Canon EOS 800D ed EOS 77D: nuove reflex per tutti

scritto da Ricky Delli Paoli il 15 febbraio, 2017

Mattinata importante per Canon: il produttore, dopo aver presentato la nuova Canon EOS M6 per quanto concerne il segmento mirrorless, ha svelato da poco anche Canon EOS 800D, evoluzione della cara Canon EOS 750D, decisamente storica per noi in quanto la prima e vera recensione fotografica di Ridble Fotografia (nel lontano 2015), e EOS 77D, modello nuovo in tutto e per tutto

Canon EOS 800D e Canon EOS 77D condividono il sensore CMOS APS-C da 24,2 megapixel e il processore d’immagine DIGIC 7, gli stessi utilizzati in Canon EOS M5 e Canon EOS M6. Canon EOS 77D è infatti una fotocamera di fascia superiore rivolta ad un mercato da “mid range” mentre Canon EOS 800D è più dedicata alla fascia “consumer” e principianti che vogliono approcciare la fotografia nel migliore dei modi.

Entrambe le fotocamere reflex sono in grado di sfruttare la velocità del processore d’immagine DIGIC 7 per mettere a fuoco in appena 0,03 secondi in modalità Live View e offrire un’ottima precisione in ogni scena, così come anche la possibilità di scattare una raffica da sei fotogrammi al secondo.

Nella gallery, Canon EOS 77D:

Canon EOS 800D e Canon EOS 77D hanno una sensibilità ISO fino a 25.600 che può essere estesa a 51.200, motivo per cui è possibile catturare una grande vastità di scene in condizioni di scarsa luminosità senza troppi problemi. Il sistema di messa a fuoco ha 45 punti croce e riesce a mettere a fuoco rapidamente anche in modalità di inseguimento del soggetto. Entrambe le fotocamere includono un sistema di misurazione RGB + IR da 7560 pixel per cogliere anche i più piccoli dettagli, come ad esempio il tono della pelle.

Presente anche la possibilità di registrare video in Full HD a 60p e filmati in HDR per riprese uniche e colori perfetti nella maggior parte delle situazioni. Grazie inoltre al sistema di messa a fuoco Dual Pixel CMOS sarà facile inseguire soggetti, metterli a fuoco rapidamente o gradualmente ed essere sufficientemente veloci per fotografia sportiva o video in rapido movimento, il tutto grazie anche ad uno stabilizzatore a 5 assi che riduce ogni possibile movimento in eccesso.

Nella gallery, Canon EOS 800D, il nuovo obiettivo Canon EF-S 18-55 mm f/4-5,6 IS STM e il telecomando BR-E1:

Canon EOS 77D offre in oltre una doppia ghiera di controllo per regolare apertura del diaframma e tempo di esposizione così come un pannello LCD aggiuntivo superiore per tenere sotto controllo ogni parametro. Per i fotografi meno esperti invece è possibile avere un’interfaccia guidata su Canon EOS 800D per imparare a regolare ogni impostazione ed ottenere le foto che si desiderano scattare.

Non manca inoltre in entrambe le fotocamere la presenza di chip NFC e WiFi per un rapido controllo remoto o la condivisione con vari dispositivi. Oltre a questo, Canon ha aggiunto anche un chip Bluetooth per garantire una connessione stabile e sempre attiva con smartphone e tablet al fine di poter visualizzare immediatamente la foto scattata. Canon ha inoltre presentato il nuovo telecomando BR-E1, un dispositivo di controllo interamente Bluetooth funzionante fino a 5 metri di distanza.

Tra le novità non manca inoltre il nuovo obiettivo Canon EF-S 18-55 mm f/4-5,6 IS STM, disponibile in kit con entrambi i prodotti e che può riprendere una vasta gamma di scene ed effettuare uno zoom sufficiente per la maggior parte delle situazioni. L’obiettivo incorpora inoltre uno stabilizzatore d’immagine a 4 stop, un diaframma circolare a 7 lamelle (per ritratti sfocati) e un sistema di Servo AF per le riprese video, in grado di abbinarsi al silenzioso motore STM per regalare ottime riprese stabili e d’impatto.

Canon EOS 77D, Canon EOS 800D, Canon EF-S 18-55 mm f/4-5,6 IS STM e il telecomando BR-E1 saranno disponibili a partire da aprile ad un prezzo consigliato al pubblico rispettivamente di 1.019€, 979,99€, 259,99€ e 50,49€.

Come nella news di Canon EOS M6, i nostri dubbi rimangono decisamente invariati circa questi due nuovi modelli di fotocamere reflex, le eccessive similitudini e la leggerissima differenza di prezzo che, nella maggior parte dei casi, potrebbero far optare gli utenti verso l’acquisto di EOS 77D, lasciando quindi EOS 800D completamente invenduta (immaginiamo già frasi come “per 40€ di differenza prendo il modello più bello”). Staremo quindi a vedere nei prossimi mesi come si comporteranno questi modelli che, in un modo o nell’altro, sono promettenti, o meglio, uno dei due sicuramente venderà senza problemi, l’altro rimarrà in ombra.

Top