Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Fujifilm X100F

Fujifilm X100F

di Carlo Carlinoaggiornato il 22 marzo 2019
valutazione finale9
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Fujifilm X100F presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 15 Giugno 2019.
Fujifilm X100F è stata inserita in svariate guide all'acquisto

Fujifilm X100F consigliato per l’acquisto

Sulla base della storia, delle caratteristiche e della sua qualità, abbiamo deciso di inserire Fujifilm X100F all’interno delle nostre guide all’acquisto, entrando di conseguenza a far parte delle selezioni dei migliori prodotti della categoria. Per le esigenze e le caratteristiche specifiche per cui Fujifilm X100F viene consigliato all’acquisto, vi invitiamo a controllare la sezione Ridble Awards all’inizio di questa pagina.

Fujifilm X100F firmware

Fujifilm ha recentemente annunciato degli aggiornamenti firmware gratuiti per la Serie X. Tra i modelli che riceveranno questi aggiornamenti è presente la Fujifilm X100F.

Il firmware della Fujifilm X100F passa alla versione 2.00 e introduce varie novità.

La prima è il supporto per il backup/ripristino delle impostazioni della fotocamera tramite FUJIFILM X Acquire, il quale permette di salvare le impostazioni dell’utente sul PC e utilizzarle su un’altra fotocamera.

La seconda è il supporto di “FUJIFILM X RAW STUDIO” che permette, tramite collegamento USB al computer, di convertire i file RAW tramite l’apposito programma gratuito di Fuji.

La terza ed ultima novità riguarda il miglioramento nell’utilizzo dei radio controller flash. Ora è possibile utilizzare i flash compatibili da studio di terze parti sfruttando la modalità Hight Speed Sync o TTL tramite i loro controller radio. Si tratta di una funzione chiesta a gran voce dai possessori di Fujifilm X100F e questo dimostra come il produttore è molto attento alle esigenze dei propri clienti.

Con questo aggiornamento Fujifilm va a migliorare una fotocamera compatta già quasi perfetta. Il supporto a flash da studio e controller radio di terze parti permette di utilizzare questa compatta anche in altri contesti che non siano per forza urbani, mentre il supporto al software gratuito per la post-produzione aiuta a velocizzare il lavoro di modifica delle foto.

Fujifilm X100F miglior prezzo e offerte

Fin dall’annuncio sapevamo che questa Fujifilm X100F avrebbe trovato posto nelle nostre guide all’acquisto. Si tratta di una fotocamera professionale, monta un sensore APS-C e integra un mirino ibrido. Nonostante il suo prezzo può essere tranquillamente considerata la fotocamera compatta per eccellenza. Per i professionisti che praticano street photography o hanno bisogno di una fotocamera da portare in tasca durante un viaggio è sicuramente la scelta più sensata. Inoltre bisogna considerare che sui vari e-store il prezzo di partenza della X100F è più basso di quello consigliato dal produttore e, abbastanza spesso, si possono trovare offerte molto vantaggiose.

Fujifilm X100F
Prezzo: € 1227.9
30 maggio 2018
La nostra recensione di Fujifilm X100F

Fujifilm X100F recensione

Dopo averne parlato a lungo ed averla provata in anteprima in Inghilterra, Fuji ci ha dato l’opportunità di provare a fondo la sua Fujifilm X100F. L’abbiamo provata a lungo in modo da cercare di scoprire tutte le sue qualità e i suoi difetti. L’abbiamo utilizzate perlopiù per fotografie urbane e paesaggistiche (le tipologie di fotografia dove si adatta meglio) e non ci ha deluso. L’autofocus preciso, le ghiere dedicate ai parametri di scatto e la portabilità della X100F la rendono un’ottima fotocamera da strada.

