Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Fotocamere compatte con mirino: la selezione delle migliori

Fotocamere compatte con mirino: la selezione delle migliori

di Carlo Carlino
Specialist Fotocamere compatte
aggiornato il 22 agosto 2019
6441 utenti hanno trovato utile questa guida
6441 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Fotocamere compatte con mirino è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Agosto 2019.

Solitamente le fotocamere compatte vengono viste dagli utenti meno esperti come delle macchine fotografiche economiche che non riescono ad offrire buone prestazioni. Tutto questo è però sbagliato, in quanto esistono modelli che possono competere tranquillamente anche con mirrorless e reflex. Le fotocamere compatte con mirino sono un’evidente dimostrazione che le aziende puntano anche agli utenti che cercano prestazioni e caratteristiche tecniche professionali. In questa guida scopriremo quali sono i modelli migliori di questa categoria, consigliandovi prodotti per tutte le esigenze e tasche.

Fotocamere compatte con mirino: quale comprare

Prima di iniziare la scelta tra i modelli delle migliori fotocamere compatte con mirino è opportuno avere qualche conoscenza in merito al funzionamento del mirino. Guardando nel dettaglio le fotocamere compatte con mirino troviamo sostanzialmente solo 2 tipologie di viewfinder: quello elettronico e quello ottico. Questo perché il mirino a specchio è una prerogativa delle fotocamere reflex che dispongono di un sistema chiamato pentaprisma che garantisce ottimi risultati ed evita molti problemi, ma ha un ingombro non certo ideale per una compatta.

Mirino

La prima valutazione va quindi fatta sul mirino, ovviamente. Avere a disposizione un mirino permette di inquadrare in modo più preciso la scena, senza avere distrazioni e inoltre è molto utile nelle situazioni di forte luce, come ad esempio una giornata di pieno sole, quando il display può essere difficoltoso da vedere se non abbastanza luminoso. Ormai anche le fotocamere compatte meno costose montano i mirini, anche se ovviamente hanno una qualità o delle dimensioni minori rispetto alla fascia alta. La maggior parte delle fotocamere compatte con mirino montano un viewfinder elettronico, cioè un piccolo schermo che riproduce tutte le informazioni e le immagini che solitamente si visualizzano sul display principale. La comodità di questa tipologia di mirino è che permette di avere un’anteprima dell’immagine in tempo reale, quindi prima di scattare si avranno informazioni riguardo all’esposizione, al bilanciamento del bianco e molto altro. Esistono anche fotocamere compatte con mirino ottico, anche se sono molto rare. Questa tipologia di viewfinder assomiglia molto a quella utilizzata sulle reflex, ma non funziona tramite un sistema di pentaspecchio. Utilizzando questi mirini si avrà appunto un’esperienza simile a quella di una reflex, quindi niente anteprima sull’esposizione, sul bilanciamento del bianco e sulla profondità di campo.

Sensore

Il secondo parametro da considerare è il sensore, il cuore di ogni macchina fotografica. È proprio grazie a questo elemento che è possibile scattare foto di qualità o video in alta risoluzione. La particolarità importante da considerare per questa caratteristica è la grandezza del sensore, in quanto una superficie più grande solitamente offre prestazioni migliori. Per quanto riguarda le compatte con mirino si parte dai sensori da 1/2,3″ e si arriva fino al full frame, cioè il formato più grande che è possibile trovare su questa tipologia di macchine fotografiche. I sensori da 1″ sono quelli che più di tutti si fanno strada per quanto riguarda le fotocamere compatte con mirino. Un buon sensore deve restituire bei colori, una buona gamma dinamica e deve offrire buone prestazioni quando si utilizzano alti valori ISO. Per chi non lo sapesse, gli ISO sono la sensibilità alla luce del sensore e hanno dei valori minimi e massimi che possono variare in base al modello di fotocamera. Utilizzando valori molto alti si incorre nel rumore digitale, cioè una grana che se troppo “fitta” può compromettere la qualità generale delle immagini facendo perdere nitidezza e dettaglio.

