Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
ASUS smartphone: quali sono e come scegliere il migliore

ASUS smartphone: quali sono e come scegliere il migliore

di Luca Pierattini
Specialist Miglior smartphone
aggiornato il 10 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

In più, fino al 26 maggio, puoi approfittare su Amazon di una serie di sconti dedicati a tutto ciò che ruota intorno ad HP grazie alle promozioni per gli “HP Days“, dove puoi trovare notebook, monitor e cuffie in offerta. Nello stesso periodo, puoi approfittare anche della “Huawei Week“, una settimana di promozioni dedicata al colosso cinese con tantissimi prodotti in offerta.

Tra queste offerte, segnaliamo la presenza di questi smartphone da non perdere, disponibili salvo esaurimento scorte:

  • Huawei Mate 20 in offerta a 399€, rispetto ad un costo precedente di 460€;
  • Huawei Mate 20 Pro in offerta a 579€, rispetto ad un costo precedente di 660€.
N.B. La guida ASUS smartphone è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

In questa guida all’acquisto abbiamo deciso di selezionare i migliori prodotti del binomio ASUS smartphone. Se stai cercando il miglior smartphone dell’azienda di Taiwan più adatto alle tue esigenze e ai tuoi bisogni, questa è la pagina giusta. Qui troverai tutte le informazioni sull’offerta ASUS: smartphone economici, belli da vedere e potenti al punto giusto. Andiamo a vedere i migliori smartphone ASUS che abbiamo scelto per te.

ASUS smartphone: quale comprare

Quando si tratta di ASUS e smartphone, parliamo di uno dei rapporti più longevi da quando i telefoni cellulari sono diventati “intelligenti”. L’azienda di Taiwan è stata tra le prime a credere nel progetto Android, fin da quando Google decise di acquistare quella startup trasformandola in uno dei propri progetti più riusciti. È dal 2014 infatti che ASUS è presente sul mercato, imponendosi come punto di riferimento per sicurezza e affidabilità con la propria gamma Zenfone.

Perché scegliere la coppia ASUS smartphone? Innanzitutto perché si tratta di un’azienda che rappresenta una garanzia offrendo dispositivi robusti con ottime prestazioni sotto tutti i punti di vista. Ogni anno, è necessario tenere d’occhio i nuovi Zenfone in base a determinati criteri di selezione, da ricercare soprattutto in termini di prestazioni fluide e all’avanguardia, display ampi e risoluti, fotocamere di qualità e batterie in grado di durare fino a fine giornata. Insomma, quanto basta per svettare tra i dispositivi di fascia media e bassa, lasciando invece da parte il segmento dei top di gamma, non presidiato da ASUS a causa dell’enorme competizione e dall’alto costo di produzione degli smartphone più competitivi.

Difficile non trovare ciò che si sta cercando all’interno della gamma ASUS: smartphone variegati e con schede tecniche differenti che cercano di ritagliarsi con le principali destinazioni d’utilizzo più comuni tra gli utenti. Si parte dall’ASUS Zenfone Max, pensato per chi ha bisogno di un’autonomia sopra la media, passando per lo Zenfone Lite, uno dei più apprezzati per l’ottimo rapporto tra qualità e prezzo e arrivando al top della lineup: i nuovi ASUS Zenfone 5 e Zenfone 5Z. Gli ultimi arrivati in casa ASUS si contraddistinguono per un design elegante e raffinato, unito ad ottime caratteristiche tecniche di base che li avvicinano alle prestazioni di un vero e proprio smartphone premium. Insomma: la gamma Zenfone presenta uno smartphone per tutti i gusti e tutte le tasche. Vediamo nel dettaglio cosa ci offre il binomio ASUS smartphone, nella nostra guida all’acquisto che presenta i migliori dispositivi presenti sul mercato.

ASUS smartphone: serie Zenfone Max

Se stai cercando uno smartphone entry-level che però non ti faccia soffrire dal punto di vista dell’autonomia, la linea Zenfone Max può essere la scelta giusta per te. Non ci troviamo di fronte al meglio del meglio dal punto di vista della scheda tecnica, ma se quello che ci interessa è un cellulare per telefonare, guardare le mail e poco altro, siamo di fronte all’alternativa migliore quando si parla di ASUS e smartphone.

