Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Google Pixel 2

Google Pixel 2

di Luca Pierattiniaggiornato il 14 maggio 2018
attesabassa
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Google Pixel 2 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 25 Giugno 2019.
Google Pixel 2, lo smartphone compatto secondo Big G

Google, l’azienda sicuramente al primo posto nel settore Android e in cima nell’Olimpo dei brand della tecnologia, è comunque ricca di controsensi. Fra questi troviamo politiche di commercializzazione dei propri smartphone, da sempre realizzati in collaborazione con altri brand che dispongono di fabbriche e personale ormai abbastanza formato sul settore, un po’ restrittive. Gli ultimi Pixel, infatti, non sono mai arrivati ufficialmente in Italia; ma ora, con Google Pixel 2, le cose cambiano.

Vediamo in questo focus  tutte le caratteristiche sul nuovo smartphone di casa Google, ora che l’azienda ha acquisito ufficialmente l’altro colosso HTC.

Google Pixel 2 news: caratteristiche ufficiali e opinioni

Il nuovo Google Pixel 2 è il primo smartphone prodotto da HTC da quando quest’ultima è stata acquisita da parte di Google. Il colosso di Mountain View ha quindi scelto di iniziare a produrre hardware in casa propria sfruttando appunto le fabbriche taiwanesi, andando a favorire un dialogo vincente fra software (Android, sviluppato da Google appunto) e hardware.

Il design del prodotto, ampiamente anticipato dai leak nelle scorse settimane, è simile ai Pixel di prima generazione, con un retro caratterizzato da due “sottosezioni” differenti in termini di finitura, che in questo caso però cambiano percentuale di dimensione. La parte più chiara infatti, quella inferiore con sensore biometrico per lo sblocco tramite impronta digitale, cresce a dismisura, mentre quella più scura che integra il modulo fotografico viene confinata più in alto. Sparisce completamente il jack audio per preferire l’uscita digitale su USB Type-C su standard USB 3.1, piuttosto che le cuffiette e i dispositivi Bluetooth 5.0, dotati di codec Hi-Fi. Il corpo in alluminio unibody è dotato di certificazione IP67, per evitare qualsiasi danno al contatto con liquidi e polveri.

Sono tante le funzioni che Google ha integrato nel nuovo dispositivo: la prima si scorge già dal display. Denomianta appunto Always-on display, consente di avere sempre a vista l’ora, delle icone di notifica e il nome del brano in riproduzione. Tali informazioni sono disponibili tramite l’accensione di semplici pixel bianchi sul display, andando a preservare l’autonomia del dispositivo. Insomma, cosa già vista tanto quanto apprezzata su svariati dispositivi. Altra chicca, sicuramente anche utile, è Active Edge: stringendo il telefono sui lati lunghi infatti, questo avvia direttamente Google Assistant, potendo quindi interloquire col suddetto senza la pressione dei tasti. Proprio per quest’ultima si vede lo zampino di HTC, che ha integrato qualcosa di molto simile su HTC U11. Anche la home viene semplicemente migliorata, con ottima attenzione agli impegni su calendario in alto, e Google Lens migliora integrando svariate nuove funzionalità.

Parliamo ora un po’ di specifiche tecniche. Google Pixel 2 integra frontalmente un display Full HD AMOLED da 5″ con densità di 441 PPI e aspect ratio a 16:9. Questo è protetto da un vetro 2.5D Corning Gorilla Glass 5, dispone di una gamma colore DCI-P3 ricoperta al 95%, contrasto 100000:1 con neri decisamente profondi e funzionalità Always-on già riportata più su. All’interno troviamo invece un nuovo processore Qualcomm Snapdragon 835, octa-core con clock massimo fino a 2.35 GHz, GPU Adreno 540, RAM LPDDR4x da 4 GB e storage da 64 o 128 GB. Insomma, la classica base degli smartphone di fascia alta di questo 2017. Non mancano inoltre due speaker stereo frontali.

Ma passiamo alla fotocamera. Google Pixel di prima generazione si era fiondato al primo posto fra i camera phone, ottenendo un ottimo punteggio anche su DxO. Il nuovo Google Pixel 2 vuole esagerare, con un impressionante “98” senza l’impiego di un doppio sensore fotografico sul retro – Google è un po’ in controtendenza a quanto pare. Sul retro troviamo un sensore da 12.2 megapixel (risoluzione strana, probabilmente si tratta di qualcosa di ultima generazione), mentre frontalmente non manca uno da 8 megapixel. Il primo dispone di pixel da 1.4 nanometri, apertura f/1.8, autofocus laser con dual pixel phase detection, stabilizzazione ottica ed elettronica simultanea e video fino a 4K a 30fps. Frontalmente invece l’apertura è da f/2.4, e il focus è misto anche in questo caso. Interessanti le funzionalità associate: modalità ritratto con effetto bokeh come su reflex anche sulla camera anteriore, foto animate (a la Live Photos su iOS) e storage illimitato alla massima risoluzione su Google Foto, a vita.

Il tutto è alimentato da un modulo batteria da soli 2700 mah che si ricarica, grazie ad una tecnologia di ricarica rapida, in 15 minuti ad un pari di 7 ore di autonomia medi. Completano il tutto Wi-Fi ac dual-band MIMO, GPS, NFC ed eSIM. Lato OS, scontato dirlo, è presente invece Android Oreo 8.0.

4 ottobre 2018
Google Pixel 2 disponibile all'acquisto in Italia

Google Pixel 2 data uscita e prezzo in Italia

Lo smartphone è disponibile sul mercato in tre colorazioni, bianca, nera e blu, al prezzo di 649€.

2 gennaio 2018