Vai a Tecnologia
Vai a Videogiochi
Vai a Fotografia
Vai a Casa
Aspirapolvere Roomba: i migliori di ogni serie

Aspirapolvere Roomba: i migliori di ogni serie

di Simone Alvaro Segatori
Specialist Pulizie di casa
aggiornato il 6 maggio 2019
2 utenti hanno trovato utile questa guida

Che aspetti? Per un tempo limitato puoi approfittare dei nuovi sconti “Imperdibili di eBay“: tantissime offerte su svariate categorie, con sconti fino al 50% per innumerevoli prodotti di spicco.

Inoltre, impazza su Amazon la nuova campagna HP Days: alla seguente pagina trovate una serie di prodotti davvero non indifferente con sconti che oscillano tutti intorno al 20% rispetto al prezzo di listino. Davvero niente male per anticipare il back-to-school, non vi pare? Inoltre continua l’iniziativa della Huawei Week sul segmento mobile: tantissimi dispositivi Huawei in offerta ad un prezzo decisamente interessante direttamente presso la seguente sezione Amazon.

N.B. La guida Aspirapolvere Roomba è monitorata mensilmente e aggiornata con eventuali nuove proposte. Per maggiori dettagli su come realizziamo le nostre guide all’acquisto ti rimandiamo alla pagina Come lavoriamo. L’ultimo aggiornamento risale a Maggio 2019.

Se state cercando un aspirapolvere robot sicuramente avrete sentito parlare di iRobot, marchio che si è imposto nel mercato della pulizia casalinga proprio grazie ai suoi robot Scooba, Braava e Roomba. L’azienda offre una vasta gamma di robottini domestici e in questa guida vi mostriamo i migliori modelli disponibili tra gli aspirapolvere Roomba.

Aspirapolvere Roomba: quale comprare?

iRobot è il primo produttore specializzato in robot per la pulizia sin dal 1990, anno della sua fondazione. Gli aspirapolvere Roomba sono stati il primo grande successo dell’azienda che ha venduto più di un milione di esemplari nel solo anno di lancio (2002). Negli ultimi 15 anni iRobot ha continuato a lavorare migliorando le sue tecnologie e innovando non solo il settore dei robot casalinghi ma anche quello della robotica generale. L’azienda è infatti responsabile anche della serie di Robot militari PackBot. Questi sono stati impiegati come supporto di ricerca l’11 settembre 2001, tra i detriti delle Torri Gemelle e vengono tuttora utilizzati dall’esercito americano per varie applicazioni. Da questo potete capire quanto iRobot sia attento nella progettazione delle sue tecnologie offrendo tecnologie d’avanguardia utilizzate anche in ambito casalingo.

Gli aspirapolvere Roomba, di cui vi parliamo in questo articolo, sono tra i robot domestici più venduti nel mercato della pulizia. Il successo di questi robot è tale che l’azienda produttrice ne ha realizzato ben 6 serie differenti per funzioni, potenza e, naturalmente, prezzo.

Le serie 400 e 500, sono state le prime e sono ormai obsolete e non più realizzate da iRobot. Roomba serie 600 rappresenta la fascia economica dell’azienda, proponendo robot avanzati ma con meno funzioni e potenza dei successivi. Con Roomba Serie 800 si arriva già nella fascia di prezzo alta ma si ha in cambio una potenza superiore e il sistema di aspirazione Aeroforce. Infine, l’ultima e più recente serie 900, propone il meglio della tecnologia disponibile al momento su un robot di pulizia casalinga. E la serie 700? La serie 700 è la serie sfortunata di Roomba, quella che ha ottenuto meno successo ma non per questo meno interessante delle altre. È infatti stata la prima serie a montare il sensore Dirt Direct per rilevare lo sporco, poi passato anche alle altre serie. I robot di questa serie sono stati una specie di “prototipo” per le serie successive e, nonostante siano ancora in commercio, non ci sentiamo di consigliarli in quanto più vecchi, meno aggiornati e più costosi rispetto a tutti gli altri.

