Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Honor 6C Pro recensione: un buon compromesso tra qualità e prezzo

Honor 6C Pro recensione: un buon compromesso tra qualità e prezzo

Ti raccontiamo la nostra esperienza con Honor 6C Pro nella nostra recensione completa / Ultima modifica il

Verso la fine dello scorso anno Honor, insieme al suo più interessante (e costoso) top di gamma Honor View 10 ha lanciato anche nuove soluzioni per la fascia medio-bassa che potrebbero fare al caso di numerosi utenti alla ricerca di un nuovo smartphone. Tra questi c’era anche Honor 6C Pro, un device compatto ed elegante che al prezzo di lancio di 179€ rappresentava un’offerta tutto sommato interessante, perlomeno dal punto di vista del rapporto qualità/prezzo.

Abbiamo dunque deciso di cogliere la palla al balzo e provare Honor 6C Pro per qualche settimana, in modo tale da fornirvi un feedback sull’effettiva qualità del prodotto. Quella che segue è dunque la nostra recensione di Honor 6C Pro: scopriamolo nel dettaglio!

Design: tutto sommato un buon colpo d’occhio

Concentriamoci fin da subito sul design di Honor 6C Pro. Questo smartphone, trattandosi di un device di fascia medio-bassa, si presenta con un look non troppo originale, ma che comunque riesce a fare una discreta figura grazie alla scelta dei materiali e ad una semplicità di design da non sottovalutare. Ci troviamo davanti ad uno smartphone con display LCD IPS da 5,2 pollici a risoluzione HD (1280 x 720 pixel), che non presenta alcun pulsante fisico bensì decide di affidarsi, com’è sempre più comune di questi giorni, a pulsanti virtuali.

Risulta essere molto buona la costruzione della scocca, realizzata quasi completamente in metallo, salvo per le due bande alle estremità del device che permettono all’antenna di agganciare il segnale della rete cellulare. Qui dietro troviamo una fotocamera singola con flash LED, mentre al di sotto di essa è presente un sensore d’impronte digitali. Sia sul lato frontale che su quello posteriore, poi, è presente il logo della compagnia, in bella vista. Il design di Honor 6C Pro è poi valorizzato anche da un display dotato di curvatura 2.5D sui bordi, favorendo così il grip e rendendo l’aspetto generale del telefono leggermente più elegante.

Sui lati troviamo poi delle cornici metalliche: su quello destro sono presenti i pulsanti volume e quello di accensione, mentre su quello sinistro troviamo il carrellino per la SIM, che è possibile accostare ad una seconda SIM, oppure ad una scheda di memoria micro SD per l’espansione dello storage interno. Sulla cornice inferiore sono poi presenti un altoparlante, il microfono ed una porta micro USB, mentre in cima troviamo infine un jack da 3,5 mm. Il device, in definitiva, è molto leggero e risulta decisamente maneggevole, grazie al proprio formato non troppo ingombrante in quanto a dimensioni.

Display: buono, ma nulla di sensazionale

Come anticipavamo, Honor 6C Pro arriva con un display da 5,2 pollici con tecnologia LCD IPS e risoluzione HD (1280 x 720 pixel). Le cornici non sono nulla di trascendentale, essendo esse ben pronunciate e dunque poco in linea con gli attuali canoni che le vedono sempre più scomparire. A valorizzare il tutto, però, c’è una curvatura 2.5D del vetro frontale, che aggiunge al dispositivo quel pizzico di ergonomia in più, risultando anche piacevole all’occhio.

Per quanto riguarda la resa del display abbiamo notato con piacere come i colori risultino essere ben accesi: tra questi convincono molto i neri, pur trattandosi di un display LCD IPS, ed un po’ meno i bianchi, tendenti parecchio al grigio e molto poco naturali. D’altro canto risultano essere molto buoni, soprattutto per un telefono appartenente a questa fascia di prezzo, gli angoli di visuale, che permettono di visualizzare un’immagine nitida anche inclinando parecchio il device.

Parlando di luminosità, invece, questa risulta essere mediamente alta, permettendo dunque di utilizzare tranquillamente il device anche in esterna, al sole, senza troppi problemi. Il touchscreen gode di una buona reattività, come da tradizione per Honor.

Software: la EMUI sa il fatto suo

Spostandoci sul versante software notiamo come Honor 6C Pro, come di consueto per i telefoni Honor (e Huawei), sia equipaggiato con la EMUI 5.1, versione personalizzata di Android che in questo caso si basa sulla versione del sistema operativo Android Nougat 7.1.

