Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Apple iPhone XS

Apple iPhone XS

di Luca Pierattiniaggiornato il 21 marzo 2019
attesaelevata
La storia del prodotto
Questa pagina raccoglie tutte le news a tema iPhone XS ed è costantemente aggiornata. Il contenuto in cima è il più recente e l'ultimo aggiornamento risale al 19 Ottobre 2019.
iPhone XS entra di diritto nelle nostre guide all'acquisto

iPhone XS consigliato per l’acquisto

Sulla base della storia, delle caratteristiche e della sua qualità, abbiamo deciso di inserire iPhone XS all’interno delle nostre guide all’acquisto, entrando di conseguenza a far parte delle selezioni dei migliori prodotti della categoria. Per le esigenze e le caratteristiche specifiche per cui iPhone XS viene consigliato all’acquisto, vi invitiamo a controllare la sezione Ridble Awards all’inizio di questa pagina.

iPhone XS firmware

Come ogni anno, l’uscita della nuova generazione di iOS crea non pochi grattacapi alla Mela, nonostante gli sforzi di Cupertino per ridurre al minimo bug e complicazioni. Quest’anno, l’uscita del nuovo iPhone XS e il conseguente rilascio di iOS 12 ha provocato un bug all’interno degli smartphone che impediva loro di ricaricarsi nonostante fossero collegati al cavo lightning alla presa di corrente.

Per questo Apple ha rilasciato un aggiornamento software a iOS 12.0.1 con il quale ha risolto questo e altri piccoli difetti: come la riconnessione automatica alla rete a 5 GHz (invece che a quella a 2,4 GHz), il ripristino della posizione originale del pulsante “.?123” sulla tastiera virtuale per iPad e alcuni problemi di funzionamento del Bluetooth.

iPhone XS miglior prezzo e offerte

Il nuovo iPhone XS si può acquistare sui principali portali di e-commerce ad un prezzo più basso rispetto a quello previsto dall’azienda al momento del lancio. Con uno sconto di almeno 150€ sul costo di listino, il dispositivo punta a ritagliarsi un ruolo di primo piano non solo nel segmento dei miglior smartphone 6 pollici ma anche in quello degli smartphone top di gamma.

Continua ad essere il telefono più caro in circolazione, ma visti gli aggiornamenti firmware rilasciati da Apple e il giudizio unanime delle opinioni intorno al dispositivo, è impossibile non consigliarne l’acquisto a chi cerca soltanto il meglio made in Apple.

iPhone XS
Prezzo consigliato: € 1069Prezzo: € 999
12 ottobre 2018
iPhone XS, cosa dicono le prime recensioni?

iPhone XS opinioni

Il nuovo iPhone XS è oramai disponibile da alcuni giorni in Italia e cominciano a circolare le prime opinioni intorno al dispositivo. Più positive che negative, va detto, riconoscendo ad Apple di essere riuscita a modellare il “vecchio” iPhone X in un modello ancora più prestazionale e davvero difficile da criticare. In particolar modo i colleghi di MobileWorld e Tom’s Hardware hanno apprezzato la potenza di fondo del dispositivo, la qualità costruttiva e la resa fotografica, che sono un po’ le tre caratteristiche sulle quali si fonda il successo degli smartphone della Mela. Più perplessi invece in merito al prezzo: non un euro in più rispetto al 2017 e la conferma dei 1189€ non fa più tanto rumore – dopo lo shock dell’anno scorso – eppure bisogna constatare che la cifra da spendere per portarselo a casa non è irrisoria, anzi, stiamo parlando dello smartphone più caro in circolazione (senza andare a pescare le edizioni limitate o i telefoni gioiello).

Per MobileWorld, iPhone XS è un aggiornamento importante perché, nonostante non introduca novità roboanti, certifica nuovamente la qualità Apple in termini di prestazioni e fotocamera, di nuovo al top del mercato. Meno apprezzata l’assenza del caricatore rapido in confezione, così come l’assenza dell’adattatore Lightning/jack audio da 3,5 mm. Complessivamente, l’esperienza è più che soddisfacente considerando che iPhone XS si porta a casa una valutazione di 8,6 punti.

