Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Braccialetto Fitbit: una panoramica completa sui prodotti del colosso

Braccialetto Fitbit: una panoramica completa sui prodotti del colosso

di Giovanni Mattei
Specialist Fitness tracker
aggiornato il 14 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

 

Inoltre, impazza su Amazon la nuova campagna HP Days: alla seguente pagina trovate una serie di prodotti davvero non indifferente con sconti che oscillano tutti intorno al 20% rispetto al prezzo di listino. Davvero niente male per anticipare il back-to-school, non vi pare? Inoltre continua l’iniziativa della Huawei Week sul segmento mobile: tantissimi dispositivi Huawei in offerta ad un prezzo decisamente interessante direttamente presso la seguente sezione Amazon.

N.B. La guida Braccialetto Fitbit è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

Fitbit è attualmente una delle aziende più impegnate nella produzione di smartwatch e smartband. Con l’arrivo del nuovo Fitbit Ionic, l’azienda entra pesantemente nel campo degli orologi intelligenti pensati soprattutto per offrire un coach virtuale ai suoi utenti. Scopriamo quindi quali sono i braccialetti Fitbit presenti sul mercato e quali sono le loro caratteristiche.

Braccialetto Fitbit: quale comprare

Sono molte le aziende che operano nel mercato delle smartband e degli smartwatch e Fitbit è sicuramente una delle migliori. Come abbiamo visto in tanti altri articoli a tema wearable, sono molte le compagnie che si buttano su questo settore con soluzioni spesso estremamente vincenti. Un caso su tutti è Xiaomi con la sua Mi Band 2 – vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra recensione su Xiaomi Mi Band 2 se volete acquistare un indossabile molto economico -, ma il bracciale Fitbit è quello che prevale quando si parla di qualità e tecnologia messa al servizio dei suoi clienti.

La strategia di Fitbit è infatti quella di offrire un qualcosa in più all’utente che esprime la volontà di restare in forma. Come? Grazie alla presenza di un’applicazione mobile multipiattaforma estremamente completa (attualmente la migliore sul mercato), e un corredo di tecnologie pensate per guidare l’utente nel raggiungimento dei propri obbiettivi. Il bracciale Fitbit di punta, quello che normalmente costa di più, perme addirittura di guardare piccole sessioni di allenamento direttamente sullo schermo per avere un “coach virtuale” da utilizzare come linea guida per lo svolgimento di un tipo di esercizio.

Questo genere di attenzione ai dettagli non lo troviamo in nessun’altra azienda ed è certamente uno dei motivi da prendere in considerazione quando si cerca un indossabile di prima scelta. All’interno della nostra guida sul braccialetto Fitbit abbiamo preso in considerazione i vari bracciale Fitbit dell’azienda e li abbiamo divisi per categoria – smartband e smartwatch, appunto. Come sempre, per una migliore visualizzazione della guida, abbiamo deciso di mostrare i prodotti in ordine di prezzo crescente, dal più economico al più costoso.

Braccialetto Fitbit: gli smartwatch

Fitbit Blaze

Il Fitbit Blaze è stato il primo smartwatch sviluppato dall’azienda, con un design che ancora oggi risulta piacevole e che ricorda molto il nuovissimo Fitbit Ionic. Nonostante si tratti di una generazione passata – inevitabilmente la compagnia punterà tutto sul nuovo Ionic -, il Fitbit Blaze presenta un telaio in alluminio con il classico cinturino in silicone. Il display, come UI, ricorda molto quella dell’ultimo smartwatch della compagnia; con una diagonale da 1,25″, il display touchscreen permette di scorrere fra le varie aree del braccialetto Fitbit per scoprire le informazioni sull’andamento quotidiano, scegliere i tipi di esercizi da svolgere, sfruttare la funzione “relax” per esercizi di respirazione e tanto altro.

Ma cosa può tracciare il Fitbit Blaze? Tramite i sensori presenti al suo interno, lo smartwatch permette di tenere conto dei passi, della distanza percorsa, della scale salite, la qualità del sonno così come il battito cardiaco tramite il sensore HR. Purtroppo manca il modulo GPS, piccolo compromesso che può essere in qualche modo trascurato se si è disposti a portare con sé il proprio smartphone durante gli esercizi fuori casa.

Il tipo di notifiche che il Blaze può mostrare possono essere completamente customizzate tramite l’applicazione mobile, ed offrono lo stesso grado di interazione che troviamo anche sul Fitbit Ionic. L’autonomia, infine, dovrebbe garantire un utilizzo di circa 5 giorni con una sola carica.