Si tratta di un’interfaccia molto semplice ed intuitiva da utilizzare, che potrebbe far storcere il naso agli utenti più “puristi” del robottino a causa della mancanza di un drawer delle applicazioni a cui attingere per visualizzare in rapidità l’intera lista delle app installate sul dispositivo. La disposizione delle icone su questo device, infatti, ricorda da vicino quella tipica di iOS: tutte le applicazioni e le relative icone sono infatti già disposte sulle varie schermate della propria Home-screen, organizzate singolarmente oppure sotto forma di cartelle.

Gli amanti della personalizzazione, ad ogni modo, possono stare tranquilli: anche in questo senso la EMUI ha un asso nella manica, che si traduce principalmente nella presenza dell’applicazione “Temi”, che dà modo all’utente di cambiare il set di elementi ed icone su schermo selezionandolo da una serie di pacchetti presenti sul cloud. In generale, poi, la EMUI si rivela il software perfetto da accoppiare ad un dispositivo di fascia medio-bassa com’è il caso di questo Honor 6C Pro, grazie soprattutto alla propria fluidità e alla totale assenza di bloatware preinstallato sul sistema. In definitiva, dunque, la EMUI si rivela essere un’interfaccia molto pulita, fluida e stabile, ideale soprattutto per quegli utenti che non sono troppo avvezzi alla personalizzazione di Android e che non sentono la necessità di installare un launcher alternativo sul proprio device.

Prestazioni: buone, per la sua fascia di prezzo

Passiamo ora alle prestazioni di Honor 6C Pro. Come si comporta questo device durante l’utilizzo quotidiano? Iniziamo fornendovi qualche informazione sulla scheda tecnica: Honor 6C Pro è equipaggiato con un SoC MediaTek MT6750, con CPU octa-core da 1,5 GHz e GPU Mali-T860 MP2, i quali vengono affiancati da un quantitativo di 3 GB di RAM e da uno storage di 32 GB. In questo senso si può apprezzare come questo device, il cui prezzo di listino ammonta ufficialmente a 179€, sia dotato con una scheda tecnica molto buona, con quantitativi di memoria RAM e storage interno che solitamente si riescono a trovare spendendo qualche decina di euro in più.

Le specifiche tecniche di Honor 6C Pro sono buone ma non esagerate, risultando perfette per quella tipologia d’utilizzo tipica da “utente medio”, che prevede l’apertura quotidiana di social network, qualche pagina Web e perché no, anche qualche gioco non troppo pesante. Durante i nostri test ci siamo trovati molto bene con Honor 6C Pro, incappando solo in qualche rallentamento dovuto all’ormai pesantezza di quei social network più affollati com’è il caso di Facebook, ma solo per qualche istante successivo all’apertura dell’applicazione. In questo senso non c’è da disperare: consultando con calma la propria “bacheca” potrete godere di un’esperienza positiva. Altre applicazioni come Instagram, WhatsApp e Telegram funzionano egregiamente.

Anche lato gaming abbiamo avuto molte soddisfazioni: provando Honor 6C Pro con giochi del calibro di “Clash Royale” o “Asphalt 7” non abbiamo notato alcun rallentamento. L’esperienza di gioco è stata positiva, tuttavia è probabile che scaricando videogiochi ben più carichi di elementi grafici moderni la fluidità potrebbe risentirne. Per quanto riguarda il GPS, la ricezione si è rivelata molto buona, tuttavia il device, dopo un utilizzo prolungato di Google Maps, ha iniziato a scaldare sul retro della scocca. Buona infine la ricezione del segnale cellulare/4G, grazie alla presenza della banda 20 (800 MHz), presente di default sui dispositivi Honor.

Fotocamera: semplice, ma efficiente

Honor 6C Pro non esagera sul lato fotografico, essendo equipaggiato con un sensore posteriore da 13 MP, dotato di apertura f/2.2 e di flash LED singolo. Tra le funzionalità di spicco di questa fotocamera troviamo la presenza della tecnologia HDR, che permette di abbellire quegli scatti più ampi, regalando dei risultati più che accettabili. Il software della fotocamera di Honor non è di certo una manna dal cielo, essendo esso limitato su determinate funzionalità, tuttavia grazie all’autofocus è possibile catturare dei buoni scatti senza chissà quale sforzo.