L’aspetto è sicuramente uno dei punti forte di questa Fuji, nonostante sia arrivata alla sua quarta versione non ha subito grandi variazioni negli anni. Questo fa capire che gli utenti apprezzano il design da fotocamera analogica che nasconde tanta tecnologia. Inoltre la X100F integra molte caratteristiche derivanti dalle mirrorless professionali della casa giapponese. Il sensore, così come il joystick posteriore, è lo stesso della X-T2, mentre il mirino ibrido è stato ripreso dalla X-Pro2. Fujifilm ha sviluppato questa fotocamera compatta per una fetta di mercato ben delineata, ha plasmato questa macchina pensando agli utenti che non hanno bisogno di esigenze prettamente professionali. L’obiettivo fisso o l’assenza di accessori come i battery pack fanno capire che la Fujifilm X100F è una fotocamera pensata per la strada e i viaggi. Le prestazioni generali della Fujifilm X100F ci hanno colpito fin da subito. I colori sono saturi al punto giusto e la definizione delle immagini è meravigliosa. Inoltre la X100F riesce a trasmettere delle sensazioni che difficilmente si provano con altri modelli. Una volta presa confidenza con le ghiere, i menù e i tasti, utilizzare questa Fuji diventa un vero e proprio piacere.

Come abbiamo scritto nella nostra recensione di Fujifilm X100F non abbiamo apprezzato soltanto la qualità fotografica e il design di questa compatta, ma tutta la strategia di marketing dell’azienda. Fujifilm ha un catalogo ben definito che copre tutte le tipologie di fotocamere. Non esiste una Fuji migliore di un’altra, ma una Fuji perfetta per ogni fotografo e utilizzo. La X100F è quasi priva di difetti, per questo l’abbiamo valutata con un 9 su 10. Le uniche insufficienze che abbiamo riscontrato riguardano alcune limitazioni del reparto video (la risoluzione massima dei video è Full HD e si possono registrare filmati di massimo 15 minuti), la mancanza di stabilizzazione ottica e il display che non è dotato di touchscreen e non è orientabile. Anche se il prezzo è abbastanza elevato la Fujifilm X100F vale ogni centesimo speso, per le caratteristiche che offre e le sensazioni che trasmette si potrebbe quasi definire “economica”.

Fujifilm X100F opinioni

Anche altri siti specializzati la reputano quasi perfetta e i loro giustizi sono in sintonia con le nostre opinioni. Saggiamente.com l’ha premiata con un punteggio di 4,5 su 5 ma ci tiene a sottolineare che «Il punteggio pieno si assegna solo alla oggettiva perfezione ed è questo è il motivo delle 4 stelle e mezza, ma fossi in voi lo leggerei più come un 4,99.». Oltre alla qualità fotografica è stato apprezzato soprattutto l’aspetto da fotocamera analogica a telemetro. Questo aspetto facilita l’utilizzo della X100F in strada, in quanto aiuta a non incutere ansia nelle persone quando si sta fotografando. Gli unici difetti riscontrati da Saggiamente riguardano un buffer poco capiente, un’autonomia limitata e qualche piccola incertezza del bilanciamento del bianco. Fotocamerapro.it invece la definisce come «una delle migliori della categoria» vista la qualità delle immagini pari a una SRL e la praticità che offre. Si trovano in sintonia con le nostre opinioni per quanto riguarda i miglioramenti che Fujifilm è riuscita ad integrare all’interno di questa piccola camera. Sintonia che si rispecchia anche per quanto riguarda i contro della X100F: il reparto video è limitato e manca la stabilizzazione ottica. Infine fotografidigitali.it evidenzia che non si tratta di una fotocamera per tutti. La limitazione della lente fissa la rende perfetta per reportage e street photography ma non consente di utilizzare questa macchina fotografica per generi in cui si ha il bisogno di distanze focali tele. Quest’ultimo sito fa anche una giusta osservazione sul prezzo e i modelli degli altri brand. Sebbene il prezzo di partenza della Fujifilm X100F non sia molto contenuto, bisogna valutarlo in funzione delle fotocamere compatte che offrono gli altri produttori, e non sono molte.

