Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Apple iPhone X

Apple iPhone X

di Luca Pierattiniaggiornato il 26 luglio 2018
valutazione finale8
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su iPhone X presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 20 Novembre 2018.
iPhone X è presente in diverse guide all'acquisto

iPhone X consigliato per l’acquisto

Sulla base della storia, delle caratteristiche e della sua qualità, abbiamo deciso di inserire iPhone X all’interno delle nostre guide all’acquisto, entrando di conseguenza a far parte delle selezioni dei migliori prodotti della categoria. Per le esigenze e le caratteristiche specifiche per cui iPhone X viene consigliato all’acquisto, vi invitiamo a controllare la sezione Ridble Awards all’inizio di questa pagina.

iPhone X firmware

Uno dei segreti di Apple che la rende popolare tra i suoi appassionati è la costanza e la continuità di aggiornamenti del proprio sistema operativo. Nell’ultimo keynote durante la WWDC, la conferenza annuale dedicata agli sviluppatori, Cupertino non ha mancato di tirare una frecciatina ad Android/Google per la velocità di upgrade degli utenti sui propri dispositivi: l’81% della popolazione iOS ha aggiornato il suo dispositivo ad iOS 11, contro soltanto il 6% di utenti passati ad Android Oreo 8.1.

Ovviamente è una provocazione, ma certifica l’attenzione della Mela per i propri utenti, pur non al riparo da alcune problematiche legate ai propri smartphone, come nel caso recente dell’ultimo aggiornamento ad iOS 11 in cui Apple ha riconosciuto di rallentare di proposito vecchi dispositivi per evitare il rischio di spegnimenti improvvisi dovuti ad un eccessivo consumo di batteria.

Ad ogni modo, l’ultimo aggiornamento rilasciato da Apple per iPhone X risale ad iOS 11.4, una delle prime versioni davvero stabili del sistema operativo della Mela e priva di bug. In questa versione Apple fornisce supporto per le coppie stereo di HomePod, introduce la funzionalità “Messaggi su iCloud” e include AirPlay 2 che, tra le diverse novità, supporta anche l’opzione audio multistanza.

iPhone X miglior prezzo e offerte

L’iPhone X si può acquistare sui principali portali di e-commerce ad un prezzo più basso rispetto a quello previsto dall’azienda californiana al momento del lancio. Con uno sconto di almeno 200€ sul costo di listino, il dispositivo continua ad essere uno dei più cari in circolazione ma, perlomeno, abbatte la soglia psicologica dei mille euro e comincia a diventare davvero interessante per l’acquisto, complici gli aggiornamenti Apple e l’assenza di deprezzamento tipica dei device Apple.

Puoi acquistare il prodotto su Amazon su eBay o su ePrice

18 giugno 2018
iPhone X, le nostre impressioni nella recensione

iPhone X recensione

L’iPhone X è sicuramente il miglior iPhone di sempre. È un salto importante dai modelli precedenti ed è un device che compete benissimo con tutto ciò che è stato rilasciato dalla concorrenza in questi mesi, ma quei 1189€ di investimento necessario per portarselo a casa pesano come un macigno. E inevitabilmente finiscono per abbassare il punteggio a quello che è uno smartphone davvero ben fatto: 8, per il nuovo top di gamma Apple.

Se l’obiettivo di Apple era recuperare il terreno perso nei confronti dei suoi due principali competitor nel mondo delle vendite di smartphone – Samsung e Huawei – l’intento è riuscito; però ci troviamo di fronte ad un dispositivo che non è per tutti. Ha un bel design che dice addio a bordi e cornici – soprattutto nella parte inferiore – mentre ospita il notch, la banda nera in alto sul display, necessaria per ospitare tutti quei sensori che ancora la Mela non è riuscita a nascondere sotto i pixel.

