Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
DJI Mavic Air

DJI Mavic Air

di Riccardo Delli Paoliaggiornato il 9 maggio 2018
attesaalta
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su DJI Mavic Air presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 21 Febbraio 2019.
DJI Mavic Air: un drone piccolo ma potente

Dopo poco più di un’anno dall’uscita del DJI Mavic Pro l’azienda presenta il nuovo DJI Mavic Air, un drone che riassume potenza, intelligenza e portabilità. Il Mavic Air ha un aspetto che ricorda molto il DJI Spark (il drone più compatto dell’azienda). È dotato di nuove funzioni che promettono un uso semplice ed immediato, è molto compatto, solo 430 grammi, e dispone di una camera che registra video in 4K a 30fps. Scopriamo insieme tutte le caratteristiche di questo fantastico drone nel nostro articolo dedicato a DJI Mavic Air.

Il DJI Mavic Air è, come già detto, molto compatto: può essere trasportato tranquillamente in uno zaino o anche nella tasca di un giubbotto. Nella parte anteriore è presente la camera principale, dotata di gimbal, e due fotocamere che consentono al Mavic Air di evitare gli ostacoli (presenti anche su altri modelli). Posteriormente è presente il led di stato e altre due camere che fungono da sensori.

Il drone è dotato di un sensore CMOS da 1/2.3″ con risoluzione di 12 megapixel e la distanza focale è di 24mm equivalenti f/2.8. Questa dotazione permette al DJI Mavic Air di scattare foto ad alta risoluzione e registrare video in 4K a 100Mbps oppure in Full HD a 120fps per video in Slow Motion.

 

Sono molte le novità per quanto riguarda i video e le foto. Grazie alla funzione Sphere Panoramas è possibile scattare foto sferiche. Il Mavic Air scatta 25 fotografie, sia verticali che orizzontali, che unite formano una foto sferica da 32 MP che può essere visualizzata con i DJI Goggles per una prospettiva immersiva. Grazie alla modalità QuickShot è possibile registrare video professionali in modo automatico e senza usare programmi di editing. In pratica il drone esegue dei movimenti predefiniti, come ad esempio il movimento boomerang o asteroide, mantenendo l’inquadratura sempre sul soggetto. Il movimento boomerang circonda il soggetto con una traiettoria ovale, mentre il movimento asteroide crea un’immagine sferica che si ingrandisce mentre scende verso il soggetto sul terreno. Non manca la modalità ActiveTrack che su questo Mavic Air è stata migliorata per rilevare più soggetti da seguire. Come sul DJI Spark è possibile pilotare il drone senza telecomando, attraverso delle gesture che consentono di far muovere il Mavic Air e di scattare foto o registrare video. Un’ultima funzione molto interessante è l’HDR che permette di scattare foto molto bilanciate, senza zone troppo scure o troppo chiare.

DJI ha sviluppato la nuova FlightAutonomy 2.0 grazie alla quale il Mavic Air, grazie a sensori a infrarossi e 7 telecamere, può costruire una mappa 3D dell’ambiente in cui si trova e rilevare ostacoli fino a 20 metri. Tutto questo permette all’utente di pilotare in tranquillità il DJI Mavic Air anche in posti con presenza di molto ostacoli. Infatti il Mavic Air è capace di evitare gli ostacoli senza problemi.

Il DJI Mavic Air può volare per un massimo di 21 minuti e, in modalità sport, raggiunge i 68 km/h. L’altitudine massima che è possibile raggiungere con il nuovo drone di casa DJI è di 5.000 metri sopra il livello del mare e il raggio massimo di portata è di 3 km (grazie alle nuove antenne WiFi posizionate sotto le eliche). Ultima novità, anche un po’ insolita per un drone, è la presenza di una memoria interna da 8 GB, ovviamente espandibili con una scheda micro SD.

14 marzo 2018
DJI Mavic Air: disponibilità e prezzo

Il DJI Mavic Air è già in pre-ordine sul sito dell’azienda in 3 colorazioni al prezzo di 849€ per la versione con batteria, telecomando, custodia per il trasporto, due paia di protezioni per le eliche e quattro coppie di eliche; e 1.049€ per la verisione Fly More Combo che include 3 batterie, adattatore per caricare il drone tramite power bank e un hub per la ricarica delle batterie, oltre a tutti gli accessori della versione base. Le spedizioni partiranno dal 28 gennaio.

14 marzo 2018