Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Fujifilm XF10

Fujifilm XF10

di Carlo Carlinoaggiornato il 21 febbraio 2019
attesamedia
La storia del prodotto
Questa pagina raccoglie tutte le news a tema Fujifilm XF10 ed è costantemente aggiornata. Il contenuto in cima è il più recente e l'ultimo aggiornamento risale al 23 Aprile 2019.
Fujifilm XF10 è stata inserita in molte guide all'acquisto

Fujifilm XF10 consigliata per l’acquisto

Sulla base della storia, delle caratteristiche e della sua qualità, abbiamo deciso di inserire Fujifilm XF10 all’interno delle nostre guide all’acquisto, entrando di conseguenza a far parte delle selezioni dei migliori prodotti della categoria. Per le esigenze e le caratteristiche specifiche per cui Fujifilm X100F viene consigliato all’acquisto, vi invitiamo a controllare la sezione Ridble Awards all’inizio di questa pagina.

Fujifilm XF10 miglior prezzo e offerte

Fin da quando era stata presentata sapevamo che si sarebbe trattato di un ottimo prodotto per rapporto qualità/prezzo. Nonostante venga venduta ad un prezzo abbastanza accessibile, la Fujifilm XF10 offre prestazioni ottime, con una qualità fotografica e costruttiva impeccabile. È la compatta perfetta per avvicinarsi alla fotografia urbana senza spendere molto. Come ci aspettavamo, sui vari e-commerce online il prezzo non è sceso di molto, in quanto è già abbastanza basso per le caratteristiche che offre la fotocamera.

30 novembre 2018
La nostra recensione di Fujifilm XF10

Fujifilm XF10 recensione

Dopo aver seguito la storia della Fujifilm XF10 ed averla provata in anteprima al Photokina 2018, Fuji ci ha dato la possibilità di provare a fondo la piccola compatta con lente fissa. Provandola per un lungo periodo abbiamo potuto scoprire i suoi punti forti e le sue debolezze.

Il design della XF10, soprattutto nella colorazione champagne gold che abbiamo provato, è bellissimo. Le rifiniture e compattezza la fanno apparire sempre elegante e comoda in qualsiasi situazione. Durante la nostra prova l’abbiamo sempre portata nella tasca del giubbotto senza problemi, tirandola fuori ogni qual volta volevamo immortalare un particolare momento. Il bello di questa fotocamera è proprio questo: la sua compattezza permette di tenerla sempre in tasca e tirarla fuori quando se ne ha voglia o bisogno. Questa caratteristica consente agli amanti della fotografia urbana di avere sempre un dispositivo dalle ottime prestazioni fotografiche in tasca, pronto a scattare. Il sensore, nonostante non si tratti di un X-Trans, ci ha sorpreso per la tenuta del rumore ad alti ISO, per i fantastici colori che riesce a tirare fuori e per l’ottima gamma dinamica disponibile sui file RAW.

Nella nostra recensione di Fujifilm XF10 abbiamo raccontato come questa piccola macchina fotografica ci abbia sorpreso sotto tanti punti di vista. Il primo è sicuramente la qualità fotografica che non ci si aspetta su un prodotto di questa fascia di prezzo; il secondo riguarda il design e la portabilità e il terzo la lente e la determinazione, da parte dell’azienda, di dedicare questa fotocamera ad una tipologia di fotografi ben definita. Il voto con cui l’abbiamo premiata è 8 su 10, quindi si intuisce che dei difetti li abbiamo trovati (ovviamente). Il difetto più grande è sicuramente la mancanza di una slitta hot shoe, non possono essere montati flash esterni, trigger o mirini elettronici. Inoltre non abbiamo apprezzato la mancanza di un display orientabile, il joystick posizionato in un posto un po’ scomodo da raggiungere e la ghiera anteriore che non dispone di tutte le personalizzazioni che ci aspettavamo. Nonostante queste criticità, il voto che le abbiamo assegnato non è di sicuro male. Pensiamo che si tratti della miglior fotocamera compatta da acquistare se si è all’inizio e ci si vuole dedicare la street photography.