Puoi acquistare Fitbit Blaze su Amazon su eBay o su ePrice

Fitbit Ionic

La sezione degli smartwatch per quanto riguarda il braccialetto Fitbit si chiude inevitabilmente con il nuovo Fitbit Ionic, di cui è presente un’anteprima Fitbit Ionic corposa direttamente a seguito dell’evento di presentazione ad IFA 2017 di Berlino. Lo Ionic si presenta come il prodotto diretto dell’acquisizione Pebble da parte di Fitbit, mossa strategica per dare a Fitbit un quid in più per avere un mordente maggiore nel campo degli smartwatch, soprattutto adesso che l’interesse verso Android Wear sembra non sembra più quello di una volta.

L’aspetto estetico parla di un dispositivo estremamente interessante, con una cassa in alluminio affiancata dal classico cinturino in gomma, con una lavorazione pensata per incrementare il grip. Per quanto riguarda il display, questo è un modulo a colori di forma quadrata, pensata per offrire un’ottima visualizzazione delle notifiche e dei dati a schermo. Sono presenti diversi sensori fra cui un modulo GPS integrato direttamente nel telaio e un sensore HR per il battito cardiaco. Rispetto ai classici smartwatch, Fitbit si è focalizzata sulla gestione dell’attività fisica, campo in cui non teme rivali.

Infatti, il Fitbit Ionic presenta anche la funzione Fitbit Coach, ovvero un programma di allenamento fatto di video ed esercizi che guidano lo sportivo nell’attività fisica di tutti i giorni – la funzione sarà disponibile ufficialmente a partire dal 2018. Per quanto riguarda l’autonomia, la compagnia dichiara fino a 4 giorni di autonomia e 10 ore con GPS sempre attivo. Tramite l’applicazione mobile, una delle migliori sul mercato, è possibile scorrere lungo le impostazioni dello smartwatch, fra cui la gestione delle notifiche dalle app installate sul proprio smartphone.

Il corredo di specifiche tecniche viene completato dal nuovo Fitbit Pay, un servizio di pagamento contactless che dovrebbe arrivare nel nostro Paese nel corso dei prossimi mesi. Questo braccialetto Fitbit è pensato per chi vuole avere il massimo della tecnologia Fitbit al proprio polso, senza temere di dover pagare un prezzo importante.

Fitbit Ionic: la nostra prova

Il Fitbit Ionic è lo smartwatch di punta del colosso hi-tech statunitense. L’aspetto è quello che ci si aspetta da un dispositivo di fascia alta, pensato per chi vuole il massimo da questo tipo di dispositivi e non è impaurito dallo spendere una bella cifra per averlo. Quali sono le caratteristiche principali di questo smartwatch? Beh sicuramente il parco sensori, uno dei migliori attualmente presenti sui wearable Fitbit.

L’azienda è famosa per essere una delle più impegnate in questo ambito, e si vede. Oltre ai classici sensori per il tracking dei passi, della distanza percorsa, delle calorie bruciate e della qualità del sonno, il Fitbit Ionic integra il sensore HR per il battito cardiaco e il modulo GPS. Il primo è estremamente preciso, attivo 24/7 ed in grado di registrare perfettamente la variazione del battito cardiaco a riposo e durante le fasi di allenamento più concitate.

Il secondo, invece, si attiva di volta in volta quando si fa partire il tracking dell’attività fisica. Secondo i miei test durante il suo utilizzo, lo Ionic impiega circa una decina di secondi per stabilire una connessione solida. Nonostante la presenza di questi sensori, lo Ionic dispone di una batteria molto buona. L’azienda indica un’autonomia di 4 giorni, ma durante le mie prove sono andato anche un po’ oltre.

Come si può intuire, il vero tallone d’Achille dello smartwatch è il GPS. Una volta attivato si assiste ad una perdita di carica di una certa portata, arrivando a garantire circa 10 ore di utilizzo con il modulo sempre attivo. L’applicazione mobile è un altro aspetto valido dello Ionic e di qualsiasi dispositivo Fitbit. È curata, aggiornata molto frequentemente, dettagliata ed estremamente informativa.

Puoi acquistare Fitbit Ionic su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Fitbit Ionic è disponibile nella variante Fitbit Ionic Adidas edition.

Fitbit Versa

Oltre allo Ionic – smartwatch nato con qualche piccolo peccato di gioventù soprattutto lato OS -, il colosso statunitense ha in portfolio anche il Fitbit Versa, una versione “light” dello Ionic con un design più giovanile e con un prezzo meno proibitivo.