Può piacere o non piacere, ad ogni modo è una soluzione esteticamente interessante, che Apple spera possa diventare una sorta di marchio di fabbrica identificativo dello smartphone della Mela – anche se, molto probabilmente, il prossimo anno tutti i produttori di smartphone (o la maggior parte) faranno a gara per ospitare soluzioni simili. In più, come al solito, offre solide prestazioni e una batteria in grado di arrivare a fine giornata con uno schermo OLED finalmente all’altezza dal punto di vista della luminosità e della risoluzione. Peccato dunque per il prezzo: se siete affezionati Apple e volete un buon iPhone, non è necessario comprare X – la gamma 8 è lì che vi aspetta, e vi permetterà di risparmiare centinaia di euro.

Puoi leggere iPhone X recensione per approfondire tutti i dettagli sulla nostra prova e sul nostro giudizio complessivo, dopo settimane di test.

iPhone X opinioni

Le opinioni su iPhone X tendono a convergere tutte sullo stesso punto: costa troppo e ha osato perfino troppo con questo salto che cambia completamente l’esperienza con iOS. Di questo avviso sono i colleghi di MobileWorld, HDBlog e Tom’s Hardware che oltre a puntare il dito sul prezzo eccessivo, notano quanto sia difficile utilizzare lo smartphone senza jack audio per le cuffie, senza Touch ID e senza pulsante Home, sostituito dalle nuove gesture.

Secondo MobileWorld iPhone X merita un voto finale di 8,5 che è una media tra le ottime votazioni in termini di design, costruzione e fotocamere, mescolato insieme al costo troppo salato e alla pecca di dover acquistare a parte l’alimentatore per la ricarica rapida. Dello stesso avviso anche HDBlog che lamenta anche la presenza di molte app da ottimizzare con il neo-nato notch in alto sullo schermo: nel complesso però ritengono che il dispositivo meriti una votazione ancora più alta, assegnando un 8,7 al nuovo smartphone della Mela.

Tom’s Hardware concorda con la necessità di scegliere all’interno della gamma 8 per cercare la stessa esperienza utente a cui Apple ci ha abituati da anni. Invece, l’iPhone X è uno smartphone tutto nuovo a cui bisogna (ri)fare l’abitudine: a partire dallo sblocco facciale, passando per l’assenza del pulsante Home e continuando con le nuove gesture da imparare o personalizzare. Per il resto vengono premiate le fotocamere e il display, totalizzando 4,5 stelle su un massimo di 5.

iPhone X vs iPhone 8

Nell’evento di lancio di settembre, la Mela ha lanciato due generazioni di smartphone in un colpo solo ed è giusto metterle a confronto per chi avesse necessità di capire quale iPhone scegliere per il suo prossimo acquisto. Se iPhone X ha un display Super Retina OLED da 5,8 pollici (2436 x 1125 pixel di risoluzione) e un corpo interamente di vetro con bordi di metallo spazzolato e design senza bordi e cornici; su iPhone 8 ritroviamo il classico stile Apple con un display da 4,7 pollici (1334×750 pixel di risoluzione), il pulsante Home e il Touch ID.

Ma hanno anche molto in comune: innanzitutto iOS 11, poi la ricarica wireless e veloce insieme al processore A11 Bionic e alla modalità “Portrait Lighting” che ti permette di regolare la luminosità sulle immagini, semplicemente con un tap sullo schermo, prima ancora di scattare. Però se iPhone 8 ha una fotocamera da 12 megapixel, il modello del decimo anniversario la raddoppia con due sensori da 12 MP e doppia stabilizzazione ottica dell’immagine; così come la dotazione di RAM – 2 GB per l’8, 3 GB per iPhone X.

