Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Huawei P20 Pro

Huawei P20 Pro

di Luca Pierattiniaggiornato il 28 novembre 2018
attesaelevata
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Huawei P20 Pro presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 17 Gennaio 2019.
Huawei P20 Pro è adesso presente in diverse guide all'acquisto

Huawei P20 Pro consigliato per l’acquisto

Sulla base della storia, delle caratteristiche e della sua qualità, abbiamo deciso di inserire Huawei P20 Pro all’interno delle nostre guide all’acquisto, entrando di conseguenza a far parte delle selezioni dei migliori prodotti della categoria. Per le esigenze e le caratteristiche specifiche per cui Huawei P20 Pro viene consigliato all’acquisto, vi invitiamo a controllare la sezione Ridble Awards all’inizio di questa pagina.

Huawei P20 Pro firmware

Il costruttore cinese è intenzionato ad aggiornare periodicamente il proprio top di gamma, come già fatto egregiamente in passato con il resto della propria gamma. Dal punto di vista del software è difficile aspettarsi grossi aggiornamenti nel corso delle prossime settimane, considerando che Huawei P20 Pro è uscito già nell’ultima versione di Android Oreo 8.1, pur nella personalizzazione EMUI 8.0 dell’azienda cinese, ma è altrettanto ipotizzabile che Huawei decida di perfezionare alcuni dettagli, eliminare qualche bug e ottimizzare al meglio il telefono con una release a breve.

Più corpose le aspettative in ambito firmware, dove si attende un aggiornamento alle fotocamere che permetterà di salvare clip in super slow motion con una frequenza massima pari a 960 fotogrammi al secondo. Oltre a portare il proprio smartphone a livello con Samsung Galaxy S9 e S9 Plus da questo punto di vista, le novità dovrebbero consentire un utilizzo dello zoom più graduale e meno scattante, rispetto ad ora, rendendo ancora più semplice sfruttare tutte le funzionalità del telefono.

Huawei P20 Pro miglior prezzo e offerte

Huawei P20 Pro si può acquistare sui principali portali di e-commerce ad un prezzo più basso rispetto a quello previsto dall’azienda cinese al momento del lancio. Con uno sconto di almeno 200€ sul costo di listino, il dispositivo comincia a diventare davvero interessante per l’acquisto, soprattutto se messo a confronto con i suoi principali competitor e in relazione ai nuovi aggiornamenti firmware approntati da Huawei.

25 giugno 2018
Arrivano le prime recensioni sul nuovo Huawei P20 Pro

Huawei P20 Pro opinioni

Le opinioni su Huawei P20 Pro tendono a convergere tutte sullo stesso discorso: i cinesi hanno trovato la quadra del proprio top di gamma mostrando un progresso notevole. A tal punto che, i nostri colleghi di HDBlog, AndroidWorld e TuttoAndroid non notano difetti enormi nelle loro recensioni, ma piuttosto evidenziano dettagli e particolari da rivedere in un quadro considerato tutto sommato ottimo.

AndroidWorld è la testata più dura con Huawei, ma nonostante questo il voto per il P20 Pro è un 8,5 che fa media tra ottimi punteggi in termini di qualità del display, design e prestazioni, insieme ad un prezzo considerato eccessivo e una fotocamera frontale non all’altezza del comparto posteriore. Un giudizio condiviso con HDBlog che lo reputa «lo smartphone 2018 da battere», condividendo le buone impressioni sulla fotocamera – ad eccezione di quella posteriore – l’ottima autonomia e le prestazioni davvero super: un ottimo pacchetto di mischia che merita il voto 9.

TuttoAndroid va addirittura oltre e concede un 9,3 all’ultimo top di gamma Huawei premiando soprattutto fotocamera, materiali e display che bilanciano un’ergonomia al limite – a causa delle grandi dimensioni dello schermo – e un prezzo di partenza giudicato troppo elevato.

