Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Domotica Apple: i migliori prodotti compatibili con HomeKit

Domotica Apple: i migliori prodotti compatibili con HomeKit

di Simone Sala
Specialist Smart Home
aggiornato il 23 luglio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida
2 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida domotica Apple è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Agosto 2019.

In questa guida vediamo quali sono i migliori prodotti per una smart home basata sulla domotica Apple. Tutti gli accessori intelligenti e connessi che vedremo avranno dunque la piena compatibilità con Apple HomeKit, e potranno essere integrati nell’app Casa di iOS.

Domotica Apple: quale comprare e come funziona

Prima di vedere quali sono i migliori accessori da acquistare per rendere più intelligente la propria abitazione, cerchiamo di capire cosa significa davvero basarsi sulla domotica Apple, e quindi sull’ecosistema Apple Homekit. Tra i tre ecosistemi domotici più diffusi – Google Home/Assistant, Amazon Alexa e, appunto Apple HomeKit – quello della casa di Cupertino è certamente il meno supportato per numero di device compatibili presenti in commercio. Inizialmente Apple aveva imposto che ogni accessorio per smart home integrabile nella piattaforma HomeKit, dovesse necessariamente includere un chip di autorizzazione; in seguito le maglie della rete sono state allargate, rendendo per le aziende un po’ più semplice l’adesione alla piattaforma di domotica Apple.

Se siete utilizzatori di iOS, sappiate che avete la piena libertà di scelta riguardo l’ecosistema domotico su cui basare la vostra abitazione, ma certamente Apple HomeKit non può che rivelarsi la scelta meglio integrabile con quello che dovrebbe essere il telecomando tuttofare di casa, ovvero lo smartphone. Un altro sistema di controllo degli accessori smart e connessi di casa è la voce, e in questo caso potete sfruttare l’assistente virtuale Siri per controllare luci, interruttori, termostati e così via. Siri è sempre disponibile sul vostro iPhone, iPad e Mac, ma anche attraverso lo smart speaker Apple HomePod, che però non è al momento venduto in Italia.

L’app Casa per gestire la demotica Apple

Tutti i prodotti compatibili con Apple HomeKit sono integrabili nell’app Casa, che troviamo sui nostri dispositivi iOS e, a partire dal sistema operativo Mojave, del 2018, anche su macOS. L’app Casa sarà il vero centro di controllo di tutti i nostri dispositivi compatibili con il sistema di domotica Apple, e diventerà l’unica app che dovremo aprire per controllare tutti gli accessori della nostra abitazione smart; certo, l’app proprietaria di ciascun produttore sarà comunque da usare la prima volta per settare i device al meglio, e solo sporadicamente per cambiare qualche impostazione avanzata, ma nella gestione quotidiana, Casa sarà la via di accesso preferenziale a tutti i controlli, ovviamente in abbinamento alla nostra voce, oppure ai sistemi di controllo esterni che abbiamo deciso di implementare, come gli interruttori wireless e connessi.

Getendo la domotica Apple con l’app Casa è inoltre possibile creare delle scene e delle automazioni, permettendoci di controllare un grande numero di dispositivi con un solo comando. Ad esempio dicendo “Hey Siri, buonanotte!”, potremo attivare una scena che spenga tutte le luci di casa, abbassi la temperatura del riscaldamento a 18 °C, controlli che la porta d’ingresso sia chiusa – ed eventualmente che venga chiusa a doppia mandata – e così via… Forse è superfluo dirlo, ma affinché sia possibile fare tutto ciò è necessario essere dotati rispettivamente di punti luce smart, un termostato intelligente e una serratura altrettanto domotica – il tutto allo stesso tempo compatibile con la piattaforma Apple HomeKit.

