Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Controller Xbox One: la selezione dei migliori pad per la console Microsoft

Controller Xbox One: la selezione dei migliori pad per la console Microsoft

di Matteo Gobbi
Specialist Accessori Xbox One
aggiornato il 10 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

N.B. La guida Controller Xbox One è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

L’obbiettivo di questo articolo è aiutarvi nel processo di selezione di un controller Xbox One. Prima di andare a guardare nel dettaglio quali sono a nostro avviso le migliori soluzioni, andremo rapidamente a spiegare quali sono le qualità fondanti per determinare la validità o meno di questi prodotti, facendo fede a quanto già spiegato anche nelle nostre guide ai migliori joypad PC ed ai migliori controller PS4.

Controller Xbox One: quale comprare

Fortunatamente il processo di selezione del controller Xbox One è relativamente semplice, e tralasciando l’ovvio – ovvero che sia compatibile con la console – sono solamente un paio i criteri effettivamente essenziali da considerare. Il primo è la bontà e la qualità del prodotto, sia a livello dei materiali impiegati (che nelle fasce più alte possono includere anche soluzioni antiscivolo piacevoli al tatto, stick in metallo e simili) sia a livello di design; l’estetica di un controller, infatti, è pur sempre un elemento da valutare ma non deve inficiare in alcun modo l’ergonomia.

Il layout dei tasti

Salvo casi eccezionali (come i Joy-Con di Nintendo Switch) i pad si possono dividere in due grosse macro-categorie di design/layout dei tasti, siano essi controller per Xbox One o per altre piattaforme. Nello specifico, si parla di pad FPS oriented (grip bombati e stick direzionali posti diagonalmente, per favorire maggiormente i giochi action/sparatutto) o “all-purpose” (stick posti sullo stesso asse, quindi genericamente fruibili per ogni tipo di gameplay). La differenza in termini di validità di uno rispetto a un altro è relativamente minima e pressoché interamente personale. Il nostro consiglio è di seguire le proprie preferenze personali.

Detto questo, però, bisogna ricordare che canonicamente i sistemi Microsoft sono divenuti famosi negli anni per aver popolarizzato l’idea di controller pensato per gli shooter, risultando addirittura agli albori il principale punto di forza del sistema. Dunque risulta virtualmente impossibile trovare alternative allo stile FPS oriented dato che il design in questione è a dir poco radicato nel DNA della compagnia.

Cablato o senza fili?

Gli ultimi due aspetti da considerare sono la possibilità o meno di impiegare il controller Xbox One in questione con o senza fili e l’eventuale presenza di feature aggiuntive, come tasti macro programmabili e simili. Il primo aspetto chiaramente è a vostra discrezione ed è effettivamente impossibile dire in maniera assoluta quale sia la migliore opzione. Solitamente le console casalinghe sono impiegate in salotto, sul divano o sulla poltrona e di fronte alla televisione, e per convenienza vengono poste dentro o sopra il mobile dove è poggiata la TV, quindi un controller senza fili genericamente risulta più pratico, ma a seconda dei casi chiaramente il discorso può variare.

Ad esempio, se usate la console con il monitor del PC per forza di cose il sistema è davvero vicino alle vostre mani e quindi un controller cablato potrebbe risultare la soluzione più idonea. Per quanto riguarda le feature aggiuntive, infine, vi diremo di volta in volta cosa vanta nel suo arsenale il pad in questione, però prima di passare a vedere la nostra selezione di controller vi diamo un’ultima raccomandazione. Evitate di acquistare controller Xbox One ultra low-cost, ovvero con un costo inferiore ai 20€, dato che la qualità e longevità di questi di pad è a dir poco discutibile e difficilmente risultano prodotti sufficientemente precisi o dal rapporto qualità/prezzo sufficiente.

Prima di lanciarci nell’opera di selezione, desideriamo però segnalare un accessorio che potrebbe risultare a seconda dei casi piuttosto rilevante. Se il vostro intento è infatti di acquistare un nuovo pad così da poter impiegare un paio di cuffie con jack da 3,5 mm (feature non supportata dalla prima edizione del controller Xbox One, quella wireless e non quella bluetooth per intenderci) allora leggere il paragrafo sottostante potrebbe davvero fare al caso vostro.

Adattatore per cuffie Xbox One

Nel caso foste interessati a potrete gestire in un’unica comoda location tutte le funzioni essenziali per la regolazione delle cuffie e del microfono, dal muto al volume dell’audio della chat, allora l’adattatore per cuffie Xbox One è il prodotto perfetto per voi, anche se il motivo dietro all’esistenza di questo strumento è chiaramente uno ed uno solo: bypassare una mancanza della primissima edizione del pad di One. Se desiderate usare un paio di cuffie con jack da 3,5 mm con la prima generazione di controller wireless Xbox One, infatti, non potete vista l’assenza di quell’ingresso, rendendo dunque l’adattatore per cuffie assolutamente essenziale.

