Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Come assemblare un PC da gaming: quello da sapere prima di iniziare

Come assemblare un PC da gaming: quello da sapere prima di iniziare

di Claudio Carelli
Specialist Computer gaming
aggiornato il 30 luglio 2018
7734 utenti hanno trovato utile questa guida
7734 utenti hanno trovato utile questa guida
N.B. La guida come assemblare un pc da gaming è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Ottobre 2018.

Se siete videogiocatori vi sarete posti, almeno una volta nella vita, il seguente quesito: sarà il caso di comprare un computer da gaming? Magari siete già in possesso di una o più console, ma avete iniziato a fantasticare sul fascino di un PC: multiplayer gratuito, giochi scontati e tanta, tanta libertà nell’utilizzo. Vediamo infatti una libreria di giochi enorme e variegata potendo giocare anche a titoli di oltre vent’anni fa, spesso senza mettere mano al portafogli. Un grosso vantaggio è proprio quello del prezzo inferiore dei giochi appoggiandosi su piattaforme come Steam o GOG, ma specialmente sui popolari cosiddetti bundle come Humble Bundle o Fanatical. Tutti volti a offrire il miglior valore per i soldi spesi, che siano titoli tripla A o indie di successo. Infine, la qualità dell’immagine è generalmente superiore alle console, sebbene dipenda dalla cifra che siete disposti a spendere, con la possibilità di modificare le impostazioni grafiche a favore di un gameplay più frenetico oppure puntando a godervi il panorama in modo rilassato. Ma magari la scelta del PC è condizionata dal essere avidi giocatori di FPS e volete farvi valere con mouse e tastiera, oppure avete deciso di voler realizzare contenuti video per il vostro futuro canale. Qualsiasi sia il motivo vi aiuteremo a trovare il PC da gaming più adatto alle vostre esigenze!

si scherza. sù.

Ora, probabilmente siete qui perché qualcosa ha suscitato il vostro interesse, ma forse avete un ronzio di dubbi che continua ad assillarvi mettendovi in una situazione di perenne indecisione. Vorremmo quindi chiarire alcuni concetti e sfatare quei miti tanto vociferati del PC. Primo fra tutti, non è vero che il computer va cambiato ogni tot anni, i componenti elettronici non si degradano col tempo e vi daranno risultati soddisfacenti anche a distanza di anni. Certo, i requisiti dei giochi di ultimissima generazione aumentano, ma per come è strutturato il PC potrete sostituire i componenti chiave e portare la configurazione ad un livello nettamente superiore, è più facile di quanto si possa immaginare. E qui qualcuno potrebbe controbattere che le console costano meno – ma costano davvero complessivamente meno? È imprescindibile, il prezzo di listino di una console è decisamente allettante: pronta all’uso, controller incluso ed un ecosistema completamente dedicato al gaming. Ma possono offrirti tutto ciò perché una volta fatta questa scelta ogni transazione avverrà tramite i loro canali: un investimento iniziale che sanno di poter convertire in profitto con i tuoi futuri acquisti. Proprio per questo motivo la console non propone sconti come quelli su PC, è il fondamento del loro modello di business. Il vero vantaggio del PC è perciò la libertà e flessibilità, permettendovi di scegliere dove e come acquistare i giochi, se e come migliorare un aspetto del computer e specialmente garantire le prestazioni a lungo termine tramite della sana manutenzione, anch’essa limitata nel mondo delle console.