La questione dell’HUB

Controllare gli accessori dell’abitazione è un’operazione che può essere fatta  quando siamo in casa ma, ovviamente, anche quando non ci siamo, poiché è sufficiente uno smartphone connesso ad internet, meglio un iPhone quando si parla di domotica Apple. Tuttavia, se vogliamo svolgere questa operazione attraverso Apple HomeKit, viene richiesto un dispositivo in più che svolga la funzione di HUB. Come ha spiegato Apple anche sul suo sito ufficiale, “per controllare gli accessori HomeKit da remoto, occorre un HomePod, una Apple TV 4K, Apple TV (4a generazione), Apple TV (3a generazione), o iPad.” – e aggiungiamo qui che Apple TV di 3a generazione non supporta l’accesso da remoto per gli utenti in condivisione o l’accesso remoto alle videocamere abilitate per HomeKit. In pratica questo significa che se vogliamo controllare i dispositivi compatibili con Apple HomeKit da remoto o sfruttando le automazioni (magari basate sull’orario o sulla posizione geografica), è necessario che in casa, e connesso alla rete Wi-Fi, sia presente uno dei dispositivi sopra citati, e che questo sia abilitato a funzionare con HUB domestico, cosa che si ga attraverso una semplice impostazione di iOS.

Chiariti tutti questi aspetti, concentriamoci ora sulla vera e propria guida agli acquisti dei prodotti compatibili con la domotica Apple, e quindi con la piattaforma HomeKit. Qui vedremo una panoramica di vari accessori, divisi per categoria di impiego, come illuminazione, sicurezza, climatizzazione e così via. Iniziamo dunque.

Domotica Apple: illuminazione

Il mondo dell’illuminazione è piuttosto variegato, e i prodotti in commercio sono tanti, tuttavia se cerchiamo la compatibilità con Apple HomeKit, le proposte diminuiscono inesorabilmente. Philips Hue è certamente il brand cardine del settore, con un catalogo estremamente vasto, ma come vedremo le alterative non mancano. In questa guida inseriremo le proposte d’illuminazione che più si possono adattare alle più comuni esigenze, quindi lampadine a vite, faretti, strisce LED e, infine, alcuni punti luce con caratteristiche più peculiari, tutti compatibili in un sistema di domotica Apple.

Philips Hue

Come abbiamo detto Philips, con il brand Hue, è certamente l’azienda più nota del settore, anche se i suoi prodotti sono venduti a prezzi mediamente elevati. Tuttavia questo deriva anche dal fatto che la qualità è molto alta, e la concorrenza ha cataloghi molto più ristretti. I prodotti Philips sono compatibili con la domotica Apple (cioè Apple HomeKit), così come con tutti le altre piattaforme, e non manca il supporto ad IFTTT, sistema che può essere sfruttato per ampliare ulteriormente le possibilità di una smart home, abilitando le interazioni tra diversi prodotti di vari brand che supportano il sistema. La stessa cosa è comunque possibile farla con l’app Casa di Apple, anche se talvolta con maggiori limiti e vincoli. Per sfruttare al meglio i punti luce Philips, è tuttavia necessario dotarsi anche del Bridge Hue, un piccolo dispositivo da collegare al router di casa, e che si occuperà di trasmettere il segnale wireless a tutti i dispositivi della linea, sfruttando il protocollo ZigBee, appositamente sviluppato per il mondo dell’Internet of Things. Il Bridge Hue si trova anche in diversi pacchetti, detti Starter Kit, in cui viene abbinato a luci e telecomandi wireless. Proprio i telecomandi / interruttori wireless sono uno dei grandi vantaggi del mondo Philips, poiché è possibile grazie a questi sfruttare le luci smart anche in modo più tradizionale, con degli interruttori di posizionare sulle pareti di casa, ed eventualmente rimuoverli (grazie all’aggancio magnetico sulla base di supporto) per portarli in giro per casa.

Veniamo quindi a parlare degli Starter Kit con lampadine e bridge inclusi. I kit più consigliati sono quelli che comprendono tre lampadine White and Ambiance oppure tre lampadine di tipo White and Color Ambiance. Le prime possono far variare la temperatura colore tra 2200 K (un bianco-giallo molto caldo) e 6500 K (azzurro ghiaccio); le seconde sono di tipo RGB, quindi in grado di mostrare l’intero spettro cromatico, per creare giochi di luce interessanti e particolari. Esistono anche kit più economici, con le lampadine a temperatura colore fissa (2700 K), ma questo tipo di luce è consigliata solo negli ambienti di servizio meno frequentati della casa.