All’interno della gamma abbiamo selezionato l’ASUS Zenfone Max Pro M2, l’ultimo arrivato nel 2019 e dotato di un ottimo display oltre ad un modulo batteria da 5000 mAh. Scopriamolo meglio.

ASUS Zenfone Max Pro M2

Come abbiamo detto, i punti di forza di ASUS Zenfone Max Pro M2 sono due: il display e la batteria. Grazie al passaggio al design a tutto schermo, questo telefono è dotato di un display FullView da 6,3 pollici con risoluzione Full HD+ (22280 x 1080 pixel), contenuto all’interno del form-factor di un comune device da 5,5 pollici. Compatto e sottile, è equipaggiato con un rapporto d’immagine in 18:9 che ti consente di godere maggiormente di video e giochi con una visione più “allargata” che ti immerge dentro i contenuti, anche se dovrai fare i conti con il notch in alto sullo schermo.

Ottima la batteria da 5000 mAh che riesce a garantire un’autonomia superiore ai due giorni, grazie anche ad una scheda tecnica non troppo “vorace” dal punto di vista energetico: il processore è un Qualcomm Snapdragon 660, octa-core da 2,2 GHz, affiancato da 6 GB di RAM e da 64 GB di storage, espandibile in ogni caso via micro SD fino a 512 GB aggiuntivi, necessari per far girare al meglio Android Pie 9.0. Non male il comparto fotografico, con una doppia fotocamera posteriore da 12+5 megapixel; buono il sensore anteriore da 13 MP con f/2.0. Perché acquistarlo? Perché costa poco più di 200€ ed è l’ideale per chi cerca autonomia e buone prestazioni.

ASUS Zenfone Max Pro M2: la nostra prova

L’ASUS Zenfone Max Pro M2 assomiglia da vicino al design di Huawei P20, portando eleganza in una fascia di prezzo inferiore. Il telefono è ergonomico, leggero e sottile, sebbene sul lato frontale ospiti ancora bordi e cornici consistenti, con un notch poco invasivo nella parte superiore del display. La cover ha un’ottima texture raffinata e lucida con un look davvero intrigante, sebbene la scocca sia realizzata in plastica. Il display IPS se la cava abbastanza bene con degli ottimi angoli di visione e una discreta luminosità di fondo; meno bene sul lato della gestione della gamma cromatica, visto che i colori sono abbastanza “freddi” di default, ma si può correggere il tiro all’interno delle impostazioni.

Dal punto di vista delle prestazioni, si sentono i 6 GB di RAM di cui è dotato il telefono e che consentono allo Snapdragon 660 di fare un figurone nel multitasking e nella riproduzione di giochi e di film pesanti (anche in MKV), riscuotendo un punteggio di 130328 punti su Antutu, in linea con la sua fascia di prezzo. Le fotocamere posteriori non sono il punto di forza del device e bisogna avere condizioni di luminosità perfette per avere delle buone immagini, da rivedere la gestione dei colori e del contrasto; male nella modalità notturna.

La batteria è invece il vero valore aggiunto del device grazie ad un modulo da 5000 mAh con caricatore da 5V/2A che impiega all’incirca due ore e mezzo per passare dallo 0 al 100% di ricarica. L’autonomia è davvero ottima ed è davvero raro terminare una giornata con una percentuale di batteria inferiore al 40%, con una media di 7 ore di schermo acceso, anche con film e giochi impegnativi. Complessivamente ci troviamo di fronte ad un’ottima alternativa sotto i 300€, soprattutto per chi cerca un pizzico di autonomia in più senza rinunciare a nulla.

Puoi acquistare ASUS Zenfone Max Pro M2 su Amazon o se preferisci su eBay

ASUS smartphone: serie Zenfone Lite

La grande novità introdotta nel 2018 al Mobile World Congress: uno Zenfone “economico” che strizza l’occhio ai più giovani montando ben quattro fotocamere, due dietro e due davanti e candidandosi al ruolo di cameraphone all’interno dell’offerta ASUS.

Ma l’ASUS Zenfone 5 Lite non è buono soltanto per le foto dato che è equipaggiato con un processore Qualcomm e un buon quantitativo di memoria interna: questo significa buone prestazioni ad un prezzo accessibile. Andiamolo a scoprire nel dettaglio.