Allora siamo pronti ad immergerci nell’incantevole mondo del PC gaming? Essere finalmente partecipi di quei meme su Gabe ed i portafogli prosciugati su Steam? Dare finalmente del console peasant ai tuoi amici (scherziamo, vogliamo bene a tutti)? Ci siamo quasi. Assemblare un PC non è un processo immediato, vanno scelti attentamente i componenti, controllando la compatibilità e spendendo ciò che il proprio budget permette. Ma è proprio qui che noi di Ridble entriamo in gioco, offrendovi una panoramica dei migliori componenti per PC aggiornata di mese in mese. Potete cimentarvi subito nell’acquisto attraverso la nostra guida alle configurazioni complete PC Gaming dove troverete la migliore combinazione di componenti scelta da noi e suddivisa per fascia di prezzo, l’ideale per chi non vuole troppi grattacapo. In alternativa trovate le singole guide riguardanti il computer gaming dove approfondiremo come funziona e come scegliere i vari componenti che contribuiscono alla nostra esperienza di gioco. La nostra filosofia è la correttezza e la precisione, ma specialmente la qualità dei contenuti: in ogni guida è incanalata la conoscenza e la passione di uno specialist del settore che saprà rispondere a tutte le vostre domande. Sul nostro portale troverete perciò dei contenuti in continua evoluzione venendo incontro sempre più alle necessità degli utenti.

Come assemblare un PC da Gaming: tutti i componenti necessari

Prima di rispondere effettivamente a come assemblare un PC da gaming, bisogna capire di quali componenti abbiamo bisogno. I componenti necessari per far partire il computer sono otto in totale: processore, scheda madre, RAM, scheda video, storage, alimentatore, case e dissipatore CPU. Diamo ad ognuno una chiara descrizione per capire il loro ruolo all’interno del computer.

Processore

Il processore o CPU (Central Processing Unit) è l’unità di calcolo principale ed è perciò il componente più importante nella scelta di una configurazione. Questo piccolo quadratino di pochi centimetri rappresenta il cervello del computer che definirà sostanzialmente la performance del nostro PC. Le aziende che si contendono questo mercato sono i colossi Intel e AMD.

Scheda madre

La scheda madre o motherboard si occupa invece di interfacciare tutti i componenti fra di loro permettendo l’armonioso funzionamento del PC. Generalmente possiamo dire che non impatta in modo percettibile la performance e farà da semplice “ponte” fra i vari componenti. La caratteristica chiave della scheda madre è la compatibilità del processore: esistono schede madri realizzate per processori Intel e schede madri ideate per processori AMD. In nessun caso sarà possibile utilizzare CPU con motherboard del brand opposto, mentre il resto della componentistica è standardizzata e nel più dei casi compatibile. I brand che si contendono questo mercato sono molteplici, tra cui i più rilevanti ASUS, MSI, Gigabyte e ASRock.

RAM

La RAMmemoria è un componente molto veloce che ha il compito di tenere i dati pronti all’uso per la CPU. Qualsiasi programma in esecuzione, compreso il sistema operativo, sarà caricato dal dispositivo di archiviazione alla RAM. Da qui, memoria e CPU si scambieranno frequentemente i dati relativi all’elaborazione in corso, dando vita effettivamente a tutto ciò che accade su schermo e non. Le aziende produttrici di RAM sono estremamente numerose, tra le più popolari troviamo Corsair, Crucial e Kingston.

Scheda video

La scheda video o GPU (Graphics Processing Unit) è un’altro componente fondamentale del PC. Come si può intuire dal nome, si occupa dell’elaborazione grafica dei dati ovvero di far vedere su schermo il risultato di quello che accade nel computer. Possiamo distinguere due tipi di GPU, andiamo a vedere cosa le caratterizza.

  • Prima di tutto la scheda video integrata che è appunto già inclusa nella CPU, ideale per un utilizzo non impegnativo del computer come la navigazione web o la visione di film. Una volta accertati che si tratta di un processore con scheda video integrata, potete usufruirne semplicemente collegando il monitor all’uscita video della scheda madre.
  • L’alternativa è la scheda video dedicata, un componente a sé stante che può essere di gran lunga superiore a quella integrata. Avrà infatti una memoria tutta sua, insieme ad una moltitudine di funzionalità esclusive dei produttori. La scheda video dedicata è un must nell’uso di software professionali e nel gaming dove i due colossi Nvidia ed AMD si scontrano da più di un decennio. In questo caso la GPU andrà installata su uno slot della scheda madre e occorrerà eventualmente collegare il cavo di alimentazione richiesto. Qualsiasi motherboard è compatibile con una qualsiasi scheda video, non esiste alcun vincolo di compatibilità

Storage – Hard Disk e SSD

Il computer non può funzionare se non possiamo installarci nulla sopra. I dispositivi di storage sono quindi essenziali per utilizzare il PC e poter installare tutti i software necessari. Anche qui troviamo una netta distinzione.