Le lampadine di Philips sono tra le più costose, ma anche dotate di un livello qualitativo molto elevato, sia per lo standard ZigBee che permette un controllo veloce e senza intoppi, sia per la buona tecnologia LED al loro interno, che garantisce colori di qualità (CRI > 80) e nessun sfarfallamento o esitazione durante i cambi di colore o di intensità luminosa.

Le lampadine a vite grande (E27) emettono 800 lumen, un valore di intensità medio-alto ma non da primato, e consumano circa 9.5 Watt. Le più piccole lampadine a candela (E14) emettono circa 470 lumen per 6 Watt di consumo. Tutti i prodotti Philips Hue con tecnologia RGB sono sfruttabili con la utility per PC/Mac Hue Sync, capace di sincronizzare i colori della luce nella stanza con le immagini a schermo durante la visione di film, una sessione di gaming oppure con il ritmo della musica.

 

Puoi acquistare Philips Hue | Starter Kit con 2 lampadine White and Color su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Philips Hue | Starter Kit con 2 lampadine White and Color è disponibile nelle varianti Philips Hue | 2 lampadine E27 White and Color, Philips Hue | 2 lampadine E27 White Ambiance o Philips Hue | Starter Kit con 3 lampadine E27 White Ambiance + Telecomando Dimmer.

Se avete necessità di acquistare dei faretti con attacco GU10 compatibili con la domotica Apple, anche in questo caso Philips ha delle opzioni in catalogo, sia per chi desideri un’illuminazione di tipo RGB, sia per chi si accontenta di quella bianca con temperatura colore variabile. I faretti Philips Hue con attacco GU10 consumano circa 6 Watt, ed emettono un flusso luminoso di 250 lumen, ma ovviamente molto più concentrato di quello di una lampadina a bulbo; è possibile acquistare i faretti anche negli Starter Kit, quindi con il bridge incluso.

Puoi acquistare Philips Hue faretti GU10 White Ambiance Starter Kit 2 faretti con bridge su Amazon. In alternativa Philips Hue faretti GU10 White Ambiance Starter Kit 2 faretti con bridge è disponibile nelle varianti Philips Hue 2 faretti GU10 White Ambiance, Philips Hue 2 faretti GU10 White Ambiance o Philips Hue 1 faretto GU10 RGB.

Veniamo a parlare delle tanto amate strisce LED, dei prodotti che stanno diventando sempre più popolari nelle moderne smart home, poiché permettono di illuminare una stanza in modo originale e piacevole. Una striscia LED può essere posizionata sopra un mobile alto, dietro una scrivania o un divano, o sotto un tavolo o il letto, con i LED rivolti verso le pareti, il soffitto o il pavimento, in modo che la luce visibile sia sempre di tipo riflesso, e non quella diretta proveniente dai LED. Le strisce sono di tipo RGB, e quelle di Philips anche compatibili con il sistema Hue Sync. La striscia Philips Hue ha una lunghezza di 2 metri, ma attraverso i moduli di estensione è possibile portarla fino a 10 metri complessivi di lunghezza; ogni metro emette circa 800 lumen di flusso luminoso, per un totale massimo di ben 8000 lumen, ed ovviamente si integra benissimo in un sistema di domotica Apple.

Puoi acquistare Philips Hue Lightstrip striscia a LED RGB 2m con alimentatore su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Philips Hue Lightstrip striscia a LED RGB 2m con alimentatore è disponibile nella variante Philips Hue Lightstrip estensione 1m.

Come abbiamo detto, sfruttare i prodotti della casa olandese per la domotica Apple significa anche avere in mano la possibilità di usare i migliori sistemi di controllo wireless, come l’Interruttore Dimmer, l’Interruttore Tap e il sensore di movimento della linea Philips Hue. Il primo telecomando permette di accendere e spegnere una o più luci, così come regolarne l’intensità – e può essere attaccato ad una parete per offrire un sistema di controllo più tradizionale (magari sfruttabile comodamente anche da ospiti, bambini e anziani), che non vogliono usare l’app o la voce per controllare le luci di casa. L’Interruttore Tap è la soluzione perfetta per gestire le scene, associando ad ognuno dei suoi quattro pulsanti l’attivazione di una di esse, quindi impostando tante luci per intensità e colore, oppure spegnendole tutte: la scena può essere limitata ad una stanza, ma anche includere tutta la casa. Infine il sensore di movimento e luminosità permette di attivare uno o una serie di punti luce al nostro passaggio – ed eventualmente a determinate condizioni di luminosità ambientale, con il tutto facilmente gestibile ed importabile al meglio sempre attraverso la piattaforma HomeKit e l’app Casa.