Huawei P20 Pro vs Samsung Galaxy S9

Ma per avere un’idea dello stato dell’arte del dispositivo conviene metterlo a confronto con i principali competitor di Huawei P20 Pro sul mercato. Partiamo dal Samsung Galaxy S9, con il quale condivide il prezzo di lancio (899€) ed il periodo di uscita, essendo stati presentati a poco meno di un mese di distanza l’uno dall’altro. Più grande il flagship cinese rispetto al coreano – 6,1 pollici contro 5,8 – ma entrambi con display OLED, seppur la tecnologia Super AMOLED di Samsung consenta al Samsung Galaxy S9 di strappare un po’ di risoluzione in più (2960 x 1440 pixel con 568 PPI, al confronto 2244 x 1080 pixel e 408 PPI per Huawei).

Il punto di forza del P20 è nel comparto fotografico grazie alla tripla fotocamera – 40+20+8 megapixel con sensore monocromatico e zoom ottico da 3X – che dà ad uno dei migliori smartphone cinesi una forza di fuoco da 94 megapixel, a fronte di una singola fotocamera da 12 megapixel seppur con doppia apertura focale per quanto riguarda l’S9. Una distanza che si azzera sotto la scocca dove entrambi i costruttori giocano in casa: HiSilicon Kirin 970 – octa-core a 2.36 GHz – che sbatte contro la potenza del SoC Exynos 9810, anch’esso octa-core ma capace di spingere a una frequenza massima di 2.8 Ghz, compensata dai cinesi con più RAM a disposizione – 6 GB contro 4 GB – e con la stessa memoria interna: 128 GB, seppur il Galaxy S9 abbia la possibilità di espanderla via micro SD.

Tirando le somme, se cerchi un telefono che faccia delle ottime foto, puoi scegliere il Huawei P20 Pro, altrimenti se hai bisogno di uno smartphone per giocare, guardare i film o comunque in cui faccia la differenza avere quel pizzico di risoluzione in più sullo schermo, la scelta migliore è il Galaxy S9.

Huawei P20 Pro vs iPhone X

L’altro grande concorrente di Huawei P20 Pro è l’ultimo smartphone top di gamma Apple, quello che ha reso famoso il notch – poi ripreso proprio dai cinesi – e che è stato tra i dispositivi più chiacchierati degli ultimi anni: guardando al prezzo sembrerebbe che non ci sia confronto, visto che il P20 Pro è disponibile online ad almeno 300€ in meno rispetto al modello di punta di Apple.

Una distanza economica che però non viene rispecchiata dal punto di vista delle caratteristiche tecniche che sostanzialmente sono in equilibrio: se il modello cinese può contare su più RAM (6 GB contro 3 GB), iPhone X risponde con più memoria interna e un display con una maggiore concentrazione di PPI (pixel per pollice) che testimonia la densità di pixel sullo schermo: 458 contro 408 PPI, pur condividendo uno schermo OLED a risoluzione Full HD +.

Se lo Huawei P20 Pro gioca la carta della tripla fotocamera posteriore, la resa dei due sensori da 12 megapixel da parte di Apple fa sì che i due smartphone possano giocarsela su questo punto – anche se, secondo noi, i cinesi sono comunque in vantaggio da questo punto di vista; così come al SoC proprietario Huawei Kirin 970, Apple controbatte col proprio A11 Bionic, entrambi incentrati sull’intelligenza artificiale, ma con l’A11 al centro dell’integrazione pressoché perfetta tra hardware e software tipica di Apple.

Insomma, se Huawei sembra avanti sul fronte delle fotocamere, iPhone X sembra prevalere in quello del display e delle prestazioni in termini assoluti: l’ago della bilancia diventa il prezzo. I 300€ di differenza tra le offerte online di P20 Pro e iPhone X non giustificano l’esborso necessario per portarsi a casa l’ultimo melafonino. Per cui è tutta una questione di scelte: se sei disposto a spendere di più per avere iOS 11 e un display più risoluto, prendi iPhone X, se invece vuoi il meglio della fotografia da smartphone meglio optare per il Huawei P20 Pro.

