Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Hitman 2

Hitman 2

di Stefano Zocchiaggiornato il 13 novembre 2018
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Hitman 2 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 26 Aprile 2019.
Hitman 2 diventa ufficialmente disponibile per tutti

Hitman 2 uscita e prezzo in Italia

Hitman 2 è ufficialmente disponibile a tutti i giocatori su PC, PlayStation 4 e Xbox One da oggi 13 novembre.

Edizioni: ecco le varianti che saranno rese disponibili

Tralasciando l’edizione standard di Hitman 2, Warner Bros ha confermato due edizioni speciali. La prima si chiama Gold Edition e contiene al suo interno l’accesso a due espansioni e l’accesso anticipato di quattro giorni al gioco completo. La Collector’s Edition, invece, vanta gli stessi pregi ma verrà offerta dentro ad una replica in scala di una valigia per armi da fuoco, con inclusi sia dei contenuti digitali esclusivi che alcuni gadget a tema.

13 novembre 2018
Hitman 2: di nuovo nei panni dell'Agente 47 nella nostra anteprima da Gamescom 2018

Hitman 2 news: tutto quello che c’è da sapere

L’imminente arrivo di un nuovo episodio della serie che vede come protagonista l’iconico Agente 47 avrà fatto sicuramente piacere a molti fan, specialmente a chi ha apprezzato il lavoro svolto con il reboot lanciato un paio d’anni fa che assumeva una natura episodica per offrire una maniera originale di proporre contenuti regolarmente nel tempo. Il progetto era ambizioso, e per certi versi è riuscito nel fornire una maniera innovativa ed inusuale di fruire il gioco, ma è innegabile che quella decisione sia stato tanto uno dei punti più originali della produzione quanto una manovra poco sensata da un punto di vista commerciale. Non è una sorpresa, dunque, che è stato già confermato che Hitman 2 non ripeterà la struttura episodica ed adotterà una formula più canonica, seppur con qualche aggiunta interessante. Andiamo a vedere insieme quali sono queste implementazioni.

Campagna: addio natura episodica, benvenuta modalità coop

Purtroppo a livello di trama non si conosce ancora molto, se non che Hitman 2 seguirà gli eventi dello scorso capitolo, ovvero dopo la stipulazione della dubbiosa alleanza tra i datori di lavoro dell’Agente 47, la ICA e Provenance in seguito alla scoperta di uno “Shadow Client” che stava volutamente mettendoli l’uno contro l’altro. Durante l’arco narrativo del gioco scopriremo numerosi segreti, sia riguardanti le varie forze in gioco, sia sul passato tortuoso di 47, ma purtroppo questo è tutto ciò che si conosce del gioco al momento da un punto di vista narrativo.

 

A livello strutturale la campagna come vi dicevo avrà una natura canonica, abbandonando quanto visto quindi nel precedente episodio, però questo non significa che il gioco sia un semplice passo indietro dato che in Hitman 2 verrà introdotta per la prima volta una modalità cooperativa online. Queste missioni, chiamate Sniper Assassin, vedranno due giocatori competere per eliminare una serie di bersagli impiegando dei fucili da cecchino e – curiosamente – questa modalità sarà anche giocabile autonomamente, rendendola di fatto cooperativa e singleplayer al tempo stesso. Inoltre, è stato anche svelato che i giocatori che preordinano il gioco hanno sin da subito la possibilità di scaricare Sniper Assassin in accesso a dir poco anticipato e testarla. Se siete interessati a scoprire come si comporta questa nuova modalità, una novità assoluta per una delle saghe stealth più famose della storia, potete dunque già farlo.

Multigiocatore: mostrata la Ghost Mode

È stata svelata anche una attività multigiocatore chiamata Ghost Mode. In questa modalità, che ricordiamo essere 1 v 1, i giocatori dovranno sfidarsi eliminando il proprio bersaglio più rapidamente ed efficientemente dell’avversario, per poi passare a quello successivo. I due utenti lavoreranno in realtà separate, anche se ambientate nella stessa località, e sarà possibile vedere il fantasma dell’avversario muoversi all’interno del proprio mondo (anche se non avrà alcun impatto). Se l’avversario elimina il proprio bersaglio prima che voi uccidiate il vostro, avrete un piccolo lasso di tempo per recuperare il gap e non rimanere indietro col punteggio, cosa piuttosto importante dato che alla fine della missione vincerà chi avrà il punteggio più elevato.