Puoi acquistare Philips Hue Interruttore Dimmer su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Philips Hue Interruttore Dimmer è disponibile nelle varianti Philips Hue Interruttore Tap o nella variante Philips Hue Sensore di Movimento.

LIFX

Una valida alternativa ai prodotti della serie Hue, li trovate nel catalogo di LIFX. Questa azienda realizza punti luce perfettamente integrabili nella domotica Apple, ma con un vantaggio: non è necessario l’uso di alcun HUB o bridge di sorta. Tutto funziona tramite il Wi-Fi, senza necessità di alcun passaggio intermedio.

Il modello più compatto e meno costoso di lampadine è LIFX Mini, con attacco E27, ed è offerto in tre varianti: la White, con temperatura colore fissa a 2700 K e flusso luminoso di 650 lumen, la Day & Dusk, con temperatura colore variabile e flusso di 800 lumen, e la lampadina RGB Color, che offre la possibilità di sfruttare ben 16 milioni di sfumature colore (sempre fino a 800 lumen).

Nel catalogo LIFX è presente anche una lampadina con più potere illuminante, disponibile in versione Color, questa è capace di un flusso maggiore, pari a ben 1100 lumen, adatto a dar luce ad un ambiente di medie dimensioni.

Puoi acquistare LIFX Mini White su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa LIFX Mini White è disponibile nelle varianti LIFX Mini Day & Dusk o nella variante LIFX Mini Color.

Tra i prodotti più particolari per la domotica Apple, troviamo LIFX+, una lampadina E27 sempre dotata di LED RGB per i colori, sempre con un flusso di 1100 lumen, ma in grado di illuminare anche con luce infrarossa. Si tratta di un prodotto capace di rendere la vita più facile alle telecamere di sicurezza durante le ore notturne, telecamere che spesso usano illuminatori IR poco potenti, e quindi inefficaci oltre i 4 metri; con LIFX+ potrete migliorare la qualità visiva delle immagini delle telecamere al buio, sempre senza che l’occhio umano sia infastidito dalla luce visibile.

Tra i prodotti LIFX troviamo anche i faretti con attacco GU10, in versione Color e con un flusso luminoso di 400 lumen, ovviamente concentrata in un potente fascio, per un consumo pari a 6 Watt.

Se siete interessati all’illuminazione tramite strisce LED, LIFX Z è un prodotto estremamente valido e integrabile nella domotica Apple. La striscia parte da 2 metri di lunghezza ed è estendibile fino a 10 metri con i moduli di espansione. Ogni metro offre 700 lumen di flusso luminoso, e l’app LIFX consente di controllare i colori in modo unico, sfruttando effetti di luce dinamici lungo la striscia, o creando sfumature di colore che vanno da una estremità all’altra

Puoi acquistare LIFX Z (Starter Kit) su Amazon. In alternativa LIFX Z (Starter Kit) è disponibile nelle varianti LIFX Z (estensione), LIFX, LIFX+ o LIFX faretti (GU10).

Nanoleaf Light Panels

Il prodotto di cui parliamo ora, Nanoleaf Light Panels (chiamato anche Nanoleaf Aurora), è sicuramente uno dei più particolari e interessanti presenti sul mercato. Tuttavia si tratta di un prodotto premium ed esclusivo, un oggetto che potremmo definire di design, arredamento o, esagerando un po’, artistico, comunque in grado di dare un tocco di personalità, nonché di colore, all’ambiente in cui viene posizionato.

Il kit messo in campo da Nanoleaf non è altro che un insieme di pannelli luminosi di forma triangolare, accostabili tra loro dall’utente andando a formare le forme diverse. Lo Smarter Kit, necessario per iniziare, comprende nove triangoli luminosi, mentre ciascun Expansion Kit ne include altri tre aggiuntivi. Esiste anche il Rhythm Expansion Kit, ovvero un modulo in grado di far rilevare i suoni ai pannelli, per farli quindi illuminare a ritmo di musica.