23 aprile 2018
Il nuovo Huawei P20 Pro è già disponibile all'acquisto

Huawei P20 Pro prezzo e uscita in Italia

Come aveva anticipato Huawei nel corso della presentazione di Huawei P20 Pro, l’azienda cinese ha portato oggi il suo nuovo top di gamma in Italia nelle colorazioni Black, Midnight Blue e Twilight al prezzo di listino di 899€. Una scelta che va a ritagliare il segmento a metà strada tra i top di gamma e la fascia altissima di mercato, rendendolo una buona scelta qualora il comparto fotografico sia in grado davvero di fare la differenza.

Lo stesso identico prezzo di Samsung Galaxy S9, ma ben 300€ in meno rispetto ad iPhone X pur potendo contare sulle stesse caratteristiche tecniche – al di là della ricarica wireless; per cui possiamo considerare il prezzo del P20 Pro in linea con gli standard di mercato e con la scheda tecnica del dispositivo.

Huawei P20 Pro offerte operatori telefonici

Il nuovo Huawei P20 Pro è offerto anche dai principali operatori telefonici nazionali, in abbonamenti legati a un contratto che mette insieme, oltre al dispositivo, anche chiamate, sms e GB di Internet. Vediamo quali sono le offerte nel dettaglio.

Huawei P20 Pro Tim

Se stai cercando l’offerta Huawei P20 Pro Tim è possibile acquistarlo nello store online al prezzo di 899,99€ con, incluso nel costo, una SIM (del valore di 5€) con 60 GB gratis di Internet 4G per 30 giorni – oppure in 30 rate da 20€ al mese con contributo iniziale da 49€.

Huawei P20 Pro Vodafone

Quello che vuoi è l’offerta Huawei P20 Pro Vodafone: allora puoi averlo in abbonamento con Vodafone Unlimited x4 Pro e un contributo iniziale da 99,99€. Pagando 29,98€ al mese hai lo smartphone, insieme ad un’offerta che ti garantisce minuti illimitati, 10 GB di internet e GB illimitati su app social, musica, chat e mappe.

Huawei P20 Pro Wind

L’offerta Huawei P20 Pro Wind prevede un anticipo di 99,90€ e un canone da 16€ mensili per un vincolo di almeno 30 rinnovi. Insieme allo smartphone, attiverai anche il piano All Inclusive che ti offre minuti illimitati, 100 sms e 10 GB di internet.

Huawei P20 Pro Tre

Il piano Huawei P20 Pro Tre è attivabile aderendo all’offerta Free Prime, che ti dà accesso a 10 GB di Internet, 1000 sms e 1000 minuti pagando 29€ per 30 mesi (con un contributo iniziale di 69€ e un “costo tieni” da 50€ – se non cambi o riporti il telefono nel corso di due anni e mezzo, questa ultima voce di costo ti viene restituita).

2 aprile 2018
Huawei riscrive la storia: ecco il primo smartphone con tre fotocamere posteriori

Huawei P20 Pro caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

Huawei ha saltato il Mobile World Congress, in programma a Barcellona a fine febbraio, per ritagliarsi uno spazio in esclusiva a marzo e presentare il nuovo Huawei P20 Pro. Il primo top di gamma – e primo telefono in assoluto – a montare una tripla fotocamera posteriore, realizzata, come di consueto insieme a Leica. Vediamo caratteristiche tecniche, prezzo e data di uscita del device.

Design

Il nuovo Huawei P20 Pro dice addio ai bordi abbracciando la nuova modernità degli smartphone a tutto schermo: il nuovo telefono è bello da vedere, sottile e senza troppi fronzoli. Frontalmente, il telefono dice addio alle cornici ai lati e sopra lo schermo, dove però fa la sua comparsa il notch, quella porzione di schermo occupata da tutti i sensori necessari alla capsula auricolare, alla fotocamera anteriore e al riconoscimento facciale.

