Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Illuminazione interni: i migliori prodotti domotici per la casa

Illuminazione interni: i migliori prodotti domotici per la casa

di Simone Sala
Specialist Smart Home
aggiornato il 22 agosto 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Il Natale 2019 sta per arrivare! Se stai cercando le offerte migliori del periodo o non sai cosa regalare ai tuoi cari, niente paura: ti aiutiamo noi! All’interno della sezione Migliori regali di Natale trovi consigli utili e i migliori sconti natalizi su una vasta serie di categorie.

 

Paura di non ricevere in tempo i tuoi prodotti per Natale? Nessun problema, la spedizione è rapidissima con Amazon Prime! Ti invitiamo a provarlo nella versione classica e Student qui ai link di seguito:

 

N.B. La guida illuminazione interni è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Dicembre 2019.

In questa guida agli acquisti vediamo quali sono i migliori prodotti smart per l’illuminazione interni di una abitazione connessa, sfruttando le ultime tecnologie disponibili sul mercato.

Illuminazione interni: quale comprare

Per l’illuminazione interni di una moderna smart home, cioè una casa domotica, è assolutamente necessario fare ricorso alle ultime tecnologie d’illuminazione presenti sul mercato. Questo significa, in primo luogo, affidarsi all’illuminazione a LED, tecnologia che consente un notevole risparmio energetico, oltre che ad un’ottima longevità dei punti luce, che dureranno per moltissimi anni. Pensate che, una lampadina a LED da 800 lumen consuma circa 10 Watt, contro i 60 Watt della stessa con l’ormai abbandonato filamento incandescente. Anche le meno energivore lampadine a fluorescenza (CFL) non possono competere con i LED, e non solo per quanto riguarda i consumi, ma per tutta una serie di altri vantaggi. Abbiamo già citato la longevità, che non è mai inferiore alle 15.000-20.000 ore, ma può anche essere superiore, mentre c’è da aggiungere il tema della flessibilità. Infatti, i punti luce a LED non si limitano alla forma di una lampadina o un faretto, ma possono essere integrati in modi diversi, sotto forma di strisce LED o pannelli, per esempio. Vediamo ora quali sono i più importanti parametri da tenere in considerazione nella scelta dei prodotti per l’illuminazione interni.

L’intensità del flusso luminoso (lumen)

Nella scelta dell’illuminazione per interni, un primo aspetto rilevante riguarda la quantità di luce di cui si ha bisogno. Un punto luce può essere più o meno adatto alle proprie necessità, e questo lo si può capire osservando il parametro di massima intensità del flusso luminoso massima, poiché i moderni punti luce smart sono tutti dimmerabili, e quindi permettono di regolare l’intensità della luce su valori più bassi. Al giorno d’oggi non ha senso affidarsi alla potenza del punto luce (espressa in Watt) per capire la quanti di luce emessa, ma piuttosto ai lumen. Per fare un rapido confronto con le lampadine ad incandescenza, una vecchia lampadina da 100 W era in grado di emettere circa 1600 lumen, una da 60 W circa 800 lumen. Con l’illuminazione interni a LED, questi valori di flusso luminoso si ottengono con appena 20 W e 10 W di potenza elettrica. Nella selezione dei prodotti, specificheremo sempre la massima intensità luminosa di ognuno di essi, valutando in prima persona se il valore dichiarato appare corretto, ma anche se la lampadina possa o meno essere dimmerata, fino a che livello minimo di luce e con quale fluidità.