Obiettivo

La terza caratteristica da tenere in considerazione è invece l’obiettivo. In questo caso bisogna considerare sia il diaframma che lo zoom, in quanto non sarà possibile cambiarli in futuro (come per tutte le compatte). Il diaframma è composto da delle lamelle e per indicare l’apertura massima che riesce a raggiungere si utilizza la lettera “f” seguita da alcuni valori (es. f/1.8-2.8 oppure f/2). Nel caso in cui l’obiettivo è zoom si avranno due valori: il primo per l’apertura massima del diaframma quando si utilizza il grandangolo, mentre il secondo per quando si utilizza la focale massima. Nel caso invece degli obiettivi fissi sprovvisti di zoom si avrà un solo valore corrispondente all’apertura massima del diaframma. Un diaframma molto aperto consente anche di ricreare il famoso “effetto bokeh“, cioè lo sfondo sfocato che si utilizza spesso quando si scattano foto ritrattistiche. Per quanto riguarda lo zoom, invece, bisogna considerare bene l’utilizzo che si andrà a fare della fotocamera, perché se volete dedicarvi a generi fotografici come ritratti, street photography o paesaggi potete puntare su obiettivi tuttofare non molto estesi. Se invece amate viaggiare e volete scattare anche foto a soggetti lontani dovete orientarvi sulle superzoom. Tenete in considerazione che solitamente le lenti con meno estensione godono di un diaframma più ampio su tutte le focali, mentre quelli molto spinti spesso sono meno luminosi quando si utilizzano focali lunghe.

Connessioni

L’ultimo criterio da valutare è la presenza di connessioni, come ad esempio WiFiBluetoothNFC. Grazie a queste interfacce è possibile far comunicare la fotocamera con un dispositivo mobile come uno smartphone o un tablet, in modo da trasferire velocemente le proprie foto e i propri video e per comandare la fotocamera da remoto. Quest’ultima caratteristica è molto utile nel caso in cui si posiziona la fotocamera su un cavalletto per scattare foto paesaggistiche e si vuole evitare di toccare il corpo per non incappare nel micromosso, oppure per scattare una foto di gruppo invece di utilizzare l’autoscatto.

All’interno di questa guida troverete solo i modelli che secondo noi vale la pena acquistare inseriti in ordine di prezzo crescente.

Fotocamere compatte con mirino: la nostra selezione

Sony DSC-HX99

La fotocamera che apre questa guida è la Sony DSC-HX99, una compatta dal prezzo contenuto che presenta un ottimo mirino elettronico. Si tratta di una delle fotocamere compatte con mirino più economiche attualmente sul mercato ed è uno degli ultimi modelli presentati dall’azienda. Si caratterizza per il suo sensore Exmor R da 18.2 megapixel affiancato da un processore d’immagine BIONZ X. Questi componenti permettono di scattare ottime foto e di registrare video in Ultra HD 4K a 30fps. L’obiettivo è dotato di uno zoom ottico 28x che copre una distanza focale equivalente pari a 24-720mm e presenta un’apertura massima del diaframma di f/3.5-6.4. Il display, inoltre, è touch screen e ribaltabile di 180° per scattare selfie o registrare vlog. Il mirino della HX99, come la sorella maggiore RX100, è nascosto nella parte superiore sinistra del corpo e salta fuori alla pressione di un tasto dedicato. Si tratta di un mirino OLED Tru-Finder da 638.400 pixel con copertura del campo di circa il 100%. Infine non mancano WiFI, Bluetooth, NFC, stabilizzatore d’immagine SteadyShot e un ottimo autofocus in grado di riconoscere occhi e viso.

La Sony DSC-HX99 è la miglior fotocamera compatta con mirino che è possibile acquistare su questa fascia di prezzo, è perfetta per chi si vuole avvicinare alla fotografia.

Puoi acquistare Sony DSC-HX99 su Amazon o se preferisci su eBay

Panasonic Lumix DC-TZ200

Panasonic Lumix DC-TZ200 è una fotocamera compatta della linea Travel Zoom pensata proprio per chi si trova a viaggiare spesso e cerca una fotocamera facile da portare. Su questo modello troviamo un sensore MOS da 1” con 20 megapixel in grado di garantire un’ottima qualità degli scatti. L’obiettivo incorporato è un’ottica Leica f/3.3-6.4 in grado di offrire uno zoom ottico 15x che equivale ad una distanza focale pari a 24-360mm. Passiamo invece al viewfinder che è l’elemento principale di questa guida sulle migliori fotocamere compatte con mirino: su questo modello troviamo un LVF da 0,21 pollici con 2.330.000 pixel, si tratta di un mirino elettronico abbastanza buono.

La copertura del campo visivo è di circa il 100% e l’ingrandimento di circa 0,45x equivalenti di una fotocamera da 35 mm. Questo vuol dire che l’immagine apparirà a circa la metà della grandezza reale all’interno del vostro mirino. Infine troviamo le funzioni esclusive di Panasonic come la modalità 4K Photo che permette di estrapolare una foto in 4K da un video e la modalità Post Focus che permette di selezionare il punto di messa a fuoco dopo lo scatto. La qualità video è ottima: la TZ200 registra filmati in 4K a 30 fps, anche se manca la tecnologia DFD (Depth From Defocus) per video di qualità ancora più elevata. Non manca il chip WiFi integrato e un display touch da 3″ con 1.240.000 punti.