Anche Tom’s Hardware è dello stesso avviso, sottolineando come il nuovo modello sia in grado di garantire prestazioni migliori sia in termini assoluti che di qualità delle immagini all’interno di iOS 12, costruito appositamente per questo telefono, in un formato compatto e comodo da utilizzare. Un giudizio stracarico di note positive e di poche critiche (solo una grave, il prezzo elevato) che si riscontra anche nella valutazione finale: 5 stelle su 5, il massimo a disposizione, che fa pari con lo stesso punteggio assegnato anche ad iPhone XS Max, a riprova che la nuova generazione di telefoni Apple è davvero riuscita.

iPhone XS vs iPhone XS Max

Partiamo allora da un confronto più approfondito dei due modelli: quale iPhone scegliere è una domanda che quest’anno ha senso più che mai. Tra iPhone XS e iPhone XS Max le differenze sono minime, anzi, a parte le dimensioni e la batteria, XS e XS Max sono identici, avendo in comune lo stesso processore, le stesse fotocamere e lo stesso display. Per cui la scelta è estremamente personale: è chiaro che per avere la migliore esperienza in assoluto, è consigliabile scegliere iPhone XS Max, ma è altrettanto vero che si tratterebbe di avere un display più grande e un’ora e mezzo di autonomia in più. Vista la differenza economica di 100€ tra un modello e l’altro, può essere conveniente pensarci più di una volta se ne vale la pena.

Se hai un iPhone X, 8 o 8 Plus è davvero difficile pensare di fare l’upgrade perché le differenze sono minime e non vale davvero la pena spendere tutti quei soldi. Se invece hai un iPhone 7 e vuoi mantenere la stessa compattezza di sempre, il passaggio ad iPhone XS comincia ad essere davvero ragionevole perché ti porti a casa davvero tantissime novità.

iPhone XS vs Samsung Galaxy S9

L’eterna lotta tra i rivali di sempre continua anche quest’anno: meglio iPhone XS o Samsung Galaxy S9? Mai come quest’anno, i due modelli sono paragonabili visto che sia Apple che Samsung hanno deciso di confezionare due upgrade in termini di potenza e fotocamere, senza introdurre novità sensazionali. In più, lo smartphone della Mela parte da un prezzo di listino superiore (e di tanto, ben 300€), per cui è lecito aspettarsi tante caratteristiche tecniche in più rispetto allo smartphone coreano.

In realtà le differenze non sono così evidenti: se il Galaxy può contare su un display più risoluto (568 PPI contro 459 PPI di iPhone XS), iPhone XS risponde con una doppia fotocamera (da 12+12 megapixel) rispetto al sensore singolo del flagship coreano. Se Samsung punta sul processore Exynos 9810 – octa-core a 2,8 Ghz – la Mela risponde con l’A1e Bionic, più incentrato sull’intelligenza artificiale e incatenato al centro dell’integrazione pressoché perfetta tra hardware e software, inarrivabile per l’S9.

Piccolezze in termini di prestazioni, visto che i due telefoni, all’atto pratico, si comportano egregiamente sia dal punto di vista delle fotocamere che da quello della brillantezza del display, dividendosi equamente anche i contro: se abbiamo contestato i 1189€ di iPhone X, non siamo certo stati soddisfatti dagli 899€ del Galaxy. Tirando le somme è una divisione tra schieramenti opposti: se cerchi il telefono alla moda, ti piace il notch tanto quanto iOS 12 allora la scelta cade automaticamente su iPhone X; se invece vuoi risparmiare un po’ – visto che l’S9 si trova su Amazon a poco più di 500€, praticamente 700€ in meno rispetto ad iPhone XS (!) – senza rinunciare a niente se non a un po’ di autonomia, vero punto debole del top di gamma Samsung, puoi propendere per il Samsung Galaxy S9.