Fujifilm XF10 vs Ricoh GR II

Un confronto doveroso è quello tra la Fujifilm XF10 e la Ricoh GR II. Entrambe sono delle fotocamere con obiettivo fisso, non dispongono di mirino, vengono vendute più o meno allo stesso prezzo e montano un sensore APS-C. Partendo da quest’ultimo, troviamo un sensore da 16 megapixel sulla Ricoh, quindi molti meno rispetto alla Fuji che arriva a ben 24 megapixel. Nonostante questo però, la GR II arriva a valori ISO massimi pari a 25.600, contro i 12.800 della XF10. Per quanto riguarda la lente troviamo le stesse caratteristiche: 28 mm f/2.8 fisso. Il display ha la stessa grandezza (3″) ma sulla GR II ha una risoluzione maggiore, però non è touch screen. La raffica di foto è migliore sulla Fujifilm (6fps contro 4fps), così come i punti AF (la Fuji ne ha a disposizione ben 91, mentre la Ricoh soltanto 9). Infine, per quanto riguarda le connessioni, troviamo il WiFi su entrambi i modelli, però la Ricoh integra anche l’NFC (non presente sulla XF10), mentre la Fuji è dotata anche di Bluetooth (non presente sulla GR II). In conclusione non è semplice scegliere una fotocamera tra la Ricoh e la Fujifilm. Hanno alcuni punti in comune e delle caratteristiche che le contraddistinguono. La GR II è uscita da più tempo, ma dispone della slitta hot shoe per montare un mirino esterno, mentre la XF10 è più recente ma limita l’utilizzo solo tramite il display.

12 novembre 2018
Svelati prezzo e disponibilità di Fujifilm XF10

Fujifilm XF10 prezzo e uscita in Italia

Dopo l’annuncio, Fuji ha reso disponibile la nuova Fujifilm XF10 confermando uscitaprezzo comunicati in fase di presentazione. La nuova compatta è disponibile da agosto 2018 ad un prezzo iniziale di 500€. Si tratta di un prezzo molto competitivo viste le prestazioni che offre questa fotocamera. È dedicata prevalentemente ad una tipologia di fotografia, la street photography, ma grazie al suo costo contenuto anche chi non vuole spendere troppo può cimentarsi in questo genere fotografico. La costruzione, l’aspetto e le prestazioni fotografiche valgono molto di più del prezzo di vendita. Questo vuol dire che la Fujifilm XF10 è un best buy per chi cerca una fotocamera per iniziare a dedicarsi alla fotografia urbana. Probabilmente il prezzo non subirà grandi cali, sarebbe una follia.

22 luglio 2018
Fujifilm XF10: la nuova compatta APS-C

Fujifilm XF10 caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

Come anticipato dai vari rumors, Fuji ha annunciato la nuova fotocamera compatta con lente fissa, la Fujifilm XF10. Non è stata presentata il 5 luglio come ci aspettava, ma il 19. Poco male però, perché la scheda tecnica promette una fotocamera davvero ottima. Non è del tutto esatto definirla la sostituta della X70 però, in quanto è dedicata ad una fascia più bassa.

Come abbiamo visto durante la fase dei rumors, la Fujifilm XF10 monta un sensore Bayer CMOS APS-C da 24.2 megapixel senza filtro passa-basso e un processore generico di cui non viene comunicato il nome, come la X-T100. Questi componenti dovrebbero comunque assicurare ottimi risultati e prestazioni ottime. La raffica di foto arriva fino a 6 foto al secondo, mentre la sensibilità ISO va da 200 a 12.800, estendibile ad un valore minimo di 100 e un massimo di 51.200. L’otturatore, invece, è di tipo ibrido, quindi è possibile utilizzarlo in modalità meccanica e in modalità elettronica. Nel primo caso la velocità massima arriva a 1/4000 si condo, mentre nel secondo è possibile arrivare fino a ben 1/16000 di secondo. Questa caratteristica consente di utilizzare un diaframma molto aperto anche in situazioni di pieno sole “congelando la scena”. La XF10 è anche dotata del simulatore pellicola che troviamo anche sui modelli professionali della casa. Questa caratteristica permette di applicare degli effetti alle foto simulando le pellicole Fuji più famose della storia dell’azienda. Il tutto avviene direttamente in camera, quindi il filtro verrà applicato al live view e le foto verranno salvate direttamente con il filtro scelto in precedenza. Inoltre sono presenti WiFi Bluetooth per la connessione con smartphone e tablet i quali permettono di comandare da remoto la camera e di trasferire i file tra i dispositivi. Ovviamente la XF10 è in grado di scattare foto in formato RAW, quindi è possibile editare i propri scatti con il proprio programma di post-produzione preferito. Per quanto riguarda l’autonomia, l’azienda dichiara una durata di circa 330 scatti con una carica completa della batteria NP-95.

