Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa

iPhone 5C: un nuovo iPhone 5 dalle diverse sembianze

di Jacopo Famularoaggiornato il 12 marzo 2016

Per la prima volta nella storia di Apple dal 2007 ad oggi, ovvero dalla prima volta da quando l’azienda ha lanciato il proprio melafonino, a Cupertino in un solo evento non è stato lanciato un solo iPhone, bensì ne sono stati presentati ben due. Il rumore che si era creato sul web attorno al fantomatico iPhone 5C si è rivelato veritiero e un Phil Schiller nemmeno troppo indispettito dal fatto che in molti avessero già visto il design del nuovo iPhone colorato ha cercato di ricalcare l’ormai famosa “Believe me, you ain’t seen anything!” che Steve Jobs scherzosamente pronunciò durante il lancio di iPhone 4. Il fatto è che ormai, l’effetto “sorpresa” che ha da sempre contraddistinto i keynote di Apple è venuto a mancare.

Ma non siamo qui per parlare di questo: iPhone 5C è realtà e, sebbene in molti presumessero che quella C stesse per Cheap (ovvero economico), la verità è ben diversa: la C sta per Color ed è proprio il colore il segno distintivo dei nuovi “iPhone 5 versione 2013”.

Scheda tecnica

Non esattamente il solito prodotto in plastica

Tra le prime cose che in molti hanno pensato al momento dell’ufficializzazione di iPhone 5C è che si trattasse di un dispositivo plasticoso, come siamo spesso abituati a vedere sul mercato. In molti ci siamo dimenticati, infatti, dell’ottima fattura di iPhone 3G e iPhone 3GS, due dispositivi che a loro volta avevano un retro in policarbonato. Dunque Apple ha utilizzato una vecchia conoscenza per crearne un iPhone nuovo e che al tatto dà una sensazione tutt’altro che fragile. Inoltre, rispetto a device della concorrenza, il device sembra essere molto più solido e resistente: il fatto che il case sia unico e non suddiviso in tanti elementi smontabili è sicuramente un elemento di pregio, che conferisce solidità e sensazione di durabilità del prodotto.

Come si può notare dal sito di Apple, i colori in cui è stato lanciato iPhone 5C sono giallo, rosa, verde, azzurro e bianco; personalmente quelli che (vedendoli dal vivo) ho apprezzato di più sono il verde e il giallo, seguiti dal bianco e l’azzurro. Il rosa è davvero acceso e tendente al pesca più che al rosso.

[adrecensione]Parlando del fronte, non abbiamo alcuna differenza rispetto ad iPhone 5, telefono che iPhone 5C ha soppiantato: abbiamo lo stesso tasto Home, senza Touch ID, lo stesso display e lo stesso posizionamento di fotocamera frontale e speaker. L’unica differenza è che iPhone 5C si presenta solamente con il fronte nero, mentre iPhone 5 era ovviamente presente sia in nero che in bianco, così come iPhone 4 e 4S. La scocca posteriore è la vera novità di questo iPhone: un elemento unibody in policarbonato colorato che propone forme differenti e che mixa il nuovo al vecchio. Abbiamo parlato della ripresa del materiale dai vecchi iPhone e, oltre al materiale, Apple ha deciso di riprendere la forma allungata dei tasti del bilanciere del volume (sono leggermente rumorosi e questo potrebbe infastidire), che da iPhone 4 in poi, invece, hanno assunto la forma circolare. Di nuovo troviamo invece il jack audio posto nella parte inferiore, il connettore Lightning e lo speaker forellato.

Proprio nella parte inferiore, però, dove sono state introdotte le novità che Apple aveva presentato con iPhone 5, vediamo un adattamento degli elementi alla situazione specifica: il microfono non è più composto da numerosi fori (come invece avviene su iPhone 5 e iPhone 5S) e lo speaker ne mostra solamente tre di maggiori dimensioni in linea e non due file con elementi più minuti.

Per il resto non v’è molto altro da dire, se non che dal vivo iPhone 5C è molto più bello rispetto a quanto non si possa percepire dalle fotografie e dalle immagini che Apple ha messo sul suo sito. Il retro è veramente simpatico e i colori (che a detta di molti sono una ripresa spudorata di quanto fatto da Nokia e Microsoft da un paio d’anni a questa parte), sono tutto sommato gradevoli. Purtroppo non esistono parole che possano permettermi di mostrarvi quanto iPhone 5C risulti solido e “tutto d’un pezzo” rispetto ad un Samsung Galaxy S4, la cui leggerezza lo rende quasi troppo fragile rispetto a questo device di Apple.

