sbalordire il giocatore. Il risultato è molto efficace, simulando le fantasie di molti fan degli shonen in una maniera ottima.

Un altro dettaglio da menzionare assolutamente è che il gioco offrirà la possibilità di creare un personaggio custom, che potremo personalizzare come vogliamo e con cui combattere al fianco di Goku, Naruto e compagni. Purtroppo non è stato possibile provare questa funzionalità nella build a nostra disposizione, di cui non abbiamo neppure potuto prendere immagini o gameplay, dato che grafica e altri dettagli (ci è stato detto) erano ancora in fase di sviluppo e non rappresentavano il gioco finale.

Nonostante la premessa siamo rimasti positivamente impressionati dal gioco. La nostra squadra, per cui abbiamo scelto un trio di supercattivi (Hisoka, Barbanera e Freezer) è risultata essere molto reattiva ai controlli, che sono adeguati all’impostazione tridimensionale del titolo e presentano attacco pesante, presa e al posto di un attacco leggero una mossa rush che serve anche ad accorciare la distanza con l’avversario. Le mappe sono molto larghe, e, unito allo scatto, il poter sorprendere l’avversario anche da lontano è un elemento essenziale. Avere una sola barra di vita per tutti i tre personaggi richiede un periodo di aggiustamento, dato che significa avere la possibilità di scambiare personaggio senza dover considerare le loro risorse.

Non sembra essere presente il volo: i personaggi rimangono bloccati a terra, dando così la possibilità di fare juggling facendo rimbalzare il nemico coi nostri colpi e di usare il salto per variare rapidamente il punto da cui attaccare. Le mosse speciali, attivabili premendo il grilletto destro e uno dei quattro tasti frontali, facevano partire un’animazione che metteva in mostra le iconiche tecniche dei vari personaggi, dalle carte affilate di Hisoka alla sfera energetica di Freezer, condite da effetti speciali che riempiono lo schermo.

Se riesce a creare una forte sensazione di spettacolo, è anche vero che a volte la sensazione è di un gioco che esagera: ci è capitato di perdere di vista l’azione del gioco, dato che gli effetti speciali ci facevano perdere di vista il nostro personaggio e rendevano a volte molto difficile riuscire a seguire lo scontro dopo ogni cambio di inquadratura. È un problema di fondo: la telecamera fa fatica a seguire le azioni più concitate e a volte nascone il nostro avversario, un dettaglio che il team di sviluppo dovrà risolvere prima della release.

Tolto questo particolare il gioco ha un ottimo impatto, anche se la sua vena più orientata a far scena che alla competizione lo rende forse meno adatto ai giocatori più interessati al lato duellistico dei picchiaduro. Lascia l’impressione di un gioco forse più pensato per il single player, soprattutto vista l’inquadratura in terza persona che rende giocare in due su un solo schermo qualcosa di macchinoso. D’altronde non tutti i giochi devono essere per forza competitivi, e gli elementi che servono per renderlo di successo ci sono tutti.

L’impressione finale è di un gioco per i fan, ma fatto molto bene e che richiederà ancora qualche aggiustamento prima di vedere la luce del sole – restiamo comunque ottimisti, visto che la data di lancio è ancora tutta da definire e il gioco è chiaramente lontano dall’essere concluso (abbiamo notato, tra le altre cose, un comparto audio che richiedeva ancora alcuni perfezionamenti). Aspettiamo di confermare queste impressioni in fase di recensione.

Jump Force trailer

Da questo trailer, presentato in occasione dell’E3 2018, possiamo sentire l’annunciatore che parla di mondi che iniziano ad essere attirati tra di loro mentre le immagini scorrono mostrando scene di devastazione dove gli elementi di alcuni universi sono entrati violentemente nel nostro. Ci sono alcuni degli elementi più riconoscibili dei vari franchise, tra cui la Thousand Sunny spiaggiata davanti a dei grattacieli, ma la cosa che si nota immediatamente è il tono molto dark, con ambienti realistici e colori estremamente scuri, che danno un aspetto molto più maturo e disperato agli scontri in contrapposizione con i coloratissimi manga da cui vengono i personaggi (tranne per Death Note, il cui protagonista sembra avere un ruolo da cattivo che però gli sviluppatori non confermano).

Jump Force beta

Al momento non ci sono notizie per quanto riguarda una beta, ma siamo abbastanza sicuri che verranno effettuati dei test di connettività aperti al pubblico sullo stile di quelli fatti con Dragon Ball FighterZ. Aggiorneremo questa pagina non appena sarà decisa una data.

Jump Force uscita e prezzo in Italia

Fissata finalmente la data d’uscita: 15 febbraio 2019, in contemporanea su tutte le piattaforme, a qualche mese di distanza dalla nostra prima prova in modo da poter smussare tutti gli angoli rimasti. Per quanto riguarda il prezzo, ci aspettiamo un prezzo pieno di 69,99€ per la versione Xbox e PlayStation 4 e di 59,99€ per la versione PC; il gioco è disponibile al momento solo in preordine su Amazon per console, e facciamo notare che il prezzo e la data inseriti non sono necessariamente indicativi di quelli reali (Amazon applicherà il prezzo effettivo all’uscita del gioco). Non è stato ancora rivelato nulla per quanto riguarda Nintendo Switch, ma non è detto che un possibile port non venga annunciato più avanti, anche se l’enfasi su effetti particellari e grafica lo rende abbastanza difficile.

Puoi acquistare il prodotto su Amazon. In alternativa il prodotto è disponibile nella variante Jump Force Xbox One.

29 ottobre 2018
Shonen Jump, un nuovo gioco?

Jump Force rumors: nuovo titolo dedicato agli eroi di Shonen Jump in arrivo?

Ne è passato di tempo dall’ultimo gioco crossover del mondo di manga ed anime giapponese, quel J-Stars Victory Vs + che è stato finalmente rilasciato nel 2015 per i fan occidentali. Mischiando i vari personaggi del settimanale Shonen Jump, il gioco era un regalo per chi di noi è appassionato della cultura pop giapponese, ma ormai è passato qualche annetto e una data si avvicina: i cinquant’anni dalla fondazione del settimanale.

Di grandi successi Shonen Jump alle spalle ne ha molti, e con nuovi arrivati del calibro di My Hero Academia ce ne sarebbe di carne da mettere al fuoco per un gioco-evento che celebri questo traguardo importante, magari da abbinare a un film o a un one-shot manga celebrativo. Staremo a vedere se si concretizzerà qualcosa, ma visto il risultato ottenuto con Dragon Ball FighterZ la possibilità di un successo c’è.

4 giugno 2018