Temperatura colore (Kelvin) e luce colorata

Un altro aspetto di rilievo riguarda il colore della luce. Per una valida illuminazione d’interni, non si può non discutere della varietà della tipologia di luce emessa da un prodotto, in molti casi capaci di variare la temperatura colore tra un bianco freddo (temperature colore alta, come 6500 Kelvin) via via andando verso un’illuminazione più calda (temperatura colore bassa, come 2000 Kelvin). Questa caratteristica rende i prodotti adatti ad illuminare al meglio gli interni durante tutto l’arco della giornata, nelle diverse situazioni e in modo differente a seconda dell’attività che si vuole svolgere. La luce fredda è infatti adatta a mantenere alta l’attenzione, e ad illuminare l’ambiente in modo intenso; la luce calda, viceversa, si adatta ad atmosfere più colloquiali ed intime, a situazioni rilassanti, ed in generale andrebbe utilizzata la sera dopo il dopo il tramonto. Altri punti luce, detti RGB (o RGBW), sono invece in gradi di riprodurre uno spettro cromatico da 16 milioni di sfumature colore diverse, creando così delle atmosfere davvero interessanti; tuttavia ogni prodotto può offrire maggiori o minori possibilità nella regolazione fine dei colori, così come una saturazione e brillantezza dei colori differente.

L’indice di resa cromatica (CRI)

Uno dei parametri meno noti è quello dell’indice di resa cromatica (CRI). Questo valore, che non ha limite negativo e può arrivare al massimo a 100, rappresenta quanto appaiano naturali e fedeli i colori di un oggetto illuminato da una certa sorgente. Un indice CRI superiore indica una lampadina dalla resa cromatica migliore, ovvero in grado di far risultare più fedeli i colori degli oggetti illuminati, che sia il viso di una persona, il rivestimento di un divano o o il colore di una parete. Bisognerebbe sempre preferire punti luce che offrono un CRI elevato, il più vicino possibile a 90, se non superiore, e in generale una buona qualità della luce emessa.

Protocolli di comunicazione, app ed ecosistemi per smart home

Un altro argomento da trattare prima di addentrarci nell’analisi dei migliori prodotti per l’illuminazione interni, è quello della connettività e delle piattaforme domotiche. Infatti in questa guida non consiglieremo dei semplici punti luce per l’illuminazione interni, ma dei prodotti dedicati ad una smart home, quindi in grado di essere controllati a distanza, o di funzionare secondo alcuni automatismi. Alcuni punti luce si connettono alla rete sfruttando il classico protocollo Wi-Fi, magari abbinato al Bluetooth, ma i migliori prodotti utilizzano delle tecnologie appositamente sviluppate per il mondo dell’Internet of Things, come lo sono il protocollo ZigBee e Z-Wave. Questi sistemi consentono un’ottima reattività, la capacità di trasportare il segnale su più lunghe distanze, e bassissimi consumi energetici che permettono l’uso di interruttori e telecomandi wireless, da abbinare ai controlli tramite app e assistenti virtuali. L’unico svantaggio, in questo caso, è la necessità di dotarsi di un apposito bridge da collegare al proprio router, fondamentale per poter sfruttare queste tecnologie.

Come abbiamo accennato, le luci smart e connesse possono essere controllate in diversi modi: interruttori tradizionali (ma ha poco senso farlo), interruttori wireless specifici, app proprietarie dei produttori, app delle piattaforme domotiche, comandi vocali, programmazioni ed automatismi e, infine, altri trigger esterni, come può essere un sensore di movimento. Un punto importante nella costituzione di una casa demotica è proprio quello delle piattaforme per smart home, dei veri e propri ecosistemi attraverso cui possiamo gestire tutti gli accessori smart di casa, non solo le luci quindi, ma anche termostati, telecamere, serrature, eccetera. I tre grandi ecosistemi sono Apple HomeKit, riservato agli utenti Apple, e i più diffusi Google Home e Amazon Alexa. A seconda del sistema su cui preferite basare la gestione della vostra smart home, dovreste pensare di acquistare prodotti compatibili con uno o più di queste piattaforme, e naturalmente quella di vostra preferenza. Anche la compatibilità con il sistema IFTTT non è da sottovalutare, poiché questo permette di far interagire diversi prodotti smart creando catene di eventi causa-effetto, altrimenti difficilmente fattibili con altri sistemi. Gli ecosistemi domotici visti, infine, abilitano anche i controlli vocali con i rispettivi assistenti virtuali.