Ovviamente Honor 6C Pro dà il meglio in situazioni di buona luminosità, arrancando parecchi non appena quest’ultima viene a mancare. Nelle situazioni di luce artificiali, però, il sensore di Honor 6C Pro riesce a regalare scatti decisamente sopra la media: un ottimo risultato, considerando la fascia di prezzo di questo device. Insomma, ci troviamo davanti ad una fotocamera buona, che riesce a regalare colori mediamente fedeli alla realtà, peccando lievemente sull’intensità di quest’ultimi. Particolarmente buoni gli scatti macro, ben definiti. La fotocamera anteriore conta invece su un sensore da 8 MP, che regala dei buoni scatti, ma solo se effettuati in occasione di situazioni di luminosità ottimale.

Per quanto riguarda il comparto video, invece, Honor 6C Pro permette di effettuare registrazioni ad una risoluzione massima Full HD a 30 fps, senza però alcuna stabilizzazione delle riprese. In questo caso i risultati sono discreti.

Batteria: un’autonomia esemplare

Passiamo ora all’autonomia, altro punto cardine degli smartphone moderni. Honor 6C Pro in questo senso è equipaggiato con una capiente batteria da 3000 mAh, che si rivelano essere più che necessari ad alimentare la modesta scheda tecnica ed il piccolo display del dispositivo.

Durante il nostro utilizzo medio di Honor 6C Pro abbiamo notato con piacere come la batteria risulti essere perfettamente ottimizzata per il sistema di questo piccolo device, permettendoci di utilizzare il dispositivo per lunghe sessioni, senza mai lasciarci a piedi durante la giornata. Durante una giornata di utilizzo medio, ad esempio, utilizzando diverse applicazioni di messaggistica istantanea (Telegram, WhatsApp), accedendo a social network come Facebook o Instagram, viaggiando su connessioni WiFi o 4G ed infine utilizzando anche qualche videogioco, siamo riusciti ad ottenere circa 16 ore di autonomia, con ben quattro ore di display acceso. Accendendo il device a piena carica all’incirca alle 9:30 del mattino, questo ci ha permesso di arrivare tranquillamente alle due di notte, con il 7% di carica residua.

Questi risultati non sono solo merito della batteria, ma sono dovuti anche alla presenza di un software della gestione del risparmio energetico molto maturo, che permette di impostare due differenti livelli di risparmio della batteria: quello classico ed infine una modalità “Ultra”, che chiude pressoché tutti i processi attivi in background, lasciando all’utente la possibilità di utilizzare fino ad un massimo di sole 6 applicazioni. Questa modalità permette di aumentare notevolmente l’autonomia residua e risulta essere una manna dal cielo per quelle situazioni più ostiche in cui ognuno di noi, almeno una volta nella vita, si è ritrovato.

Multimedia: nulla di ecclatante

Il comparto multimediale di Honor 6C Pro, trattandosi di un device con display da 5,2 pollici HD, non è nulla di sensazionale, com’era ovviamente prevedibile. Il display così piccolo dà modo di godersi solo video saltuari visualizzati su YouTube o Facebook, rendendosi invece poco adatto per produzioni ben più serie come quelle che solitamente troviamo su Netflix et similia.

Per quanto riguarda l’audio, invece, il discorso non cambia di molto. Alla base del device troviamo infatti uno speaker mono dal volume sì molto alto (in questo senso ho trovato il volume minimo troppo alto!), ma dal suono un po’ metallico, che non rende affatto giustizia a qualsivoglia brano musicale si deciderà di riprodurre. A salvare la situazione, però, c’è un jack da 3,5 mm posto in cima alla cornice di Honor 6C Pro, che permette di collegare i propri auricolari preferiti.

Honor 6C Pro: le nostre conclusioni

Tirando le somme, Honor 6C Pro è sicuramente un buon device da acquistare, soprattutto se fate parte di quella fascia di utenti meno esigenti e poco “smanettoni”, che necessitano di un device semplice, elegante e ben funzionante. Ad arricchire Honor 6C Pro ci sono indubbiamente i 3 GB di RAM e i 32 GB di storage interno (che ad esempio non troviamo su Huawei P8 Lite 2017), mentre anche la fotocamera rappresenta sicuramente un valore aggiunto.

Pro
Buona qualità costruttiva
Pratico alla mano
Ottima autonomia
Buone prestazioni
Contro
Il display è “solo” HD
Limitato in ambito multimediale
valutazione finale7

Honor 6C Pro
Prezzo consigliato: € 179.9Prezzo: € 159.99

Prezzo

Potete acquistare Honor 6C Pro direttamente da Amazon, cliccando qui o sul box qui sotto.

Prezzo consigliato: € 179.9Prezzo: € 159.99