Il peso è aumentato rispetto a quello di iPhone 5 e la differenza si sente davvero molto. Penso comunque che questa decisione, oltre ad essere una conseguenza necessaria del cambio di materiale, sia stata parzialmente voluta, proprio per non dare la sensazione di avere un prodotto economico e di scarsa qualità a livello di fattura.

Nessuna novità: il display non s’ha da cambiare!

Come per quanto riguarda iPhone 5S, anche iPhone 5C non ha visto una variazione a livello di display, che si è mantenuto il medesimo di iPhone 5: abbiamo quindi anche in questo caso un pannello di tecnologia IPS dai 4″ di diagonale. La risoluzione è ancora una volta 1136 x 640 pixel a 326 ppi; quindi un display Retina ma che non raggiunge le risoluzioni toccate da HTC One, così come da Samsung Galaxy S4. I pixel non sono visibili, la qualità è elevata ed un altra motivazione che potrebbe aver indotto Apple a non cambiare il “polliciaggio” o la risoluzione del device è che già lo ha fatto lo scorso anno e sarebbe un problema per i developer dover avere (a solo un anno di distanza) nuovamente a che fare con adattamenti e modifiche del caso.

Sinceramente avrei visto bene un display Full HD ma ripetendo le motivazioni che abbiamo visto nelle righe precedenti e vista comunque l’alta qualità del display, forse tutto ciò non è necessario.

Una batteria che vuole ma non può

Strana mossa da parte di Apple per quanto riguarda la batteria: il modulo che è stato inserito in questo iPhone 5C è differente sia rispetto a quello di iPhone 5 che quello di iPhone 5S e questo ha sicuramente previsto studi da parte dell’azienda che ovviamente hanno comportato costi e investimenti. Il modulo in questione è da 1510 mAh, contro i 1440 mAh di iPhone 5 e i 1560 di iPhone 5S.

Calcolando la maggiore capacità, a parità di hardware, iPhone 5C dovrebbe avere una durata superiore rispetto a quella del modello di cui va a prendere il posto. Effettivamente, tralasciando i primi giorni di utilizzo (che non fanno mai testo), la durata è appena superiore. Ovviamente non aspettatevi grandi differenze, sia perché il modulo non è vistosamente più grande rispetto al precedente e sia perché iOS 7 ancora non sembra essere pienamente ottimizzato per le batterie dei device su cui è stato introdotto.

Sostanzialmente ci troviamo di fronte ad un dispositivo che riesce a fare le sue 7/8 ore di utilizzo non intenso, quindi senza continue connessioni ad internet e senza un utilizzo spropositato dei servizi di messaggistica istantanea. Come tutti gli iPhone, però, se iniziate a giocare e ad utilizzare applicazioni pesanti, la batteria inizierà a scendere quasi vertiginosamente. Il modulo che la compone, come detto, non è di grandissime dimensioni (anzi, sulla stessa fascia di prezzo troviamo prodotti con elementi molto maggiori; LG G2 ne è un esempio, con un modulo da ben 3000 mAh).

Nessuna novità ma tanta qualità comunque

Lo scorso anno abbiamo visto come Apple, pur non introducendo grandissime novità nella fotocamera di iPhone 5 (in realtà l’inserimento di una quinta lente è tutt’altro che qualcosa di banale), riuscì a rendere la fotocamera del proprio smartphone molto migliore rispetto a quella di iPhone 4S, fino ad allora re praticamente incontrastato della fotografia mobile.

La fotocamera, ad un anno di distanza dal rilascio di iPhone 5, risulta ancora una volta da 8 megapixel e non vi è stata alcuna variazione dal punto di vista delle lenti e come per quanto riguarda la fotocamera del vecchio iDevice top di gamma, anche quella di iPhone 5C possiede un sensore con pixel grandi 1,4 micron. Ovviamente Apple doveva mantenere un divario tra iPhone 5S e iPhone 5C e quindi ha deciso nel caso del melafonino colorato di non introdurre un diaframma con maggiore apertura rispetto a quello del fratello top di gamma e un sensore con pixel più grandi.