Con lo sviluppo tecnologico, alcune funzioni delle serie più alte sono passate a quelle inferiori (ad esempio il controllo tramite App), mischiandosi ad altre funzionalità o depotenziandosi a seconda del prezzo. Scegliere il robot aspirapolvere Roomba migliore non è facile anche perché tra una serie è l’altra esistono almeno 3 o 4 robot diversi. In questa guida abbiamo scelto il miglior aspirapolvere Roomba di ogni serie, tenendo conto di caratteristiche come: i sensori, da quello anti-caduta a quello per rilevare la polvere spesso fanno la differenza tra un buon robot e uno che si perde nella massa. La forza di aspirazione e l’ampiezza del serbatoio, due caratteristiche essenziali non solo per gli aspirapolvere Roomba ma per tutti i tipi di aspirapolvere. Il controllo, che affidato all’app e agli assistenti vocali è una caratteristica che non può essere trascurata in un aspirapolvere automatico. E la facilità di utilizzo che avvicina o allontana il prodotto da un particolare target di utenti. Tutto questo senza trascurare l’autonomia che in un aspirapolvere robot è un altro fattore essenziale.

iRobot Roomba 671

Partiamo con la serie 600 e con il miglior aspirapolvere Roomba di fascia economica. Il Roomba 671 sfrutta il sistema di navigazione iAdapt per pulire in modo ordinato e seguendo schemi di pulizia precisi e programmabili. Tramite i sensori di prossimità il robot rileva gli ostacoli, non urta i mobili e nel caso estremo di uno scontro è dotato di una membrana gommata per evitare di rovinarli. Roomba 671 inoltre scivola spedito su tutte le tipologie di pavimento e riesce a salire tranquillamente sui tappeti.

Sul fronte della connettività iRobot ha ormai dotato tutti i suoi aspirapolvere della connessione wifi e dell’app dedicata iRobot HOME, scaricabile gratuitamente su smartphone. L’app è davvero completa e permette di programmare tutte le funzioni e i tempi di pulizia del robot da ogni luogo. Mentre vi trovate fuori casa potrete tranquillamente avviare la pulizia, sapere cosa ha pulito il robot, attivare le notifiche o contattare facilmente il servizio tecnico iRobot Care.

Il Roomba 671 si avvale del sistema Dirt Detect che gli permette di rilevare le zone più sporche e applicare una pulizia maggiore dell’area. Tutto questo emettendo solo 58 db di rumore, che lo rendono un dispositivo davvero silenzioso e che non spaventa gli animali. La ricarica è totalmente automatica, questo vuol dire che il robot avvertirà da solo il bisogno di ricaricare la batteria r tornerà alla base. Una volta recuperate le forze Romba 671 riprenderà il lavoro da dove l’aveva lasciato.

La serie 600 di Roomba offre già prestazioni da top di gamma e il modello 671 è il miglior esponente di questa serie. Nonostante l’autonomia di soli 60 minuti e la mancanza della pulizia multistanza che costringe ad azionare nuovamente il robot per ogni nuova area, questo è il miglior compromesso tra economia e tecnologia Roomba.

Puoi acquistare iRobot Roomba 671 su Amazon o se preferisci su eBay

iRobot Roomba 895

Dopo la parentesi sfortunata della serie 700, iRobot torna alla carica con la serie 800, vicina all’olimpo dei prodotti di questo marchio. Per rappresentare al meglio questa serie abbiamo scelto il Roomba 895, aspirapolvere robot che offre tutte le funzioni già viste nel precedente modello 671 con alcune aggiunte molto interessanti.

Iniziamo con l’autonomia, che sale di ben 20 minuti dal modello economico arrivando fino a quasi 80 minuti totali di durata della batteria. Le dimensioni, minori rispetto al 671, gli permettono di spostarsi più agilmente e di infilarsi anche sotto letti o mobili bassi. Infine, l’ultima miglioria riguarda il Virtual Wall che qui sfrutta la funzione Dual. Scegliendo la modalità Halo, il virtual wall passerà da muro classico a zona circolare di 1,2 metri. Quest’area, in cui il robot non può entrare, può essere messa a protezione di zone ristrette con oggetti fragili o delle ciotole dei vostri animali.

Il Roomba 895 migliora la formula di base offrendo upgrade in termini di autonomia, funzionalità ma anche di potenza. Il motore rivisto e perfezionato della serie 800 è uno dei più potenti creati da iRobot, tanto che è viene usato in buona parte anche nella serie 900.