Detto questo, passiamo a vedere i migliori prodotti per l’illuminazione interni, suddivisi per brand, ed iniziando da quello con il catalogo più vasto, interessante e completo anche dal punto di vista della compatibilità, pur tuttavia abbastanza costoso, e venendo poi ad altre soluzioni alternative ma comunque interessanti.

Philips Hue

Philips, con la sua serie Hue, offre il più vasto e interessante catalogo d’illuminazione interni smart. I suoi prodotti spaziano tra varie categorie, ma in comune hanno il fatto di sfruttare il protocollo ZigBee, cosa che rende necessario l’acquisto del Bridge Hue per il corretto funzionamento dei punti luce e per sfruttare in pieno tutte le possibilità offerte dalle piattaforme domotiche compatibili. Parlando di supporto e compatibilità, Philips Hue non teme davvero confronti poiché si interfaccia al meglio con tutti i maggiori ecosistemi: Apple HomeKit, Amazon Alexa e Google Home, oltre a supportare anche IFTTT e tanti altri ecosistemi minori. La qualità dei prodotti è qui al vertice della categoria, ed oltre ad offrire degli ottimi punti luce, sono presenti nel catalogo dell’azienda olandese anche prodotti per il controllo, come due interruttori wireless e un sensore di movimento.

Se siete interessati a delle lampadine a vite con attacco grande (E27) o piccolo (E14), potete acquistare questo tipo prodotto anche in uno degli Starter Kit, ovvero dei pacchetti che includono anche il Bridge Hue, ed eventualmente un telecomando Interruttore Dimmer. Le lampadine a bulbo E27 emettono circa 800 lumen, per un consumo intorno ai 10 Watt, ed arrivano in tre varianti. La prima variante, che consigliamo solo per gli ambienti meno frequentati o di servizio, è quella con luce bianca con temperatura colore fissa a 2700 K, solo regolabile in intensità; la variante White Ambiance prevede la regolazione della temperatura colore tra 2200 K e 6500 K, cosa che si può sfruttare per i diversi momenti o situazioni della giornata; infine la variante White and Color Ambiance mette a disposizione l’intero spettro RGB. Le stesse lampadine si possono acquistare nel formato a candela, con attacco E14, ed emettono circa 470 lumen per 6 Watt di consumo.

 

Puoi acquistare Philips Hue | Starter Kit con 2 lampadine White and Color su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Philips Hue | Starter Kit con 2 lampadine White and Color è disponibile nelle varianti Philips Hue | 2 lampadine E27 White and Color, Philips Hue | 2 lampadine E27 White Ambiance o Philips Hue | Starter Kit con 3 lampadine E27 White Ambiance + Telecomando Dimmer.

Se avete un sistema d’illuminazione interni basato sui faretti, il cui attacco più comune è il GU10, Philips mette a disposizione anche questo prodotto, sia in versione con temperatura colore regolabile che RGB. I faretti emettono un flusso luminoso di 250 lumen, ma ovviamente molto più concentrato di quello di una lampadina a bulbo, e il consumo si attesta sui 6 Watt. Anche in questo caso sono stati predisposti degli Starter Kit che includono il fondamentale bridge ed eventualmente un Interruttore Dimmer. Questo prodotto è in grado di controllare uno o più punti luce contemporaneamente, ed è composto da quattro pulsanti: due per l’accensione e spegnimento e due per la regolazione dell’intensità luminosa. Si alimenta con una pila piatta tipo CR123 e, grazie alla placchetta magnetica, è possibile usarlo agganciato alla parete, a simulare un normale interruttore, ma anche staccarlo alla bisogna per portarlo in giro per casa.

Puoi acquistare Philips Hue faretti GU10 White Ambiance Starter Kit 2 faretti con bridge su eBay. In alternativa Philips Hue faretti GU10 White Ambiance Starter Kit 2 faretti con bridge è disponibile nelle varianti Philips Hue 2 faretti GU10 White Ambiance, Philips Hue 1 faretto GU10 RGB o Philips Hue Interruttore Dimmer.