28 settembre 2018
iPhone XS è disponibile da oggi in Italia

iPhone XS prezzo e uscita in Italia

Apple annuncia oggi l’arrivo del nuovo iPhone XS in Italia. Disponibile nei colori grigio siderale, argento e nel nuovo color oro, lo smartphone costerà 1189€ per la versione da 64 GB, 1359€ per il modello da 256 GB e 1589€ per quella più capiente da 512 GB. Nonostante sia apprezzabile la decisione di mantenere lo stesso prezzo del 2017, il costo di listino di iPhone XS lo rende difficilmente consigliabile all’acquisto: non tanto per la mancanza di un’adeguata scheda tecnica, quanto piuttosto per un’indicazione di costo davvero superiore a qualsiasi altro device sul mercato.

In più, il nuovo smartphone della Mela non differisce così tanto da iPhone X – che si può ancora trovare sugli store online a poco meno di 900€ – e non è un caso che Apple abbia deciso di cessarne la produzione per lasciare spazio ai nuovi modelli e non rischiare un suicidio in casa. Ad ogni modo, finché le giacenze degli e-commerce lo permetteranno, noi consigliamo di propendere per l’acquisto del modello di un anno fa, in modo tale da risparmiare quasi 300€.

iPhone XS offerte operatori telefonici

Il nuovo iPhone XS è offerto anche dai principali operatori telefonici nazionali, in abbonamenti legati a un contratto che mette insieme, oltre al dispositivo, anche chiamate, sms e GB di Internet. Vediamo quali sono le offerte nel dettaglio.

iPhone XS Tim

Se stai cercando l’offerta iPhone XS Tim, è possibile acquistarlo nello store online al prezzo di 1199,99€: nel costo riceverai una SIM (del valore di 5€) con 60 GB gratis di Internet 4G per 30 giorni.

iPhone XS Vodafone

Quello che vuoi è l’offerta iPhone XS Vodafone? Se hai già una ricaricabile, puoi averlo aggiungendo alla tua offerta un costo di 29,99€ al mese per 30 mesi, con un contributo iniziale di 199,99€; altrimenti puoi scegliere di attivare il piano Unlimited X3 che ti dà minuti illimitati e 5 GB di internet (illimitato per chat, mappe e social) al costo di 41,98 euro al mese per almeno 30 rinnovi con un contributo iniziale di 299,99€.

iPhone XS Wind

L’offerta iPhone XS Wind è disponibile in due versioni: se sei già cliente Wind puoi richiedere il telefono pagando 29 rate mensili da 29€ più una rata finale da 68,90€; altrimenti puoi scegliere l’opzione Telefono incluso che prevede un anticipo iniziale di 289,90€ e un canone da 28€ mensili per un vincolo di almeno 30 rinnovi.

iPhone XS Tre

Il piano iPhone XS Tre è attivabile aderendo all’offerta ALL-IN Power, che ti dà accesso a 60 GB di Internet in 4G e minuti illimitati pagando 39,99€ per 30 mesi (con un anticipo di 169€ e rata finale da 150€).

iPhone XS
Prezzo consigliato: € 1069Prezzo: € 999
21 settembre 2018
Apple presenta iPhone XS: il più potente di sempre

iPhone XS caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

Apple non sorprende e conferma le aspettative della vigilia lanciando tre nuovi iPhone nel corso del consueto appuntamento autunnale dedicato proprio ai nuovi smartphone: iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR sono i tre modelli che compongono la nuova offerta per il 2018. Vediamo la scheda tecnica e tutto quello che c’è da sapere su iPhone XS, la versione a cui è dedicata questa pagina.

Design

Esteticamente, iPhone XS è praticamente identico ad iPhone X: corpo in alluminio, design a tutto schermo senza bordi e cornici e cover in vetro. Ma soprattutto Apple punta tutto sul riconoscimento facciale, confermando l’abolizione del lettore per le impronte digitali, oramai sostituito definitivamente dal Face ID, il complesso sistema di riconoscimento facciale che è diventato ancora più veloce. Il sistema fotografico TrueDepth usa una tecnologia di rilevamento della profondità ad alta precisione che va ben oltre le capacità e la sicurezza degli scanner facciali bidimensionali e permette agli utenti di sbloccare il proprio iPhone, usare Apple Pay, accedere ad app sicure e molte altre funzioni con un semplice sguardo.