Scattare fotografie con iPhone 5C

Entriamo però nel vivo del discorso e parliamo nello specifico degli scatti fotografici di iPhone 5C: il device scatta foto molto simili a quelle di iPhone 5; in condizioni di scarsa luminosità forse sono un pelo più luminose, ma non di moltissimo! L’apertura massima del diaframma abbiamo detto essere rimasta la stessa, ovvero f/2.4 e se utilizziamo il flash, anche questo invariato rispetto ad iPhone 5, non avremo il bianco ben bilanciato quanto su iPhone 5S, che sfrutta sia un doppio led flash sia un algoritmo di bilanciamento automatico.

Per quanto riguarda le foto in diurna, beh, non c’é poi molto da aggiungere rispetto a quanto abbiamo detto in passato riguardo ad iPhone 5: le macro risultano molto buone e anche le foto ai paesaggi, così come i primi piani. Abbiamo ancora una volta il riconoscimento del volto, che perfette ad iPhone di mettere a fuoco sul viso delle persone piuttosto che su ciò che le circonda.

Troviamo anche su iPhone 5C il nuovo design dell’applicazione fotocamera introdotto con iOS 7. Sinceramente, sebbene abbia letto che questa grafica non è stata particolarmente apprezzata, non la trovo male e devo dire che anche il metodo di spostamento tra le varie modalità risulta abbastanza intuitivo e veloce. Apprezzo particolarmente il fatto che non sia più presente un tasto in alto che facesse attivare HDR, foto panoramica e griglia, ma che le panoramiche abbiano ora uno spazio tutto loro.

Anche in iPhone 5C è stata introdotta una modalità fotografica “Burst”: non è esattamente l’equivalente di quella presente su iPhone 5S in quanto prima di tutto non scatta ben 10 fotografie al secondo e secondo non permette di scegliere la migliore. Semplicemente tenendo premuto il pulsante di scatto verranno effettuati differenti scatti che verranno poi salvati nella galleria come foto a sé stanti. Ecco qualche scatto effettuato con iPhone 5C (se le fotografie sono lente nel caricamento è perché non sono state tagliate, per preservare l’integrità del file e mostrare la qualità effettiva dello scatto); a questo link, invece, potete vedere una foto panoramica.

Registrare video con iPhone 5C

Anche la registrazione video è rimasta pari a quella dell’iPhone di vecchia generazione (anche perché iPhone 5C rappresenta un iPhone di vecchia generazione per l’appunto). Troviamo ancora una volta i filmati in Full HD, che grazie anche alla stabilizzazione digitale studiata da Apple risultano veramente gradevoli. Ovviamente perdono un po’ nella ripresa in notturna, dove iPhone riesce a creare un video discreti solamente con flash e a distanze abbastanza ravvicinate.

Performance, software e personalizzazioni

[img_sinistra][/img_sinistra]Il nuovo iPhone 5C, come ormai avrete ben capito, non ha introdotto nulla di nuovo o nulla di eclatante che potesse spingere un utente ad acquistarlo, se non i colori delle scocche. Se questa è una mezza verità per gli elementi di cui abbiamo parlato dall’inizio di questa recensione fino ad ora, parlando di hardware e di performance è una verità fatta e finita.

iPhone 5C monta un processore A6, introdotto l’anno scorso con iPhone 5, e una memoria RAM da 1GB, che è rimasta tale anche in iPhone 5S. Per la prima volta, però, Apple ha deciso di non assegnare solamente un taglio di memoria interna singolo ad un prodotto “non top di gamma”; iPhone 5C si presenta sia nel taglio da 16GB (che può probabilmente trovare un suo spazio nel mercato) e da 32GB, il cui costo dovrebbe essere simile se non uguale (all’estero era lo stesso) di iPhone 5S da 16GB. Insomma, ciò di cui parlare per quanto riguarda questo nuovo melafonino è davvero poco: le performance sono rimaste invariate rispetto a quelle di iPhone 5, a questo punto ingiustamente e prematuramente eliso dal mercato; non abbiamo inoltre alcuna sostanziale novità oppure alcun elemento in esclusiva che possa invogliare l’utente ad acquistare questo prodotto rispetto ad un iPhone 5 usato.