Considerando che tra i due modelli ballano 360€ di differenza – 1189€ contro 839€ di prezzo di listino – bisogna ponderare bene l’acquisto: se vuoi uno smartphone Apple e devi cambiare un vecchio iPhone precedente al 7, può bastare anche iPhone 8, considerato il bel bagaglio di novità che si porta dietro; se invece sei appassionato della Mela e vuoi solo il meglio di quanto Cupertino abbia fatto fin qui, non puoi non portarti a casa tutta la potenza e il design in più – oltre al display OLED che fa la sua bella figura – di iPhone X

iPhone X vs Samsung Galaxy S9

Ma c’è bisogno di confrontarlo con l’altro grande competitor della Mela, il Samsung Galaxy S9, per capire di che pasta è fatto il nuovo iPhone X. Lo smartphone della Mela parte da un prezzo di listino superiore e di tanto (+300€), per cui è lecito aspettarsi tante caratteristiche tecniche in più rispetto allo smartphone coreano.

In realtà le differenze non sono così evidenti: se il Galaxy può contare su più RAM (4 GB contro 3 GB) e più memoria interna aggiungendo una micro SD, iPhone X risponde con una doppia fotocamera (da 12+12 megapixel) rispetto al sensore singolo del flagship coreano. Se Samsung punta sul processore Exynos 9810 – octa-core a 2,8 Ghz – la Mela risponde con l’A11 Bionic, più incentrato sull’intelligenza artificiale e incatenato al centro dell’integrazione pressoché perfetta tra hardware e software, inarrivabile per l’S9.

Piccolezze in termini di prestazioni, visto che i due telefoni, all’atto pratico, si comportano egregiamente sia dal punto di vista delle fotocamere che da quello della brillantezza del display, dividendosi equamente anche i contro: se abbiamo contestato i 1189€ di iPhone X, non siamo certo stati soddisfatti dagli 899€ del Galaxy.

Tirando le somme è una divisione tra iOS e Android: se cerchi il telefono alla moda, ti piace il notch tanto quanto iOS 11 allora la scelta cade su iPhone X; se invece vuoi risparmiare un po’ senza rinunciare a niente – se non a un po’ di autonomia, vero punto debole del top di gamma Samsung – puoi propendere per il Samsung Galaxy S9.

13 novembre 2017
Puoi comprare iPhone X in Italia

iPhone X prezzo e uscita in Italia

Dopo la presentazione del nuovo iPhone X a settembre, l’azienda coreana ufficializza il prezzo e la disponibilità in Italia, lanciando il nuovo top di gamma nelle colorazioni argento e grigio siderale al prezzo di partenza di 1189€ per la versione con 64 GB di memoria interna, che diventano 1359€ per quella da 256 GB.

Se Samsung aveva deciso di non “violare” la cifra a tre zeri per il proprio Samsung Galaxy Note 8, fermandosi a 999€, Apple decide di entrare a gamba tesa su questa barriera salendo di altri 200€. Un prezzo davvero elevato per un dispositivo che si allinea alle altre caratteristiche di mercato ma che, di fatto, non introduce niente di rivoluzionario o di mai visto. Ragion per cui, consigliamo di aspettare qualche mese prima di propendere per l’acquisto in modo tale da permettere al costo sui principali store online di abbassarsi almeno di sotto della soglia psicologica dei 1000€.

Capiamo che la contemporanea introduzione di iPhone 8 e iPhone 8 Plus renda iPhone X il modello di lusso e di pregio dell’offerta Apple, ma se davvero non hai bisogno di un telefono a tutto schermo ma ti basta avere un iPhone aggiornato, riteniamo che il modello 8 possa essere la scelta più giusta – e un pelo più economica.

iPhone X offerte operatori telefonici

Il nuovo iPhone X è offerto anche dai principali operatori telefonici nazionali, in abbonamenti legati a un contratto che mette insieme, oltre al dispositivo, anche chiamate, sms e GB di Internet. Vediamo quali sono le offerte nel dettaglio.

iPhone X Tim

Se stai cercando l’offerta iPhone X Tim è possibile acquistarlo nello store online al prezzo di 1199,99€ oppure, se hai una linea di casa Tim, in 48 rate da 22,99€ al mese. Incluso nel costo riceverai una SIM (del valore di 5€) con 60 GB gratis di Internet 4G per 30 giorni.