Gameplay: versatilità e libertà d’azione per tutti, anche per i vegani

Da ciò che abbiam visto all’E3 2018 il gameplay di Hitman 2 pare offrire alcune piccole ma interessanti aggiunte al sistema di gioco offerto nello scorso episodio. La natura del titolo quindi rimane invariata ed il nostro intento sarà sempre quello di eliminare dei bersagli, ma il livello di varietà è stato alzato notevolmente così da offrire al giocatore numerose maniere di compiere la loro missione. Il livello mostrato evidenzia la città di Miami, ed a detta di IO Interactive questa ambientazione propone un livello di cura al dettaglio e quantità di elementi mai visto prima nella serie, con oltre duemila persone che circolano per la mappa e centinaia di opportunità per eliminare il bersaglio in questione nella maniera più creativa possibile.

Questo fatto è ulteriormente rafforzato dal fatto che in Hitman 2 si potrà raccogliere praticamente ogni oggetto, sia esso una mela o una zucca, ed usarlo per rovinare la giornata a qualcuno ed ammazzarlo in maniera molto originale; tutto questo, chiaramente, contornato come sempre dalla possibilità di indossare una miriade di travestimenti di ogni tipo. Oltre a nuove feature che consentono l’implementazione di piani elaborati come la possibilità di sabotare veicoli per garantire un incidente letale, inoltre, è stato anche svelato un grande ritorno: quello della valigetta. Questo gadget in Hitman 2 sarà utilissimo, consentendo infatti di trasportare armi in zone pubbliche discretamente o – se lo desiderate – portarvi appresso la vostra selezione del reparto ortofrutta per ammazzare i bersagli a colpi di melanzane e asparagi.

Detto questo, tra le novità che incontreremo a livello di gameplay troveremo anche un nuovo sistema di calcolo dell’esperienza, chiamato “Performance XP“. Questo altro non farà se non valutare la maniera in cui ingaggeremo (o non) le varie situazioni in cui ci imbatteremo, fungendo non da sostituto del classico metodo di guadagno dell’exp ma come sistema parallelo, fornendo un’ulteriore maniera di far crescere il nostro alter ego. La progressione in-game sarà pressoché interamente incentrata sul diventare maestri del mestiere scoprendo tutti i segreti ed in generale ogni pertugio delle varie località in cui opereremo. Più esploreremo, più guadagneremo punti e grazie a questi sbloccheremo nuovi punti di spawn, attrezzatura d’aiuto sul campo e nuove opzioni per affrontare ogni missione.

Hitman 2 anteprima: la nostra prova a Gamescom 2018

Nonostante il cambio di bandiera che farà sfoggio dei colori Warner sulla copertina del prossimo Hitman 2, il secondo capitolo del ritorno dell’Agente 47 ad opera di IO Interactive non vuole assolutamente rinnegare le proprie origini, ma anzi farne tesoro e migliorarle per dare vita ad un secondo capitolo che sembra voler dimostrare di aver imparato la lezione, ma non senza mantenere una continuità quasi totale.

Nella nostra prova al booth Nvidia all’ultima Gamescom 2018, Hitman 2 ci ha offerto un piccolo, ma approfondito assaggio di quello che arriverà tra qualche settimana su PC e console. Prima di tutto, parliamo di ciò che non abbiamo potuto provare “letteralmente” sul campo, ma che rappresenta per certi versi la vera novità di questo secondo capitolo: nonostante si possa pensare al nuovo capitolo di Hitman più come una seconda stagione che un secondo capitolo, questo perderà la tanto discussa struttura episodica, che aveva fatto storcere il naso a diversi giocatori. Ci troveremo dunque di fronte ad un titolo completo sin dal day one, ma a cui non mancherà comunque il supporto post-lancio da parte degli sviluppatori, con nuove missioni ed eventi speciali a tempo.

Tornando alla nostra prova diretta, come già anticipato, Hitman 2 ha saputo subito esprimere la quasi totale continuità con il suo predecessore, con una missione completa e dalle classiche mille possibilità. Nella soleggiata Miami, l’arrossata pelata dell’Agente 47 si trova immersa tra le schiere di tifosi unitesi per un atteso Gran Premio tra le strade della città della Florida. Il nostro obiettivo è eliminare il titolare di una società leader nelle tecnologie (e del commercio e contrabbando di equipaggiamenti militari) e sua figlia, erede negli affari nonché pilota proprio di una delle vetture in corsa.