Sotto il display Huawei conserva il lettore per le impronte digitali e adotta un ottimo trucco estetico: conscia del fatto che non sarebbe riuscita a ridurre di tanto la cornice inferiore – dove soltanto Apple è riuscita a trovare la soluzione per rendere il bordo sottile – ha deciso di lasciare una piccola cornice, camuffandola con il sensore biometrico in modo tale che sembrasse studiata a tavolino. In realtà, l’azienda cinese ha provato fino all’ultimo a rimuovere il lettore senza riuscirci: sarà probabilmente una prerogativa del prossimo Mate 20 Pro o del P21 Pro del prossimo anno – se queste due serie si chiameranno ancora così.

Dietro, è davvero bella la scocca in vetro che cambia colore in base alla luce: un gioco di luci dovuto a tanti strati di vetro sovrapposti che fanno brillare la cover del telefono. In alto a sinistra spunta la prima tripla fotocamera posteriore: esteticamente rivedibile – il terzo sensore non è allineato con gli altri due e l’effetto non è granché – ma promette di essere un concentrato di potenza e qualità.

Display

Rispetto alle indiscrezioni della vigilia, il Huawei P20 Pro arriva con un display OLED più grande, da 6,1 pollici con risoluzione Full HD + (2240 x 1080 pixel) e rapporto d’aspetto in 19:9. Uno dei migliori display mai prodotti da Huawei, grazie ai colori e alla luminosità del pannello OLED e alla compattezza del design, che rendono i 6,1 pollici una delle dimensioni ideali per gli smartphone di oggi, consentendoti una buona ergonomia e un utilizzo facile del telefono anche con una mano sola.

Qualcuno storcerà il naso per la presenza del notch in alto sullo schermo, ma bisogna dire che Huawei ha fatto un buon lavoro per contenere la dimensione della tacca e fare in modo che non incida sulle prestazioni e sul giudizio estetico complessivo del telefono. Sicuramente un buon compromesso per chi non riesce a digerire la mancanza di linearità nello schermo.

Prestazioni

Il “cuore” del dispositivo è il processore proprietario Kirin 970, un octa-core a 2,36 GHz di frequenza che avrà a disposizione 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione per dare vita ad Android Oreo 8.1, nella consueta personalizzazione EMUI 8.0, tipica dell’azienda cinese. Ma il Huawei P20 Pro sarà contraddistinto anche dall’intelligenza artificiale, introdotta nel dispositivo grazie alla NPU (Neural Processing Unit) integrata nel SoC.

L’AI ottimizzerà la gestione dell’energia dello smartphone, migliorerà l’efficienza e darà una grossa mano alla fotocamera, aiutando a gestire l’esposizione. Ti dice come inquadrare i soggetti e, con la nuova stabilizzazione d’immagine intelligente, il telefono scatta foto notturne a lunga esposizione senza aver bisogno di un treppiede; in più, con l’obiettivo predittivo 4D, la fotocamera predice il movimento degli oggetti e si concentra per acquisire più dettagli possibili.

Fotocamera

E proprio le tre fotocamere sono la grossa novità in arrivo: il nuovo Huawei P20 Pro ha tre sensori sul retro, a marchio Leica, in grado di scattare immagini fino a 92 megapixel. Oltre al comparto composto da due camere da 40+20 megapixel (uno a colori e uno in bianco e nero), Huawei ha deciso di aggiungere un modulo zoom 3X da 8 mp con una stabilizzazione a sei assi e una modalità Ultra Snapshot in grado di catturare un’immagine in appena 0,3 secondi semplicemente facendo doppio clic sul pulsante per abbassare il volume, anche con schermo spento. Ma è la dotazione tecnica a sorprendere: c’è un sensore di temperatura del colore per una migliore riproduzione in termini di qualità d’immagine con tre aperture focali intercambiabili (f/1.8, f/1.6 e f/2.4), una sensibilità ISO fino a 102400 e la possibilità di zoomare fino a 5x in un ibrido tra ottico e digitale. Un progetto interessante e rivoluzionario che dovrà essere messo alla prova per testarne la reale efficacia.