Fujifilm X100F vs Leica Q TYP 116

Una delle dirette concorrenti della Fujifilm X100F è la Leica Q TYP 116; tra le due fotocamere ci sono molte differenze ma entrambe sono considerate tra le migliori fotocamere compatte per la street photography. La prima differenza sta nel sensore: la Fuji monta un sensore APS-C mentre la Leica integra un sensore pieno formato. Questo vuol dire che per quanto riguarda la qualità fotografica la fotocamera tedesca sia migliore ma allo stesso tempo presenta un corpo più ingombrante e più pesante (la Fuji pesa 469g contro i 640g della Leica). La seconda differenza sta nella lente, la X100F è dotata di un obiettivo 35mm equivalente f/2 che può contare su un teleconverter digitale e lenti aggiuntive che permettono di cambiare focale; la Leica è invece dotata di un obiettivo 28mm f/1.7, quindi si ha una focale più ampia che per alcuni fotografi di strada può risultare troppo grandangolare. Altra differenza riguarda il mirino, Fujifilm monta un mirino ibrido (sia elettronico che ottico) al contrario della Q TYP 116 che monta un mirino soltanto elettronico. La Leica Q è sicuramente superiore alla Fuji per quanto riguarda la raffica di scatti (10fps per la Leica e 8fps per la Fuji). Si tratta comunque di piccolezze a cui i fotografi di strada non danno molta importanza solitamente. Infine troviamo la differenza più importante, il prezzo. La Fujifilm X100F ha subito un lieve ribasso rispetto a quando è stata annunciata; sui vari store è possibile acquistarla ad un prezzo che si aggira intorno ai 1200€. Leica Q TYP 116, come tutti i dispositivi dell’azienda, ha un prezzo altissimo, oltre i 4000€. Questo vuol dire che costa più del doppio della X100F, ma non offre il doppio delle prestazioni.

Fujifilm X100F vs Sony DSC-RX1RII

Un’altra diretta concorrente della Fujifilm X100F è la Sony DSC-RX1RII. Questa fotocamera compatta monta un sensore full frame da ben 42 megapixel (contro i 24 della X100F), una lente con focale e luminosità uguali alla Fujifilm e un mirino soltanto elettronico. Avendo un sensore più grande è leggermente più pensate della piccola Fuji (507g) e non è dotata di teleconverter digitale o lenti aggiuntive per variare la distanza focale. La gamma ISO riesce a spingersi oltre il tetto massimo della Fuji (12800) arrivando a toccare i 25600 ISO. Oltre a queste caratteristiche la RX1RII è dotata di 25 punti di messa a fuoco contro i 325 della X100F, ha un’autonomia più limitata, scatta raffiche di 5 fps (3 fps più lenta della Fujifilm) e non è dotata di filtro ND digitale. Come nel confronto con la Leica anche qui abbiamo una differenza di prezzo non indifferente. La Sony DSC-RX1RII ha un prezzo che si aggira attorno ai 3200€ e offre “soltanto” delle prestazioni fotografiche migliori rispetto alla Fujifilm X100F.

24 maggio 2018
Svelati prezzo e disponibilità di Fujifilm X100F

Fujifilm X100F prezzo e uscita in Italia

Fuji ha rispettato quanto comunicato in fase di annuncio riguardo a prezzo uscita di Fujifilm X100F. La nuova fotocamera compatta professionale sarà disponibile in Italia da metà febbraio 2017 in colorazione nera e silver ad un prezzo di lancio pari a 1429,99€. Un prezzo del tutto giustificato visto il prodotto di cui stiamo parlando, è una compatta dedicata ai fotografi professionisti che praticano street photography. La X100F si può considerare un best buy per la categoria di fotocamere compatte professionali, gli attuali competitor come Leica e Sony offrono compatte con caratteristiche al di sopra della Fuji ma ad un prezzo molto più alto. Ci aspettiamo un calo di prezzo nei prossimi mesi anche se, vista la posizione di mercato in cui si colloca questa Fujifilm X100F, non si tratterà di ribassi molto corposi.

Fujifilm X100F
Prezzo: € 1227.9
29 maggio 2018
Fujifilm X100F: ecco la quarta generazione della compatta premium d'eccellenza

Fujifilm X100F caratteristiche: tutto quello che c’è da sapere

Dopo gli ultimi rumors emersi il produttore giapponese ha finalmente presentato la tanto attesa Fujifilm X100F, la fotocamera con prestazioni da top di gamma che sta tranquillamente in tasca.