Fitbit Versa cerca quindi da ripartire dagli errori commessi in passato, puntando su una lunga autonomia – circa 4 giorni di utilizzo come dichiarato dall’azienda -, le classiche funzionalità di tracking dell’attività fisica e del sonno, così come la possibilità di sfruttare un sistema di risposte rapide su dispositivi Android e i pagamenti contactless tramite Fitbit Pay.

Dicevamo che il Fitbit Ionic non è stato un vero e proprio alleato per il pubblico femminile; il Versa cerca di ricucire questo strappo offrendo delle funzioni pensate proprio per il gentil sesso. Queste prevedono la possibilità di tracciare l’andamento del proprio ciclo mestruale in tandem ai classici parametri di salute – questa funzione prenderà vita anche sul Fitbit Ionic, grazie ad un aggiornamento dell’app Fitbit che verrà rilasciato a partire da questa primavera.

Lato OS Fitbit Versa integra FitbitOS 2.0, versione rivisitata e migliorata sotto diversi aspetti, a partire dalla schermata di panoramica delle statistiche adesso più corposa ed in grado di offrire uno spaccato della propria attività quotidiana e non solo.

Fitbit Versa: la nostra prova

Il Fitbit Versa è lo smartwatch pensato per chi si affaccia per la prima volta a questo particolare mercato e non vuole spendere tanto. Rispetto allo Ionic, il suo fratello maggiore, prende in prestito alcune caratteristiche estremamente importanti, andando però a segare feature che sinceramente non piangiamo per perse.

Con un prezzo estremamente competitivo, il Versa si focalizza in maniera eccellente sul tracking dell’attività fisica. Da questo punto di vista il lavoro portato avanti da Fitbit è una conferma – non avevo dubbi a riguardo – della bontà dei sensori integrati al suo interno, tali da permettere un tracking molto affidabile su un numero davvero grande di attività sportive.

Il Versa non si limita a registrare informazioni relative ai passi, la distanza percorsa, le calorie bruciate e il battito cardiaco; come lo Ionic, anche questo smartwatch presenta la stessa tecnologia di tracking automatico dell’attività fisica. Sensori a parte, Fitbit Versa mi ha convinto anche per quanto riguarda l’autonomia.

Nonostante il gran numero di sensori e il display a colori dalla buona risoluzione (300 x 300 pixel fino a 1000 nits di luminosità), lo smartwatch di Fitbit è in grado di garantire un utilizzo che supera senza problemi i 5 giorni, con circa 2 ore di ricarica per portarlo di nuovo al 100% di carica. Questo dato l’ho raggiunto utilizzando lo smartwatch senza alcun tipo di riserve, attivando la luminosità automatica, la ricezione di notifiche e utilizzando la funzione di tracking degli esercizi ogni giorno.

Infine, l’applicazione mobile continua ad essere una delle migliori presenti sul mercato. Non solo è facile da gestire con i suoi pannelli chiari e facilmente comprensibili, ma fornisce anche il giusto livello di “profondità” quando si cerca di scoprire qualcosa in più su un allenamento appena svolto oppure sulla qualità delle ore di sonno che abbiamo appena fatto.

Puoi acquistare Fitbit Versa su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Fitbit Versa è disponibile nella variante Fitbit Versa Edizione Speciale.

Bracciale Fitbit: le smartband

Fitbit Flex 2

Il Flex 2 è il braccialetto Fitbit perfetto per chi non ha bisogno di informazioni sulla propria attività fisica che riguardano il battito cardiaco e la posizione precisa tramite il modulo GPS. Fondamentalmente la Fitbit Flex 2 è una smartband estremamente essenziale, ma non per questo dozzinale. Ricordiamo che, grazie alla presenza di un’ottima applicazione mobile, ogni prodotto Fitbit è in grado di tracciare e mostrare a schermo un gran numero di dati. Lanciata per la prima volta ad IFA 2016 e analizzata in profondità all’interno della nostra recensione su Fitbit Flex 2, questa smartband è pensata per migliorare alcuni aspetti legati soprattutto all’ergonomia.

Rispetto al modello precedente, l’attuale generazione è più compatta, più leggera, e più appagante da indossare. È ovviamente presente il cinturino in gomma con la classica texture e, sulla facciata frontale, trovano posto una serie di piccoli LED pensati per notificare l’avanzamento del proprio obbiettivo relativo all’attività fisica oppure le notifiche in arrivo dal proprio smartphone. Per la prima volta in assoluto, Fitbit Flex 2 offre anche il pieno supporto alla impermeabilità. Questo significa che il piccolo cervello è in grado di resistere al contatto con l’acqua, quindi perfetto anche per chi va in piscina.