iPhone X Vodafone

Quello che vuoi è l’offerta iPhone X Vodafone: allora puoi averlo in abbonamento al costo di 23€ al mese con un vincolo di almeno 30 rinnovi e un contributo iniziale di 240€. Altrimenti puoi scegliere il piano Red Business S che ti offre minuti illimitati, 2 GB e lo smartphone a 48€ al mese con 240€ di contributo iniziale.

iPhone X Wind

L’offerta iPhone X Wind prevede un anticipo di 299,90€ e un canone da 27€ mensili per un vincolo di almeno 30 rinnovi. Insieme allo smartphone, attiverai anche il piano All-Inclusive Unlimited che ti offre minuti illimitati, 500 sms e 5 GB di internet.

iPhone X Tre

Il piano iPhone X Tre è attivabile aderendo all’offerta ALL-IN Prime, che ti dà accesso a 10 GB di Internet, 1000 sms e 1000 minuti pagando 36€ per 30 mesi (con un contributo di 199€ e rata finale da 150€).

Puoi acquistare il prodotto su Amazon su eBay o su ePrice

3 novembre 2017
iPhone X, la rivoluzione degli smartphone secondo Apple

iPhone X caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

Dopo essere stato leakato in tutto e per tutto, Apple quest’oggi svela ufficialmente il nuovo iPhone X, per la prima allo Steve Jobs Theater. Dopo svariati mesi di attesa con rumor che si facevano sempre più insistenti, l’azienda di Tim Cook pone il timbro ufficiale su quello che potremo definire come il più importante smartphone per Apple, allo scoccare del decimo anniversario dalla nascita del primo iPhone.

Design

Indipendentemente dalle sfide ingegneristiche che Apple ha dovuto superare per quanto riguarda il suo sviluppo, l’iPhone X è, se vogliamo, la risposta di Apple al trend attuale per quanto riguarda gli smartphone di un certo livello. Infatti, a partire dall’LG G6, passando per il Samsung Galaxy S8, il nuovissimo LG V30 e l’appena annunciato Xiaomi Mi Mix 2, effettivamente Apple era l’unica fra i big a non avere ancora a catalogo un dispositivo definito borderless. In realtà, come possiamo vedere dalle immagini presenti nell’articolo, i bordi ci sono e sono piuttosto evidenti lì dove è presente la capsula auricolare.

Come avevamo più volte rimarcato all’interno del nostro focus che raccoglie le novità di iPhone 8, la porzione superiore frontale del pannello presenta questa piccola “bavetta” pensata per integrare la capsula auricolare, il sensore di prossimità, e la nuova soluzione per l’accesso biometrico tramite il Face ID. Tramite dei particolari sensori nascosti dietro la piccola bavetta (Dot Projector, Flood Illuminator e una camera a infrarossi), l’iPhone X sarà in grado di rappresentare una versione matematica del nostro volto, anche in condizioni di scarsa luminosità e, ovviamente, funziona con Apple Pay.

Restando sul lato frontale, sicuramente fa specie non trovare più il tasto Home, da sempre elemento iconico degli smartphone Apple. Sebbene Qualcomm abbia mostrato tempo fa i suoi passi in avanti in tal senso, addirittura presentando tutte le specifiche su come inserire il sensore biometrico sotto il display, l’azienda di Cupertino pare non essere riuscita a superare le sfide ingegneristiche in tempo utile, e quindi ecco arrivare l’accesso tramite scanning del volto – un po’ come avviene da diversi anni su questi dispositivi affiancati dalla tecnologia Windows Hello. L’azienda ci assicura che il nuovo sistema offre gli stessi standard di sicurezza del Touch ID, sebbene resta ancora da vedere come si comporta per davvero dal vivo.

Posteriormente viene abbandonato l’alluminio per far posto al vetro, con il sensore fotografico, rigorosamente doppio, che viene riposizionato in verticale, e non più in orizzontale come ad esempio sull’iPhone 7 Plus. Potrebbe non piacere a tutti, è vero, ma evidentemente era l’unico modo per integrare la componentistica interna che ha richiesto dei grandi rimaneggiamenti.