Autofocus

Per quanto riguarda l’autofocus troviamo un sistema ibrido. È quindi un sistema che utilizza sia il rilevamento di contrasto, sia il rilevamento di fase. Le aree di messa a fuoco sono 91, con la possibilità di utilizzarne soltanto una, per mettere a fuoco un punto ben definito, oppure utilizzare delle griglie 3×3, 5×5 e 7×7. Ovviamente è possibile utilizzare tutte le aree per una messa a fuoco automatica con il rilevamento del soggetto tramite gli occhi o il viso. È presente anche la messa a fuoco continua e il tracking per l’inseguimento del soggetto. La modalità MF è molto comoda da utilizzare vista la ghiera anteriore dedicata e grazie alla possibilità di utilizzare il Focus Peaking (una funzione che permette di evidenziare la zona che si sta mettendo a fuoco). È inoltre disponibile la modalità di messa a fuoco AF+MF, cioè si utilizza l’autofocus e, all’occorrenza, si agisce manualmente sul punto di messa a fuoco in modo manuale. Si tratta di una funzione molto comoda da utilizzare in condizioni di luce difficili in cui l’autofocus può avere problemi. Inoltre c’è da segnalare la nuova modalità Snapshot, cioè una funzione che permette di scegliere una distanza focale tra 2 metri e 5 metri in modo da impostare l’iperfocale. In parole semplici questo si traduce nell’avere tutta la scena a fuoco con soggetti più o meno ad una distanza di 2 o 5 metri. Si tratta di una funzione utilissima per la street photography, in quanto non ci si deve preoccupare di mettere un soggetto a fuoco, basterà inquadrare e scattare.

Design

L’aspetto della XF10 è molto retrò, in pure stile Fujifilm. È costruita in plastica e alluminio di ottima qualità e assomiglia alla sorella maggiore X100F. Nella parte superiore è presente la ghiera dei programmi, il tasto di scatto circondato da una ghiera personalizzabile, una ghiera che può essere utilizzata per svariate funzioni, il tasto ON/OFF e un tasto Fn. Subito salta all’occhio una mancanza: non è presente una slitta hot shoe. Per quanto riguarda la parte frontale, oltre ad una piccola impugnatura, è presente la lente con ghiera personalizzabile, la luce AF e in piccolo flash. La parte posteriore è sicuramente la più interessante, in quanto integra il grande display, il tasto galleria, il tasto drive, i tasti menù e display, una piccola impugnatura per il pollice che ospita un tasto Fn e il tasto “Q” e il nuovissimo joystick. Proprio come le fotocamere di fascia alta, la Fujifilm XF10 è dotata di un joystick che consente di muoversi nelle impostazioni e di cambiare l’area di messa a fuoco in modo molto semplice. La piccola Fuji è disponibile sia in colorazione nera, sia in colorazione champagne gold.

Mirino e display

La Fujifilm XF10 non è dotata di un mirino, scelta volta sicuramente a tenere un prezzo contenuto. Per inquadrare la scena si deve quindi utilizzare il display da 3″ LCD TFT da 1.040.000 punti definizione. È anche presente il touch screen, che rende l’utilizzo della fotocamera molto più intuitivo e semplice. Oltre a muoversi tra le foto e scegliere il punto da mettere a fuoco, il touch screen permette di impostare delle scorciatoie personalizzate richiamabili tramite degli swipe mentre si inquadra la scena.

Video

Nonostante si tratti di una compatta dedicata prevalentemente alla street photography, la Fujifilm XF10 si comporta molto bene anche per quanto riguarda i video. Può registrare video in Ultra HD 4K (soltanto a 15fps) oppure in Full HD 1080p a 60fps. La registrazione continua di filmati arriva massimo a 30 minuti, che andranno bene per la maggior parte delle persone. La XF10 è pensata per la fotografia, ma nonostante questo va bene anche per registrare qualche video occasionale senza troppe pretese.