ASUS Zenfone 5 Lite

Se stai cercando la migliore alternativa dal punto di vista fotografico, l’ASUS Zenfone 5 Lite è ciò che fa per te. Lo smartphone arriva con un display IPS Full HD da 6 pollici con bordi e cornici ridotte in formato Full View 18:9 e una cornice ultrasottile, che lo rendono compatto come uno smartphone standard da 5,5 pollici. Dal punto di vista estetico, è bello ed elegante coniugando il nuovo design ASUS con quattro fotocamere, due davanti e due dietro, di ottima qualità. Entrambi i comparti hanno una fotocamera principale ad alta risoluzione – 20 MP Sony sul fronte, 16 MP sul retro – con un modulo grandangolare a sostegno che ti permette di “allargare” l’inquadratura fino a 120 gradi, assicurandoti la modalità Ritratto da entrambi i lati.

Non male il resto della scheda tecnica con un SoC Qualcomm Snapdragon 630 – octa-core a 2.2 GHz – unito alla GPU Adreno 508 e a 4 GB di RAM con 64 GB di storage, espandibile via micro SD. Ad alimentare il tutto ci pensa una batteria da 3300 mAh, che dovrebbe essere necessaria ad arrivare a fine giornata, vista la dotazione hardware; mentre non mancano il chip NFC, un triplo slot per attivare sia la modalità dual-SIM che l’espansione di memoria micro SD e le funzionalità di sblocco rapido tramite riconoscimento facciale e delle impronte. Per chi è consigliato? Per chi utilizza lo smartphone soprattutto per andare sui social e condividere selfie o immagini panoramiche: con 300€ puoi avere esattamente quello che ti serve, con il bel design della nuova linea ASUS Zenfone 5.

Puoi acquistare ASUS Zenfone 5 Lite su Amazon o se preferisci su eBay

ASUS smartphone: serie Zenfone 5

Arriviamo infine ai veri e propri modelli di punta quando pensiamo ad ASUS e smartphone. I telefoni più completi del gruppo e pensati per ogni esigenza non tentano più il salto triplo scontrandosi con i top di gamma, ma sono stati “riadattati” dall’azienda taiwanese per provare a vincere la concorrenza nella fascia medio-alta nel mercato.

Suddividendo la propria offerta tra ASUS Zenfone 5, probabilmente il miglior smartphone ASUS da consigliare sotto tutti i punti di vista e l’ASUS Zenfone 5Z, il modello che azzarda qualcosa in più mettendoti a disposizione caratteristiche tecniche all’avanguardia con più potenza e fotocamere migliori. Insomma, quello che fino all’anno scorso era la variante Pro, adesso è stata inglobata all’interno del 5Z. Cerchiamo di scoprirli meglio nel dettaglio.

ASUS Zenfone 5

Uno dei miglior smartphone fascia media del mercato è ASUS Zenfone 5, l’ultimo arrivato nella gamma Zenfone e che si contraddistingue per un look totalmente diverso dalle vecchie generazioni: bordi arrotondati, cornici azzerate ed una ricercatezza nei materiali inedita per gli smartphone ASUS. Dotato di uno schermo IPS da 6,2 pollici a risoluzione Full HD+ (2246 x 1080 pixel) con una buona concentrazione del 90% di pixel in rapporto al telaio, sposando in pieno il design edge-to-edge. Una scelta stilistica che costringe ASUS a dotare il telefono del notch in alto sullo schermo, in modo tale da poter inserire nella tacca tutti i sensori necessari per la capsula auricolare, per il microfono e la fotocamera anteriore.

E proprio parlando del comparto fotografico, la doppia fotocamera posteriore può dire la sua, soprattutto in relazione alla media della sua fascia di prezzo: il sensore principale è un Sony IMX363 da 12 megapixel con apertura ƒ/1.8, lente da 24 mm, campo visuale di 83° e auto HDR; l’altro è un grandangolo da 8 MP in grado di offrirti un angolo di visuale da 120°. Completano la scheda tecnica il processore Qualcomm Snapdragon 636 – octa-core a 1.8 GHz, affiancato da una GPU Adreno 509 e fino a 6 GB di memoria RAM e 64 GB di spazio di archiviazione, espandibile tramite micro SD; non mancano poi la connettività LTE, Wi-Fi, Bluetooth 5.0 e il chip NFC, oltre all’ingresso USB Type-C. Buona la batteria da 3300 mAh, che non dovrebbe avere problemi ad arrivare a fine giornata, grazie anche all’ottimizzazione di Android 8.0 Oreo nella ASUS ZenUI 5.0. Sicuramente, quando pensiamo ad ASUS e smartphone, questo è il modello in grado di accontentare tutti.