L’unico lato negativo di questo eco-sistema – che per Apple invece è una sorta di distintivo, un simbolo iconografico che deve rappresentare i nuovi iPhone – è la conferma del notch in alto sullo schermo: spesso e grande come nella versione precedente. Dietro, è confermata la doppia fotocamera posteriore disposta in verticale sull’angolo di sinistra, che lascia spazio per il solito logo Apple al centro della cover. Oltre ai colori argento e grigio siderale, ora il robusto profilo in acciaio inossidabile è disponibile anche in color oro.

Display

Il nuovo iPhone XS è pratico ed ergonomico ed ha lo stesso schermo del 2017: un pannello OLED Super Retina da 5,8 pollici con risoluzione 2K (1125 x 2436 pixel) e ben 459 PPI. Uno schermo eccellente per la gestione dei colori e della luminosità (supporta anche Dolby Vision e HDR10) con un di 1 milione a 1 e una gamma dinamica più ampia del 60%.

Lo schermo è sempre stato uno dei punti di forza di iPhone nel corso degli anni, nonostante non abbia mai raggiunto risoluzioni da lasciare a bocca aperta, ma il passaggio all’OLED ha consentito di massimizzare ulteriormente l’ottimizzazione dei colori, rendendolo un punto di riferimento del settore.

Prestazioni

Sotto la scocca troviamo uno dei punti di forza del nuovo iPhone XS: il chip A12 Bionic di Apple, il primo della storia a 7 nanometri con performance leader nel settore in termini di efficienza energetica e di potenza pura. Questo significa che è più compatto degli altri ma offre ancora più potenza ed efficienza energetica, lasciando ulteriore spazio per le altre componenti: il tutto aiutato da 4 GB di RAM e da 64/256/512 GB di storage, a seconda della configurazione scelta.

Tutto nuovo anche il motore neurale che accompagna il nuovo chip e in grado di completare fino a 5000 miliardi di operazioni al secondo rispetto ai 600 miliardi del chip A11 Bionic, ampliando il ventaglio di possibilità in ogni campo, dalla fotografia alla realtà aumentata. Con un bonus in più: l’integrazione pressoché perfetta tra questo hardware e il sistema operativo che dovrà gestire, quell’iOS 12 costruito appositamente per le dotazioni tecniche di questo smartphone.

Batteria

Non conosciamo con esattezza l’alimentatore di iPhone XS, ma Apple ha assicurato che, grazie ad iOS 12 e al nuovo chip A12 Bionic, sarà in grado di durare fino a mezz’ora in più rispetto ad iPhone X – con il quale, probabilmente, condivide lo stesso modulo.

Confermata anche quest’anno la ricarica super-rapida (ma con adattatore da acquistare separatamente) e wireless, attraverso lo standard QI, ossia lo stesso che viene utilizzato da tutti gli altri produttori: in questo modo potrai utilizzare qualsiasi pad per la ricarica wireless che sia disponibile in commercio.

Fotocamera

iPhone XS conferma una doppia fotocamera posteriore da 12+12 megapixel con zoom ottico 2x e un nuovo sensore due volte più veloce e caratterizzato da pixel più grandi: il che significa più apertura focale e più luce in ingresso con ricadute significative in termini di immagini con poca luce. Ma soprattutto offre nuove funzionalità, sfruttando tutta la potenza del nuovo Neural Engine: dallo smart HDR per la creazione di foto con un’ampia gamma dinamica e incredibili dettagli al nuovo Controllo profondità che ti permette di regolare la profondità di campo anche dopo lo scatto.