Puoi acquistare iRobot Roomba 895 su Amazon o se preferisci su eBay

iRobot Roomba 960

Arriviamo ora al meglio del meglio offerto da iRobot: il Roomba 960. Prima di procedere però è giusto sottolineare che esiste un modello ancora migliore, il Roomba 980, a cui però abbiamo preferito questo per via della differenza di prezzo. Si parla infatti di quasi 200 euro che al momento non ci sono sembrati necessari a giustificare le innovazioni del modello superiore, ovvero la batteria di durata maggiore e la tecnologia “carpet boost” che aumenta l’aspirazione sui tappeti. C’è anche da dire che il 980 usa un motore nuovo di zecca mentre il 960 lo stesso della serie 800, ma abbiamo comunque preferito la versione inferiore per mantenere intatto l’equilibrio tra qualità e prezzo.

Pur non avendo l’ultimo motore disponibile quindi, iRobot Roomba 960 fa affidamento sul collaudatissimo motore Aeroforce che offre un’aspirazione tale da portare via la polvere già da cm di distanza. Funzione che rifinisce perfettamente anche le superfici vicino ai muri. Dotato di due spazzole, una per sollevare e una per raccogliere riesce benissimo ad aspirare anche i grumi di sporcizia o le briciole più grandi.

Anche in questo caso è disponibile l’app apposita per controllare Roomba 960 in ogni sua funzione. È uno strumento funzionale su molte superfici che utilizza la tecnologia di navigazione vSlam (Visual Sensor Localisation e Mapping). Grazie alla telecamera integrata, il robot riesce a creare dei punti di riferimento per capire in che punto della casa si trova e dove è già passato. Da corredo ci sono dei sensori per impostare i virtual wall e creare appunto una parete visibile solo agli occhi del robot e che gli impedisce di raggiungere determinati punti della casa.

Questo Roomba 960 è un robot aspirapolvere quasi perfetto, estremamente intelligente, potente, con 75 minuti di autonomia e che spinge al massimo le caratteristiche viste negli altri modelli. iRobot mette anni di esperienza in un concentrato di pulizia automatica multistanza che sarà in grado di sorprendervi e di farvi dimenticare della pulizia casalinga.

Nel box sottostante trovate anche la versione 966 di questo aspirapolvere Roomba identico al modello 960 ma con una colorazione dorata. Se volete approfondire vi rimandiamo alla nostra recensione di Roomba 966.

Puoi acquistare iRobot Roomba 960 su Amazon o se preferisci su eBay In alternativa iRobot Roomba 960 è disponibile nella variante iRobot Roomba 966.

La nostra analisi

Perché fidarti di noi

Ridble è il primo sito in Italia dedicato alle guide all’acquisto per tre motivi: è, innanzitutto, il sito dedicato alle guide all’acquisto più longevo, avendo compiuto 6 anni il 18 febbraio 2019. Inoltre è il primo sito di guide all’acquisto per numero di guide a disposizione: ne offriamo oltre 2000, sempre accessibili per gli utenti. Ridble è, infine, il primo sito in Italia di guide all’acquisto per numero di ordini online generati: sono stati oltre 100.000 quelli effettuati nel 2018.

Sono infatti migliaia i lettori che si sono già fidati di noi per trovare il miglior prodotto adatto alle loro esigenze, ed il perché è semplice: il nostro compito è quello di monitorare e seguire costantemente i prodotti da anni, al fine di testarli, analizzarli e confrontarli fra loro per suggerire solo i più degni di nota, in base alle più disparate necessità. La fiducia nei nostri riguardi è ripagata con un tasso di soddisfazione elevatissimo, pari al 98% complessivo. Per consolidare il nostro modus operandi abbiamo risolto i più disparati dubbi sugli acquisti non solo per l’Italia, ma affrontando anche mercati più complessi e sensibilmente diversi, come quello spagnolo.

Il perché questo è possibile è legato alle competenze e alle conoscenze che i nostri Specialist devono necessariamente arrivare ad avere anche solo per realizzare una guida all’acquisto. Difatti, per diventare Specialist di Ridble è necessario studiare e testare oltre 100 prodotti, al fine di dimostrare di essere realmente degni di aiutarvi nelle scelte più difficili. Inoltre ogni Specialist si dedica interamente ad una specifica categoria merceologica, perché non crediamo nei “tuttologhi”: ognuno ha delle aree di competenza, e non scrive di tutto solo per generare traffico.

Io sono Simone e su Ridble mi occupo di qualcosa con cui tutti dobbiamo fare i conti ogni giorno: la Pulizia Casalinga. Come specialist Pulizia mi informo continuamente sui modi e i prodotti più innovativi e veloci per pulire la casa. Dagli aspirapolvere ai lavapavimenti, non c’è dispositivo di pulizia che non sappia utilizzare e il mio armadio delle scope è un vero e proprio arsenale di strumenti per combattere la polvere.