Frontalmente, ha una camera da 24 megapixel con illuminazione del ritratto 3D e la possibilità di abbellire il tuo volto grazie all’intelligenza artificiale: in più Huawei ha collaborato con Prisma per trasportare sul dispositivo i suoi effetti e filtri a disposizione in modo tale da rendere più veloce e più ampia la scelta.

Batteria

L’autonomia non dovrebbe essere un problema sul Huawei P20 Pro considerando la batteria da 4000 mAh che promette di assisterci tranquillamente fino a fine giornata, se non oltre. Poi, in caso di bisogno, possiamo contare sulla ricarica rapida – marchio di fabbrica di Huawei – che ci consente di recuperare più del 50% di batteria in poco più di mezz’ora.

Non c’è il supporto alla ricarica wireless, oramai punto di forza dei principali concorrenti – iPhone X e Samsung Galaxy S9 su tutti – e si tratta essenzialmente dell’unica caratteristica in cui il Huawei P20 Pro parte svantaggiato rispetto agli altri smartphone di punta.

Multimedia

Buono il doppio speaker audio – uno nella capsula auricolare dentro il notch e l’altro sotto il display – che deve far dimenticare l’assenza del jack audio per le cuffie, grazie alla quale ha ottenuto la certificazione IP67 per la resistenza all’acqua. Completano la scheda tecnica la connettività 4G LTE Dual SIM, Bluetooth 4.2, WiFi 802.11ac, GPS e chip NFC.

Huawei ha annunciato che lo smartphone dovrebbe essere disponibile entro aprile un prezzo di listino di 899€.

27 marzo 2018
Huawei P20 Pro, si chiamerà così il nuovo top di gamma Huawei?

Huawei P20 Pro rumors

Dopo un anno di consolidamento che ha portato Huawei sul podio delle più grandi aziende al mondo costruttrici di smartphone, grazie ad uno Huawei P10 e a uno Huawei Mate 10 Pro che hanno rafforzato ulteriormente le caratteristiche tecniche dei top di gamma cinesi, l’azienda ha deciso di voltare pagina con uno smartphone così rivoluzionario da meritare il lancio di una gamma tutta nuova. Per questo, il 27 marzo Huawei svelerà a Parigi tre nuovi dispositivi: lo Huawei P20, il P20 Lite e, novità assoluta, il P20 Pro, che prenderà il posto del modello Plus. Nonostante manchino ancora diversi giorni all’evento ufficiale, le indiscrezioni e i rumor si rincorrono in Rete ed è già possibile tracciare una linea di massima sullo stato dell’arte di Huawei P20 Pro, di cui ci occuperemo su questa pagina.

Innanzitutto sappiamo che il Huawei P20 Pro erediterà il design a tutto schermo già visto sullo Huawei Mate 10 Pro con bordi stondati e cornici sottilissime – e avrà il “notch” reso famoso da iPhone X, dove saranno contenuti tutti i sensori necessari per il riconoscimento facciale e la fotocamera frontale. Dovrebbe avere uno schermo OLED da 6,01 pollici con risoluzione QuadHD+ e rapporto d’aspetto in 18:9. Non è chiaro se Huawei manterrà il pulsante centrale sotto il display, oppure se scomparirà del tutto per ridurre lo spazio. Il lettore dunque finirà nella parte posteriore del dispositivo? Ancora non è chiaro, Huawei sta lavorando sul riconoscimento facciale come soluzione definitiva per sbloccare lo smartphone, ma non è detto che possa includere all’ultimo momento il sensore per le impronte digitali.

Quel che è certo è che l’inserimento della versione Pro differenzierà i top di gamma in maniera radicale: il P20 Pro sarà più grande, avrà più RAM (probabilmente 6 GB contro i 4 GB di Huawei P20) e avrà una tripla fotocamera posteriore, con un sensore a colori da 12 megapixel, uno in bianco e nero da 16 mp e un terzo da 16 mp a fare da teleobiettivo. Sotto la scocca, invece, dovrebbe essere confermato il SoC Kirin 970 – octa-core a 2.36 GHz.

21 febbraio 2018