Per tutte queste sue caratteristiche questo modello è secondo noi una delle migliori fotocamere compatte con mirino per qualità prezzo, che integra alcune caratteristiche da PRO e la maggior parte delle funzioni Panasonic, ad un costo comunque accessibile.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-TZ200 su Amazon o se preferisci su eBay

Sony RX100 Mark V

Sony RX100 Mark V non ha certo bisogno di molte presentazioni, quinta edizione della famosa serie RX100 è una delle migliori fotocamere compatte con mirino che si possono trovare attualmente sul mercato. Basta vederla per rendersi conto della sua estrema compattezza, sembra quasi impossibile pensare che una fotocamera del genere possa offrire caratteristiche eccezionali e disporre anche di un mirino integrato. Al suo interno è presente un sensore CMOS Exmor R da 1″ con 20,1 megapixel affiancato dal processore d’immagine BINONZ X, uno dei migliori processori Sony. L’autofocus di questa fotocamera è impressionante: può contare su ben 315 punti con una risposta di 0,5 secondi. Inoltre è possibile effettuare delle raffiche di scatto continue fino a 24 fps, vale a dire 24 foto scattate in un secondo, numeri che difficilmente si trovano su una compatta. Potrete anche scegliere di disattivare il suono dell’otturatore e scattare in modalità silenziosa, fattore molto utile sopratutto per la street photography.

Il mirino presente su Sony RX100 V è un fantastico XGA OLED True-Finder ultra rapido retrattile da 2.359.296 punti con rivestimento antiriflesso ZEISS T e che permette una copertura del 100% con un ingrandimento pari a circa 0,59x equivalenti. Come potete notare si tratta di un mirino nettamente superiore rispetto a quello visto sulla Panasonic di prima; la tecnologia OLED permette un contrasto elevato che risulta fondamentale per una qualità maggiore dell’EVF. Anche qui è presente il chip WiFi e troviamo in più la tecnologia NFC per trasferimenti rapidi e controllo remoto. La qualità video è straordinaria: con Sony RX100 V non solo è possible registrare video in 4K 2160p Ultra HD ma anche filmati in slow motion 10X a 250 fps, per rallentare in maniera impressionante e professionale movimenti di ogni tipo. Insomma, se il portafoglio ve lo permette Sony RX100 V è una delle migliori fotocamere compatte con mirino elettronico che è possibile acquistare.

Sony RX100 Mark V è sicuramente una delle migliori fotocamere compatte con mirino in assoluto, integra caratteristiche da vera PRO in un corpo portatile e compatto. Abbiamo avuto modo di provare questa compatta PRO, se volete sapere cosa ne pensiamo vi rimandiamo alla nostra recensione di Sony RX100 Mark V.

Puoi acquistare Sony RX100 Mark V su Amazon o se preferisci su eBay

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Panasonic Lumix DC-LX100 II

Panasonic Lumix DC-LX100 II è la seconda versione della compatta dall’aspetto vintage. A differenza del modello precedente, monta un sensore da 4/3″ grazie al quale è possibile scattare foto fino a 17 megapixel e registrare video in 4K a 30fps. L’aspetto è identico al modello precedente, quindi sono ancora presenti le ghiere dedicate ai tempi di scatto e al diaframma e il selettore per cambiare il formato dell’immagine. Grande cambiamento per quanto riguarda il display LCD, ora finalmente touch screen per una navigazione più intuitiva e per una messa a fuoco più semplice. L’obiettivo Leica DC Vario permette di acquisire immagini di ottima qualità, anche in situazioni di poca luce. Il diaframma ha un’apertura massima di f/1.7-2.8, mentre la distanza focale equivalente è di 24-75mm. Grazie a questa lente è possibile dedicarsi a praticamente tutti i generi fotografici, dai paesaggi ai ritratti. Il mirino della LX-100 II è un LVF con 2.760.000 pixel che copre il 100% del campo visivo ed è grande 0,38″. Infine non mancano WiFi, modalità 4K Photo, Post Focus e la stabilizzazione dell’immagine O.I.S.

