Huawei MediaPad M5 recensione: un baluardo di speranza nel mercato dei tablet Android

Il mercato dei tablet Android è sempre stato difficile. Sempre più aziende hanno abbandonato il tentativo di lanciare una tavoletta con il sistema operativo di Google a bordo, ma una rimane salda nella sua posizione. È ovviamente un brand cinese ed è ovviamente Huawei, che ha sfruttato il palco del Mobile World Congress 2018 non per lanciare il suo ultimo smartphone ma per rinnovare la gamma tablet. Ecco che quindi oggi vediamo più da vicino Huawei MediaPad M5 nella sua versione da 10,8 pollici.

Quest’ultimo esemplare del colosso cinese si propone come un tablet Android curato, ricco di funzioni e valido come alternativa al sempreverde iPad di Apple. Punta tutto sulla multimedialità, tra il display ad alta risoluzione e un comparto sonoro eccellente, senza dimenticare la produttività. Sarà riuscito a convincerci a pieno? Scopritelo in questa recensione di Huawei MediaPad M5 10,8.

Scheda tecnica

Display LCD IPS da 10,8 pollici - QXGA (2560 x 1600 pixel)
CPU, RAM e storage Kirin 960s, 4 GB di memoria RAM e 32 GB di storage espandibili
Connettività Wi-Fi a/b/g/n/ac dual-band, Bluetooth 4.2, SIM con 4G (in alcune varianti)
Sistema operativo Android Oreo 8.0 con EMUI 8.0
Fotocamera Dietro: 13 MP
Davanti: 8 MP
Batteria 7500 mAh

Design e display: un mix che convince

L’elemento chiave del design di un tablet è ovviamente il suo schermo, che deve essere grande e ben bilanciato con le cornici. Sotto questo punto di vista, Huawei MediaPad M5 convince: lo schermo della variante da 10,8 pollici ha la giusta diagonale e risoluzione – 2560 x 1600 pixel -, ma anche il pannello risulta di ottima qualità per potersi guardare un film senza rimpiangere un dispositivo diverso. Il suo aspect ratio è 16:10, quindi nasce proprio per farci godere al meglio di contenuti video, mentre la sua forma più panoramica si presta un po’ meno alla navigazione web, dove il 4:3 vince sempre.

Huawei MediaPad M5 recensione

La parte frontale ha un paio di elementi interessanti: sul lato destro troviamo ad esempio il lettore di impronte digitali (come sempre fulmineo, ma la sua posizione è un po’ infelice perché è facile toccarlo accidentalmente), mentre tutto il bordo ha una leggera curvatura 2.5D, come quella che abbiamo trovato sugli smartphone e che qui invece interessa un tablet. Porte e pulsanti sono distribuiti sui vari fianchi, mentre dietro la scocca in alluminio grigio è interrotta soltanto dal logo Huawei e dalla doppia feritoia per gli altoparlanti di sistema. Sul lato inferiore ci sono anche i pogo pins per collegare l’accessorio tastiera realizzato da Huawei, che però non è incluso in dotazione.

Huawei MediaPad M5 recensioneUna particolarità di alcune varianti è la presenza dello slot SIM, che troviamo in un classico carrellino dove si può eventualmente inserire anche la micro SD per espandere la memoria. Il feeling del dispositivo è ottimo: i quasi 500 grammi sono ben bilanciati e il materiale è solido e piacevole al tatto, mentre lo schermo è estremamente luminoso e bello da vedere, anche se il vetro tende a riflettere un po’ quando ci si trova all’esterno. Il display però non supporta il pennino, che è esclusivo della variante Pro.

Scheda tecnica e prestazioni: una dotazione completa

All’interno di Huawei MediaPad M5 10,8 c’è una scheda tecnica interessante e sicuramente completa. Il processore è una variante del Kirin 960 che abbiamo conosciuto meglio lo scorso anno, accompagnato da 4 GB di memoria RAM e 32 GB di storage. Come detto prima, la memoria può essere espandibile e si trovano in vendita varianti con il 4G integrato, per poter navigare in totale libertà ovunque vi troviate. Ovviamente la variante Wi-Fi è quella più economica, ma non cambiano le altre caratteristiche tecniche. Il software è invece basato su Android Oreo 8.0, con la classica implementazione di Huawei che conosciamo sotto il nome di EMUI.

Huawei MediaPad M5 recensione

L’interfaccia della casa cinese stavolta scala dai telefoni ai tablet, ma rimane fondamentalmente identica a come l’abbiamo sempre conosciuta. Esteticamente non mi fa impazzire, ma a livello funzionale è molto completa e tendenzialmente accontenterà ogni utente, dal più esigente a quello meno esperto che non sa bene dove mettere le mani. Android gira in maniera fluida sebbene il processore non sia propriamente una bestia, e il multitasking reagisce bene al cambio veloce fra varie app diverse. Ci sono soltanto delle incertezze con i giochi più pesanti, perché qui si nota che la GPU fa un po’ fatica con l’alta risoluzione del display. Il multitasking è supportato per poter usare due app contemporaneamente, ma c’è una chicca aggiuntiva.

Huawei MediaPad M5 recensioneCon un tap sullo schermo possiamo attivare la modalità desktop, che trasforma l’interfaccia da una classica da tablet a quella di una sorta di notebook. Potremo far girare le app in finestra, e collegando l’accessorio tastiera potremo diventare immediatamente più produttivi. Questa implementazione – già sperimentata su Huawei Mate 10 Pro, che però la fa comparire quando ci si collega ad un monitor esterno – rende il tablet incredibilmente più interessante e versatile, specialmente quando si ha reale necessità di fare quelle cose per cui magari tireremmo fuori il portatile. Certo, le app rimarranno le stesse di Android e non tutte funzionano in questa modalità, ma per compiti semplici come compilare una mail mentre si naviga sul web o si scorre la galleria di foto è più che adatta.