Un altro prodotto Philips Hue molto interessante per l’illuminazione interni è la striscia LED Lightstrip da 2 metri di lunghezza, che diventa estendibile fino a 10 metri grazie ai moduli aggiuntivi da 1 metro ciascuno. La striscia è di tipo RGB, ed è possibile montarla sopra alti mobili o sotto tavoli e letti, ancora dietro una scrivania e, insomma, in tutti quei posti in cui è possibile far riflettere la luce su una parete o sul pavimento, per creare un ottimo effetto di luce indiretta. Ogni metro di striscia emette circa 800 lumen, così da poter arrivare a ben 8000 lumen complessivi con una striscia da 10 metri. La Lightstrip è dotata di un adesivo sul retro così da poterla installare in tutta semplicità dove più si preferisce, mentre non si trovano in confezione telecomandi o altri sistemi di controllo, ma è possibile usare tutti i controlli smart via app o assistenti virtuali, oppure usare uno degli interruttori Philips acquistabili a parte.

Oltre al già citato Interruttore Dimmer, Philps propone anche l’Interruttore Tap, sempre wireless, e che in questo caso non necessita nemmeno di una pila per alimentarsi, sfruttando invece l’energia che noi stessi gli forniamo con l’uso (incredibile no?). Anche questo si può montare al muro e staccarlo grazie al supporto magnetico, e i quattro pulsanti presenti possono essere sfruttati per impostare diverse scene, quindi per controllare un gran numero di luci contemporaneamente, impostandole con un solo tocco per colore ed intensità della luce, così da creare l’illuminazione più adatta per l’attività che si sta andando a svolgere.

Puoi acquistare Philips Hue Lightstrip striscia a LED RGB 2m con alimentatore su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Philips Hue Lightstrip striscia a LED RGB 2m con alimentatore è disponibile nelle varianti Philips Hue Lightstrip estensione 1m o nella variante Philips Hue Interruttore Tap.

Tra i prodotti Philips Hue dedicati all’illuminazione interni ci sono poi una serie di lampade, plafoniere e applique, che possono essere scelte tra un vasto catalogo. Non tutte offrono un’elevata qualità costruttiva, poiché spesso realizzate in plastica, ma alcune sono degne di considerazione, lasciando poi all’utente finale la scelta in merito alla bontà del design del prodotto. Tra le proposte dell’azienda segnaliamo l’applique Hue Fair, una lampada da soffitto (ma installabile anche a parete), dotata di una struttura in metallo e vetro. Il design è semplice e pulito, con la sua forma circolare, permette di far uscire i suoi 3000 lumen dal diffusore opacizzato, e anche dalla parte superiore, poiché mantiene un paio di centimetri di distanza dalla superficie di aggancio. All’interno non si trova una lampadina, ma una striscia a LED che offre la possibilità di cambiare la temperatura colore, e in confezione è presente anche un Interruttore Dimmer. La Hue Fair è disponibile anche in versione lampada a sospensione, a cui aggiungi le varianti, sempre parlando di lampade pendenti, Hue Cher e Hue Amaze, che mantengono le stesse caratteristiche luminose e si distinguono per forma e design complessivo.

Puoi acquistare Philips Hue Fair - plafoniera su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Philips Hue Fair - plafoniera è disponibile nelle varianti Philips Hue Fair - sospensione , Philips Hue Cher - sospensione o Philips Hue Amaze - sospensione .

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Yeelight

Il brand Yeelight, succursale del gruppo Xiaomi, offre degli ottimi prodotti per l’illuminazione interni, a dei prezzi decisamente più abbordabili di quanto non lo siano quelli di Philips. Qui la comunicazione è affidata al protocollo Wi-Fi, in qualche caso abbinato al Bluetooth per il controllo con un telecomando, ma questo porta meno flessibilità di quanto garantito da ZigBee, anche se in questo caso non è necessario l’uso di un bridge. I prodotti Yeelight si integrano con gli ecosistemi di Google a Amazon, e sono ben supportati anche da IFTTT, ma purtroppo si perde la compatibilità con la piattaforma Apple HomeKit.