Partiamo subito con il dire che la maggior parte dei rumors sono stati confermati. Il sensore montato sulla Fujifilm X100F è un X-Trans CMOS III APS-C da 24,3 megapixel senza filtro passo-basso, lo stesso incluso sulle mirrorless professionali. Grazie a questo sensore la X100F assicura una qualità fotografica straordinaria, merito anche del processore X-Processor Pro. L’accoppiata vincente di Fujifilm (sensore e processore) permette una raffica di 8 foto al secondo, una sensibilità ISO espandibile che va da 100 a 51200 (con una tenuta del rumore digitale sorprendente), la possibilità di scattare ben 25 file RAW in una singola raffica oppure scattare foto fino all’esaurimento della memoria in formato JPEG. Un’altra caratteristica degna di nota è l’otturatore della X100F. È possibile utilizzarlo sia in modalità meccanica, con tempi che arrivano a 1/4000 di secondo, sia in modalità elettronica che, oltre ad assicurare una sorprendente silenziosità, può arrivare alla velocità di 1/32000 di secondo. Fujifilm X100F è anche dotata di simulazione pellicole, un’interessante funzione che permette di replicare quindici delle più famose pellicole prodotte da Fuji. Grazie a questa funzione è possibile ottenere diversi effetti che agiscono su contrasto e colori direttamente in macchina, senza il bisogno di post-produzione. Sulla X100F è anche presente un filtro ND digitale grazie al quale è possibile utilizzare tempi di posa lenti anche in pieno giorno. Infine la X100F è dotata di WiFi per la connessione con dispositivi mobili che permette il trasferimento dei file e il controllo da remoto della fotocamera.

Autofocus

Per quanto riguarda l’autofocus il produttore giapponese ha ascoltato le critiche degli utenti. La X100T era infatti dotata di un autofocus impreciso e poco performante. La nuova Fujifilm X100F monta un autofocus tutto nuovo; l’algoritmo è stato rivisto in modo da avere una messa a fuoco più accurata anche in condizioni di basso contrasto. Ora l’autofocus è in grado di agganciare il soggetto in soli 0.08 secondi e mette a disposizione dell’utente ben 91 punti (espandibili a 325) contro i 49 del modello precedente. Le modalità AF che offre la X100F sono due: AF-S per soggetti fermi e AF-C per soggetti in movimento. È possibile decidere di utilizzare un singolo punto AF, per una messa a fuoco più precisa, una zona di AF, per focalizzare la messa a fuoco in una determinata zona del fotogramma, oppure la modalità AF tracking per utilizzare tutti i punti AF in automatico.

Design

Come ci aspettavamo, la Fujifilm X100F non ha subito stravolgimenti dal punto di vista estetico. La scocca è praticamente identica a quella della X100T, ha un aspetto retrò ed è costruita in alluminio e finta pelle. Fuji ha però aggiunto dei comandi che rendono l’esperienza molto più intuitiva e pratica. Sulla parte frontale è stata aggiunta una ghiera (che può essere personalizzata), la ghiera della compensazione dell’esposizione ora presenta la posizione “C” che permette di regolare la compensazione da +5 a -5, la ghiera dei tempi di esposizione ora integra anche la regolazione degli ISO come sulle fotocamere analogiche e sul retro è stato aggiunto un joystick che permette di muoversi nei menù e di cambiare in modo veloce il punto di messa a fuoco.