L’unica altra opzione disponibile, nel caso non desideriate sborsare circa 30€ per comprare questo accessorio (che ricordiamo vanta un peso di ben 249 grammi), è di comprare un nuovo controller e qui sotto – oltre ai link per acquistare eventualmente l’adattatore per cuffie Xbox One – potrete trovare la nostra selezione di prodotti divisa per fasce.

Puoi acquistare Adattatore Cuffie Xbox One su GameStop.

Controller Xbox One di fascia medio/bassa

QUMOX Controller Xbox One

Questo controller Xbox One è cablato e ha stick concavi posti su assi differenti e grip gommati.

Semplice e funzionale, questo controller Xbox One di ICOCO è la migliore opzione “under 30€” attualmente disponibile sul mercato. Il motivo è davvero semplice: costa relativamente poco ed oltre al minimo indispensabile offre anche una  gommatura dei grip per migliorare la presa.

A livello ergonomico questo pad risulta compatto, quindi idoneo per mani di piccole e medie dimensioni, ed anche se la qualità della plastica ABS o degli stick non è degna di lode ciò non significa che non sia più che sufficiente per la categoria. Inoltre, il fatto che questo controller Xbox One sia cablato (1,8 metri di lunghezza) lo rende molto appetibile per diversi utenti in cerca di una soluzione low-cost dalla qualità accettabile, ma non interessati ad un pad senza fili.

Puoi acquistare QUMOX Controller Xbox One su Amazon.

QUMOX Controller Xbox One
Prezzo consigliato: € 50.99Prezzo: € 25.99

Controller Xbox One di fascia media

Controller Xbox One

Questo controller Xbox One è senza fili e ha stick concavi posti su assi differenti.

Questo controller originariamente è stato rilasciato in concomitanza con l’uscita di Xbox One, ma è stato recentemente ammodernato con l’arrivo di Xbox One S implementando la tecnologia Bluetooth al posto del Wi-Fi. Tralasciando questa minuzia, il controller Xbox One sostanzialmente è stato concepito per rimpiazzare il pad di Xbox 360, considerato ancora oggi uno dei migliori joypad ad assi differenti mai fatti. Non tutto è stato eseguito alla perfezione, vantando infatti sia miglioramenti netti del pad direzionale e dei grilletti, ma al tempo stesso un peggioramento dei tasti dorsali ed un ingrandimento generale del pad che lo rende poco fruibile per chi ha mani piccole.

Detto questo, però, non bisogna dimenticarsi che come strumento per videogiocare rimane complessivamente una soluzione davvero solida e nel caso vogliate dotarvi di un pad aggiuntivo vi basta seguire i link sottostanti, dove potrete anche trovare delle varianti in colorazioni alternative. Infine, ricordatevi che contrariamente al pad per 360 il controller Xbox One è nativamente compatibile con Windows 10, sia in forma cablata che senza fili, quindi non serve acquistare una versione apposta da usare sul vostro computer.

Puoi acquistare Controller Xbox One nero (Bluetooth) su Amazon. In alternativa Controller Xbox One nero (Bluetooth) è disponibile nelle varianti Controller Xbox One blu (Bluetooth), Controller Xbox One bianco (Bluetooth) o Controller Xbox One rosso (Bluetooth).

Controller Xbox One di fascia alta

Xbox One Elite controller

Questo controller Xbox One è senza fili, ha stick concavi posti su assi differentidiversi tasti aggiuntivi nel retro e croce direzionale intercambiabile. Per descrivere Xbox One Elite controller in poche parole è sufficiente dire che questo joypad PC è senz’ombra di dubbio il miglior controller mai prodotto dalla casa di Redmond. Il pad è wireless e conserva il design del controller Xbox One, inclusa la compatibilità nativa con PC e console, però ogni cosa è pompata all’ennesima potenza.

Gli stick ed il d-pad sono in metallo ed intercambiabili per venire incontro alle varie preferenze di robustezza, ergonomia e necessità videoludiche di ogni utente. Gli analogici sono precisissimi e tutti i pulsanti hanno un’attuazione pulita e rapida, specialmente i grilletti grazie alla funzionalità Hair Trigger che richiede di imprimere meno forza per attuare il tasto. Una feature aggiuntiva atta a migliorare ulteriormente le possibilità di ogni gamer e risultare più veloci nelle fasi di gameplay è la presenza di tasti prolungati posti nel retro del pad, facili da premere con le nostre falangi senza doverle muovere, se non per customizzarle a nostro piacere. Infine, i materiali della scocca e dell’impugnatura sono robusti, gradevoli al tatto e conferiscono un’impugnatura salda. Se desiderate comprare questo bellissimo e completo dispositivo d’alto livello, lo potete fare qui sotto.