Display

Per quanto riguarda il display vero e proprio, l’iPhone X presenta un rapporto telaio/display davvero elevato, soprattutto in relazione alla lunga serie di smartphone Apple che non sono mai stati dei campioni di ottimizzazioni da questo punto di vista. Adesso, con le stesse dimensioni di un iPhone 7, Apple è riuscita ad integrare un pannello Super Retina Display da 5,8”, OLED, con risoluzione 2436 x 1125 pixel, 458 PPI, True Tone, capace di regalare quella famigerata profondità dei neri che solo alcuni smartphone riuscivano a raggiungere.

Il display è bello ma anche comodo da utilizzare: grazie al design a tutto schermo e all’addio a bordi e cornici, i 5,8 pollici sono una delle dimensioni ideali per gli smartphone di oggi, consentendoti una buona ergonomia e un utilizzo facile del telefono anche con una mano sola. Resta da valutare come verrà assorbita dagli utenti la novità prevista dalla tacca in alto sullo schermo, detta notch in inglese.

Prestazioni

Sotto la scocca trova posto il classico SoC custom di Apple, l’A11 Bionic, un esa-core con due core ad alta frequenza ed altri quattro a bassa frequenza. Il taglio di RAM sarà da 3 GB mentre lo storage partirà da 64 GB base fino ai 256 GB. Il SoC è accompagnato da una GPU custom, realizzata da Apple proprio come il SoC. È ottimizzata per i giochi in 3D così come tutte le nuove animazioni di iOS 11.

In più, il termine “Bionic” indica la componente del processore dedicata all’intelligenza artificiale che sarà potenziata alla massima potenza, aiuterà la fotocamera a produrre foto più belle, ottimizzerà i consumi e aiuterà il processore stesso a consumare meno batteria. L’integrazione tra hardware e software è una delle chiavi del successo della Mela, per cui aspettiamoci davvero un buon lavoro da parte di Apple in grado di cavarsela alla grande in tutte le situazioni, anche se lo metteremo alla prova in un test approfondimento prima di dare un giudizio definitivo.

Batteria

Apple non dichiara la dotazione tecnica di iPhone X, ma ci assicura che, grazie alla migliore efficienza energetica e al risparmio di consumi di A11 Bionic, sarà in grado di garantire 2 ore di utilizzo in più rispetto a iPhone 7. 

In più, sarà il primo smartphone Apple – di certo non il primo sul mercato – a supportare la ricarica ad induzione, la stessa che troviamo sugli Apple Watch, giusto per intenderci. Buona la compatibilità con la ricarica wireless attraverso lo standard più diffuso, il QI, che richiede il contatto tra dispositivo e stazione di ricarica e alimenta il telefono sfruttando una tecnologia induttiva risonante. In questo modo potrai utilizzare qualsiasi pad per la ricarica wireless che sia disponibile in commercio.

Fotocamera

Abbiamo detto della nuova soluzione in verticale, ma la nuova doppia fotocamera posteriore è migliorata in tutto e per tutto, con due sensori da 12 megapixel, apertura ƒ/1.8 e ƒ2.4, stabilizzazione ottica su entrambe le camere e quad LED. Questo ti consente di fare uno zoom 2X senza perdere qualità d’immagine – grazie alla lente telescopica – in un approccio già visto sui modelli Plus di iPhone. Ciò che cambia è che qui il secondo modulo ha l’OIS, cosa che ne migliora le prestazioni in ogni contesto d’uso – specialmente in condizioni di scarsa luminosità.