Puoi acquistare ASUS Zenfone 5 su Amazon o se preferisci su eBay

ASUS Zenfone 5Z

L’ultimo dispositivo che presentiamo è il nuovo ASUS Zenfone 5Z. Dopo l’uscita dei modelli Pro dal listino, questo rimane la versione premium degli smartphone ASUS e che prova a rincorrere il mercato dei top di gamma, proponendo soltanto il meglio. Il design è identico allo Zenfone 5 con uno schermo da 6,2 pollici Full HD+ (1080 x 2240 pixel) senza bordi e cornici e con il notch presente in alto sul pannello frontale.

Bisogna scendere sotto la scocca per vedere le prime differenze: qui il processore diventa un Qualcomm Snapdragon 845 – octa-core a 2.36 GHz – con GPU Adreno 630, 8 GB di RAM e 256 GB di storage: davvero una configurazione super per un device che punta a rimanere intorno ai 500€. Migliora anche il comparto fotografico posteriore: la doppia fotocamera ha ancora un sensore Sony IMX363 da 12 megapixel con apertura ƒ/1.8 accoppiato ad una fotocamera grandangolare da 120° da 8 MP, ma qui è dotata di stabilizzazione ottica (OIS), modalità HDR automatica e tanto altro. Perché acquistarlo? Perché se sei alla ricerca del meglio in termini di ASUS e smartphone, lo Zenfone 5Z rappresenta l’anello di punta della gamma, mettendoti in tasca uno dei migliori device in circolazione.

Puoi acquistare ASUS Zenfone 5Z su Amazon o se preferisci su eBay

ASUS Zenfone 5Z
Prezzo consigliato: € 454.16Prezzo: € 449

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto per le loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota. La qualità del nostro lavoro è testimoniata dal fatto che il 98% degli utenti che hanno fatto un acquisto attraverso le nostre guide hanno dichiarato di essere rimasti pienamente soddisfatti del prodotto consigliato. Infatti solo il 2% degli utenti ha richiesto il reso del prodotto acquistato tramite una nostra guida. Nel corso di questi anni abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo in Italia, ma affermandoci anche in mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo. Possiamo quindi dire che in questi anni abbiamo creato un vero e proprio “metodo Ridble” per consigliare i prodotti da acquistare.

Uno dei cardini di questo modello è rappresentato dalle competenze e conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare circa 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Ad esempio, come responsabile su Ridble degli smartphone, mi dedico in prima persona a provare e testare ogni genere di telefono: dai più costosi agli smartphone di fascia bassa, dai rugged fino a quelli pensati esclusivamente per gli anziani. Un compito che, nel corso degli anni, mi ha permesso di riuscire a vedere tutte le trasformazioni che hanno segnato la storia del settore: dai mitici Star Tac a conchiglia all’avvento dell’iPhone fino, adesso, al futuro chiamato smartphone pieghevole. In questo tempo sono riuscito a dedicarmi a centinaia di telefoni, informandomi quotidianamente sullo sviluppo del mercato per sapere sempre quale consigliare all’interno delle guide sui migliori smartphone.

Un altro importante fattore del nostro modello è che le nostre guide all’acquisto sono sempre aggiornate. Infatti ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide di mia competenza. Potete quindi essere certi che ogni volta che consulterete una nostra guida troverete i migliori prodotti da comprare in quello specifico momento.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Ogni smartphone presente all’interno delle nostre guide agli acquisti è selezionato attraverso una serie di passaggi che definiamo come “metodo Ridble”. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che si compone di 4 fasi.

Qualsiasi smartphone ASUS entra nei nostri radar a seguito della sua ufficializzazione da parte dell’azienda. Elementi come rumors, indiscrezioni, fughe di notizie e quant’altro non ci interessano. Attraverso l’utilizzo di varie fonti (comunicati stampa, inviti ad eventi ecc..) ogni specialist raccoglie l’ufficialità sull’esistenza dei prodotti appartenenti alla sua categoria di competenza.