Inoltre ogni mese aggiorno personalmente tutte le guide all’acquisto di mia competenza.

A conferma del nostro impegno, vi basti pensare che la nostra competenza in materia di guide all’acquisto è riconosciuta dai brand più importanti al mondo. Siamo, ad esempio, tra i pochi siti al mondo ad aver realizzato una guida all’acquisto direttamente su Amazon Italia.

Come selezioniamo i prodotti

Tutti i prodotti selezionati all’interno delle nostre guide all’acquisto sono scelti tramite il metodo Ridble. Si tratta di un modus operandi che abbiamo sviluppato e perfezionato nel corso del tempo e che ogni giorno ogni specialist applica a seconda del proprio settore di competenza, seguendo 4 rigorose fasi:

L’ufficializzazione è il primo passo importante per far si che un prodotto entri nei nostri radar di scelta. Rumors e chiacchiere non ci interessano, seguiamo direttamente i brand, sviluppiamo contatti con loro durante fiere ed eventi di settore rimanendo costantemente aggiornati. In quanto specialist di Pulizia ogni giorno mi informo sullo sviluppo e sulle nuove tecnologie di pulizia solo tramite fonti autorevoli finché i prodotti non arrivano finalmente alla fase di lancio sul mercato.

In questa fase il prodotto deve soddisfare un secondo requisito, l’eleggibilità. Questo vuol dire che per essere inserito nelle nostre guide deve essere realmente acquistabile in Italia, sia negli store online che nei negozi fisici. Una volta esserci assicurati di questo passiamo alla terza fase, quella della prova. Qui approfondisco continuamente la mia conoscenza degli aspirapolvere in vendita ne scopro debolezze e punti di forza facendomi una precisa idea sulle esigenze di pulizia che il prodotto è in grado o meno di soddisfare. Infine, se ritengo il prodotto valido, si passa all’ultima fase, quella della selezione in cui l’aspirapolvere scelto viene inserito nelle nostre guide all’acquisto. Il mio lavoro però non finisce qui e una volta al mese rimetto in discussione le mie scelte e valuto nuovi prodotti in base ai cambiamenti del mercato della pulizia consigliando sempre i migliori dispositivi per ogni tipo di esigenza.

Se vuoi saperne di più del metodo Ridble visita la nostra pagina come lavoriamo.

Test tecnici

Quando mi trovo in fase di testing degli aspirapolvere Roomba mi concentro inizialmente sui sensori del robot. Mi trovo spesso a sbriciolare sul pavimento biscotti o patatine per testare l’intelligenza del robot e vedere se i suoi sensori riescono davvero ad individuare lo sporco. Posiziono ostacoli improvvisi sul suo cammino osservando se e come riesce ad evitarle o a salire su piccole dislivelli come quelli forniti dai tappeti. Passo anche diverso tempo ad osservare i movimenti del robot per capire come si muove all’interno della casa e come e se riesce a trarsi d’impaccio da situazioni scomode come angoli della casa particolarmente stretti. Nel mentre valuto la forza di aspirazione osservando di quante passate necessita per aspirare al meglio lo sporco. Vado poi ad accertarmi dell’ampiezza del serbatoio, di quanto sporco riesce a contenere e di quanto sia semplice smontarlo per pulirlo. Dove presenti testo i virtual wall, posizionandoli nelle aree più complesse della casa, come le stanze con molti mobili, spingendo il robot fino ai suoi limiti. In tutto questo tengo sempre d’occhio l’autonomia e cronometro ogni quanto il robot aspirapolvere Roomba va a ricaricarsi alla home base e quanto ci mette. Infine tiro le somme confrontando il sistema di controllo tramite app e assistenti vocali con la facilità di utilizzo. Testo quindi l’interfaccia dell’app, l’accuratezza della mappa della casa generata e valuto se l’esperienza fronte utente può essere adatta anche ad un target di persone meno affini alla tecnologia facendo provare il robot a tutta la famiglia.

Ti segnaliamo che per i prodotti in vendita su Amazon puoi usufruire delle spedizioni rapide e di tanti altri servizi privilegiati attraverso un account Amazon Prime: per attivarlo clicca qui.

2 persone hanno trovato la guida all'acquisto utile. Anche tu?
Se hai ulteriori domande chiedi a Simone Alvaro Segatori tramite i commenti.