Fotocamere bridge Nikon: tutti i modelli più interessante
Il Black Friday 2021 è iniziato! Sulla nostra pagina Migliori offerte Black Friday 2021 puoi trovare decine di guide dedicate ad ogni tipologia di prodotto. Scopri tutti gli sconti più interessanti assicurandoti di avere un abbonamento Amazon Prime attivo per accedere alle offerte in anticipo!

N.B. Questo contenuto, come tutti gli altri, è sempre il risultato del nostro lavoro costante. Per maggiori dettagli su come realizziamo i nostri contenuti ti invitiamo alla pagina Come lavoriamo.

 

Nikon è tra i brand che hanno puntato di più nel settore bridge, introducendo diverse innovazioni, e spingendo le caratteristiche tecniche sempre ad un livello superiore. Il produttore giapponese ha ormai un ampio catalogo di modelli, adatti a tutti i tipi di utenti e per tutte le tasche. Ma come scegliere il prodotto giusto per le proprie esigenze? Per rispondere a questa domanda abbiamo deciso di fare questa guida alle migliori fotocamere bridge Nikon, in modo da scoprire quali sono i modelli del brand e su quali prodotti vale la pena puntare.

Fotocamere bridge Nikon: quale comprare

Le fotocamere bridge sono state pensate per fare da ponte tra la categoria delle compatte e le reflex, e per questo motivo includono alcune caratteristiche tipiche delle altre categorie di macchine fotografiche. Ad esempio, condividono design, ergonomia e autonomia della batteria con le reflex, mentre sono dotate di mirino elettronico e obiettivo fisso come le compatte. Nikon ha investito molto in questo settore, ritenendolo adatto ad una vasta porzione di utenza. Infatti, le fotocamere bridge sono molto apprezzate anche dagli appassionati di fotografia sportiva e naturalistica alle prime armi, che vogliono raggiungere degli ottimi risultati senza spendere troppo e mantenendo il proprio kit fotografico poco ingombrante e leggero. Per scegliere il modello giusto tra le fotocamere bridge Nikon bisogna valutare una serie di criteri.

Obiettivo

Fotocamere bridge Nikon

Il primo è la capacità e qualità dell’obiettivo zoom. Una particolarità delle fotocamere bridge è quella di poter raggiungere delle lunghezze focali estreme, grazie all’integrazione di sensori dalle dimensioni ridotte rispetto ai classici sensori micro 4/3, APS-C o full frame che si trovano su reflex e mirrorless. Addirittura, la top di gamma di casa Nikon, la P1000, può raggiungere la straordinaria lunghezza focale di 3000 mm (equivalente in formato full frame), una cifra sufficiente anche per fotografare “da vicino” la luna. Oltre alla lunghezza focale massima, bisogna verificare che le lenti che compongono l’obiettivo fisso siano di qualità, e che producano dei buoni risultati nella maggior parte delle situazioni.

Da tenere in conto anche la velocità di scatto della macchina. Grazie alle straordinarie capacità di zoom, le fotocamere bridge sono particolarmente indicate per i fotografi che desiderano immortalare degli animali nel loro habitat naturale, o degli atleti in azione, ad esempio. Ma per essere sicuri di non perdere il momento giusto e di seguire al meglio il soggetto inquadrato anche se in movimento, è necessario che il sensore delle fotocamere bridge Nikon che si stanno valutando siano in grado di scattare delle ampie raffiche di foto, con molti frame per secondo. 

Video

L’ambito video a volte viene messo in secondo piano in questa categoria di prodotto, ma in realtà si tratta di un elemento di scelta sempre più importante per gli utenti. Se ormai in praticamente tutti i modelli è possibile trovare la risoluzione FullHD 1080p, sono pochi i modelli che si spingono fino al 4K. Da considerare anche il frame rate supportato: 60 fps è l’ideale per ottenere dei video fluidi in riproduzione. 

Infine, è rilevante anche la qualità costruttiva. Soprattutto nei modelli più economici, alcuni produttori tendono a risparmiare e quindi a mettere in commercio delle macchine con qualche problema di robustezza.

In questa guida alle migliori fotocamere bridge Nikon vogliamo proporvi i modelli più interessanti divisi in fasce di prezzo. Nella fascia bassa troviamo le bridge adatte a principianti e appassionati che vogliono migliorare la qualità delle proprie foto senza spendere un capitale. Nella fascia media trovano posto dei prodotti avanzati, che possono dare molte soddisfazioni nella maggior parte delle condizioni. Infine, nella fascia alta ci sono le top di gamma Nikon, capaci di garantire il massimo della tecnologia in questo settore. Andiamo a scoprirli insieme in questa guida alle migliori fotocamere bridge Nikon.

Fotocamere bridge Nikon: i modelli su cui puntare

Dal momento che le ultime fotocamere bridge Nikon corrispondono solo a tre modelli, abbiamo raggruppato tutti i prodotti in un’unica categoria. Queste fotocamere rappresentano già le migliori fotocamere bridge Nikon disponibili e integrano delle caratteristiche comuni ma hanno tre fasce di prezzo ben distinte. Vediamo allora quali sono i modelli e quale in base alle vostre esigenze fa al caso vostro.

Nikon Coolpix B500

Nikon Coolpix B500 è la fotocamera più economica che troviamo in questa guida, ma permette di raggiungere comunque delle ottime prestazioni sopratutto se paragonate al suo prezzo. Si tratta infatti di un modello affidabile e pronta subito all’utilizzo. Dal momento che si tratta di una entry-level, è ideale per chi vuole iniziare ad approcciarsi a questo tipo di fotocamera o chi vuole sperimentare per capire se la fotografia è la sua passione.

Nikon Coolpix B500 è dotata di un sensore CMOS da 16 megapixel e zoom ottico Nikkor 40x, estendibile fino a 80x con la funzione Dynamic Fine Zoom. Sul modello è presente un monitor LCD inclinabile da 7.5 cm e include una ghiera dei programmi che permette di controllare le impostazioni proprio come se si trattasse di una reflex. Il modello è anche in grado di effettuare riprese in Full HD. Qui troviamo la tecnologia SnapBridge grazie all’integrazione del chip Bluetooth. Questa bridge è ottima per iniziare, molto interessante per coloro i quali desiderano avere una buona qualità e un ottimo zoom. Nikon Coolpix B500 è tra le fotocamere bridge Nikon la più economica.

Nikon Coolpix P950

Rispetto alla precedente P900, questa fotocamera ha una marcia in più: è in grado di scattare fotografie in formato RAW. Per molti fotografi si tratta di un elemento imprescindibile, e sarà questo a fare la differenza nella scelta tra questo modello di fotocamera Bridge Nikon e il precedente.

Per quanto riguarda il resto, siamo davanti a una fotocamera sostanzialmente identica alla P950 con alcune migliorie. Stesso sensore d’immagine CMOS da 16 megapixel, stessa esatta escursione focale da 83x, stesso tipo di lente, siamo davanti a un incremento progressivo. All’aspetto, l’unica differenza che salta all’occhio sono dimensioni leggermente maggiori rispetto alla P900, con un peso di conseguenza maggiore, e un aggancio per flash esterni. Per quanto riguarda i miglioramenti, può registrare video in 4K a 30 fps, offrendo quindi opzioni migliori a chi non si occupa solo di fotografia ma anche di videomaking.

Sostanzialmente si tratta di una versione “più pro” della precedente P900. La inseriamo pensando ai fotografi che vogliono qualcosa di più, e vogliono scattare assolutamente in RAW.

Lascia un commento