Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Fotocamera bridge economica: i migliori modelli su cui puntare

Fotocamera bridge economica: i migliori modelli su cui puntare

di Marco Rotunno
Specialist Fotocamera bridge
aggiornato il 20 giugno 2018
1 utenti hanno trovato utile questa guida
1 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida Fotocamera bridge economica è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Giugno 2018.

Le fotocamere bridge sono una categoria della fotografia molto particolare, non hanno infatti la possibilità di cambiare obiettivo come le reflex, e non sono estremamente compatte e facili da portare come le fotocamere compatte. Per la loro natura le fotocamere bridge vengono infatti definite come dei modelli ibridi per eccellenza, che prendono alcune delle loro caratteristiche dalle fotocamere reflex, altre dalle compatte ed altre ancora dalle mirrorless, fondendole assieme in un unico corpo. Vediamo allora tra i vari modelli qual è la miglior fotocamera bridge economica, e quali modelli vale realmente la pena acquistare in base al loro rapporto qualità prezzo.

Fotocamera bridge economica: quale comprare

La fotocamera bridge è, come abbiamo visto, la versione ibrida per eccellenza delle macchine fotografiche. Questo significa che i produttori cercano di enfatizzare sempre di più questo concetto, cercando di offrire in un corpo solo l’ergonomia e la praticità di una reflex, un mirino elettronico integrato di qualità come avviene nella maggior parte delle fotocamere mirrorless, e allo stesso tempo un’ottica superzoom che troviamo in molte fotocamere compatte. Queste convergenze creano modelli in grado di ricoprire a livello ottico distanze davvero elevate, integrare prestazioni di autofocus e rapidità di scatto di tutto rispetto, e avere tutto in un corpo solo.

Infatti per quanto riguarda le reflex o le mirrorless una volta affrontata la spesa del corpo macchina, inizia anche la ricerca del set di obiettivi da aggiungere per ottenere determinati scatti. Questo è sicuramente un vantaggio enorme in termini di qualità dell’immagine, e diciamocelo, è anche un modo che ci fa sentire più fotografi, ci tiene impegnati per informarci quali siano i migliori obiettivi per raggiungere i nostri risultati e ci appassiona sempre di più alla fotografia. Purtroppo però gli obiettivi hanno dei costi spesso elevati, un ingombro in molti casi alto e in viaggio ci costringono a togliere molto spazio in valigia sopratutto se decidiamo di portare con noi molte ottiche differenti. Senza tener conto del peso che nel caso di alcuni obiettivi tende a superare quello del corpo macchina. Ecco che allora vengono in contro le fotocamere bridge, che risultano invece molto più pratiche e ci permettono comunque di “simulare” l’esperienza che avremmo con una fotocamera professionale.

Ottimo, abbiamo capito come mai può essere utile acquistare una fotocamera bridge rispetto ad una reflex o mirrorless, ma se il vantaggio è principalmente nella compattezza, perché non acquistare una compatta? In realtà tutto dipende dalle vostre esigenze, la fotocamera compatta è sicuramente più semplice e meno ingombrante e in molti casi sta tranquillamente in tasca. La fotocamera bridge però grazie alla sua costruzione più robusta offre un’ergonomia maggiore, e delle prestazioni più elevate date dal maggior spazio che può essere utilizzato dai produttori per inserire sistemi tecnologici. Infine lo zoom ottico delle fotocamere bridge è qualitativamente migliore, proprio perché la lente in sé è più grande della maggior parte delle compatte, e questo si fa risentire in termini qualitativi e nella distanza focale che può essere raggiunta.

Abbiamo capito quindi che le fotocamere bridge sono per chi vuole tutto in un unico corpo, per avere la liberà di scattare praticamente ad ogni distanza focale, senza dover cambiare ottica. Le bridge sono ideali anche a chi vuole finire la spesa in una volta sola, senza doversi preoccupare in futuro di acquistare lenti o altri accessori. Infine possono essere interessanti anche per chi possiede un’attrezzatura professionale ma non si fida a portarla in alcuni posti o in vacanza, in questo caso una bridge potrebbe farvi sentire più tranquilli.

