Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Compatta con mirino elettronico: la nostra selezione delle migliori

Compatta con mirino elettronico: la nostra selezione delle migliori

di Carlo Carlino
Specialist Fotocamere compatte
aggiornato il 24 aprile 2019
5109 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

 

Inoltre su Amazon sta impazzando l’iniziativa “HP Days” con sconti su tantissimi prodotti fino al 20% rispetto al prezzo di listino. Rimane attiva anche la “Huawei Week 2019“, con offerte su molti prodotti del settore mobile dell’azienda.

N.B. La guida Compatta con mirino elettronico è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

Il mirino fotografico può cambiare completamente l’esperienza di scatto, farci sentire più immedesimati all’interno della scena e darci un look più professionale. Proprio per l’importanza cruciale di questo elemento si sono sviluppate tecnologie sempre più importanti, a partire dal sistema a specchi delle moderne reflex fino ad arrivare ai mirini elettronici più preformanti in assoluto che troviamo spesso su mirrorless e alcune compatte. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di creare questa guida e cercare di capire qual è la miglior fotocamera compatta con mirino elettronico che è possibile acquistare questo mese. Scopriamo prima quali sono i criteri che utilizzeremo per selezionare i modelli migliori e la loro importanza.

Compatta con mirino elettronico: quale comprare

La prima cosa da comprendere appena si decide di acquistare una compatta con mirino elettronico è proprio il concetto di mirino, la rispettiva qualità e i benefici che se ne possono trarre. Per questo particolare argomento vi rimandiamo alla nostra guida “mirino macchina fotografica” per avere tutti i dettagli possibili su questo strumento. In linea di massima possiamo dire che il mirino elettronico rappresenta il giusto compromesso tra compattezza e prestazioni e proprio per questo lo troviamo montato sulle fotocamere compatte.

Le fotocamere compatte prima dell’era del mirino elettronico, infatti, montavano un mirino ottico galileiano: si tratta di un sistema economico che simula la visuale che si avrebbe con la lente, cercando di avvicinarsi il più possibile a quello che sarà l’inquadratura finale. Capite bene che un sistema simile non può funzionare su ottiche zoom e super-zoom, dal momento che il mirino sarà in grado di simulare solo una certa distanza focale nella maggior parte dei casi fissa. Ecco allora che per risolvere questo problema si sono intraprese due strade: da una parte sono nati sistemi complessi di specchi tipici delle reflex, dall’altra si sono trovate soluzioni elettroniche come per le compatte e mirrorless, che permettono di ridurre l’ingombro e aumentare le prestazioni.

Infatti il mirino elettronico, spesso abbreviato in EVF o LVF, è in grado di mostrarci il mondo con gli occhi del sensore della nostra fotocamera; in parole semplici è come se fosse il display posteriore delle fotocamere in miniatura. Questo offre una serie di vantaggi non indifferenti che hanno letteralmente portato all’estinzione il sistema di mirino ottico galileiano. Per prima cosa non esiste più il problema dell’errore di parallasse, tipico del mirino galileiano, spiegato molto bene nella nostra guida dedicata al mirino che vi abbiamo consigliato all’inizio. Inoltre grazie all’utilizzo della tecnologia una fotocamera compatta con mirino elettronico è in grado di mostrare l’immagine esattamente così come sarà il risultato finale.

Tuttavia i mirini elettronici non godono ancora di buona fama dal momento che i primi esperimenti avevano dei lag incredibili, mostravano l’immagine in ritardo e con colori decisamente poco reali e piacevoli. Oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante ed è possibile trovare fotocamere compatte con mirini elettronici di tutto rispetto, con display OLED a contrasto elevato e un ritardo dell’immagine così irrisorio da non essere percepito dall’occhio umano.

Per scegliere quindi la miglior compatta con mirino elettronico è necessario considerare, oltre a tutti i parametri che spieghiamo in ogni guida, come la grandezza del sensore, la qualità dell’autofocus e le funzioni uniche del produttore; anche la qualità del mirino elettronico. In questa guida abbiamo già pensato noi a selezionare i modelli che meglio rispecchiano la miglior compatta con mirino elettronico guardando sia le prestazioni che il mirino. In ogni caso ricordatevi sempre di controllare che l’EVF sia a livelli accettabili, per non trovarvi a spendere più soldi per acquistare una compatta con mirino elettronico e poi di fatto non poterlo utilizzare.

Sony DSC-HX99

Il primo prodotto di questa guida alla compatta con mirino elettronico è la Sony DSC-HX99. Si tratta di una fotocamera compatta che monta una buona lente, un buon display e un mirino elettronico a scomparsa. La caratteristica più importante della HX99 è il suo rapporto qualit/prezzo, è infatti una delle compatte con mirino elettronico più economiche attualmente sul mercato.