Nanoleaf Light Panels non è un prodotto necessario per l’illuminazione di casa, ma è da considerare più come un oggetto di arredamento, e che certamente impressionerà qualunque ospite, e permetterà di creare sempre atmosfere nuove ed interessanti. L’app, ben fatta, permette di generare infinite combinazioni di colore, e tantissime altre sono già pronte per essere utilizzate. Vista l’anima premium del prodotto è garantita la compatibilità con tutti principali ecosistemi per smart home, ed è ovviamente integrabile nel sistema di domotica Apple Homekit, per la gestione tramite Siri e l’app Casa. Per quanto riguarda le caratteristiche della luce, ogni pannello – che misura 24 cm di lato – emette un flusso di 100 lumen, per un consumo di 2 W. La qualità della luce e dei colori è è veramente eccellente.

Puoi acquistare Nanoleaf Light Panels | Smarter Kit 9 Pannelli + Rhythm su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Nanoleaf Light Panels | Smarter Kit 9 Pannelli + Rhythm è disponibile nelle varianti Nanoleaf Light Panels | Smarter Kit 15 Pannelli + Rhythm o nella variante Nanoleaf Expansion Kit.

Elgato Eve Energy

Quando è necessario rendere smart un abat-jour, una lampada da terra o da scrivania, possiamo agire direttamente sulla presa della corrente anziché sulla lampadina, con una modalità molto semplice e veloce. È sufficiente infatti inserire tra la presa al muro e la lampada una presa di corrente connessa, come la Elgato Eve Energy, compatibile con l’ecosistema di domotica Apple HomeKit. In questo modo la lampada ad essa collegata sarà perfettamente gestibile dall’app Casa di Apple o tramite Siri, inoltre è possibile monitorare i consumi elettrici, sebbene questa sia una funzione più interessante per gli elettrodomestici, piuttosto che per una semplice lampada – e ovviamente potete usare questa presa anche per tali scopi. La Elagato Eve Energy funziona tramite Bluetooth e quindi non è necessario avere alcun bridge. Ovviamente l’unico comando disponibile per la lampada sarà quello dell’accensione e dello spegnimento, oltre che la programmazione con l’accensione a determinati orari o il timer per lo spegnimento ritardato, mentre la regolazione di luce, colore e quant’altro non sarà possibile, ma se avete una lampada che funziona tramite lampadine orfane di una corrispondente versione smart, questo è il modo migliore per renderla connessa.

Puoi acquistare Elgato Eve Energy su Amazon o se preferisci su eBay

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

Domotica Apple: climatizzazione

La climatizzazione smart è un ambito molto importante il mondo della domotica, e permette non solo di migliorare il confort domestico, ma anche di ridurre i consumi energetici. Vediamo quali sono i migliori termostati intelligenti e le migliori teste termostatiche per radiatori.

Tado°

Tado° è un’azienda nata sui prodotti per il controllo del clima domestico, con ottimi risultati raggiunti. Il suo sistema per il riscaldamento invernale è stato aggiornato nella seconda metà del 2018, con la versione V3+ del termostato intelligente e delle valvole termostatiche.

Il termostato Tado° è costituito da un modulo bianco dagli angoli arrotondati, dove è presente una matrice di LED visibile una volta accesa, questa restituisce semplici informazioni sulla temperatura attuale e quella target. Come al solito però la maggior parte delle interazioni che avremo con il termostato avverranno via app, completamente rivista con la nuova versione V3+, e ovviamente potremo gestire il tutto anche tramite Siri e l’app Casa. Il montaggio a parete, in sostituzione del vecchio termostato è piuttosto semplice, e nel Kit di Base – necessario per iniziare – è presente l’internet bridge che andrà collegato via cavo Ethernet al router di casa, e questo comunicherà poi su una specifica frequenza con il termostato. Se vogliamo installare il termostato in modalità free standing, non collegato al muro, in questo caso dobbiamo ricorrere al cosiddetto Kit di Estensione, che prevede un ulteriore esborso. Non si tratta d’altro che del relè da collegare alla caldaia, lasciando il termostato libero da ogni collegamento cablato.