Puoi acquistare Xbox One Elite controller su Amazon su eBay o su Microsoft

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io sono Matteo e su Ridble ho un ruolo ben definito: sono lo Specialist di accessori Xbox One e dunque mi concentro sul consigliarvi prodotti in un settore che conosco e studio ogni giorno. La mia esperienza è arrivata nel corso degli anni, sia per passione personale che per finalità lavorative. Dai pad alle cuffie, dalle batterie ai volanti, questa ed altre tipologie di accessori fanno parte del mio repertorio di conoscenze, e grazie alle analisi che effettuo regolarmente posso affermare di essere uno Specialist capace di consigliarvi i prodotti migliori per le vostre esigenze.

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Tutti i che trovate dentro alle nostre guide all’acquisto sono stati identificati e valutati seguendo una serie di criteri ben definiti, che noi chiamiamo “metodo Ridble”. Questo modus operandi altro non è se non una serie di quattro fasci che noi del team abbiamo creato, perfezionato ed impiegato con successo nel corso degli ultimi anni.

Tutto comincia con l’ufficializzazione del prodotto, che deve avvenire per mezzo di canali ufficiali (come comunicati stampa, eventi ecc.). In questo modo noi Specialist prendiamo atto dell’esistenza del prodotto ed avviamo tutte le fasi di valutazione preliminare per capirne le potenzialità. Un corollario di questo fatto è che per forza di cose non andremo ad avvalerci di rumor, indiscrezioni e chiacchiere, dato che questo tipo di fonti non segue criteri di veridicità accettabili per i nostri standard.

Una volta che il prodotto è stato rilasciato sul mercato, è nostra premura verificarne l’eleggibilità. Ciò significa, molto semplicemente, che tutti i prodotti proposti nelle nostre guide sono acquistabili in Italia (online e offline). Di conseguenza, se un modello di controller Xbox One (o di qualsiasi altro tipo di prodotto nelle nostre guide agli acquisti) non è stato reso disponibile sul nostro mercato non vi verrà consigliato.

La terza fase è molto importante, e consiste nella prova del prodotto. In questa maniera, infatti, ci è possibile verificare in maniera tangibile tutte le specifiche e qualità del prodotto in questione. Ogni accessorio proposto i questa collana richiede ovviamente metriche d’analisi differenti, ma un punto che ci preme molto di sottolineare è che sebbene i test possano variare, la metodicità del nostro metodo rimane assolutamente invariata; questo è assolutamente uno dei cardini della nostra figura di Specialist.

Infine, i prodotti che ottengono un giudizio positivo sono selezionati per essere inseriti nelle nostre guide all’acquisto, tenendo in considerazione le qualità rilevate nel corso della prova. In aggiunta, ogni Specialist mette sempre in discussione la posizione dei prodotti all’interno delle sue guide, così da garantire sempre al consumatore le migliori opzioni disponibili al momento.

Se vuoi scoprire più nel dettaglio come funziona il metodo Ridble, ti invitiamo a visitare la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

La nostra prova di un controller Xbox One parte da un’analisi dettagliata della solidità e qualità dei materiali impiegati. Questi, infatti, non solo giocano un ruolo importante nell’influire sull’ergonomia del prodotto (assieme ovviamente alla forma della scocca) ma determinerà anche la potenziale aspettativa di vita del pad. Nel caso siano inoltre presenti zone gommate, o comunque i materiali di rivestimento abbiano proprietà antiscivolo, è nostra premura verificare che siano piacevoli al tatto, soggetti a poca usura e, soprattutto, efficaci.

Fatto questo, passiamo ad identificare e valutare tutte le feature proposte che possono andare ad impattare più o meno considerevolmente sulla fruibilità della periferica. Ad esempio, una volta controllato la natura del layout dei tasti (che nella quasi totalità dei casi è FPS-oriented) valutiamo quanto facilmente sono accessibili i tasti senza scomodare le mani dalla loro posizione, oltre ovviamente a quanto facilmente sono attuabili. Inoltre, facendo questi parte del layout, valutiamo la bontà e precisione degli stick analogici, combinando una prova pratica in-game ad una resa tramite lo strumento di calibrazione di Windows. In questa maniera noi valutiamo non solo quanto è facile e comodo impiegarli, ma anche il livello di precisione e l’eventuale presenza angoli morti.

Infine, concludiamo la nostra fase di test valutando il prodotto a seconda del metodo di connettività che adotta. Se si tratta di un modello cablato, valutiamo quanto è lungo il cavo, con che materiale è rivestito e se adempie a dovere al suo scopo. In caso di un modello wireless, invece, ne valutiamo la praticità testando alcuni elementi come il range e la stabilità del segnale e, nel caso vanti una batteria integrata, la sua autonomia e le tempistiche di ricarica. Infine, nel caso siano presenti, è nostra premura testare la bontà e praticità di eventuali feature aggiuntive proposte dal prodotto. Che si tratti o meno di tasti posteriori, software aggiuntivi o di elementi d’ergonomia variabile, ciascuna funzionalità viene provata a dovere, così da coglierne pregi o difetti e capirne l’effettiva validità.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Matteo Gobbi tramite i commenti.