Bridge economiche, tutti i modelli

Dal momento che in questa guida cerchiamo di capire qual è la miglior bridge economica in base alle esigenze di ognuno di voi, abbiamo selezionato i modelli che secondo noi vale la pena acquistare e ordinati in ordine crescente di prezzo. Come budget abbiamo deciso di rimanere al massimo sotto i 400€ per chi comunque nell’economicità cerca anche le ottime prestazioni.

Canon PowerShot SX420IS

Canon PowerShot SX420IS è una fotocamera bridge economica che abbiamo provato e recensito, potete vedere la nostra prova e le nostre considerazioni nell’articolo recensione di Canon PowerShot SX420IS. Si tratta di una bridge molto compatta e leggera con un’ottima impugnatura ergonomica.

Questa integra un sensore CCD da 20.5 megapixel, ha un ottimo obiettivo da 24-1008mm ƒ3.5-6.6 e pesa solo 325 grammi. In questo modello troviamo uno zoom ottico fino a 42x e un chip Wi-Fi ed NFC per connettività con dispositivi esterni in modo da controllare da remoto la fotocamera o interagire condividendo scatti. La particolarità di questa fotocamera, oltre all’ottimo zoom, è sicuramente anche il sensore d’immagine DIGIC 4+ di derivazione reflex, che permette prestazioni dell’autofocus e della rapidità di scatto molto buone.

Canon PowerShot SX420IS è la fotocamera bridge economica con il prezzo più basso in questa guida. Per la sua leggerezza è estremamente utile a chi cerca un corpo molto portatile senza rinunciare alla qualità complessiva.

Puoi acquistare Canon PowerShot SX420IS su Amazon.

Canon PowerShot SX420IS
Prezzo consigliato: € 269.99Prezzo: € 257.99

Nikon Coolpix B500

Nikon Coolpix B500 promette buone prestazioni per il prezzo a cui viene venduta forte del marchio Nikon che per quanto riguarda le fotocamere bridge e non solo è sinonimo di affidabilità e qualità degli scatti.

Questa è dotata di un sensore CMOS da 16 megapixel e zoom ottico Nikkor 40x, estendibile fino a 80x con la funzione Dynamic Fine Zoom. Il modello è dotato di un monitor LCD inclinabile da 7.5 cm. Inoltre è possibile riprendere video in Full HD. Per le sue prestazioni buone e il suo prezzo, questo modello è ottimo per iniziare, interessante per coloro i quali desiderano avere una buona qualità e un ottimo zoom. Include varie possibilità manuali e una ghiera dei programmi completa con tutte le impostazioni di una reflex.

Nikon Coolpix B500 è la fotocamera bridge economica ideale per chi vuole iniziare e pensare di passare magari in futuro ad una vera e propria reflex o mirrorless.

Puoi acquistare Nikon Coolpix B500 su Amazon o se preferisci su ePrice.

Sony DSC-H400

Sony DSC-H400 è una fotocamera bridge economica che vanta uno zoom ottico davvero interessante in grado di coprire una distanza focale altissima arrivando a un 63x. Con questo modello si inizia a fare seriamente e con un budget abbordabile permette già iniziare a fotografare a buoni livelli.

La fotocamera integra un sensore CCD Super Had da 20,1 megapixel che pur non trattandosi dell’ultimo processore Sony permette comunque di ottenere ottime immagini tenendo basso il prezzo. Quello che rende molto interessante questa fotocamera è lo zoom ottico integrato da 63x in grado quindi di coprire distanze focali enormi senza problemi. Il display integrato è un classico LCD TFT da 3″ con 460.800punti definizione. Molto utili e interessanti sono le ghiere per il controllo professionale come ad esempio la classica ghiera dei programmi presa in prestito dalle reflex, così come l’impugnatura ergonomica. Per quanto riguarda la parte video Sony DSC-H400 è in grado di produrre filmati filmati a 720p anche grazie allo stabilizzatore ottico SteadyShot, impeccabile anche quando l’estensione dell’ottica è ai massimi livelli.

Sony DSC-H400 è la fotocamera bridge economica ideale per tutti coloro che cercano una fotocamera superzoom in grado di coprire una vastissima lunghezza focale.

Puoi acquistare Sony DSC-H400 su Amazon.