L’autonomia è stimata per circa 5 giorni di utilizzo che possono raggiungere anche il doppio nel caso in cui vengono disattivate le notifiche (chiamate e SMS) verso la smartband.

Puoi acquistare Fitbit Flex 2 su Amazon o se preferisci su eBay

Fitbit Alta

Se siete alla ricerca di un bracciale Fitbit molto semplice ma curato dal punto di vista del design, la Fitbit Alta potrebbe essere la smartband adatta a voi. Rispetto al Flex 2 di poco fa, ha in comune solo il cinturino in gomma, nonostante per l’Alta sia leggermente più largo. Questo perché, come si evince dall’immagine, in questa smartband prende posto un piccolo display. Questo è incastonato in un piccolo telaio in alluminio, agganciato al braccialetto tramite un piccolo morsetto proprietario.

Il pannello è con tecnologia OLED da 1.4 pollici con risoluzione 128 x 36 pixel. Essendo monocromatico, tutte le informazioni sono sempre ben leggibili e chiare, anche sotto al sole. Nonostante il suo aspetto estremamente basilare, Fitbit Alta può tracciare i passi, la distanza percorsa, le calorie bruciate, il tempo di attività così come la qualità del sonno. Per quanto riguarda le notifiche, è possibile ricevere chiamate, SMS così come appuntamenti del calendario.

Non disponendo del sensore HR o del modulo GPS, l’autonomia permette di indossare la smartband per circa 5 giorni con una singola carica. Può essere la smartband perfetta per chi è attento allo stile e non vuole un prodotto troppo invasivo.

Puoi acquistare Fitbit Alta su Amazon su eBay o su ePrice

Fitbit Alta HR

L’ultimo bracciale Fitbit è la generazione successiva dell’Alta, ovvero Fitbit Alta HR. Come anticipa il nome stesso, stiamo parlando dello stesso identico prodotto con una piccola ma interessante aggiunta: il sensore HR per il battito cardiaco. L’azienda ha voluto dare ascolto ai tanti feedback dei proprio utenti integrando il tanto atteso sensore, in modo da offrire una più completa panoramica della propria attività fisica.

Per quanto riguarda l’aspetto estetico siamo di fronte alla stessa smartband, con tanto di display OLED incastonato in un telaio in alluminio agganciato poi ad un cinturino in gomma. Rispetto alla passata generazione, però, abbiamo un tap-to-wake migliorato, adesso in grado di mostrare immediatamente le informazioni della propria attività fisica a seguito di un piccolo colpetto sulla facciata del display.

Purtroppo manca la certificazione per l’impermeabilità; la smartband è splash-proof, pertanto è possibile indossarla mentre ci si lava le mani, ma niente di più. Potrebbe essere un acquisto sensato per chi ama il design dell’Alta ma cerca un qualcosa in più per quanto il tracciamento dell’attività fisica; vi consigliamo di dare un’occhiata alla nostra recensione su Fitbit Alta HR per scoprire tutti i dettagli sulla smartband.

Puoi acquistare Fitbit Alta HR su Amazon o se preferisci su eBay

Fitbit Alta HR
Prezzo consigliato: € 148.99Prezzo: € 144.56

Fitbit Charge 3

La punta di diamante per quanto riguarda la sezione smartband la vediamo con il Fitbit Charge 3. Il Charge 3 prende tutto il buono che c’è stato nella seconda generazione e lo rende ancora migliore. Assieme alla apprezzatissima tecnologia PurePulse per il tracking del battito cardiaco, il Fitbit Charge 3 monta adesso un display ancora più ampio – circa il 30% in più rispetto la precedente generazione -, braccialetti intercambiabili con un sistema di chiusura più ergonomico e tutto un set rivisitato di feature che permettono un tracking ancora più certosino di tutte le attività fisiche svolte all’aperto – interessante la presenza dei “punteggi cardio” basati sulla stima della VO2 massima.

È interessante notare come importanti attenzioni siano state spese anche per quel che riguarda il tracking su mappa della propria attività all’aperto. Il Fitbit Charge 3 monta la funzione “condivisione GPS” che permette alla smartband di agganciarsi al modulo GPS del proprio smartphone e di fornire, ad attività ultimata, la mappa dei proprio spostamenti con tanto della distanza coperta durante l’allenamento. Vi consigliamo di leggere la nostra recensione Fitbit Charge 3 per scoprire tutti i dettagli sul prodotto.