L’annuncio non è però un requisito di per sé valido per poter essere preso in considerazione per l’inserimento nelle nostre guide all’acquisto. Il dispositivo di turno, in questo caso lo smartphone, deve raggiungere un requisito necessario: l’eleggibilità. Bisogna che il prodotto nato dall’accoppiata ASUS smartphone sia realmente acquistabile in Italia (online o offline) per poter essere oggetto di scelta.

A questo punto, se i primi due principi sono stati rispettati, allora passiamo alla terza fase, quella della prova. Testiamo i prodotti in vendita per conoscerne da vicino punti di forza e di debolezza, e poter esprimere un giudizio generale. In questa fase ogni specialist capisce quali esigenze di acquisto il prodotto è in grado o meno di soddisfare, in modo da riuscire ad identificare l’utente tipo, in questo caso riguardante ASUS e smartphone.

I prodotti che ottengono un giudizio positivo sono selezionati e inseriti nelle guide all’acquisto. Questa fase si ripete ogni volta durante l’aggiornamento mensile delle guide all’acquisto. Quindi almeno una volta al mese lo specialist mette di nuovo in discussione tutti i prodotti selezionati in precedenza e decide se inserirne o meno di nuovi.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Quando si tratta di entrare nel merito del duo “ASUS smartphone” è necessario partire dalle prestazioni del telefono valutandone la fluidità di sistema. Per fare questo valuto le performance durante l’utilizzo quotidiano a base di app, social e giochi, registrando eventuali rallentamenti o se il processore comincia a scaldare sul retro del telefono; poi cerco di far andare al massimo le prestazioni con un uso più aggressivo fatto di film in streaming e lunghe sessioni di gioco, in modo da valutare le prestazioni nel complesso. Infine, provo a far caricare tante applicazioni contemporaneamente e passo da una all’altra velocemente per verificare la velocità di caricamento e la tenuta generale del sistema. Un ulteriore strumento a sostegno è l’app Antutu Benchmark, che si occupa si ripetere questi stessi test con una serie di contenuti pre-caricati, riuscendo alla fine a dare un punteggio al comparto hardware del telefono: un metro di giudizio che può consentirmi di paragonare telefoni simili tra loro.

In seguito, bisogna testare il display per capire se la risoluzione è sufficiente per uno schermo così grande, giudicandone luminosità, angoli di visione e gestione dei colori. Come faccio? Cerco di capire se il display è sufficientemente luminoso e valuto come il telefono gestisce la luminosità sotto la luce del sole; poi piego lo smartphone da tutti i lati e cerco di capire fino a dove riesco a vedere correttamente l’immagine presente sul pannello; infine apro YouTube, carico una serie di video e capisco come il cellulare fa vedere le immagini, valutando se sono correttamente bilanciate, se non sono troppo scure o troppo chiare e se sono abbastanza nitide. Per aiutarmi utilizzo l’app Display Tester, che mi mette a disposizione una serie di immagini di default con un arcobaleno di colori che mi permette di verificare bene la resa del display.

Passo poi a valutare la qualità generale delle fotocamere facendo una serie di fotografie in più momenti della giornata per mettere alla prova i sensori in differenti condizioni di luce. Poi cerco di avere un’idea su più modalità di scatto possibili: dalla sensibilità della foto automatica – ossia scatto una foto senza toccare alcuna funzionalità e giudico come si comporta lo smartphone – alla foto macro, fino alle foto grandangolo, ritratto, paesaggio, modalità Notte e selfie. L’obiettivo è capire se le foto sono sufficientemente luminose, se hanno una buona nitidezza e se tutte le componenti hanno funzionato bene (autofocus, zoom e così via).

Infine, mi occupo di analizzare la batteria, misurando il tempo di ricarica medio con l’alimentatore in dotazione su più cicli di ricarica. Ma non solo, è necessario capire quanto tempo di autonomia ci concede la batteria per cui alterno un utilizzo “classico” – cioè fatto di telefonate, mail, notifiche e social – e mi segno il numero di ore di schermo acceso; poi passo ad un uso più intenso – a base di film in streaming e videogiochi come Asphalt 9 Legends – per avere lo stesso tipo di valutazione, verificando che non ci siano eventuali picchi di consumo durante lo stress test.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Luca Pierattini tramite i commenti.