La modalità Ritratto con Controllo profondità è disponibile anche per la fotocamera anteriore TrueDepth da 7 megapixel per i selfie, che include il supporto per le Memoji e un rilevamento del volto più veloce per le app ARKit di altri sviluppatori. Rivista anche tutta la parte dedicata ai video con una stabilizzazione video e prestazioni migliorate in condizioni di scarsa illuminazione, nonché una gamma dinamica estesa per ombre e punti di luce più dettagliati nelle modalità video fino a 30 frame al secondo. Usando i quattro microfoni integrati, gli utenti possono anche registrare suoni stereo per creare video di altissima qualità.

Multimedia

Buono il doppio speaker audio che deve riuscire a far dimenticare il jack audio dalla testa degli utenti. Non è il primo smartphone della Mela a non avere il supporto all’ingresso da 3,5 mm – assente anche su iPhone 7 – ma nel corso del tempo non sembra che ci sia stato un boom significativo di richieste per casse e cuffie bluetooth, per cui ancora siamo lontani da un distacco definitivo.

Completano la dotazione multimediale, la connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, il chip NFC oltre al Bluetooth 5.0, all’ingresso Lightning e al modulo LTE di classe Gigabit per velocità di download ancora più elevate; confermata anche la resistenza a polvere e acqua (rating di grado IP68, fino a 2 metri per 30 minuti). La grande novità è l’introduzione della modalità dual-SIM attraverso l’uso di una nano-SIM e una eSIM digitale – che però non arriverà fin da subito in Italia.

Apple ha annunciato che lo smartphone dovrebbe essere disponibile dal 21 settembre ad un prezzo di listino che parte da 1189€.

12 settembre 2018
Tutto quello che sappiamo su iPhone XS in arrivo

iPhone XS rumors

Apple ha in programma di svelare la sua seconda generazione di iPhone X nel corso del consueto keynote autunnale in programma il 12 settembre. La Mela dovrebbe svelare tre nuovi smartphone: iPhone XS, iPhone XS Max e una terza novità assoluta di cui non è trapelato il nome ufficiale (forse si chiamerà iPhone 9?) che è destinata a prendere il posto dell’alternativa “economica” (se così si può chiamare…) all’interno della gamma Apple. Ma il faro dei riflettori sarà puntato sui modelli “S”, ossia la seconda versione, rivista e corretta, della rivoluzione chiamata iPhone X che va a chiudere il consueto ciclo biennale degli smartphone di Cupertino. A pochi giorni dal lancio ufficiale, le indiscrezioni e i rumors intorno agli smartphone della Mela si rincorrono in Rete senza sosta: cerchiamo di capire quali potrebbero essere le caratteristiche tecniche, il prezzo e la data di uscita di iPhone XS, di cui ci andremo a occupare in questa pagina.

Il nuovo modello di riferimento di Apple continuerà ad avere un display OLED da 5,8 pollici ricalcando esattamente lo stesso design di iPhone X: quindi a tutto schermo, senza bordi, cornici e pulsanti e con il notch in alto sullo schermo. Ma se esternamente sembrerà di avere in mano lo stesso telefono, i cambiamenti saranno soprattutto sotto la scocca, dove ci sarà un aggiornamento del processore e del chip grafico che doneranno più potenza al device. L’altro grande segmento di attenzione della Mela nel corso degli anni è il comparto fotografico, per cui è lecito aspettarsi novità succose anche su quel versante, con la doppia fotocamera posteriore – che dovrebbe essere confermata da 12+12 megapixel – che avrà nuove funzionalità da attivare.

Bisognerà capire a che prezzo Apple deciderà di mettere in vendita iPhone XS, perché, se i rumors verranno confermati, parliamo di un dispositivo che non si discosta molto dalla prima generazione, pur andando a ritoccare quei punti sensibili per gli utenti: foto, potenza e più funzionalità in termini di software e intelligenza artificiale – grazie anche all’integrazione con il nuovo iOS 12. Altre indiscrezioni parlano del possibile arrivo della modalità dual-SIM, sempre ignorata da Apple, così come la possibilità di un cambio a livello di porta Lightning: entrambi i rumors non trovano molte conferme e sembra difficile che Apple possa decidere di introdurli davvero. Ne sapremo di più il 12 settembre.

27 agosto 2018