Mirino e display

Il mirino della serie X100 è una delle caratteristiche che contraddistingue questa compatta da tutte le concorrenti. Sulla Fujifilm X100F il produttore ha deciso di mantenere un mirino ibrido in grado di dare svariate possibilità di visualizzazione al fotografo. Oltre ad essere personalizzabile dal punto di vista grafico, il mirino può essere utilizzato in tre diverse modalità. In modalità ottica (OVF) il mirino mostra le informazioni di scatto e permette di inquadrare la scena direttamente dal mirino posto all’angolo della fotocamera, questo restituisce un’esperienza da fotocamera analogica con i derivati problemi di parallasse. Quest’ultimi vengono risolti in modo elettronico dalla X100F mostrando un secondo riquadro all’interno dell’OVF che permette di comporre fotografie sempre precise. La seconda modalità è quella elettronica (EVF), questa permette di visualizzare esattamente quello che si sta inquadrando attraverso l’obiettivo con una copertura del 100% e un’anteprima dell’esposizione in tempo reale. L’ultima modalità è il telemetro elettronico (ERF), si tratta della principale novità per quanto riguarda il mirino. Utilizzando il telemetro elettronico si ha una visualizzazione sia ottica che elettronica, in pratica nell’angolo in basso a destra dell’OVF comparirà un piccolo riquadro in cui è possibile visualizzare un’area di messa a fuoco con ingrandimento di 2,5x o 6x e un’anteprima dell’esposizione. Per passare in modo immediato da una modalità all’altra è presente una piccola leva nella parte anteriore della fotocamera, già vista sulle precedenti versioni. È ovviamente presente anche un monitor LCD TFT da 3″ con 1.040.000 punti definizione che consente di visionare foto e video con un’ottima risoluzione, oltre a funzionare da Live View.

Video

Per quanto concerne il reparto video, come già anticipato dai rumors, la nuova Fuji è in grado di registrare filmati in Full HD 1080p a 60fps con tracciamento dell’autofocus migliorato rispetto ai modelli precedenti. Durante la registrazione dei filmati è ora possibile gestire la fotocamera in modalità completamente manuale, questo vuol dire che l’utente può regolare manualmente l’apertura del diaframma, la velocità dell’otturatore e la compensazione dell’esposizione. Infine è possibile applicare anche ai video le simulazione pellicole di cui abbiamo parlato sopra in modo da ottenere video più creativi.

 

L’uscita di Fujifilm X100F è prevista per metà febbraio 2017 ad un prezzo che dovrebbe partire da 1429,99€.

Fujifilm X100F obiettivi

L’obiettivo montato sulla Fujifilm X100F è un FUJINON 23mm f/2 che, vista la grandezza del sensore, equivale ad un 35mm su full frame. Si tratta della focale più amata dai fotografi urbani vista la sua ampiezza e l’immersività che restituisce. L’apertura del diaframma va da un massimo di f/2 ad un minimo di f/16, perfetta per ogni tipo di illuminazione. Essendo una fotocamera compatta non è possibile cambiare l’obiettivo, Fujifilm ha quindi pensato due metodi per ovviare a questo “problema”. Il primo è il teleconverter digitale; si tratta di una soluzione software che permette di simulare 3 focali diverse: 35mm, 50mm e 70mm. Trattandosi di un crop digitale si dovrebbe perdere un po’ di risoluzione, ma in alcuni casi può essere un buon compromesso. Il secondo metodo invece non va ad intaccare sulla qualità delle immagini in quanto si tratta di due lenti aggiuntive che si avvitano sull’obiettivo della piccola X100F. Le lenti in questione sono la WCL-X100 e la TCL-X100.

La WCL-X100 è la lente aggiuntiva che permetterà di avere un angolo di visione più ampio, 28mm equivalenti, utile se si vogliono scattare fotografie panoramiche o anche urbane. Sarà venduto ad un prezzo iniziale che dovrebbe aggirarsi intorno ai 329,99€.

La TCL-X100 invece modificherà la distanza focale della X100F portandola a 50mm equivalenti, una focale perfetta per molti tipi di fotografia. Questa lente avrà un prezzo consigliato al pubblico di circa 249,99€.

I prezzi di queste lenti aggiuntive non sono molto contenuti ma dovrebbero assicurare il massimo della qualità e della nitidezza quando vengono utilizzate. Sono disponibili all’acquisto su Amazon cliccando qui per la WCL-X100 e qui per la TCL-X100.

Fujifilm X100F anteprima

Già dalle prime notizie ufficiose sapevamo che questa nuova compatta di Fujifilm sarebbe stata un’ottima fotocamera. Grazie a Fujifilm Italia, abbiamo avuto la possibilità di essere presenti in Inghilterra in occasione del test in anteprima della nuova Fujifilm X100F e abbiamo potuto testare con mano le sue qualità.