In caso di riscaldamento centralizzato, possiamo montare le teste intelligenti per valvole termostatiche, sempre acquistando un Kit di Base che include una valvola e l’internet bridge, e poi tante valvole aggiuntive quante ne vogliamo. Nulla impedisce vieta di abbinare termostato smart e valvole, per meglio controllare la temperatura stanza per stanza. Per maggiori dettagli potete anche leggere la nostra recensione: Tado Testa Termostatica Intelligente V3+ recensione.

Il sistema Tado° è dotato di algoritmi intelligenti che incrociano vari dati per ottimizzare il consumo energetico e migliorare il comfort; il geofencing (localizzazione approssimativa dell’utente, tramite lo smartphone) è integrato nel sistema, e questo permette al termostato di avviarsi e arrestarsi in base agli spostamenti di ciascun membro della famiglia, senza necessariamente dover ricorrere ad interventi manuali, anche in caso di spostamenti che deviano dalla routine. Tado° V3+ è anche in grado di riconoscere in autonomia l’apertura di una finestra, spegnendo quindi il riscaldamento per evitare sprechi; nell’app sono presenti grafici dettagliati e consigli su come migliorare la salubrità dell’aria, avvertendoci se il clima è troppo umido – e se c’è un rischio di formazione di muffe – o troppo secco, quindi quando aprire una finestra per cambiare l’aria della stanza. Oltre alla piena compatibilità con Apple HomeKit, vi è anche quella con Google Assistant, Amazon Alexa e IFTTT.

Puoi acquistare Tado° Termostato - Kit di base (V3+) su Amazon. In alternativa Tado° Termostato - Kit di base (V3+) è disponibile nelle varianti Tado° teste termostatiche - Kit di base (V3+) o nella variante Tado° testa termostatica aggiuntiva.

Inoltre, Tado° offre un sistema per gestione del climatizzare: Tado° Controllo Climatizzazione Intelligente V3+, un accessorio che si integra perfettamente in un sistema di domotica Apple e capace di rendere smart quasi qualunque climatizzatore in circolazione, sia recente che più anziano. Grazie agli infrarossi, il prodotto realizzato da Tado° comanderà il climatizzatore sostituendosi al telecomando, ma con il vantaggio di rendere il tutto gestibile da app, con gli assistenti virtuali (come Siri) e da remoto, nonché usando gli automatismi sopra visti, e il geofenicng. Questo dispositivo è anche in grado di rilevare l’umidità della stanza, l’apertura di una finestra e tutti parametri a cui si ha accesso con i prodotti per la gestione del riscaldamento.

Puoi acquistare Tado° Controllo Climatizzazione Intelligente V3+ su Amazon o se preferisci su eBay

Netatmo

L’azienda francese Netatmo, specializzata in prodotti per smart home, nel catalogo presenta due sistemi per il controllo del clima, proprio come Tado°: un termostato e delle teste smart per valvole termostatiche, entrambi usciti dalla matita del designer Philippe Starck.

Il termostato di Netatmo è una placchetta quadrata in plastica traslucida, alla quale si possono donare differenti riflessi colorati an base all’adesivo che si sceglie di applicare internamente. Al centro si trova un display monocromatico, che mostra le principali informazioni sulla temperatura attuale e quella target. Incluso in confezione troviamo anche il supporto da tavolo, nel caso in cui volessimo installare il termostato in modalità completamente wireless (senza nessun kit aggiuntivo), viceversa si monterà la placca al muro e la si collegherà via cavo alla caldaia, come si fa tradizionalmente. Un relè è presente in confezione, così come altri accessori per il montaggio e le pile AAA necessarie per l’alimentazione.