Ora, se nelle missioni del precedente capitolo era già possibile poter contare su un numero impressionante di possibilità con cui portare avanti il nostro incarico, era pur vero che le nostre azioni erano comunque indirizzate su una sorta di macro binario che avrebbe man mano mostrato nuove possibilità per eliminare i bersagli designati. In questa prima missione di Hitman 2, invece, ci è parso fin da subito di avere un maggior gradi di libertà per scegliere come procedere nel nostro silenzioso assassino. Dai primi passi, infatti, abbiamo potuto scegliere se proseguire senza un particolare camuffamento o calarci nei panni di un enorme fenicottero rosa (mascotte dell’evento) per poter avere accesso alla VIP Lounge del complesso; o ancora accedere ai parcheggi sotterranei per recuperare il nostro equipaggiamento.

Allo stesso modo anche gli omicidi veri e propri hanno saputo proseguire ed estendere la già ampia varietà del primo capitolo, nonostante al termine della nostra prova siamo riusciti ad eliminare solo uno dei due bersagli prima di lasciare la postazione di gioco. Una prova comunque sufficiente per apprezzare i tanti miglioramenti concentrati anche sui comportamenti “casuali” degli NPC presenti, anche se è doveroso constatare la presenza di alcune imperfezioni e sbavature dal punto di vista tecnico, comunque perfettamente risolvibili prima del lancio definitivo.

Insomma, il nuovo Hitman 2 ci ha convinto sotto tanti punti di vista, con un gameplay capace di dare un senso di continuità con il primo capitolo ed andando a porre rimedio laddove la community si era fatta maggiormente sentire.

Hitman 2 trailer

Hitman 2 requisiti: le specifiche hardware minime e raccomandate su PC

Sono già stati svelati i requisiti minimi e raccomandati di Hitman 2, e basandoci puramente sulla pagine Steam Survey che evidenzia l’hardware mediamente più diffuso fra gli utenti possiamo dire tranquillamente che sono specifiche davvero abbordabili oggi come oggi.

Requisiti minimi

  • CPU: Intel Core i5-2500K / AMD Phenom II X4 940
  • RAM: 8 GB
  • Scheda video: Nvidia GeForce GTX 660 / AMD Radeon HD 7870
  • DirectX: 11.0
  • Memoria libera: 60 GB
  • OS: Windows 7 64-bit

Requisiti raccomandati

  • CPU: Intel Core i7 3770 / AMD FX-8350
  • RAM: 8 GB
  • Scheda video: Nvidia GeForce GTX 770/ AMD Radeon R9 290
  • DirectX: 11.0
  • Memoria libera: 60 GB
  • OS: Windows 7 64-bit, Windows 8.1 64-bit o Windows 10

Hitman 2 beta: quanto potremo provare la nuova avventura dell’Agente 47?

Al momento è stato confermato che chi preordina Hitman 2 – indipendentemente dalla edizione che si sceglie – ha modo sin da subito di accedere in forma anticipata alla modalità cooperativa Sniper Assassin. Probabilmente non verranno rese disponibili ulteriori demo del titolo, ma continuate a seguirci per scoprire eventuali novità al riguardo.

14 agosto 2018
Hitman 2: cosa ci possiamo attendere dal nuovo episodio

Hitman 2 rumors: aspettative e speculazioni sul nuovo capitolo della serie

Dopo il buon risultato avuto con lo scorso capitolo della serie, che vi ricordiamo aver funto da “reboot” della saga, è lecito aspettarsi che Square Enix abbia intenzione di svelare un nuovo capitolo a breve (magari già quest’anno), così da continuare a marciare sul successo ottenuto. Per informazioni più approfondite vi rimandiamo alla nostra recensione di Hitman, dove parliamo approfonditamente di numerosi aspetti integrati nel gameplay (come l’immensa varietà di opzioni offerte per uccidere qualcuno), ma ciò che attualmente importa per capire cosa aspettarsi da un probabile Hitman 2 è che – con tutta probabilità – non avrà più una natura episodica.

Nonostante questa meccanica si fosse rivelata curiosa ed innovativa per offrire un approccio diverso alla propria esperienza videoludicha, portando il giocatore a “tornare” a giocare regolarmente e mantenere quindi il gioco vivo nel tempo, è innegabile che a livello di marketing non sia stata una scelta terribilmente azzeccata. Su un piano contenutistico il gioco era davvero ottimo, ed in un prossimo Hitman 2 ci aspettiamo che espandano in maniera ulteriore l’offerta per raggiungere vette ancor più alte in termini di possibilità di gameplay. L’unica cosa veramente importante, però, rimane offrire “tutto” sin da subito; non tutti sono rimasti soddisfatti dalla scelta di frammentare il gioco in episodi, quindi abbandonare questa tattica non può far altro che giocare alle vendite del gioco.

20 maggio 2018