Sony DSC-H400
Prezzo consigliato: € 320Prezzo: € 279

Canon PowerShot SX540HS

PowerShot SX540HS è una fotocamera bridge economica che è stata presentata al CES 2016 di Las Vegas e rappresenta un po’ l’ammiraglia della serie PowerShot SX di Canon.

Questa integra un sensore CMOS (e non CCD come l’altro modello) di qualità superiore, da 12,1 megapixel, affiancata dal processore d’immagine DIGIC5 di derivazione reflex. L’obiettivo presente è un 24-840mm ƒ2.7-5.8, si tratta di una lente che risulta molto aperta e che permette quindi di ottenere foto di qualità superiore in condizioni di luce non ottimali. La resistenza agli ISO arriva fino a 3200, il tutto in un peso complessivo di circa 600g, sicuramente maggiore rispetto all’altro modello PowerShot, tuttavia, giustificato dalle specifiche tecniche più elevate.

SX540HS è la fotocamera bridge economica consigliata a chi cerca scatti molto luminosi e grandangolari con una buona qualità complessiva.

Puoi acquistare Canon PowerShot SX540HS su Amazon.

Canon PowerShot SX540HS
Prezzo consigliato: € 288.35Prezzo: € 260

Panasonic Lumix DC-FZ82

Panasonic Lumix DC-FZ82 è stata presentata al CES 2017 ed è il modello che va a sostituire Lumix DC-FZ72, già piuttosto apprezzata dal pubblico. Abbiamo avuto modo di provarla e recensirla e l’abbiamo definita come una bridge coraggiosa, per maggiori dettagli vi rimandiamo alla recensione di Panasonic Lumix DC-FZ82.

Panasonic Lumix DC-FZ82 integra un sensore MOS da 18 megapixel e un processore Venus Engine di nuova generazione in grado di permettere fino a 10fps di raffica di scatto e registrazione video in 4K. Presente anche un mirino elettronico da 1.166.000 punti e un display da 3″ touch. Inoltre troviamo le funzioni esclusive del produttore ovvero la modalità 4K Photo e Post Focus. C’è inoltre la possibilità di ricaricare la fotocamera tramite porta USB e PowerBank, un fattore davvero molto interessante che la rende perfetta per chi cerca una fotocamera bridge economica da portare nei viaggi. La parte video è molto buona, la fotocamera integra uno stabilizzatore O.I.S. per migliorare la qualità delle immagini e dei filmati.

Panasonic Lumix DC-FZ82 è la fotocamera bridge economica perfetta per i viaggi grazie anche alla possibilità di ricarica tramite USB e PowerBank.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-FZ82 su Amazon o se preferisci su ePrice.

Nikon Coolpix B700

Nikon Coolpix B700 è una delle ultime fotocamere bridge presentate dal produttore giapponese dal marchio giallo e nero. Questa fotocamera integra ad un prezzo che potremmo definire ancora in un certo senso “basso”, delle funzioni davvero interessanti e avanzate come i video in 4K e la tecnologia SnapBridge.

La suddetta integra un sensore CMOS da 20.3 megapixel accompagnato da uno zoom ottico Nikkor 60x in vetro Super ED (estendibile con funzione Dynamic Fine Zoom fino a ben 120x). La fotocamera riesce a scattare immagini in formato RAW ed è dotata di un sistema  di autofocus ad alte prestazioni. Sul modello troviamo inoltre un sistema di stabilizzazione VR a doppio rilevamento per immagini stabili e nitide anche a mano ferma (con una distanza focale bassa). Le vere chicche di questa fotocamera sono però la possibilità di girare video in 4K UHD/30p e la presenza del chip bluetooth che permette di utilizzare la famosa tecnologia SnapBridge esclusiva di Nikon per creare una connessione stabile con il vostro smartphone e avere subito sul cellulare gli scatti da condividere.

Nikon Coolpix B700 è la fotocamera bridge economica che offre le prestazioni migliori rispetto a tutte le altre presenti in questa guida. Il prezzo è un po’ al limite del budget che avevamo fissato ma chi cerca la massima qualità senza voler spendere una fortuna si troverà sicuramente bene con questo modello.

Puoi acquistare Nikon Coolpix B700 su Amazon o se preferisci su ePrice.

1 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Marco Rotunno tramite i commenti.