Yeelight mette a disposizione due lampadine a bulbo con attacco E27, una bianca con temperatura colore regolabile, ed una di tipo RGB. Entrambe le lampadine emettono circa 800 lumen, e sono da questo punto di vista paragonabili alle Philips Hue anche se la qualità della luce, soprattutto quella colorata, non raggiunge gli stessi livelli della concorrente, ma certamente il prodotto vince nel rapporto qualità prezzo. Anche l’app proprietaria di Yeelight è ben fatta, e questa permette di impostare varie scene e automatismi, come ad esempio una modalità per il risveglio lento.

In alternativa Yeelight lampadina E27 White è disponibile nelle varianti B07C7DNHLN o nella variante Yeelight lampadina E27 RGB .

La proposta Yeelight per le strisce LED si chiama Aurora Lightstrip Plus, ed è una striscia di 2 metri di lunghezza, estendibile fino a 10, e anch’essa basata sulla connettività Wi-Fi. In questo caso, vista l’impossibilità di usare controlli fisici esterni, troviamo come sistema di gestione della luce alternativo alle app, ovvero un pulsante sul cavo di alimentazione della striscia, utile per l’accensione e lo spegnimento, ma anche per modificare il colore della luce. Infine segnaliamo che grazie alla protezione dagli schizzi d’acqua, la striscia di Yeelight può anche essere posizionata sotto i pensili della cucina per illuminare il piano di lavoro.

Infine consigliamo anche la plafoniera Yeelight Ceiling Light, al cui interno si trovano 240 LED progettati da OSRAM, capaci di emettere una luce di ottima qualità, naturale e che non modifica i colori degli oggetti illuminati – questo ovviamente quando si utilizza la luce che tende al bianco puro, poiché la plafoniera di Yeelight è anche in grado di variare la sua temperatura colore. La luminosità massima tocca i 1800 lumen, adatti per stanze fino 15-18 metri quadri, mentre quella minima tocca l’incredibile valore di appena 0,1 lumen, con il cosiddetto effetto Moonlight. In confezione è presente anche un telecomando Bluetooth, che può essere sfruttato per controllare la lampada da soffitto di Yeelight, in alternativa alle app e agli assistenti demotici. Questo è certamente un prodotto per l’illuminazione interni dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Puoi acquistare Yeelight Aurora Lightstrip Plus 2 metri su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Yeelight Aurora Lightstrip Plus 2 metri è disponibile nella variante Yeelight Aurora Lightstrip Plus - estensione 1 metro.

Lohas

Siccome abbiamo visto da Yeelight molte alternative ai prodotti Philips, ma nessuna che tocca l’argomento faretti con attacco GU10, ci rivolgiamo allora al brand Lohas per questo tipo di prodotto d’illuminazione interni. Anche in questo caso ci troviamo davanti a faretti smart, compatibili con gli ecosistemi domotici Google Home e Amazon Alexa, latita invece il supporto ad Apple HomeKit. Il collegamento avviene attraverso la rete Wi-Fi a 2.4 GHz, mentre la luce emessa arriva a ben 420 lumen per 5 Watt di consumo energetico. I faretti Lohas arrivano in due versioni, una bianca con temperatura colore regolabile, ed una che copre lo spettro RGB. Per il controllo, oltre agli ecosistemi citati (a cui si aggiunge anche IFTTT), possiamo sfruttare l’app Lohas Smart, oppure altre app spesso usate da diversi prodotti di brand alternativi e più economici, che hanno trovato alcuni punti in comune per la gestione dei loro prodotti smart, come l’app Smart Life, disponibile per iOS e Android. Questi faretti sono in definitiva un’ottima alternativa a quelli di Philips, sempre che non siate interessati alla massima qualità possibile, ai controlli mediante interruttori wireless, oppure all’ecosistema Apple HomeKit.

Puoi acquistare Lohas 2 faretti White su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Lohas 2 faretti White è disponibile nella variante Lohas 2 faretti RGB.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Simone Sala tramite i commenti.