Partendo dall’aspetto non abbiamo avuto molte sorprese; è praticamente identico a quello della X100T con l’aggiunta di qualche piccola caratteristica che la rende più pratica. Il nuovo joystick posizionato nella parte posteriore risulta davvero comodo quando si vuole cambiare il punto di messa a fuoco o ci si muove nei vari menù, mentre la ghiera anteriore personalizzabile permette di variare le impostazioni di scatto in modo intuitivo e immediato. Risulta scomoda la ghiera per cambiare i valori ISO invece, che ora è integrata nella ghiera dei tempi e si è rivelata un po’ macchinosa. Per il resto la Fujifilm X100F ci ha soddisfatto per quanto riguarda ergonomia, manualità e portabilità.

Dal punto di vista delle prestazioni Fujifilm X100F non delude, la qualità fotografica che restituisce è a livello delle mirrorless top di gamma. Abbiamo provato la X100F in una sessione di fotografia ritrattistica e d’interno che non sono esattamente le tipologia di fotografie a cui è dedicata, ma nonostante questo si è comportata egregiamente. Il teleconverter integrato ci ha permesso di ottenere degli ottimi ritratti, grazie anche alla presenza della slitta hot shoe su cui abbiamo montato un trigger radio per comandare un flash esterno. Infine ci è piaciuto molto il mirino ibrido (ha una qualità ottima e un aggiornamento di frame molto elevato) e l’autofocus (che integra 325 punti AF ed è molto preciso e veloce).

Non vediamo l’ora di provare in maniera più approfondita questa Fujifilm X100F in una recensione completa. Intanto potete trovare una galleria di scatti di prova realizzati con questa Fuji qui sotto.

Scatti di prova

24 maggio 2018
Fujifilm X100F rumors su caratteristiche e prezzo

Fujifilm X100F rumors: le nostre aspettative

La serie X100 di Fujifilm ha sempre riscontrato molto successo, soprattutto nel mondo della street photography. I modelli di questa serie sono sempre stati considerati un must have dai fotografi urbani; la loro compattezza, la qualità costruttiva e la qualità dei file che restituiscono le hanno rese delle perfette fotocamere da avere sempre in tasca. Secondo alcune fonti, la già ottima X100T sarà presto sostituita. Il nome della nuova compatta sarà, con molta probabilità, Fujifilm X100F. 

Le caratteristiche di Fujifilm X100F sono molto interessanti. Il sensore è un X-Trans CMOS III da 24.3 megapixel (quindi ben al di sopra dei 16 megapixel dell’attuale X100T) il quale assicurerà una grande qualità fotografica e una buona dinamicità. Al sensore sarà affiancato un processore X-Processor Pro in grado di assicurare raffiche di 8fps e una sensibilità ISO che può arrivare a 51200. Per quanto riguarda il reparto video, che solitamente viene messo in secondo piano su questo tipo di fotocamere, la X100F sarà in grado di registrare video in Full HD a 60fps, giusto il necessario per video fuori programma.

L’autofocus, che sul modello attuale non è molto performante, sarà migliorato ed integrerà 325 punti AF. Ci aspettiamo un autofocus in linea con le altre caratteristiche, preciso e soprattutto veloce. Dal punto del design non si hanno ancora informazioni certe, quello che sappiamo è che non ci saranno stravolgimenti per quando riguarda le forme della Fujifilm X100F. Sicuramente monterà uno schermo LCD ad alta risoluzione, mentre il mirino ibrido EVF da 2.36 milioni di punti dovrebbe restare invariato. Nelle prime specifiche viene segnalato anche un teleconverter digitale, questo fa intendere che la Fujifilm X100F sarà dotata di un obiettivo fisso ma, al contrario della X100T, sarà in grado di cambiare focale in modo digitale.

Come su gli attuali modelli della casa giapponese, anche Fujifilm X100F sarà dotata della simulazione pellicole. Si tratta di una caratteristica software che permette di simulare varie pellicole analogiche direttamente in macchina e che può risultare utile per ottenere effetti creativi. Per il momento queste sono le uniche informazioni che abbiamo riguardo questa nuova fotocamera compatta. Vista la scheda tecnica di Fujifilm X100F siamo sicuri che si tratterà di una macchina fotografica con prestazioni sicuramente al top, una compatta dall’aspetto vintage che sta comodamente in tasca.

24 maggio 2018