  • Gli hard disk o HDD utilizzano componenti meccanici per l’archiviazione dei dati. Sono la tecnologia più datata, ma possono vantare un costo decisamente minore rispetto ai veloci SSD. I principali competitor sono Western Digital e Seagate.
  • Gli SSD (Solid State Drive) sono invece completamente elettronici e superiori da molti punti di vista agli hard disk. Risultano essere più efficienti, più resistenti agli urti, ma specialmente di gran lunga più veloci. Tutto questo ha però un costo e gli SSD risultano essere molto cari se confrontati alle capacità di archiviazione degli HDD. Ciò nonostante i benefici sono innegabili e nella maggior parte dei casi ne varrà la pena. I produttori di SSD sono estremamente numerosi (come nel caso delle RAM), fra i più popolari troviamo Samsung, Crucial e SanDisk.

Alimentatore

Passiamo all’alimentatore o PSU che può essere visto come il cuore del computer. Questo blocco di metallo e cavi si occupa di fornire a tutti i componenti l’energia richiesta e di proteggerli in caso qualcosa vada storto. Non influenza in maniera diretta le prestazioni del PC, ma è fondamentale scegliere un alimentatore di qualità per garantire la longevità della propria configurazione. Le aziende anche qui sono tantissime, ma tra le più consolidate ci sono Corsair, Seasonic ed EVGA.

Case

Infine troviamo il case, una struttura solitamente in metallo e plastica che si occupa di accogliere tutta la componentistica al suo interno. Il suo principale scopo è quello di proteggere i componenti ed assicurare un flusso d’aria costante. È importante scegliere un case che abbia il giusti alloggi per i componenti da installare e che magari compiaccia anche la vista. Il mercato dei case è in assoluto il più caotico con una scelta di prodotti immensa, tra le aziende leader del settore troviamo Cooler Master, Corsair ed NZXT.

Dissipatore CPU

Il dissipatore per la CPU può essere un acquisto opzionale oppure necessario, in base alla sua presenza o meno nella confezione del processore. Si occupa di tenere al fresco la CPU che tenderà ad alzarsi di temperatura man mano che i workload assegnati si faranno più pesanti. Specialmente in situazioni di rendering avanzati o gaming ad alti FPS sarà fondamentale l’acquisto di un dissipatore più capace. Se invece fate un utilizzo comune del PC basterà quello incluso col processore.

Altri acquisti opzionali possono essere una soluzione per il WiFi,  il lettore DVD/Blue-Ray, una scheda audio dedicata e tanto altro. Ma questi qui sopra sono l’essenziale per il funzionamento del PC.

Come assemblare un PC da Gaming: un esempio pratico

Bene, abbiamo una prospettiva dei componenti essenziali al funzionamento del PC, ma come arriviamo da questa descrizione ad una configurazione vera e propria? Qui vi illustriamo un esempio di quello che dovrebbe essere il vostro PC da gaming al completo, provvisto di tutti i componenti e bilanciati secondo la loro relativa fascia di prezzo:

Affiancati magari dai seguenti accessori complementari:

Una solida configurazione da circa 550€ capace di soddisfacenti performance in Full HD, lasciando comunque spazio per miglioramenti futuri. Abbinato agli accessori otteniamo un PC completo di monitor e periferiche per circa 700€.

7734 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Claudio Carelli tramite i commenti.