Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Cyberpunk 2077

Cyberpunk 2077

di Matteo Gobbiaggiornato il 30 novembre 2018
attesaelevata
La storia del prodotto
Questo articolo raccoglie tutte le news su Cyberpunk 2077 presentate o in arrivo nelle prossime settimane e sarà costantemente aggiornato per non farvi perdere nulla sui nuovi dispositivi. L’ultimo aggiornamento risale al 11 Dicembre 2019.
CD Projekt mostra nuovamente Cyberpunk 2077 durante l'E3 2018, svelando alcune novità

L’attesa del pubblico nei confronti di Cyberpunk 2077 continua ad aumentare, ed in occasione dell’E3 2018 CD Projekt – casa di sviluppo responsabile per l’apprezzatissima serie The Witcher – ha finalmente gettato un po’ di luce su questa nuova ed ancora misteriosa IP. I dettagli non sono ancora moltissimi, non avendo di fatto mostrato del live action gameplay, però sono state comunque svelate alcune interessanti informazioni, che potete trovare qui sotto.

Cyberpunk 2077 news: tutto quello che c’è da sapere

Una nozione che bisogna tenere bene a mente prima di andare a leggere qualsiasi notizia legata a Cyberpunk 2077 è che CD Projekt segue un approccio simile a Valve quando si tratta di videogiochi, ovvero “li rilasciano solo quando sono pronti”. Tutte le nozioni svelate finora, quindi, non sono assolutamente da prendere come verità assolute e non si deve pensare che siano elementi finalizzati; tutto è ancora in corso d’opera e soggetto a cambiamenti, e non è affatto implausibile che diversi degli aspetti di cui vi parleremo andranno a variare in maniera più o meno considerevole. Questo fatto è assolutamente encomiabile e sintomo di una casa di sviluppo che tiene molto alla qualità del prodotto finale, però al tempo stesso ora che siamo ancora lontani dal rilascio del gioco rende le informazioni mostrate meno capaci di generare hype.

Detto questo, però, in teoria almeno un paio di elementi di Cyberpunk 2077 possono essere considerati come “finali”, ovvero l’ambientazione futuristica dal tono cyberpunk ed il fatto che sarà un gioco di ruolo. Ogni grande compagnia si è sempre lasciata la libertà di variare tutto in fase di sviluppo (basti pensare a Valve con il primo Half Life oppure più recentemente a Square Enix, come diciamo nella nostra recensione di Final Fantasy XV) ma questi due aspetti sono talmente critici per definire la natura del titolo che non potranno mai cambiare. Fatta questa importante premessa, andiamo a vedere cosa hanno svelato finora del gioco.

Campagna: una soluzione ibrida fra giocatore singolo e multigiocatore

In Cyberpunk 2077 i giocatori creeranno il proprio alter ego, scegliendone il sesso, l’aspetto e le statistiche forza, costituzione, intelligenza, riflessi, tech, e “cool”, che a quanto pare sono basate su quelle presenti nel gioco da tavolo Cyberpunk 2020 su cui è basato l’universo di gioco. Indipendentemente dai vestiti che decidiamo di indossare o dai tatuaggi che preferiamo avere, però, il personaggio in sé sarà sempre uno ed uno solo: V. Il significato del nome “V” è ancora un mistero, però si tratterà di un mercenario e per il momento è tutto ciò che sappiamo purtroppo.

La città americana in cui sarà ambientato Cyberpunk 2077 si chiama Night City e sembra un posto davvero malavitoso, povero e violento dove poterci sbizzarrire con migliaia di side-quest ed attività losche, ma a quanto pare l’immensità di questa metropoli è intesa anche per essere sfruttata in un contesto online. Avete capito bene, Cyberpunk 2077 sarà sia un gioco con elementi offline che multigiocatore e nonostante CD Projekt abbia già fornito considerevoli rassicurazioni, come un’assenza totale di micro-transazioni e una validità dell’esperienza in giocatore singolo non compromessa, è inevitabile che sorgano alcuni dubbi sia positivi che negativi. Al momento si conosce davvero troppo poco per poter sperare in risposte definitive, quindi non resta altro che aspettare ulteriori delucidazioni.

Gameplay: un gioco di ruolo e sparatutto in prima persona

Al cuore di Cyberpunk 2077 risiede una struttura da gioco di ruolo, dove il nostro personaggio avrà delle statistiche, una classe con delle abilità e quant’altro, però a livello di fruizione del gioco è stato finalmente confermato dagli sviluppatori che si tratta di un FPS. Ciò che ha detto CD Projekt, infatti, è che la visuale andrà in terza persona per i filmati e per le fasi di guida – quindi già si sa che ci saranno dei veicoli – ma durante le fasi di gioco dovrebbe rimanere in prima persona. Purtroppo il gameplay del gioco non è stato ancora svelato o mostrato al pubblico, però in occasione dell’E3 2018 alcuni fortunati eletti hanno avuto modo di testarlo di persona, quindi possiamo quantomeno dire che il gioco non è in alto mare a livello di sviluppo.