Il termostato smart di Netatmo, una volta installato e configurato con l’app Netatmo Energy, inizierà ad analizzare il comportamento climatico dell’abitazione, attraverso degli appositi algoritmi. Noi potremo configurare i parametri riguardanti la temperatura desiderata per ogni momento del giorno, ma durante la prima settimana di utilizzo il termostato continuerà nell’apprendimento, migliorando così la sua efficienza. Se per esempio vogliamo svegliarci alle ore 8:00, trovando la casa alla temperatura di 21 °C, Netatmo imparerà con il periodo di analisi quanto tempo prima è necessario avviare la caldaia per arrivare nel modo più efficiente all’obiettivo, anche in base alla temperatura esterna, all’umidità e altri parametri acquisiti tramite i servizi meteorologici. L’utente avrà sempre la possibilità di gestire le impostazione dall’app, avviare o spegnere il termostato in qualsiasi momento e monitorare i consumi, ma ovviamente il modo migliore è integrare il sistema nell’app Casa di Apple, vista la compatibilità con HomeKit. Netatmo fornisce anche le sue teste smart per valvole termostatiche. Queste sono la soluzione ideale per chi non ha una caldaia autonoma, ma vuole comunque controllare il clima domestico in piena libertà. Per prima cosa è necessario acquistare il Kit di Base, che include due teste termostatiche e il relè da collegare ad una qualsiasi presa di corrente, ed in seguito quante altre teste si desiderano.

Nonostante l’ottima app realizzata da Netatmo, manca una caratteristica saliente: il geofencing, ovvero la possibilità di localizzare la posizione (molto approssimativa) dello smartphone di ciascun inquilino, così da sapere se la casa è vuota, oppure se qualcuno è sulla via del ritorno. Tuttavia, grazie all’integrazione con HomeKit, potete impostare questa funzione facendola gestire all’app Casa di Apple, piuttosto che a quella di Netatmo (che non la presenta), arrivando al risultato desiderato proprio grazie all’integrazione nel sistema di domotica Apple.

Puoi acquistare Netatmo - Termostato Intelligente su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Netatmo - Termostato Intelligente è disponibile nelle varianti Netatmo - Teste termostatiche Kit Base o nella variante Netatmo - Testa termostatica aggiuntiva.

Domotica Apple: sicurezza

Un terzo ambito di cui tenere conto nella realizzazione di una smart home è quello della sicurezza, che in primo luogo significa sorveglianza attraverso un sistema di telecamere. Le telecamere compatibili con la domotica Apple (HomeKit) non sono tante, ma Netatmo offre una soluzione sia per l’esterno che per l’interno.

Netatmo videocamere intelligenti

L’azienda di cui abbiamo già parlato per il suo termostato, ha in catalogo due telecamere smart, la Videocamera Interna Intelligente e la Videocamera Esterna Intelligente, che fino a metà 2018 venivamo chiamate – in modo certamente più carino e distinguibile – Netatmo Welcome e Netatmo Presence; tuttavia la società ha deciso per questo cambio di nome, pur non modificando i prodotti, e quindi anche noi ci adattiamo alle nuove diciture.

La Videocamera Esterna Intelligente (già conosciuta come Presence), dunque resistente alle intemperie, è dotata di un grande illuminatore LED da 12 Watt (presumibilmente 800–1000 lumen di flusso luminoso). Nonostante questa presenza poco comune, è anche possibile sfruttare la classica visione agli infrarossi. L’obiettivo è invece posto nella parte basta del monoblocco nero d’alluminio di cui è costituita la telecamera, e che ne caratterizza il design; il sensore registra in Full HD con un angolo di campo visivo di 100°, non ampissimo ma sufficiente. La Videocamera Esterna Intelligente – proprio come quella da interno – si collega direttamente alla rete Wi-Fi di casa a 2.4 GHz. Nella confezione si trova tutto l’occorrente per il montaggio delle telecamera al muro, oltre ad una scheda microSD da 8 GB per memorizzare le immagini in locale. È inoltre possibile inviare le immagini sul cloud sfruttando il proprio account Dropbox, oppure su un server FTP, così da non dover sottoscrivere alcun abbonamento di sorta. Oltre a tutte queste funzioni di base, la telecamera di Netatmo offre un sistema di riconoscimento degli oggetti intelligente, in grado di distinguere tra persone, animali e veicoli; è poi possibile selezionare zone sensibili dell’inquadratura da monitorare al meglio, ed è sempre garantito l’accesso al live stream della telecamera; grazie alla funzione time-lapse, si possono rivedere velocemente tutti gli avvenimenti rilevanti di una giornata. La soluzione di Netatmo è compatibile con Apple HomeKit, cosa che ci permette di inserirla in questa guida.