La cosa forse più allettante è la presenza di uno sfondo in coordinato con la scocca di iPhone 5C dal punto di vista cromatico al momento dell’apertura della scatola. Il fatto che comunque questo sia modificabile rende ogni davvero questo iPhone un prodotto di cui davvero ci si può chiedere se ce ne fosse la necessità.

Abbiamo comunque effettuato le solite prove per testare la qualità del prodotto in condizioni di stress,quindi facendo girare giochi pesanti e applicazioni come ad esempio TomTom per la navigazione e il risultato è ovviamente stato ottimo: dal punto di vista della fluidità, si sa, iPhone rimane sempre un ottimo prodotto e, anche se magari vecchi di un anno, a volte migliore di molti top di gamma presenti sul mercato.

Comparti audio e video

Se non abbiamo visto grandi novità da questo punto di vista per quanto riguarda iPhone 5S, ovviamente non si può pensare che per iPhone 5C ci siano novità allettanti. Se sperate che sia così, beh, sperate male! iPhone 5C risulta da questo punto di vista identico ad iPhone 5, con un display che non ha subito variazioni, nessuna introduzione di motori grafici migliorati (come invece è avvenuto ad esempio tra iPhone 3G e iPhone 3GS, o quest’anno per iPhone 5S).

Dal punto di vista audio, ovviamente non ci troviamo di fronte a BoomSound di HTC ma nemmeno al sistema posto sul retro tipico dei device Galaxy di Samsung. L’utilizzo di tre fori per lo speaker anziché una doppia fila non crea diversità a livello di output, che risulta comunque molto buono.

iPhone 5C: le nostre conclusioni.

Insomma, un dispositivo che in conclusione lascia una domanda a chi ha recensito il prodotto: Apple, ma c’era davvero la necessità di creare un iPhone 5 colorato? Che motivazione ha una persona di acquistare questo rispetto ad un iPhone 5 usato? Gli unici vantaggi che abbiamo sono rintracciabili nel sensore della fotocamera, la cui dimensione di pixel è leggermente più grande rispetto ad iPhone 5 e la batteria, il cui modulo anche in questo caso risulta leggermente migliore.

Fortunatamente il feeling che si ha con il dispositivo è molto buono e sembra, come detto in precedenza, un device tutt’altro che economico a livello di materiali e di costruzione. Purtroppo, a conti fatti, il design è forse l’unico elemento che si salva in questa “non-novità”. iPhone 5C è un prodotto vecchio che verrà prezzato a 629€. Il problema fondamentale è che a 599€ si possono trovare moltissimi prodotti molto più interessanti e sicuramente di ultima generazione.

[proecontro]Che la storia dei colori abbia effettivamente attecchito? I numeri non sembrano essere a favore di iPhone 5C: Apple non ha sin da subito rivelato quanti device ha venduto durante il preordine (non avvenuto in Italia) e questo è un monito davvero importante, così come lo è il fatto che anche quando ci siamo trovati in fila per acquistarlo, oltre a noi lo avranno preso altre pochissime persone (prima dell’esaurimento scorte di iPhone 5S). Un prodotto che quindi sembra essere nato sotto una stella sbagliata e che sicuramente non è fatto per coloro che stanno sempre in prima fila per acquistare il nuovo device di Cupertino. Purtroppo i contro, nel caso di iPhone 5C sono pochi ma molto pesanti rispetto ai davvero frivoli pro che sono stati introdotti.

Ci aspettiamo, però, di vedere cosa accadrà nel periodo natalizio, quando anche chi è meno attento alla novità si lascerà andare agli acquisti e potrebbe essere effettivamente interessato da un prodotto presentato ad un prezzo inferiore ad iPhone 5S. Sarà un prodotto perfetto per i giovani? Staremo a vedere.

[ultimoaggiornamento]Prezzo e disponibilità[/ultimoaggiornamento]

Aggiornamento – Prezzo e disponibilità

In data [ultima_data_aggiornamento]09/10/2013[/ultima_data_aggiornamento] Apple ha reso noti il prezzo e la disponibilità in Italia di iPhone 5C. Il prodotto verrà commercializzato il 25 Ottobre ad un prezzo base di 629€ per la versione da 16 GB, e di 729€ per quella da 32 GB. In parallelo arriveranno anche le custodie disponibili in azzurro, verde, rosa, giallo, nero e bianco ad un prezzo consigliato di 29€.

Videorecensione

Galleria