Alcuni problemi di usabilità di questo MediaPad vanno comunque evidenziati, ma la colpa non è totalmente di Huawei. Android è un OS che ragiona male quando usato sui tablet, perché non tutte le app scalano come dovrebbero e le loro UI non sempre sono ben ottimizzate o offrono vantaggi in più rispetto alle controparti smartphone. Non ci sono però problemi in quelle cose per cui solitamente si usa il tablet a livello di produttività – dalla navigazione web alla consultazione di posta elettronica – mentre programmi più di nicchia o servizi meno usati potrebbero addirittura obbligare ad usare il tablet in verticale, come se fosse uno smartphone gigante, a causa della mancanza di una UI studiata per grossi schermi posti in orizzontale.

Batteria: un’ottima durata giorno dopo giorno

Huawei MediaPad M5 recensioneAll’interno di Huawei MediaPad M5 troviamo un modulo batteria da ben 7500 mAh, un bel salto in avanti rispetto ai telefoni spesso limitati intorno alla metà di questo valore. Non si può però fare un paragone diretto: molto spesso il tablet rimane fisso in casa, collegato ad una solida rete Wi-Fi che ne limita i consumi e ne prolunga l’autonomia. In ogni caso, non ho nulla di particolare da segnalare: siamo nella media delle dieci ore di uso per un dispositivo simile, con una vita in stand-by molto lunga (merito del software ottimizzato e della CPU depotenziata rispetto al classico Kirin 960) e adatto al classico uso da divano.

La ricarica avviene tramite la porta USB Type-C posta sul fianco del tablet, e il caricatore rapido è incluso in dotazione. Questo significa che bastano un paio d’ore circa per riempire tutta la batteria e tornare ad usare il tablet al massimo delle sue possibilità. Ovviamente i consumi sono diversi se si usa molto il tablet in mobilità con scheda 4G inserita: in quel caso ci si possono aspettare dalle 6 alle 8 ore di uso, e non 10. Ma anche mettendolo sotto stress con giochi, film e navigazione, non riuscirete mai a far scaricare la batteria in un’unica sessione, data la dimensione importante del modulo inserito.

Multimedia: due grosse e importanti mancanze

Che cosa non ci si aspetta da un tablet che si chiama MediaPad? Che ci siano delle mancanze nel comparto multimediale. Una su tutte è quasi inspiegabile su un tablet, dove di certo lo spazio non manca e non c’è bisogno di fare un trattamento per l’impermeabilizzazione. Non troviamo infatti il jack delle cuffie, e si è relegati ad auricolari Bluetooth oppure ad usare un adattatore per la porta Type-C, fortunatamente incluso in dotazione. Trovo piuttosto assurdo che non sia stato inserito questo connettore, perché fino ad adesso nessuno si era spinto a toglierlo dai tablet e non avrei mai scommesso che sarebbe potuta essere Huawei a fare questa mossa per prima.

Huawei MediaPad M5 recensione

La seconda cosa che delude è la mancanza dei giusti DRM per poter riprodurre Netflix e Amazon Prime Video in alta definizione. Questi due servizi di streaming rimarranno infatti in qualità DVD, un vero spreco data la qualità dello schermo e il comparto sonoro. Infatti i quattro speaker ottimizzati da harman\kardon la fanno da padrona, offrendo un suono corposo ed un volume elevato, perfetto per film, serie TV e giochi. E invece no: tocca guardare Netflix in bassa definizione, probabilmente per colpa della CPU che non ha questo tipo di supporto. Un vero peccato, che porta a rivalutare questo prodotto se si è amanti dello streaming.

Huawei MediaPad M5 recensione: le nostre conclusioni

Huawei MediaPad M5 10,8 è un tablet Android che prova a scuotere un po’ il mercato, introducendo qualche buona idea come il supporto nativo alla tastiera (e anche al pennino, nella sola variante Pro), mettendo a disposizione una modalità desktop per migliorare la produttività e offrendo una gamma variegata di dispositivi, per ogni budget e per ogni necessità. Sicuramente però non rivoluziona la situazione: i tablet Android rimangono prodotti di nicchia, almeno finché non sarà Google stessa a tornare a credere in questo progetto – cosa che vedo sempre più dura, data l’attenzione crescente a ChromeOS anche sui tablet.

Pro

  • Ottimo display e audio
  • Batteria di lunga durata
  • Modalità desktop e supporto tastiera
Contro

  • Netflix non va in HD
  • Android sui tablet è limitato
  • Assenza jack delle cuffie
8

Andrea Ricci


Troviamo quindi una costruzione eccellente, un bel display e un comparto sonoro invidiabile, una dotazione ricca e un software completo, ma anche qualche falla importante. Un tablet così votato alla multimedialità non può permettersi, secondo me, di non avere il jack delle cuffie e il supporto a Netflix in HD. Il prezzo di vendita comunque diventa giorno dopo giorno più interessante: ci siamo allontanati dalla cifra richiesta di listino e adesso con circa 330€ si porta a casa la variante solo Wi-Fi di Huawei MediaPad M5 10,8, come si può vedere a questa pagina. Prezzo interessante, ma fate attenzione all’uso reale che fareste di questo tablet prima di acquistarlo.

Top