Netatmo Videocamera Esterna Intelligente (Presence): la nostra prova

Questa videocamera di Netatmo si è comportata bene nel rilevamento dei movimenti, anche grazie alla sua capacità di distinguere persone, animali e veicoli – il tutto con un tasso di errore estremamente basso. La qualità dell’immagine è solo discreta, con imperfezioni nella definizione e nei colori, oltre ad un campo visivo non impressionante. Nelle ore notturne, la visione ad infrarossi si è rivelata abbastanza potente, e può essere coadiuvata dal forte illuminatore a luce visibile, per riprese fino a 10 metri di distanza, tuttavia la qualità dell’immagine non è ai massimi livelli, ma comunque sufficiente a svolgere il compito di sorveglianza. Il potente illuminatore LED, disattivabile e regolabile in intensità, si è rivelato molto utile anche come sistema di difesa attiva, per mettere in allarme un possibile intruso. Non è stato possibile sfruttare l’audio bidirezionale a causa della mancanza di un altoparlante. Le notifiche sono precise e puntuali, mentre l’accesso al live streaming talvolta pare incepparsi e a metterci qualche secondo di troppo ad avviarsi – anche il ritardo nel live streaming è abbastanza accentuato, fino a 10 secondi nel peggiore dei casi. La connettività Wi-Fi a 2.4 GHz si è comunque rivelata stabile, anche con un segnale non perfetto, non provocando disconnessioni improvvise. Sul fronte delle piattaforme domotiche, troviamo la compatibilità con Apple HomeKit, dove telecamera, sensore di movimento e luce vengono visti come tre dispositivi singoli, facilmente controllabili anche con Siri. Amazon Alexa non è invece pervenuta, mentre Google Home offre solo la possibilità di controllare l’illuminatore LED. Troviamo infine una buona quantità di applet per IFTTT, così da far meglio dialogare la Netatmo con altri accessori, ed abilitare il geofencing, altrimenti non previsto. Le immagini vengono salvate sulla microSD inclusa, e possono essere caricate sul proprio account Dropbox senza costi aggiuntivi.

Puoi acquistare Netatmo | Videocamera Esterna Intelligente su Amazon o se preferisci su eBay

Anche la Videocamera Interna Intelligente (prima conosciuta come Welcome) è diventata compatibile con Apple HomeKit, dopo che l’arrivo del supporto a questa piattaforma è stato ritardato per molti mesi, fino all’autunno del 2018. Troviamo qui un sensore Full HD con campo visivo di 130°, mentre alla connettività Wi-Fi si aggiunge anche quella via cavo Ethernet. La differenza più sostanziale è tuttavia nelle funzionalità smart della telecamera, più avanzate in questa versione, poiché in grado di distinguere i volti delle persone, riconoscendo tra quelli familiari e registrati e quelli sconosciuti, segnalandoli. Possiamo inoltre tenere traccia degli accessi di collaboratori domestici, controllare il rientro dei più piccoli o monitorare per sicurezza una persona anziana. È anche garantita la tutela della privacy di tutti, con la possibilità di bloccare la registrazione non appena venga riconosciuto il volto di una persona autorizzata. Grazie alle funzionalità di geofencing, l’app Welcome monitorerà la nostra presenza in casa, regolando di conseguenza l’attività della telecamera. Welcome riconosce anche gli allarmi sonori, come una sirena, notificando l’accaduto e avviando una registrazione. Qui il supporto ad Apple HomeKit è arrivato nell’autunno del 2018, dopo una serie di spiacevoli rinvii, cosa che ci permette di inserire il prodotto nella guida alla domotica Apple.

Puoi acquistare Netatmo | Videocamera Interna Intelligente su Amazon o se preferisci su eBay

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

Se vuoi ricevere ogni settimana consigli per i tuoi acquisti, le migliori offerte e conoscere il nostro dietro le quinte, iscriviti alla Ridble newsletter!

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Simone Sala tramite i commenti.