Chuwi SurBook: ecco l’anti Surface, anche in versione “Mini”

scritto da Giovanni Mattei ultima modifica il 26 April, 2017

Nel campo dei tablet 2-in-1 Chuwi è ormai una realtà affermata. L’azienda cinese è infatti riuscita a ricucirsi una florida nicchia di utenti sempre pronta a premiare le novità rilasciate dalla compagnia nel settore di tablet e affini. In queste ore, come riportano i colleghi di Liliputing, Chuwi presenta ufficialmente la sua ultima proposta per competere contro la linea Surface di Microsoft.

Chuwi SurBook Chuwi SurBook Mini sono i due nuovi player che dovranno in qualche modo attrarre l’interesse degli utenti alla ricerca di un tablet 2-in-1 con particolari caratteristiche. Muniti di una scocca in alluminio con una kickstand integrata in lega di magnesio che permette di angolare il tablet in diverse posizioni, permettono di sfruttare la macchina per scrivere o per disegnare anche tramite una stylus.

Chuwi SurBook monta un pannello IPS da 12.3 pollici con aspect ratio in formato 3:2 e risoluzione 2836 x 1824 pixel, un processore Intel Celeron N3450 (serie Intel Apollo Lake), 6 GB di memoria RAM LPDDR3, 128 GB di storage in formato eMMC 5.0 con possibilità di espansione tramite micro SD. Per quanto riguarda i moduli connettività, non manca una porta USB Type-C, una porta mini HDMI, jack audio da 3.5 mm, Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 4.0, una porta USB 3.0, una porta USB 2.0 ed il classico laccio magnetico tramite cui fissare la tastiera dock esterna retroilluminata.

Per chi è alla ricerca di un prodotto altrettanto curato ma con un ingombro più contenuto, Chuwi SurBook Mini mota un pannello da 10.5 pollici con risoluzione WQXGA da 2560 x 1600 pixel. Il resto della componentistica interna rimane sostanzialmente identico a quello integrato nel fratello maggiore. Molto interessante trovare la possibilità di sfruttare un sistema dual-boot per passare rapidamente da Windows 10 ad Ubuntu.

Se siete interessati ai due tablet 2-in-1, vi consigliamo di tenere sott’occhio le pagine di Indiegogo in quanto Chuwi ha scelto di affidare il destino dei due dispositivi ad una campagna di crowdfunding. Curiosi di scoprire cos’altro offre il mercato? Date un’occhiata alla nostra pagina raccoglitore sul miglior tablet.

Top