Nuova anche la fotocamera anteriore da 7 megapixel, che non servirà per il riconoscimento facciale – nuovo, ed univoco, metodo di sblocco dell’iPhone che avrà un sensore a se stante- e che ti consentirà di accedere alle Animoji: la versione 2.0 delle vecchie emoticon. In buona sostanza, all’interno delle app proprietarie – iMessage su tutte – sarai in grado di rispondere agli amici con un breve video in cui la camera riconoscerà i movimenti del tuo viso e li applicherà alle tradizionali emoji. Vedremo se riscuoteranno successo.

Multimedia

Buono il doppio speaker audio che deve riuscire a far dimenticare il jack audio dalla testa degli utenti. Non è il primo smartphone della Mela a non avere il supporto all’ingresso da 3,5 mm – assente anche su iPhone 7 – ma nel corso dell’anno non sembra che ci sia stato un boom significativo di richieste per casse e cuffie bluetooth, per cui ancora siamo lontani da un distacco definitivo. Completano la dotazione multimediale, la connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, il chip NFC oltre al Bluetooth 5.0, all’ingresso Lightning e al modulo LTE.

Apple ha annunciato che lo smartphone dovrebbe essere disponibile nel corso della prima metà di novembre un prezzo di listino di 1189€.

 

12 settembre 2017
iPhone X, cosa sappiamo del nuovo top di gamma Apple in arrivo?

iPhone X rumors

Apple alzerà il velo sul suo nuovo top di gamma il prossimo 12 settembre, quando l’azienda californiana annuncerà i nuovi iPhone in arrivo, su tutti, il più importante dovrebbe essere iPhone X – se davvero si chiamerà così. Il modello del decimo anniversario dall’annuncio del primo iPhone da parte di Steve Jobs dovrebbe rivoluzionare il modo stesso in cui Apple concepiva i propri telefoni, ribaltando il tavolo e cambiando tutto: dal design, allo schermo, passando per le fotocamere fino al resto della scheda tecnica.

Nonostante manchino ancora diversi giorni, rumor e anticipazioni si rincorrono da settimane, svelando – qualora fossero confermate – pressoché tutte le caratteristiche tecniche del nuovo telefono in arrivo. Apple cercherà dunque di rincorrere i propri competitor che hanno sorpassato il colosso statunitense in termini di novità e di dotazioni tecniche – uno su tutti, il display a tutto schermo – e tocca dunque alla Mela far vedere ai propri sostenitori di non aver perso il tocco di re Mida, trasformando il prossimo smartphone in oro, tecnologicamente parlando.

Dopo aver detto addio al jack audio con iPhone 7, Cupertino ha intenzione di rivoluzionare il proprio smartphone: prima di tutto con il passaggio alla tecnologia OLED, poi con un nuovo design e l’addio al pulsante Home, infine con maggiore potenza: un cambiamento che dovrebbe mandare in pensione – almeno per quest’anno – il consueto ciclo di vita biennale degli smartphone della Mela.

Il nuovo iPhone X dovrebbe avere uno schermo OLED da 5,8 pollici con un design a tutto schermo che dirà addio a bordi e cornici, offrendo però il fianco ad una tacca sulla parte superiore del display, necessaria per contenere i sensori di fotocamera anteriore, capsula auricolare e per il riconoscimento facciale che dovrebbe prendere il posto del Touch ID qualora Apple non decida di trasportare il lettore per le impronte digitali nella parte posteriore del device.

Dietro, ci sarà una doppia fotocamera posteriore, posizionata verticalmente, in alto a sinistra sulla cover che dovrebbe essere di vetro. Infine, come accade ogni anno, Apple aggiornerà i propri processori: ci saranno i nuovi A11 e M11 che si occuperanno di gestire le prestazioni del telefono, risparmiare la batteria e elargire la giusta potenza grafica alle app. La batteria dovrebbe rimanere la stessa ma, grazie alle migliorie dal punto di vista del chip e del prossimo iOS 11, potrebbe durare di più. Dopo il salto dell’anno passato alla memoria interna da 32 Gb, quest’anno potrebbe essere il turno per il passaggio ad una RAM da 3 Gb, ipotizzato per il 2016 e poi rinviato.

28 agosto 2017