Diverse delle abilità sono già state svelate, e sembrano molto interessanti ed a tema con la natura futuristica del gioco. Indubbiamente alcune saranno principalmente focalizzate sui combattimenti e le componenti action del gameplay, come lame celate nelle braccia bioniche, correre sui muri ed un sistema di mira che calcola la traiettoria del rimbalzo dei proiettili, ma altre delle nostre specializzazioni avranno una natura prettamente improntata all’esplorazione del mondo di gioco. Dall’hacking ad un sistema di ispezione ottica potenziata, da un ragno robotico radioguidato al semplice doppio salto, infatti, questa tipologia di abilità lascia intendere che la componente esplorativa e la curiosità del giocatore saranno piuttosto importanti per determinare il gameplay del gioco, aprendo nuove porte e stili di approccio differenti.

Cyberpunk 2077 trailer

Cyberpunk 2077 beta: quando potremo provare la nuova opera di CD Projekt Red?

Purtroppo siamo ancora lontani da un possibile rilascio di una beta, non essendo di fatto ancora stata annunciata una data d’uscita vera e propria; Cyberpunk 2077 molto probabilmente avrà una beta, ma non a breve. Vi terremo informati non appena si saprà qualcosa di nuovo al riguardo.

Cyberpunk 2077 uscita e prezzo in Italia

Purtroppo al momento non si sa ancora nulla di certo sulla data d’uscita di Cyberpunk 2077. CD Projekt RED ha “confermato” che il gioco arriverà entro il 2021, quindi con molta probabilità il gioco anche nelle visioni più ottimistiche prima della fine del 2018 non arriverà. Per quanto riguarda le piattaforme il discorso è interessante, perché nulla è stato ancora confermato in via ufficiale, e per quanto sia lecito aspettarsi un’uscita su PC, PlayStation 4 e Xbox One recentemente è stato detto che Cyberpunk 2077 sta venendo sviluppato per “la prossima generazione”, frase molto vaga ma che incuriosisce non poco. Non resta altro che aspettare questo E3 2018 per cercare di carpire (forse) qualche nuova potenziale news su Cyberpunk 2077.

14 giugno 2018
Ricapitoliamo ciò che si conosce di Cyberpunk 2077 prima dell'E3 2018

Cyberpunk 2077 rumors: cosa sappiamo finora del gioco

Cyberpunk 2077 è un gioco di ruolo davvero molto interessante, sia per motivi di ambientazione che per la natura peculiare del gioco in sé. La storia sarà ambientata nella metropoli di Night City – una sorta di ibrido fra Los Angeles e San Francisco – in un ipotetico 2077. L’universo alternativo in cui si svolgeranno gli eventi del gioco si basa su quello già proposto nel gioco di ruolo da tavolo del 1988 chiamato “Cyberpunk 2020”, però oltre a questo nulla di concreto è ancora stato svelato. Non è stato mostrato ancora neanche un gameplay: tutte le immagini mostrate sinora non sono infatti rappresentative del prodotto finale.

Il mondo di Cyberpunk 2077 sarà molto curioso da visitare, essendo – almeno a detta di CD Projekt RED – un ambiente ben più vasto di quello visto in The Witcher 3. Questa affermazione suona davvero incredibile, però effettivamente il gioco avrà una natura sandbox dall’online integrato nell’esperienza in maniera simbiotica, quindi la vastità della mappa pare una necessità concreta. È difficile immaginarsi come la compagnia – che storicamente non si è mai approcciata all’ambiente multigiocatore online – abbia intenzione di implementare questo fattore nel game design di Cyberpunk 2077, però potete stare certi che sarà qualcosa di davvero massiccio. Le aspettative del pubblico nei confronti di questo gioco sono davvero numerose ed il livello di attenzione al dettaglio posto nella fase di sviluppo sembra davvero sensazionale. È stato confermato che il team di sviluppo che sta lavorando dietro a Cyberpunk 2077 è ben più grande di quello che ha lavorato a The Witcher 3 e alcuni membri della compagnia – come il compositore delle musiche – stanno ora lavorando anche a questo progetto.

La più grossa aspettativa che ha il pubblico, però, è l’innovazione: gli sviluppatori hanno detto che stanno cercando di trasportare il gameplay “carta e penna” del gioco di ruolo originale in Cyberpunk 2077, però suona davvero difficile immaginarsi come arriveranno a questo risultato. Una cosa però è certa: la carica d’innovazione del titolo. Un ottimo esempio presente nel gioco è che le voci dei personaggi saranno tutte in lingua originale e l’unico modo di “decifrarle” sarà o conoscendo la lingua o sfruttando un impianto neuronale del personaggio (aspetto sicuramente peculiare ed unico nello scenario videoludico a livello di meccaniche). Parlando ancora di gameplay, infine, recentemente gli sviluppatori hanno confermato che in Cyberpunk 2077 saranno presenti velivoli, moto, robot e tanti altri mezzi pilotabili.

20 maggio 2018