Integra un sensore CMOS Exmor R da 18.2 megapixel che, accoppiato al processore d’immagine BIONZ X, permette di scattare foto di buona qualità e registrare video fino alla risoluzione massima di 4K a 30fps. Si tratta di caratteristiche di tutto rispetto visto il costo di questa fotocamera. La lente è prodotta da Zeiss e presenta uno zoom ottico 25x che permette di avvicinarsi anche ai soggetti più lontani. La distanza focale equivalente che riesce a coprire è pari a 24-720mm, quindi è possibile utilizzare questa macchina fotografica per qualunque genere fotografico, dai paesaggi ai ritratti. Purtroppo, e questa è la nota dolente di questa Sony, l’apertura del diaframma è pari a f/3.5-6.4, quindi non è molto luminosa. Non si tratta di un grande problema per, in quanto è presente una stabilizzazione dell’immagine SteadyShot proprietaria. I monitor touch screen posto nella parte posteriore, inoltre, può essere ribaltato di 180° per foto di gruppo o selfie, mentre il mirino EVF OLED di ottima qualità nascosto nella parte superiore della fotocamera permette di scattare foto anche in situazioni di forte luce in cui non è possibile guardare il display. Infine non mancano le varie connessioni: WiFi, Bluetooth e NFC. Grazie a quest’ultime è possibile collegare la piccola Sony al proprio dispositivo mobile per trasferire file e controllare la camera da remoto.

Sony DSC-HX99 è la compatta con mirino elettronico che dovete acquistare se il vostro budget è contenuto.

Puoi acquistare Sony DSC-HX99 su Amazon o se preferisci su eBay

Canon PowerShot G5 X

Abbiamo toccato con mano Canon PowerShot G5 X al Photoshow 2015 presso lo stand Canon e siamo rimasti particolarmente colpiti da questo modello che si presenta come l’ammiraglia delle fotocamere compatte Canon. La qualità dei materiali e del prodotto in generale è davvero buona, così come la qualità del mirino che, come vedremo, è decisamente migliore di quello che abbiamo visto sulla Panasonic. Diciamo che con questo modello il rapporto qualità prezzo è davvero buono, anche se come al solito per le fotocamere Canon, quando si parla di qualità video non troviamo il 4K. Tuttavia se siete disposti a rinunciare a questo fattore potrete con un prezzo abbastanza buono portarvi a casa un prodotto decisamente buono, dotato di un mirino elettronico, una lente di tutto rispetto e la comodità di ricarica tramite cavo USB.

Canon G5 X integra un sensore CMOS da 1″ con 20.2 megapixel affiancato dal processore DIGIC 6, prestante e reattivo. Queste due componenti sfruttano l’ottica integrata da 24-100mm equivalenti con un’apertura f/1.8-2.8. Si tratta di un obiettivo davvero molto luminoso in gradi di garantire una qualità eccezionale degli scatti anche a distanze focali elevate. Il mirino integrato in questo caso è davvero ottimo: si tratta di un bellissimo EVF OLED da ben 2.36 milioni di pixel con una copertura del 100%. Quello che lo rende ancora migliore è la posizione in cui è situato, ovvero al di sopra dell’obiettivo, proprio come avviene sulle reflex e mirrorless di fascia alta. Il display è orientabile e touchscreen, ideale quindi per ottimi selfie, vlog e riprese video. Su questa fotocamera è presente anche una slitta hotshoe che permette di collegare flash e accessori esterni in tutta semplicità. Presente anche la tecnologia NFC e il chip WiFi, ma sopratutto questo modello ha la possibilità di essere ricaricato tramite USB. In questo modo sarà possibile approcciarsi alla fotocamera proprio come facciamo con lo smartphone, ovvero si potrà effettuare la ricarica anche tramite una batteria esterna e portare con sé solo il cavo per la ricarica, una comodità da non sottovalutare. Infine per quanto riguarda la parte video Canon PowerShot G5 X non brilla per la sua qualità video in Full HD a 60p, che rimangono comunque ottimi per un utilizzo generico ma limitano il videomaker o comunque chi è interessato alla massima qualità di ripresa.

Canon PowerShot G5 X è una fotocamera compatta con mirino elettronico davvero interessante, che permette in un corpo compatto di beneficiare di tutti i vantaggi di un modello Canon e di un’ottima qualità ed esperienza d’uso. Se volete approfondire vi rimandiamo alla nostra recensione di Canon PowerShot G5 X.

Puoi acquistare Canon PowerShot G5 X su Amazon o se preferisci su eBay

Panasonic Lumix DC-TZ200

Panasonic Lumix DC-TZ200 è l’evoluzione della DMC-TZ100 che è stata presente in questa guida per molti mesi. Si tratta di una fotocamera compatta della serie “Travel Zoom”, quindi perfetta per chi cerca qualcosa di comodo da portare in viaggio, che abbia un ottimo zoom e che assicuri ottime prestazioni. Le caratteristiche che rendono questa Lumix diversa da tutte le altre compatte sono le funzioni uniche come 4K Photo e Post Focus che rendono l’esperienza di scatto sicuramente diversa dal solito.