Panasonic Lumix DC-LX100 II è la fotocamera compatta con mirino perfetta per chi ama l’aspetto vintage e cerca una camera dalle ottime prestazioni.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-LX100 II su Amazon o se preferisci su eBay

Canon PowerShot G1 X Mark III

L’ultima Canon presente in questa guida alle migliori fotocamere compatte con mirino è la Canon PoweShot G1 X Mark III. Si tratta di una camera professionale che ha un aspetto molto simile ad una reflex e integra un ottimo sensore.

Canon PoweShot G1 X Mark III dispone di un sensore CMOS APS-C da 24,2MP affiancato ad un processore d’immagine DIGIC 7 (lo stesso montato sulle reflex). Questa accoppiata permette di scattare fino a 7 foto al secondo, una gamma ISO estendibile fino a 25.600 e registrazione di filmati in 1080p a 60fps. L’autofocus è il Dual Pixel AF con 49 punti di messa a fuoco capace di agganciare i soggetti in modo veloce. Il display posteriore è orientabile e touchscreen da 3″, mentre il mirino EVF OLED è dotato di 2.360.000 punti definizione. Infine non mancano WiFi, NFC e Bluetooth per la connessione con smartphone e tablet e un intervallomentro per la realizzazione di fantastici time lapse.

Canon PowerShot G1 X Mark III è una fotocamera compatta professionale dotata di un ottimo mirino. L’aspetto e le caratteristiche sono i suoi punti forti. È un dispositivo consigliato per i professionisti che desiderano una fotocamera da portare sempre in tasca.

Puoi acquistare Canon PowerShot G1 X Mark III su Amazon o se preferisci su eBay

Fujifilm X100F

Con Fujifilm X100F ci troviamo davanti ad uno dei modelli più belli e affascinanti tra le fotocamere compatte con mirino, non solo per il suo design ma anche per l’ottima costruzione e la cura dei dettagli che fa di questo prodotto un vero gioiellino fotografico. Essa infatti permette di mantenere gli stessi vantaggi che abbiamo visto sulla versione T come la qualità superiore dell’ottica fissa, i comandi unici di Fujifilm come la ghiera per i tempi e gli ISO e la possibilità di cambiare il diaframma direttamente dall’obiettivo. Insomma tutte caratteristiche che rendono l’esperienza di scatto, sopratutto per chi scatta in manuale, totalmente diversa da quella offerta da altri brand. Su questo modello troviamo un sensore sensazionale: X-Trans CMOS III da 24,3 megapixel lo stesso presente sull’ammiraglia mirrorless Fujifilm X-T2, un sensore APS-C molto più grande di quelli da 1 pollice presente sulle fotocamere compatte con mirino elettronico viste prima. Anche il processore è molto valido: un X-Processor Pro, anch’esso preso in prestito dalle migliori mirrorless Fuji.

Grazie a questa scelta Fujifilm X100F genera immagini qualitativamente ottime e jpeg fantastici a cui Fujifilm ci sta abituando, è inoltre possibile scattare raffiche fino a 8fps fino a 25 file RAW in una singola sessione di scatto multiplo. Il sistema di autofocus arriva fino a ben 325 punti con funzioni di adattamento dei punti croce ed è inoltre possibile tramite la modalità “thumb focus“ mettere a fuoco semplicemente toccando il display. Anche qui troviamo un mirino ibrido EVF con 2 modalità di visione che possono essere cambiate tramite la leva: mirino ottico galileiano con correzione dell’errore di parallasse e mirino elettronico da 2.36 milioni di punti. L’obiettivo è invece un 24 mm che con il fattore di crop arriva ad essere un 35mm f2. È comunque possibile tramite il teleconverter integrato simulare ben 3 tipi di ottiche: 23mm, 50mm e 70mm e coprire così diverse distanze focali. Se invece volete avere la possibilità di cambiare la distanza focale tramite delle lenti, potete contare sugli aggiuntivi ottici appositi per Fujifilm X100F ed ottenere così immagini qualitativamente straordinarie.

Fujifilm X100F è unica tra le fotocamere compatte con mirino e permette di beneficiare dell’esperienza avvolgente della serie X di Fujifilm data dall’alta cura del design, ottimi jpeg e la possibilità di personalizzazione tramite aggiuntivi ottici. È possibile acquistare anche i due aggiuntivi ottici rispettivamente Fujifilm TCL-X100B II che trasforma la lunghezza focale in un 50mm equivalenti; e Fujifilm WCL-X100B II che trasforma la lunghezza focale in un 28mm equivalenti. Se volete approfondire vi rimandiamo alla nostra recensione di Fujifilm X100F.

Puoi acquistare Fujifilm X100F su eBay.

Fujifilm X100F
Prezzo: € 1227.9

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

6441 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Carlo Carlino tramite i commenti.