L’uscita della Fujifilm XF10 è prevista per il mese di agosto 2018, ad un prezzo iniziale che dovrebbe aggirarsi intorno ai 500€.

Fujifilm XF10 obiettivi

Le indiscrezioni venute fuori durante la fase dei rumors avevano ragione per quanto riguardava la lente. La XF10 è infatti dotata di un FUJINON 18.5 mm (equivalente ad un 28 mm in formato full frame) f/2.8. Si tratta di un obiettivo formato da 7 lenti in 5 gruppi che assicura una qualità ottima. È una lente fissa molto ampia, perfetta soprattutto per la street photography. Ma come era già stato anticipato dai rumors, la piccola Fuji è dotata anche di un teleconverter digitale che permette di simulare altre due focali: 35 mm e 50 mm. Si tratta di una simulazione digitale, quindi la qualità ne potrebbe risentire. Per quanto riguarda il diaframma troviamo 9 lamelle capaci di arrivare ad un’apertura massima di f/2.8, ad una minima di f/16. Questa caratteristica permette di scattare ottime foto sia quando c’è troppa luce, sia quando la scena è poco illuminata.

Fujifilm XF10 anteprima

Al Photokina 2018 abbiamo avuto la possibilità, anche se per poco, di provare la nuova Fujifilm XF10, la fotocamera compatta perfetta per la street photography. Appena presa in mano mi ha stupito la compattezza e la leggerezza di questo prodotto, la rifinitura dei materiali utilizzati e la maneggevolezza che offre. Partendo dal display, l’ho trovato di buona qualità e intuitivo da utilizzare vista la presenza del touch screen. Peccato che si tratti di un monitor fisso però. Su una macchina fotografica che non è dotata di un mirino un display orientabile sarebbe gradito. Molto utile il joystick presente nella parte posteriore destra grazie al quale è possibile cambiare l’area di messa a fuoco e muoversi nei vari menù. L’unica criticità è stata la posizione: mi è sembrato un po’ scomodo da utilizzare con una sola mano. Ho avuto la possibilità di provare sia l’autofocus a punto fisso, sia quello continuo. Per il primo non ho riscontrato problemi: molto veloce e preciso. Per quanto riguarda la modalità continua, invece, ho notato che anche mettendo a fuoco una persona ferma, lui continuava a cercare il punto di messa a fuoco perfetto. Questo si traduceva in un continuo “focheggiare” che non portava a rendere nitido il soggetto. La qualità degli scatti mi è invece sembrata molto buona, la grandezza APS-C del sensore si fa sentire e restituisce ottimi risultati. Peccato che non sia presente la slitta hot shoe per collegare un mirino elettronico esterno o semplicemente un flash.

In conclusione sono rimasto molto colpito dalla XF10, nonostante le sue dimensioni molto contenute e il prezzo tutto sommato basso, permette di scattare foto di ottima qualità. Appena si inizia ad usare si capisce subito che è pensata per la fotografia urbana, con la lente 28 mm che permette di scattare foto più immersive oppure panoramiche. Non vediamo l’ora di poter provare a fondo questa piccola Fujifilm per capire se le nostre prime impressioni verranno confermate.

19 luglio 2018
Fujifilm XF10 rumors su caratteristiche e prezzo

Fujifilm XF10 rumors: le nostre aspettative

Durante la giornata odierna, online, sono venute fuori delle voci riguardanti una nuova fotocamera compatta Fujifilm. Secondo queste indiscrezioni si dovrebbe trattare di una sostituta della Fujifilm X70, la compatta con obiettivo fisso perfetta per la street photography. La nuova camera dovrebbe chiamarsi Fujifilm XF10, montare un sensore da 24.2 megapixel, disporre di WiFi e Bluetooth, integrare una lente fissa corrispondente ad un 28 mm e dovrebbe essere in grado di riprodurre altre due focali (35 mm e 50 mm) grazie ad un teleconverter digitale. Ci aspettiamo una fotocamera degna di sostituire l’attuale X70, perfetta per la street photography e che non dispone di un mirino. La Fujifilm XF10 dovrebbe essere presentata dall’azienda il 5 luglio 2018. Non ci resta che aspettare per scoprire se, ancora una volta, Fuji riuscirà a stupirci.

1 giugno 2018