Puoi acquistare Fitbit Charge 3 su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa Fitbit Charge 3 è disponibile nella variante Fitbit Charge 3 Special Edition.

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto adatto alle loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti da anni, al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota, in base alle più disparate necessità. La fiducia nei nostri riguardi è ripagata con un tasso di soddisfazione elevatissimo, pari al 98% complessivo. Per consolidare il nostro modus operandi abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo per l’Italia, ma affrontando anche mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo.

Il perché questo è possibile è legato alle competenze e alle conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare oltre 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Ad esempio, come responsabile su Ridble dei wearable intesi anche come smartband, ho il compito di parlare solo delle cose che conosco e studio ogni giorno. Questo lavoro mi permette quindi di testare un grandissimo numero di prodotti che poi ho il compito di selezionare ed eventualmente inserire all’interno delle guide sulle migliori smartband. È un esercizio che va avanti da così tanto tempo che ormai non ho più spazio nei cassetti per riporre le dozzine di smartband che ho raccolto e testato in questi ultimi anni.

Inoltre ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide all’acquisto di mia competenza. A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Tutti i braccialetto Fitbit presenti all’interno delle nostre guide agli acquisti sono stati selezionati attraverso una serie di step che definiamo come “metodo Ridble”. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che si compone di 4 fasi.

Qualsiasi dispositivo Fitbit entra nei nostri radar a seguito della sua ufficializzazione da parte dell’azienda. Elementi come rumors, indiscrezioni, fughe di notizie e quant’altro non ci interessano. Tramite l’utilizzo di varie fonti (comunicati stampa, inviti ad eventi ecc..) ogni Specialist di Ridble raccoglie l’ufficialità sull’esistenza dei prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza.

L’annuncio non è però un requisito di per sé valido per poter essere preso in considerazione per l’inserimento nelle nostre guide all’acquisto. I dispositivi di turno, in questo caso i braccialetto Fitbit annunciati, devono raggiungere un requisito necessario: l’eleggibilità. Ciò significa che soltanto i prodotti realmente acquistabili in Italia (online o offline) sono eleggibili di poter essere inseriti nelle guide all’acquisto.

Se i primi due principi sono stati rispettati, allora si può passare alla terza fase, quella della prova. I prodotti in vendita vengono infatti testati affinché lo Specialist possa conoscerne da vicino punti di forza e debolezza al fine di esprime un giudizio generale. Inoltre, in questa fase, lo Specialist si fa un’idea di quali esigenze di acquisto il prodotto è in grado o meno di soddisfare, in modo da consigliare in maniera precisa il tipo di smartband che l’utente sta cercando.

Infine, i prodotti che ottengono un giudizio positivo sono selezionati per essere inseriti nelle guide all’acquisto. Questa fase è ripetuta almeno una volta al mese visto l’aggiornamento mensile delle guide all’acquisto. Quindi lo Specialist almeno una volta al mese mette in discussione tutti i prodotti che ha precedentemente selezionato e decide se inserire o meno i nuovi prodotti che nel frattempo ha testato.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

I test tecnici che mi hanno portato alla selezione del migliore braccialetto Fitbit vertono su due punti in particolare: l’applicazione mobile e le funzionalità di tracking. L’applicazione companion da installare sugli smartphone è uno degli elementi vincenti dei braccialetto Fitbit. Tutte le informazioni relative al movimento, sonno e attività fisica vengono riversate all’interno di essa. I miei test hanno preso in considerazione il tipo di visualizzazione dei dati raccolti e come vengono mostrati all’utente.

In questo caso sono andato a valutare la chiarezza e la facilità di comprensione di tutti questi dati raccolti. Il livello di dettaglio delle informazioni è un altro punto dei miei test. In questo caso sono andato a valutare come vengono mostrati i dati, e se effettivamente è presente un livello di dettaglio tale da offrire informazioni aggiuntive all’utente. Per i test sulle funzionalità di tracking ho valutato il modo in cui i vari braccialetto Fitbit fossero in grado di carpire dati sul movimento e quant’altro.

Oltre a testare l’effettiva capacità dei dispositivi a tracciare la distanza percorsa, le calorie bruciate e la qualità del sonno, ho svolto varie sessioni di allenamento per testare le funzionalità di tracking automatico dell’attività fisica e, nei dispositivi di punta, di coaching. Per quest’ultimo punto ho incentrato i miei test cercando di farmi guidare il più possibile nello svolgimento delle attività fisiche supportate dai dispositivi Fitbit.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Giovanni Mattei tramite i commenti.