Panasonic Lumix DC-TZ200 integra un sensore MOS da 1” con 20 megapixel, affiancato dall’obiettivo Leica f/3.3-6.4 che copre una distanza equivalente pari a 24-360mm tramite il proprio zoom ottico da 15x. Guardando invece le caratteristiche del proprio LVF notiamo come Panasonic abbia scelto di integrare al suo interno un mirino elettronico da 0,21 pollici con 2.330.000 pixel con una copertura del campo visivo pari al 100% ed un ingrandimento di circa 0,53x equivalenti ad una fotocamera 35mm. L’ingrandimento è molto basso, dal momento che l’immagine apparirà a circa la metà della grandezza effettiva. Infine troviamo anche le classiche funzioni Panasonic come 4K PhotoPost Focus, il WiFi integrato e un display touch da 3 pollici. Se siete interessati anche al lato video questa fotocamera vi permetterà di ottenere risultati straordinari grazie alla qualità di registrazione in 4K a 30 fps, anche se purtroppo manca la tecnologia DFD (Depth From Defocus).

Panasonic Lumix DC-TZ200 è la compatta con mirino elettronico che permette di scattare ottime foto e registrare straordinari video quando si è in viaggio. Purtroppo avere uno zoom così esteso comporta un’apertura massima del diaframma non molto elevata, ma al tempo stesso sono presenti le ottime funzionalità Panasonic che possono tornare utili in alcune situazioni.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-TZ200 su Amazon o se preferisci su eBay

Sony RX100 Mark V

Sony RX100 V integra un sensore CMOS Exmor R da 1″ con 20,1 megapixel affiancato dal processore d’immagine BINONZ X, uno dei migliori processori Sony. Quest’ultimo permette di effettuare raffiche di scatto continue fino a 24 fps, contare su 315 punti di messa a fuoco con un’autofocus in grado di agganciare il soggetto in soli 0,5 secondi, numeri da record per una compatta che fa mangiare la polvere anche ad alcune reflex e mirrorless. Passando al mirino troviamo un fantastico XGA OLED True-Finder ultra rapido retrattile da 2.359.296 punti con rivestimento antiriflesso ZEISS T, con una copertura del 100% e un ingrandimento pari a circa 0,59x equivalenti. L’ingrandimento non è eccezionale ma si fa perdonare da tutte le altre caratteristiche davvero favolose; la tecnologia OLED permette un contrasto elevato, uno dei fattori principali per valutare la qualità di un EVF. Troviamo inoltre il chip WiFi, la tecnologia NFC che permettono come sempre trasferimenti rapidi e controllo remoto della fotocamera. Infine se guardiamo la qualità video ci innamoreremo ancora di più di questo modello, dal momento che  Sony RX100 V non solo è in grado di registrare video in 4K 2160p Ultra HD ma anche di generare filmati in slow motion 10X a 250 fps, per rallentamenti impressionanti e professionali di qualunque azione. Insomma, se il portafoglio ve lo permette Sony RX100 V è la miglior fotocamera compatta con mirino elettronico che è possibile acquistare.

Sony RX100 Mark V è sicuramente una, se non la miglior fotocamera compatta con mirino elettronico presente sul mercato. Questo integra caratteristiche da vera PRO in un corpo portatile e compatto, e garantisce una qualità video unica. Abbiamo avuto modo di provare questa compatta PRO, se volete sapere cosa ne pensiamo vi rimandiamo alla nostra recensione di Sony RX100 Mark V.

Puoi acquistare Sony RX100 Mark V su Amazon o se preferisci su eBay

Panasonic Lumix DC-LX100 II

L’ultimo Prodotto di questa guida è la Panasonic Lumix DC-LX100 II, una compatta dall’aspetto retrò che integra un ottimo mirino elettronico e assicura prestazioni molto buone.

Il cuore della LX100 II è un sensore MOS 4/3″ da 17 megapixel in grado di registrare filmati in 4K a 30fps e scattare foto di ottima qualità. Il merito della grande qualità fotografica di questa compatta deriva anche dalla lente Leica DC Vario che assicura sempre scatti di qualità. Copre una distanza equivalente pari a 24-75mm, la focale preferita dai professionisti, e ha un’apertura massima del diaframma di f/1.7-2.8, perfetta per un ottimo sfocato nei ritratti e per le situazioni con poca luce. Quando si scatta con tempi lenti, o quando si registrano video, la stabilizzazione O.I.S. permette di evitare micromossi e tremolii. Trattandosi di una Panasonic non mancano le modalità 4K Photo (per estrapolare una foto da un filmato) e il Post Focus (per scegliere il punto da mettere a fuoco dopo aver scattato la foto). Il monitor LCD posteriore è touch screen, perfetto per scegliere il punto di messa a fuoco con un tap o per muoversi più facilmente nei menù. Per quanto riguarda il mirino, invece, è presente un LVF da oltre 2 milioni di pixel, perfetto per le situazioni di forte luce. Infine il WiFi permette di trasferire foto e video ai propri dispositivi mobili e consente di controllare la camera da remoto.

La Panasonic Lumix DC-LX100 II è una compatta con mirino elettronico professionale pensata per tutti quelli che amano l’aspetto vintage e le ghiere per settare i parametri di scatto.

Puoi acquistare Panasonic Lumix DC-LX100 II su Amazon o se preferisci su eBay

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

5109 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Carlo Carlino tramite i commenti.